28 Gennaio 2008

Olimpija Lubiana: top 16 adieu!

Giovedì 24 gennaio, ore 22:20. Enrico, approcciando la sua ennesima conquista femminile, chiede se l’Olimpija ce l’ha fatta a entrare nelle Top 16, l’ultima fase dell’Eurolega di pallacanestro. Niente da fare: il Partizan Belgrado, eterno rivale, ha vinto e accederà alle magnifiche sedici. Pazienza siamo contenti lo stesso. Abbiamo appena battuto la Virtus Bologna, le mitiche V nere, in una partita senza storia.

Le V nere, una volta rivali dell’ormai fu Pallacanestro Trieste, andavamo a vederle a Chiarbola o anche al nuovo PalaTrieste. Una volta. Oggi siamo in un palazzo più piccolo e vecchio, a 100 chilometri da Trieste, siamo a Ljubljana, capitale dell’Unione Europea di turno e casa della pallacanestro.

Ci abbiamo pensato mille volte negli ultimi anni, ci mancava uno spettacolo del genere e quest’anno ci siamo decisi. Facile, prendi un biglietto su internet a prezzi realmente bassi. Fai un centinaio di chilometri e sei lì. Spettacolo. I migliori club europei, un’atmosfera internazionale, ma al contempo rilassata, casalinga.

Ci chiedevamo dell’attacamento alla squadra e alla competizione. È stato tutto facilissimo. Dubbi svaniti. Dopo la prima vittoriosa partita con l’Olympiakos (!!!), non vedevamo l’ora di tornare. E’ così è stato. Abbiamo eletto i nostri eroi personali, che come sempre non sono poi i migliori in campo, ma li apprezzi per qualcosa di emozionale e inspiegabile. Abbiamo visto facce note e no, squadre da elite europea, il mitico Sergio Tav?ar e le favolose zmaj?ice, le cheer leaders locali.

L’avventura europea è finita per quest’anno. Probabilmente ora ci tufferemo nella Lega Adriatica. L’Olimpija infatti partecipa a un campionato che riunisce i maggiori club di tutta l’ex Jugoslavia: Partizan, Cibona Crvena Zvezda e via dicendo. Dopo così poco tempo questi team hanno ricominciato a fronteggiarsi in un campionato di assoluto livello, e realmente coinvolgente.

Ljubljana oggi è ancora più vicina a me, a Enrico e a tanti altri. L’unico rammarico non averlo fatto prima.

Tag: , , , , , .

6 commenti a Olimpija Lubiana: top 16 adieu!

  1. per la lega adriatica, segnalo:
    http://www.kk-kraskizidar.com/pg_prva.html

    SEŽANSKO-TRŽAŠKA EKIPA V JADRANSKI LIGI?
    23. januar, 2008

    Takšna in podobna vprašanja so se v našem prostoru za?ela pojavljati v zadnjem ?asu. Nekaj o tem so pisale tudi Primorske novice in spletni portal prostimet.com, ?as pa je, da namig pride tudi iz vrst glavnega akterja zgodbe. Kraški zidar Jadran in moštvo s Trsta Pallacanestro Trieste nameravata za?eti novo košarkarsko poglavje, ki bi pozitivno vplivalo na razvoj košarke tako v Kraški, kot tudi Tržaški regiji.

    Vodstvi obeh klubov so se na sre?anju dobili že v prejšnjem koledarskem letu. Radoš Lipanje, predsednik kluba in generalni direktor glavnega pokrovitelja, ter Igor Meden športni direktor kluba sta sre?anje pozitivno ocenila. »Prav je, da so stiki sedaj vzpostavljeni. Trst je la?en košarke, v Sežani pa si tudi želimo premakniti z mrtve to?ke. Združen projekt bi bil v korist tako košarke na tem podro?ju, kot tudi pokroviteljev, ki bi tukaj sodelovali z nami, konec koncev pa tudi jadranske lige, ki bi se tako razširila na še eno zanimivo podro?je,« je uvodoma dejal Meden.

    Trstu gre trenutno v italjanskem prvenstvu precej slabše kot pred leti, saj je na zadnjem mestu v italjanski B-2 ligi, kljub prora?unu, ki bi za slovenske razmere bil med najvišjimi. »Meja je padla, tako da smo od športnega objekta v Trstu le streljaj oddaljeni. V kolikor se bomo dogovorili o sodelovanju bo to poživitev oziroma obuditev neko? najpopularnejšega dvoranskega športa v tem prostoru. To bi zagotovo bil mejnik v športnem in poslovnem smislu.«

    Italjansko moštvo, katero sta na sestanku zastopala predstavnik glavnega pokrovitelja Acegas, Federico Trevisan in športni direktor Maurizio Tosolini, si je vzelo nekaj ?asa za premislek vendar pa idejo pospremilo z odobravanjem.

    Nosilec projekta je sežanski prvoligaš, moštvo pa bi nastopalo pod združenim imenom. Slovensko državno prvenstvo naj bi se igralo v Sežani, medtem ko se bo v primeru uvrstitve v jadransko ligo (kar je glavni namen) le to igralo onstran meje v športni dvorani v Trstu, ki sprejme ve? kot 7.000 gledalcev.

    Pogovori se bodo nadaljevali v prvih dneh februarja, ko se bosta vklju?ila še župana Trsta in Sežane, Roberto Dipiazza ter Davorin Ter?on.

  2. enrico maria milic enrico maria milic

    capisso el titolo e brandelli del resto…

    qualchidun che ga voia de tradur?!?

  3. Avatar Matteo

    Me ga gave’ fatto venir voia de andar a veder le partide a Belgrado. Me par che xe’ la benetton nel giron coi muli qua a Bg. Xe’ che normalmente qua i impizza fumogeni in palazetto e no me attirava… me prendero’ le mie responsabilita’ e ndero’ a veder.

  4. Avatar Matteo

    Go ditto una cagada, la Benetton no esisti. El Partizan xe’ za’ aulifica’? Xe’ sicuri? Che beleza, ma noi ga de zogar coi turchi de boscia ogi?

  5. se volete leggere le cronache delle partite, io seguo molto spesso (tranne con la virtus, risultato ininfluente) le partite casalinghe dell’olimpija in eurolega per basketnet.it .. le trovate nell’archivio articoli di eurolega qua http://www.basketnet.it/league/uleb.html

    a lubiana tutto fantastico, bellissimo come in casa diano l’anima ogni volta anche a qualificazione compromessa, con giocatori indubbiamente inferiori di quasi tutte le avversarie ma con un clima nell’hala tivoli incredibile..
    ciao!
    Swami

    http://www.sw.splinder.com
    http://www.bibboi.splider.com
    http://www.bandaberimbau.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.