4 Giugno 2008

Incidente a Krško: cosa dicono le agenzie

Reuters:

Slovenia, chiuso impianto nucleare per fuoriuscita liquido
mercoledì, 4 giugno 2008 9.39 14

LUBIANA (Reuters) – L’unico impianto nucleare sloveno è stato chiuso oggi a causa di una fuoriuscita di liquido, che non ha però avuto impatti sull’ambiente e ora la situazione è “pienamente sotto controllo”.

Lo hanno riferito alcuni funzionari sloveni e dell’Ue.

“L’impianto è stato chiuso e la fuoriuscita è già stata localizzata. Ora l’impianto dovrà essere raffreddato per un giorno circa prima che la falla possa essere riparata”, ha spiegato a Reuters Andrej Stritar, capo dell’amministrazione slovena per la sicurezza sul nucleare.

“Mi aspetto che resterà chiuso per pochi giorni. Comunque, non ci sono ripercussioni sull’ambiente, la cosa è sotto controllo”, ha aggiunto.

La centrale nucleare di Krsko si trova nella Slovenia sud-occidentale, vicino al confine con la Croazia, che ne è comproprietaria, a circa 150 km da Trieste, ma una nota del ministero della Salute precisa che non ci sono rischi di contaminazione nucleare per l’Italia.

La Commissione europea ha comunicato che il suo sistema di emergenza Ecurie ha ricevuto un messaggio di allerta dalla Slovenia alle 17:38 ora italiana.

“Una perdita di liquido è avvenuta nel sistema di raffreddamento primario dell’impianto nucleare di Krsko”, si legge in una nota.

Contemporaneamente alla diffusione del comunicato, l’impianto stava “procedendo con le operazioni di chiusura sicura”.

In un secondo comunicato, la Commissione ha spiegato di essere stata informata dalle autorità slovene che il reattore era stato completamente spento alle 19:30 ora locale.

“La relativamente piccola fuoriuscita resta all’interno dell’edificio di contenimento. Le autorità slovene hanno confermato che non c’è stato impatto sull’ambiente. La situazione può essere considerata pienamente sotto controllo”, recita la seconda nota.

Come prevedono gli standard procedurali, la Commissione ha diffuso l’informazione sull’incidente a tutti gli stati membri, usando Ecurie, un sistema di warning di cui si avvale nel caso di un’emergenza nucleare.

In merito all’accaduto, l’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente italiana, l’Apat, ha confermato al ministero della Salute che “l’incidente non ha riguardato emissioni nell’ambiente circostante di materiale radioattivo”.

“Si può escludere qualsiasi rischio di contaminazione nucleare del nostro Paese”, spiega la nota del ministero, aggiungendo che “continuerà a monitorare in tempo reale l’evoluzione del fenomeno in costante collegamento con le autorità responsabili dell’Unione europea e della Slovenia”.

Agi:

SLOVENIA: IMPIANTO E’ SPENTO, PER UE “ALLARME RIENTRATO”

(AGI) – Roma, 4 giu. – Allarme nucleare rientrato dopo l’incidente verificatosi nella centrale nucleare di Krsko, in Slovenia. L’impianto -situato a 130 km in linea d’aria da Trieste- non lavora ed e’ in condizioni “sicure”, hanno detto fonti della Nek, la societa’ che gestisce l’impianto. La Commissione Europea, che nel pomeriggio aveva lanciato un allarme su tutto il territorio europeo temendo una fuga radioattiva, ha confermato che “l’allarme e’ rientrato”. “La procedura di spegnimento e’ andata avanti dalle 17 alle 20 e alle 10 era tutto finito”, ha continuato il portavoce della Nek, contattato telefonicamente. “Il reattore e il generatore non lavorano e non producono elettricita’. Il prossimo passo sara’ quello di riparare l’impianto e rimetterla in condizione di lavorare. Ma possiamo assicurare che l’incidente non ha avuto alcun impatto ne’ sull’ambiente ne’ sulla popolazione”.
Nei prossimi giorni, la Commissione potrebbe inviare dei tecnici sul sito, per ispezionare la situazione.

Ansa:

04-06-2008 22:42
Nucleare: Slovenia, Ue comunica la fine dell’emergenza

(ANSA) – ROMA, 4 GIU – E’ finita l’emergenza causata dall’incidente avvenuto nella centrale nucleare slovena di Krsko: la notizia e’ stata comunicata dalla Ue. Lo riferisce l’Apat in un comunicato confermando che non si e’ avuta alcuna conseguenza per l’ambiente esterno, ne’ vi e’ stata necessita’ di misure di emergenza esterna sul sito. E che non c’e’ alcun rischio per l’Italia. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente continua a seguire la situazione, anche per una ricostruzione dell’evento.

Tag: , .

10 commenti a Incidente a Krško: cosa dicono le agenzie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.