7 Febbraio 2008

Nave turca in fiamme a Rovigno: incendio sotto controllo?

Con un certo sbigottimento, compilo una rassegna stampa del potenziale disastro ecologico per il nostro mare causato dalla nave turca in fiamme al largo di Rovigno. Mentre Il Piccolo cartaceo di oggi dà poco rilievo alla notizia (fonti slovene hanno parzialmente sminuito possibili conseguenze negative sull’ambiente), i media nazionali la trascurano totalmente e follemente- Riporto di seguito le homepage dei più importanti siti sloveni, del quotidiano croato di Fiume/Rijeka ‘Novi List’, le disinteressate home di Repubblica, Corriere e La Stampa e, dal sito della Regione FVG, alcuni dei lanci locali Ansa di ieri. Intanto, per quello che capisco il croato, Javno informa che l’incendio è ‘sotto controllo’ e pubblica nuove foto (vedi sotto). Ecco la rassegna stampa:


06-FEB-08 18:29

INCENDIO SU NAVE: INGV, A RISCHIO ANCHE COSTE ITALIANE

(ANSA) – ROMA, 6 FEB – L’eventuale sversamento di idrocarburi e sostanze inquinanti dall’Und Adriyatik, una nave carco turca, potrebbe arrivare fino alle coste italiane. E’ quanto sostiene l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) che ha intrapreso un lavoro di simulazione dei danni che potrebbero essere causati dalla temuta uscita di sostanze nel Mar Adriatico, a causa dell’incendio divampato a bordo della nave ora al largo delle coste della Croazia settentrionale. L’istituto ha già avvertito del rischio la Guardia Costiera. In tempo reale il gruppo di scienziati, ha fatto sapere lo stesso istituto, sta fornendo appoggio alle autorità competenti producendo simulazioni dedicate sulle possibili traiettorie di dispersione degli inquinati. “Abbiamo fatto la simulazione e abbiamo mostrato che lo sversamento – dichiara la coordinatrice Nadia Pinardi – potrebbe indirizzarsi verso l’Italia e in circa sei giorni arrivare al largo di Ravenna. Abbiamo contattato la Guardia Costiera del medio-alto Adriatico, attrezzata con particolari navi dotate di panne galleggianti che possono bloccare la traiettoria della macchia, e difendere la costa”. (ANSA).

06-FEB-08 19:25

INCENDIO SU NAVE: RIPRESO SPEGNIMENTO, RISCHIO RIMANE ALTO

(ANSA) – ZAGABRIA, 6 FEB – La nave mercantile turca è ancora in fiamme a largo della penisola istriana, nel nord Adriatico,ma le operazioni di spegnimento sono potute riprendere dopo che il fuoco ha creato una crepa che permette di gettare l’acqua nell’interno dell’imbarcazione. Per ora la nave non sta affondando e non ci sono visibili danni per l’ambiente marino,ma il pericolo è ancora alto. Il ministro degli interni croato Berislav Roncevic, recatosi in Istria dopo la notizia dell’avaria, ha spiegato che dalle 16.00, dopo un’interruzione di circa quattro ore, due canadair hanno ripreso a gettare acqua sulla imbarcazione in fiamme. Nel primo pomeriggio si era temuto che le correnti marine e il vento spingessero il mercantile verso la costa, ma il cambiamento delle condizioni atmosferiche lo ha di nuovo portato al limite delle acque internazionali, a circa 12 miglia dalla costa istriana. “La nave non sta affondando e non ci sono fuoriuscite visibili di carburante o altri liquidi tossici, ma la situazione rimane seria”, ha aggiunto il ministro. (ANSA).

06-FEB-08 21:10

INCENDIO SU NAVE:INTERVENTO SOCIETA’CHE SI OCCUPO’ DEL KURSK

(V.”INCENDIO SU NAVE:IN ARRIVO TECNICI DA …”DELLE 18.55) (ANSA) – ROMA, 6 FEB – Sarebbero tutte private le società specializzate in emergenze incendi su navi che dalla Turchia, dall’Olanda e dalla Gran Bretagna si stanno muovendo per raggiungere il tratto di mare dove, dalla scorsa notte, è in fiamme un traghetto turco, al largo di Rovigno (Croazia). In particolare – secondo quanto si è appreso – sarebbe stata coinvolta la ‘Smith’, la stessa società olandese che nell’agosto del 2000 fu chiamata per il recupero del Kursk, il sottomarino nucleare russo a bordo del quale morirono 118 uomini dell’equipaggio. La ‘Smith’ avrebbe inviato in queste ore in Austria un modulo antincendio che, su un camion, arriverà a Trieste per poi essere trasportato su un rimorchiatore nel tratto di mare dove il traghetto turco è in fiamme. (ANSA).

06-FEB-08 21:14

TRAGHETTO IN FIAMME IN ALTO ADRIATICO,RISCHIO AMBIENTE /ANSA

A BORDO 850 TONNELLATE IDROCARBURI, QUATTRO FERITI LIEVI (di Alfonso Di Leva) (ANSA) – TRIESTE, 6 FEB – Brucia dalla scorsa notte, al largo di Rovigno (Croazia), uno dei grandi traghetti turchi della “autostrada del mare” Trieste-Istanbul, la più importante del Mediterraneo, e scatta l’allarme ambiente per l’alto Adriatico. Nei serbatoi della nave ci sono circa 850 tonnellate di idrocarburi (800 di ‘fuel oil’ per alimentare i suoi motori e 50 di diesel marino) e nessuno si è sentito finora di escludere il rischio di una disastrosa esplosione; o quello di uno sbandamento del gigantesco scafo (é lungo 193 metri) con il conseguente, inevitabile affondamento; o, ancora, di uno sversamento di idrocarburi in mare. Per di più, nella stiva ci sono 202 Tir e uno dei loro potrebbe facilmente esplodere per le altissime temperature che sta raggiungendo la nave.

06-FEB-08 21:28

INCENDIO SU NAVE: ARPA EMILIA-R. IN MONITORAGGIO COSTANTE

(ANSA) – BOLOGNA, 6 FEB – Per l’incendio sul mercantile al largo delle coste istriane (15 miglia nautiche circa da Rovigno e 55 dal delta del Po), la direzione generale di Arpa Emilia-Romagna, di concerto con l’assessorato regionale all’ambiente, ha assicurato che “il monitoraggio costante delle acque emiliano-romagnole” fatto dal dal battello Daphne “garantirà la tempestiva segnalazione di eventuali impatti sulle acque e sulle coste, la cui possibilità al momento appare peraltro remota”. L’Arpa ha ribadito che non sono ora note nel dettaglio tipologia e quantità delle sostanze contenute nei 200 mezzi di trasporto merci che si trovano sul traghetto in fiamme, che fa normalmente spola tra Trieste e le coste turche. “Tuttavia – ha aggiunto -, si presume che solo un numero limitato di essi sia adibito a trasporto di sostanze liquide, non necessariamente pericolose. La quantità non rilevante di liquidi potenzialmente inquinanti, la collocazione della nave in mare aperto e la sua distanza dalle coste italiane inducono ad un ragionevole ottimismo sull’assenza di danni ambientali lungo le coste emiliano-romagnole”. (ANSA).

Tag: , , , , , , , .

8 commenti a Nave turca in fiamme a Rovigno: incendio sotto controllo?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.