28 Febbraio 2009

Gorizia rende omaggio al pugile Musina

A due settimane dal match che vedrà contrapposti il goriziano Paolone Vidoz e Tomasz Zeprzalka e a 19 anni di distanza dalla morte e a 85 dalla nascita, il Comune e il Coni hanno deciso di rendere omaggio a Luigi Musina, pugile goriziano campione dei mediomassimi, nato il 18 dicembre del 1914 e deceduto in condizioni di indigenza nel 1990.
L’altra mattina si è svolta presso il Cimitero Centrale di via Trieste una breve cerimonia, durante la quale le spoglie del grande boxeur goriziano sono state esumate e successivamente trasferite in un loculo acquistato dal Comitato olimpico provinciale. L’amministrazione comunale apporrà…


in un secondo momento una lapide con la dicitura “Luigi Musina – Campione Europeo Mediomassimi 18.02.1914 – 10.02.1990”, accompagnata da una fotografia.
Nel corso della sua carriera, Musina ha combattuto 52 incontri con uno score di 38 vittorie, 9 sconfitte e 5 pari. Ha incontrato in ben tre occasioni Primo Carnera, uscendone sempre vincitore: gli incontri con la “Montagna” di Sequals si sono svolti il 21 novembre 1945 a Milano, il 19 marzo 1946 a Trieste e due mesi dopo – il 12 maggio, a Gorizia. Alla riunione triestina, che metteva in palio il titolo europeo, è legato un curioso aneddoto: l’avvio match ritarda, a causa della folla che vuole entrare anche senza biglietto. Carnera, quindi, s’intrattiene in un bar, bevendo alcolici con i suoi ammiratori. Forse anche a causa di questo, viene battuto al 7° round da Musina per ko tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *