16 Aprile 2009

Metropolitana leggera del Litorale: primo ok della conferenza intergovernativa

Italia e Slovenia aderiscono al progetto Ue ”Adria_A” per l’analisi di una linea di metropolitana leggera a servizio dell’area tra Capodistria, Gorizia e Trieste. L’Ansa racconta che la disponibilità è stata data, tramite Rfi e Ferrovie Slovene, nel corso della riunione della Conferenza intergovernativa Italia-Slovenia, svoltasi a Trieste.

Si tratta – informa una nota della Regione Friuli Venezia Giulia – di un collegamento a servizio del traffico passeggeri e turistico, pensato per unire le tre aree urbane e il sistema portuale verso gli aeroporti di Ronchi dei Legionari e Venezia. ”Una linea – afferma l’assessore regionale ai Trasporti, Riccardo Riccardi – che tra l’altro andrebbe a sottrarre traffico alla rete stradale, per incanalarlo verso modi di trasporto piu’ rispettosi dell’ambiente e decongestionando la viabilita’ locale e internazionale”

Tag: , , , , .

Un commento a Metropolitana leggera del Litorale: primo ok della conferenza intergovernativa

  1. Avatar ALESSANDRO

    Ancora una volta si parla di Metropolitana leggera, che dovrebbe esser un servizio utile, ma i politici la concepiscono ancora come IDEA e non servizio, quindi cari triestini aspettatevi tempi biblici….
    Si parlava di metrò leggero nel 2001, poi tutto zittito fino al 2007, poi rilanciata l’IDEA dalla Provincia, di nuovo con voci sotto tono nel 2008, tanti articoli sul piccolo e tante parole, fatti ancora ZERO…
    appena nel 2009 un primo si tra le ferrovie italiane e slovene, poi ci vorranno 10 anni di risposta da parte dei fondi europei, regionali, statali e privati e poi ci vorrà 10 anni per la gara d’appalto per la costruzione, poi altri 10 per il bando di gestione, poi altri 10 per la costruzione/rifacimento del sedime della metro e poi dopo 50 anni i triestini che saranno rimasti in questa città sempre più vuota di giovani, potranno finalmente godere della metrò. che però durerà poco a causa del suo poco uso….nel frattempo la città passerà dai 210.000 abitanti di oggi ai 150.000 con età media: 95
    Cosa ci facciamo ancora in Italia?Trieste è asburgica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.