28 Ottobre 2008

E adesso che gavemo la strada ferata…

Sul sito della Deutsche Bahn leggo che, a partire dall’estate 2009, le Ferrovie Tedesche aggiungeranno Trieste come nuovo terminal italiano (accanto ai giá funzionanti Alessandra, Bolzano e Verona) per il proprio servizio treno + auto. In pratica te se pol risparmiar un casin de kilometri in autostrada italiana, austriaca e tedesca e el passaggio nell’orrido tunnel dei Tauri.

Secondo il sito di DB, il nuovo collegamento dovrebbe soprattutto facilitare il viaggio dei tedeschi che vanno in vacanza in Croazia e Slovenia… ma chissá che no sia la volta bona che un pochi piu’ de turisti se fermi anche a Triest?

Tag: , , , , .

13 commenti a E adesso che gavemo la strada ferata…

  1. Ma il sito suggerisce anche la spiaggia di Lignano, dài…
    Poi i tedeschi in realtà, vanno a Bibione e a Jesolo!

  2. diobon, te vol veder che rivemo a far triesteberlinexpress???
    fantastica notizia…che bel!!

  3. Pingback: triest berlin express! « BerlinRomExpress

  4. Avatar giorgio

    Ora capisco la pietra miliare al bivio di Miramare: “Trieste – Berlino km 1198”

  5. Avatar cive

    no vedo tuto sto entusiasmo.tanto per noi comuni mortali cossa cambia?oh ma quanti bei turisti trallallà?tanto go notado che quei che vien de noi no xe proprio dei spendaccioni come che i ne vol far creder.navi treni e pullman se ferma meza giornata e in quel poco tempo coss te vol che i fazzi

  6. Ho appena fatto in auto i 1000 Km tra TS e Frankfurt. Con il bel tempo ci si anche diverte, ma devo dire che, dato che ci vado spesso, un treno con auto al seguito di inverno mi farebbe comodo.
    Mi sembra riduttivo impostare la discussione solo in funzione dei turisti: potrebbe anche succedere che un giorno triestini e friulani scoprano che c` e qualcosa anche oltre “Bad Klein” 😉

  7. Pienamente d’accordo con Julius: puo’essere un’ottima base di partenza per esplorazioni al di fuori delle “vecchie provincie”…

    E inoltre sarebbe un bel vantaggio per noi expats.

    Una paio di volte l’anno io e John ci facciamo The Hague – Trieste (e ritorno) in macchina e per me e’un vero incubo…

    Anche se ogni volta si fa un percorso diverso, sono sempre circa 15 ore (se va bene)…

    Certo si puo’prendere l’aereo…ma poi come si fa a riportare in Olanda quelle 40 bottiglie di vino, 50 vasi di salsa e 100 kg di biscotti del Mulino Bianco che normalmente riempiono la nostra macchina sulla via del ritorno…???

  8. d’accordo con Fabbs…inoltre ormai sulle low cost ti fanno pagare anche l’ombra come excess luggage…figuriamoci le ombrete!
    ben venga la ferrovia, per essere piu’ connessi con l’europa. soprattutto verso stazioni non infestate da ultras e treni speciali…

  9. Avatar apu

    chissà se dobbiamo sperare nella DB anche per avere collegamenti migliori da trieste verso il sud-est europa!
    se aspettiamo trenitalia….

  10. Avatar nic

    chissà in chi dovremmo sperare per un treno trieste-ljubljana (o almeno trieste-koper!!)

  11. Avatar Giancarlo

    Trieste-Lubiana è stato tagliato da Trenitalia il 1° aprile (ricordo che era il treno più veloce che collegava Trieste a Venezia, e una volta su quell’eurostar “Casanova” vendevano anche le sigarette e sendvici poderosi). Le ferrovie slovene lo rivorrebbero ma ai nostri che glie frega…
    Trieste-Capodistria: 16 chilometri di ferrovia in perenne progettazione…

  12. Avatar rino

    La notizia e’ ottima, finalmente un collegamento ferroviario dal friuli verso il nord europa. Ricordatevi che Trieste e’ un porto dal quale partono le crociere nel mediterraneo e di conseguenza oltre ai turisti che vanno verso l’istria e la dalmazia, numerosi signorotti tedeschi prenderanno il treno per imbarcarsi. Il problema e’ che il treno l’abbiamo visto in televisione e letto sui giornali ma non c’e’ uno straccio di orario e date di partenza da e per Trieste da nessuna parte, nemmeno sul sito delle DB. Qualcuni ne sa qualcosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.