27 Marzo 2008

Gironcoli accusa: “Differenziata sotto il 50%”

“La raccolta differenziata è scesa sotto il 50% e si è deciso di far pagare alle associazioni che organizzani sagre e feste popolari le spese per lo smaltimento rifiuti prodotti dall’evento”. Il consigliere comunale dei Cittadini, Donatella Gironcoli, fa notare come siano queste due le uniche iniziative in tema di rifiuti della giunta-Romoli. Tutto questo nonostante “buona parte della campagna elettorale del centrodestra si è alimentata dell’innegabile scontento della popolazione per la difficoltà…


del nuovo sistema di asporto rifiuti”.
Spiega Gironcoli: “Ripetuti ed importanti gli impegni presi con i cittadini goriziani: da una sostanziale modifica del progetto per la raccolta dei rifiuti, alla riduzione della Tia per scuole e commercianti, alla costituzione di squadre di “pronto intervento”. Mentre ci ritroviamo anche ad aver perso il contributo che la Provincia eroga, da quest’anno, a tutti i Comuni che superano la percentuale del 50%”.

Tag: , , , , , , , , , .

2 commenti a Gironcoli accusa: “Differenziata sotto il 50%”

  1. Avatar claudio ha detto:

    Aspetta che so una barzelletta che è fortissima,ma non me la ricordo bene,mi servirà aiuto.
    Come era quella del ritorno dei cassonetti?!?

  2. Avatar Alessio ha detto:

    Non credo che un amministratore dotato di un minimo barlume di realismo possa pensare di reintrodurre i cassonetti, almeno non oggi, pena il diventare la pattumiera provinciale. Credo pertanto che Romoli la promessa di reintrodurre i cassonetti stradali per il secco residuo sarà costretto a rimangiarsela.
    Quanto all’accusa di Donatella Gironcoli non posso dire di essere d’accordo.
    Come si può infatti pretendere che la spesa della raccolta e smaltimento dei rifiuti fatta per una sagra o per una festa organizzata da privati venga coperta con la tariffa dei rifiuti pagati dalla collettività e quindi anche con i soldi di chi magari a quell’evento non ha potuto nè voluto partecipare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.