1 Febbraio 2008

Manifesti elettorali di fine gennaio 2008: votali

Anche il Partito Democratico si fa vivo nella simpatica contesa pubblicitar-politica delle superfici urbane: odore di elezioni, necessità di eleggere un nuovo gruppo di dirigenti che affianchi Brunone simpatia mataZvech (sembra che in altre città d’Italia gli apparatcnik abbiano avuto brutte sorprese da queste elezioni: un sacco di gente mai vista eletta al posto dei soliti noti).
Non solo P.D.: tanta ma proprio tanta simpatia arriva anche da qualche birbone neofascista che dichiara, sul suo manifesto, di non scordarsi l’Istria, Fiume e nemmeno la Dalmazia (“mo’ me le segno” avrebbe detto Troisi). Il segno dei tempi invece è offerto dal Partito dei Pensionati con uno slogan memorabile: “Venti milioni di pensionati: un solo partito”. Il situazionismo, infine, risguiscia correggendo le mire capitalesche di Illy & co: “Trieste capitale… dell’inquinamento”. Votate, votate, votate nei commenti: quanto vi sconfinfera la simpatia dei nostri partiti? Ecco i manifesti della settimana fotografati dai cittadini-giornalisti di Bora.La:

Tag: , , , , , , .

8 commenti a Manifesti elettorali di fine gennaio 2008: votali

  1. enrico maria milic enrico maria milic ha detto:

    il tormentato rapporto tra illy e tutela dell’ambiente… a tal proposito ecco, a puntino, dal sito della regione:

    (ANSA) – TRIESTE, 1 FEB – Il presidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Illy, ha affrontato stasera a Trieste il gruppo di contestatori che disturbava l’ incontro dei ”Cittadini”, definendoli ”una minoranza che rischia di buttare a mare la democrazia”. La protesta era stata inscenata da una cinquantina di abitanti del rione triestino di Servola, che hanno interrotto i relatori dell’incontro, protestando per le mancate misure contro l’inquinamento causato dalla Ferriera. Dopo essere salito sul palco, Illy ha commentato la situazione, ricordando che ”ci sono serate in cui si raccolgono consensi, altre in cui si ricevono pomodori”, ma ha rimarcato il fatto che ”200 cittadini pacifici vengono tenuti in ostaggio da un gruppetto limitato, che impedisce – ha aggiunto – un confronto sereno. La nostra democrazia e’ degenerata perche’ viene governata da minoranze, da poche persone a volte anche violente che – ha aggiunto – tengono in ostaggio la maggioranza dei cittadini”. (ANSA). BUO/SM

  2. Avatar arlon ha detto:

    di nuovo: commento solamente l’impostazione visiva, o poco più.

    PD: blando, neutro. Buona gerarchizzazione dei contenuti, sprizza moderazione da tutti i pori. Vogliono che tu sappia che il PD si forma nel tuo quartiere… ma non gli interessa che si vada a votare (la data è pressochè illeggibile). Poco democratico ma elegante, 6.

    GUD (?): Il corteo è sicuramente più importante di Istria, Fiume e Dalmazia stesse, e tutto quello che conta è avere gente lì.
    E, dato che c’erano, come trattenersi dall’esibire una bella croce celtica?
    Completamente illeggibile il testo, a tratti, ma tutto sommato il suo messaggio lo trasmette. Tradizionalista casereccio, 6-

    PENSIONATI: A sparare alto senza avere nemmeno un’identità coordinata non può funzionare. Tantomeno usando caratteri in maniera casuale, con un dato (l’esercito da 20mln) che provocherebbe un pò di ilarità (o vergogna?) in molti altri paesi, e zero contenuti.
    No i ghe credi gnanca lori: 3

    LAST BUT NOT LEAST: Modificare manifesti, se fatto con ironia, provoca sempre un rispetto visivo che va al di là del valore grafico.
    L’unico realmente democratico! 8

  3. Avatar Julius Franzot ha detto:

    1. A me rafforza l’idea che mi sono fatto del PD: si considera in modo autoreferenziale l’unica scelta logica. Pertanto si arroga il diritto di chiamare la gente a raccolta a collaborare senza nemmeno curarsi di spiegare perchè li dovrebbero votare. Roba da PNF o PCUS. 4 per la presunzione.

    2. Poco visibile, non vedo una firma chiara, strane le lettere rosse per chi vuole manifestare contro i comunisti di una volta. 5 complessivo.

    3.Da quando esistono mandano in giro quel cerchio. Beh, certo che ricorda un loro rappresentante in Regione, ma anche i 30 Mio di pensionati non è sicuro che votano per loro. Non ci si può appropriare dei votanti. Stesso errodel del PD e stesso voto: 4

    4. Immagino che qui si tratti di votare l’ aggiunta. Beh, una sufficienza questi se la meritano: 6

  4. Avatar giorgio ha detto:

    1) Nel messaggio PD la mia attenzione viene catturata da: …comune, …quartiere, …partecipa, …circoli, …italia nuova”. Sembra che sia rivolto ai dieci milioni (?) di elettori che firmarono per Berlusconi. Da sottolineare il giudizio di arlon: Poco Democratico per il Partito Democratico.
    2) Tanto elegante (ma blando) il primo manifesto, quanto grossolano (per non dire di peggio) il secondo. Rosso e bianco sono i colori che si vedono più facilmente di giorno e di notte (cfr. bandiere di segnalazione in mare), mentre il nero è il loro.
    3) Per i Pensionati quel manifesto è buono per tutte le elezioni, poteva essere lo stesso anche venti anni orsono o forse allora erano ancora lavoratori?
    4) Vorrei sapere fino a dove viene affisso il manifesto dei Cittadini. Fino al Timavo o fino alla sella di Camporosso? Come fece nel 1977 la DC con un “Trieste non è un’isola” e spazio bianco sotto, mi sembra un modo per raccogliere l’opinione della gente comune che poi, concordo con tutti, è la vincitrice di questa tornata.

  5. Avatar marisa ha detto:

    Quello che preferisco è il manifesto del partito dei pensionati. Il manifesto ha un linguaggio pulito e semplice, così come la grafica. Chiede il voto ai pensionati e non si perde in chiacchiere: voto 8

    Manifesto del PD: sembra la fotocopia di quello di Forza Italia! Compreso i colori e il contenuto. Ma una volta non era il “rosso” il colore della bandiera della sinistra? Voto: 4

    “Istria Fiume Dalmazia”: il solito manifesto di Roberto Menia.
    Voto: 4 – per mancanza di fantasia.

    “Trieste Capitale”: ma c’è qualcuno che ci crede a “Trieste capitale”? Un messaggio autoreferenziale che irrita chi non ci crede.
    Voto: 4

  6. Avatar La Mula ha detto:

    1) Affascinante l’idea di avere un rappresentante di quartiere del Pd a cui rivolgersi in caso di problemi col Pd. La voce del vostro quartiere nel cuore del partito! Fantastico! Prossimo passo suppongo saranno le primarie per il rappresentante dei genitori e degli studenti del Pd in ogni scuola. E poi la meta finale: un rappresentante del Pd al Grande Fratello! Così tutti all’interno del Pd avranno finalmente una carica. Un partito, un uomo, una poltrona.
    Peccato che l’8 e il 9 ho l’influenza.
    Graficamente brutto. Voto: 4

    2)Sempre uguali e ugualmente brutti. Almeno un tempo ne vietavano l’affissione…
    voto: 2

    3)Inutile.
    voto:4

    4)Carina la battuta, ma si può fare meglio.
    voto: 5 al manifesto 6 alla battuta

    Domanda finale: ma cambiare grafici no?

  7. Avatar la solitudine del creativo ha detto:

    E’ notte. Il mal di testa è una nuvola dura che si espande da dentro, si gonfia contro le bozze frontali, mi spinge fuori le ossa. Ho in bocca un sapore che avevo sentito solo nell’alito dei vecchi. Ho fatto una riunione di 16 ore. Quanti anni ho? Ha senso?
    Questa dev’essere la famosa vita di cui sentivo parlare gli adulti: ci siamo staccati dalle alghe, ci siamo distinti dai rettili, abbiamo acquisito forma di mammifero, voluto il fuoco, lavorato i metalli, piegato la materia, usato la natura per arrivare discutere 16 ore di un detersivo. Sono sostenuto da una forza che non è mia. Sono i nomi e i prezzi di mille prodotti a tenermi insieme, milioni di scatole colorate, tonnellaggi insigni di maionese e ammorbidente, tubi, bottiglie, vasetti, ricariche cartonate, una legione di oggetti decorati da infiniti codici a barre, confezioni e confezioni con apertura facile e tappo intelligente che studiano percorsi per scavarsi una strada, un camminamento che porti diritto dagli scaffali dei magazzini di stoccaggio alle dispense delle singole case, erodendo e raschiando nel passaggio monete e valori di scambio dai consumatori che incontrano lungo il tragitto. Vendere pena l’annientamento, requie solo dopo la stipulazione del contratto. Ci dev’essere una ragione se nella nostra lingua basta spostare una erre e CartaSì diventa catarsi.

    Walter Fontana, L’uomo di marketing e la variante limone, Tascabili Bompiani 1995.

  8. enrico maria milic enrico maria milic ha detto:

    (walter fontana: stupenda citazione)

    io do il mio voto in base a quanto penso possa essere l’impatto estetico/contenutistico dei manifesti sulla generalità della popolazione.

    PD:
    che noia di comunicazione. ma poi: loro davvero ci credono nella partecipazione della persone?
    voto: 5,5

    GRUPPO UNIONE DIFESA:
    grafica: difficile da leggere.
    contenuti: sempre la stessa minestra riscaldata vecchia di almeno 100 anni.
    voto: 4

    PENSIONATI:
    grafica: semplice, adatta ai pensionati che è il loro target di riferimento e del resto se è vero che i pensionati sono 20 milioni… (voto 7)
    contenuti: risibili, anche per i pensionati, che dopotutto cussì mone no sarà (voto 3).
    voto (medio): 5

    TRIESTE CAPITALE (URBAN REMIX):
    semplice ed efficace, strizzando d’occhio alla consapevolezza sempre più dilagante tra i cittadini a proposito dell’inquinamento cittadino e della collegata assenza della ‘politica’.
    voto: 8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.