3 Maggio 2008

Gironcoli: “Offensivo per Gorizia il comportamento di Tondo”

"E’ vergognoso. Vergognoso ed offensivo per Gorizia ed i suoi elettori. Un insulto a tutta la provincia isontina che il nuovo governatore non abbia destinato nemmeno uno dei dieci assessorati ai nostri consiglieri eletti".  A lanciare l’attacco è il consigliere comunale dei Cittadini, Donatella Gironcoli. Un attacco diretto al neo presidente della Regione, Renzo Tondo.
"E dire che proprio Gorizia ha registrato una percentuale di voto a favore del PdL addirittura superiore a quella regionale (37% rispetto al 33%). Ed è un fatto che non mi fa particolarmente piacere. Su 187mila voti raccolti in regione per il Popolo della Libertà oltre 20mila – sottolinea Gironcoli – provengono dall’Isontino, quindi più…

di quel 10% che doveva garantire almeno un posto in giunta ad un
rappresentante del nostro territorio. Invece quattro saranno gli
assessori di Trieste, quattro quelli della provincia di Udine, due del
Pordenonese. Tondo, lo sappiamo, è carnico. E sappiamo anche che è
stato proprio lui in passato ad escludere dalla giunta regionale i
politici isontini per la prima volta (2001-2003). Cosa che non era mai
accaduta nei quarant’anni precedenti. Questa è la considerazione che il
nuovo governatore dimostra per la nostra città e per la nostra
provincia. Con buona pace per le parole del Sindaco Romoli che
amabilmente rassicura gli elettori del Centro Destra, ricordando
l’impegno di Tondo, ancora una volta rivolto a lui personalmente, di
prendere a cuore le sorti della nostra città e farsene garante in prima
persona… In realtà il nuovo presidente, con il suo primo atto di
governo, tradisce l’impegno preso in campagna elettorale ad assicurare
la rappresentatività territoriale, impegno che mantiene per tutte le
province meno che per la nostra. Mentre Gorizia è stata così generosa
di voti e di fiducia da optare addirittura per il disgiunto a suo
favore, penalizzando oltre misura Riccardo Illy. Non siamo contenti.
Siamo esclusi dalla Regione dove evidentemente hanno vinto le logiche
di spartizione romane e padane (alla faccia del cambiamento!). E’
paradossale pensare che eravamo meglio rappresentati sotto l’Austria
degli Asburgo, quando la nostra città era capitale della Contea e
capoluogo della Provincia Principesca di Gorizia e Gradisca, con ampia
autonomia ed un suo proprio parlamento. Caro presidente Tondo, secondo
me lei ha fatto un grave errore: noi tutti, da ogni schieramento
politico, abbiamo la sensazione che queste elezioni non siano servite a
niente perché i voti dei Goriziani non avranno voce".

Tag: , , , , , , , , , .

9 commenti a Gironcoli: “Offensivo per Gorizia il comportamento di Tondo”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.