16 Luglio 2008

Grandine: il Comune chiede lo stato di calamità

Il Comune di Gorizia chiede lo stato di calamità naturale per la grandinata di lunedì. Lo fa sapere l’assessore comunale Francesco Del Sordi, che sta raccogliendo informazioni sui danni dagli uffici comunali, dalla polizia municipale, dai vigili del fuoco e dalle categorie. I fondi che deriverebbero dal riconoscimento dello stato di calamità permetterebbe al Comune di avere a disposizione dei fondi per risarcire almeno in parte i danni subiti.
Nel frattempo le richieste di interventi urgenti arrivano anche dai consiglieri regionali Brussa (Pd) e Ferone (Pensionati).

Tag: , , , , , .

18 commenti a Grandine: il Comune chiede lo stato di calamità

  1. Alessio ha detto:

    Da quello che ho capito per le carrozzerie delle auto non verrà stanziato un centesimo.

  2. virus ha detto:

    la mia è un disastro e non sono assicurato per grandine

  3. Alessio ha detto:

    Ho avuto un culo della madonna, a quell’ora ero a lavorare a Ronchi, in compenso a mio fratello ed ad altri miei parenti la grandine ha sfasciato pure il parabrezza.

  4. robe ha detto:

    per i privati pare non ci sia niente da fare se non assicurarsi…la prossima volta…..

  5. massimiliano ha detto:

    Considerato quelli che usano il garage per tenere di tutto eccetto la macchina (che poi lasciano regolarmente in strada facendo aumentare a dismisura la richiesti di parcheggi) e quelli che prendono l’auto anche quando lavorano a 5 minuti a piedi da casa, più di tanto non mi dispiace.
    Peccato che non basterà a far cambiare questi atteggiamenti.
    Per gli altri mi dispiace ma sapendo che era inevitabile che la macchina si trovasse sotto la grandine, si sono già rasseganti al contrario degli altri che sono ancora oggi a lagnarsi.

  6. red_zone ha detto:

    per chi, per gli agricoltori?!!?

  7. Walter Sobchak ha detto:

    A me è successo qualche anno fa a Tavagnacco. Alla fine ho dovuto pagare (caro) un carrozziere.

  8. massimiliano ha detto:

    legge regionale 31 dicembre 1986, n. 64

  9. virus ha detto:

    Scritto da: robe | 16/07/08 a 11:06
    Considerato quelli che usano il garage per tenere di tutto eccetto la macchina (che poi lasciano regolarmente in strada facendo aumentare a dismisura la richiesti di parcheggi) e quelli che prendono l’auto anche quando lavorano a 5 minuti a piedi da casa, più di tanto non mi dispiace.
    Peccato che non basterà a far cambiare questi atteggiamenti.
    Per gli altri mi dispiace ma sapendo che era inevitabile che la macchina si trovasse sotto la grandine, si sono già rasseganti al contrario degli altri che sono ancora oggi a lagnarsi.
    Ma che c***o dici???
    Io non mi lagno. Di sicuro non festeggio. Ho solo una macchina e mi serve per andare a lavorare. La grandine l’ho presa mentre ero in ospedale al pronto soccorso. Non credo che la colpa sia di chi va a lavorare in auto e non in bus, io non ho il garage, avrei preso cmq la grandine anche se quel giorno utilizzavo l’astronave, il teletrasporto o la bici elettrica.

  10. massimiliano ha detto:

    le categorie economiche, così come le amministrazioni comunali, verranno risarcite. nel momento in cui verrà decretato lo stato di calamità, le cosa procederanno “in automatico”. ferone e brussa (maggioranza e opposizione) hanno già chiesto un intervento economico della regione. so per certo che il pd sta predisponendo un odg per stanziare già da adesso (imminente approvazione dell’assestamento di bilancio) delle risorse e immagino che valenti e marin (grado è stata colpita dal maltempo domenica), presidenti della prima e della quinta commissione in consiglio regionale, non staranno a guardare.
    ovviamente, visto che si parlava di automobili, mi riferivo a quelle poche persone che sono “costrette” a prendere l’auto per potersi muovere e andare a lavorare.

  11. Cri ha detto:

    Virus, perché t’arrabbi? E’ chiaro che rientri nella categoria di quelli per cui a Massimiliano spiace… Io invece appartengo alla prima categoria, e Massimiliano ha girato proprio il coltello nella piaga: in città giro solo in bici, ma l’auto, ahimé, non era in garage. Quindi: mea culpa! Unica attenuante: vivo in una stradina fuori dal centro, e non porto via posti macchina a nessuno…

  12. massimiliano ha detto:

    c’è qualcuno che veramente pensa di spendere soldi per minimali lavori di carrozzeria? signori non scherziamo. spendete soldi per qualcosa di utile, non per un mezzo di trasporto che cammina ugualmente.

  13. Torquemada ha detto:

    http://massimilianozacchigna.blogspot.com/2008/07/cronaca-di-una-tragedia-annunciata.html
    ma va’?
    “c’è qualcuno che veramente pensa di spendere soldi per minimali lavori di carrozzeria? signori non scherziamo. spendete soldi per qualcosa di utile, non per un mezzo di trasporto che cammina ugualmente.”

  14. andrea-68 ha detto:

    Visti i sacrifici che molte famiglie fanno per mantenere/comprare una o due auto, non credo possa valere nemmeno il mal comune mezzo gaudio, resta solo il mal comune a molti goriziani che hanno l’auto flagellata e si chiedono se valga la pena investirci molti soldi per ripararla.
    Chi invoca meno auto parcheggiate sulle strade forse vorrebbe le strade tutte per se?
    Ciao

  15. robe ha detto:

    :)))
    Speriamo che la grandine non abbia fatto bugne sul serbatoio della “bambina” :))))

  16. Virus ha detto:

    Virus, perché t’arrabbi? E’ chiaro che rientri nella categoria di quelli per cui a Massimiliano spiace… Io invece appartengo alla prima categoria, e Massimiliano ha girato proprio il coltello nella piaga: in città giro solo in bici, ma l’auto, ahimé, non era in garage. Quindi: mea culpa! Unica attenuante: vivo in una stradina fuori dal centro, e non porto via posti macchina a nessuno…
    Scritto da:Cri | 17/07/08 a 10:26
    Mi scuso per essermi arrabbiato. Ero molto nervoso. Il problema è che non è solo un danno estetico, in alcuni punti si è sollevato il colore e quindi se non riparo almeno quelli la ruggine farà il suo lavoro.
    Avrei dovuto assicurarmi anche per gli eventi atmosferici ma non avrei mai pensato che la grandine è in grado di fare tanti danni, ora lo so.

  17. massimiliano ha detto:

    cmq, robe, ti rassicuro. la bimba era protetta e all’asciutto come sempre quando non viaggia. la gradine che l’ha segnata ha presa due anni fa durante un viaggio e non trovavo un ricovero per me e anche per lei. la bugna è li è ormai fa parte della moto e della storia.
    porta ancora anche i segni dell’asfalto ma ormai, credo, mi ha perdonato per quello che le ho fatto.
    sono io che non riesco a perdonarmi la distrazione.
    come dicevo nel primo commento (che, come a ben interpretato cri, non era riferito a virus) ci si lagna quando le cose sono evitabili. negli altri casi ci si rassegna di buon grado.
    io potevo evitare, bastava controllare meglio il cavalletto, di far cadere la bimba e grattugiarla sull’asfalto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *