14 Maggio 2009

Medea, posa della prima pietra del centro per autistici

Verrà posata domani a Medea la prima pietra della struttura per persone affette da autismo. Il progetto Residence sarà una struttura abitativa per persone adulte con autismo grave anche prive del sostegno familiare.
«La ristrutturazione – viene ricordato da Davide Del Duca, direttore generale della Fondazione Bambini e Autismo – riguarderà un immobile di circa 8.000 metri cubi, messo a disposizione dai Padri Trinitari di Medea. I lavori inizieranno entro l’autunno e si completeranno entro il 2011. In attesa della realizzazione, per altro, è già in corso di attuazione a Medea, presso il Centro Villa Santa Maria della Pace, un primo intervento di sostegno familiare nei confronti di una persona autistica grave, in regime di frequenza diurna, quale momento di sperimentazione e conoscenza delle specifiche peculiarità e necessità delle persone affette da questa sindrome».
A pieno regime la nuova struttura sarà dunque in grado di ospitare ventiquattro persone.

Un commento a Medea, posa della prima pietra del centro per autistici

  1. Avatar fedra micolta ha detto:

    Ma io mi domando? solo 24 persone puo ospitare? é troppo poco. non vi pare? ho un ragazzo autistico di 20 anni ed impossibili gestirlo, sono una donna separata e con altri 2 figli piu piccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.