4 Marzo 2009

Gli operai della Ferriera in piazza strappano il tavolo a Tondo

Un centinaio di lavoratori della Ferriera Lucchini-Severstal di Trieste, che protestavano ieri davanti alla sede della Regione Friuli-Venezia Giulia in Piazza Unità a Trieste, si è confrontata con il Presidente della Regione che è sceso tra gli operai durante la manifestazione.

La manifestazione è stata organizzata per protestare contro le decisioni della Giunta Regionale, che ha deciso ulteriori restrizioni al rilascio dell’autorizzazione integrata ambientale per lo stabilimento siderurgico triestino. La direzione della Ferriera, nei giorni scorsi, aveva comunicato ai lavoratori la progressiva chiusura di uno degli altoforni e la progressiva messa in cassa integrazione di un centinaio di dipendenti.

Il Presidente della Regione Renzo Tondo, accompagnato dagli assessori all’ambiente, Vanni Lenna, e al Lavoro, Alessia Rosolen, ha accolto la richiesta di un ‘tavolo’ tra amministrazione, rappresentanti dei lavoratori e proprietà.

Tag: , , , .

Un commento a Gli operai della Ferriera in piazza strappano il tavolo a Tondo

  1. marco caco ha detto:

    >:-@

    Ma te gà presente quando, d’estate, xe quella spuza de ovo marzo… e se te tien le finestre verte te vien de garbar, sennò te se squai?

    Considerade le polveri sottili (nanopolveri) che vien emesse dalla ferriera e che no vien coverte da nessuna legge ambientale.

    Visto el polveron NERO che gavemo sui auti, sulla biancheria, NEI POLMONI.

    A mi me xe venù in mente 2 strade:

    O i la chiudi e se se ingegna per crear i posti de lavoro per i operai de la feriera.
    O i la trasforma in modo che la sia a inquinamento zero (o comunque non nocivo per chi abita intorno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *