23 Gennaio 2008

Le preoccupazioni dei “bi-veneti”? Traffico, ambiente e sicurezza, pare

Secondo una ricerca di Demos, i cittadini di Veneto e Friuli-Venezia Giulia si sentono di vivere in dei luoghi migliori rispetto al resto d’Italia. Ci si sente, insomma, “diversi” e in qualche maniera “superiori”. Ma ci sono tre problemi emergenti, soprattutto in Veneto: criminalità (in Fvg è davvero un problema?!? mah), trasporti (oh yeah, questo sì) e ambiente (un problema globale a cui le amministrazioni pubbliche locali non danno alcuna risposta, no?). Molti intervistati dicono che c’è sempre meno lavoro, inoltre. Ecco il lancio Ansa in merito:

Traffico, ambiente, sicurezza: sono questi i fattori che minano la qualità della vita nel Veneto e nel Friuli-Venezia Giulia. Il Nord Est continua a garantire ai propri cittadini standard elevati, superiori a quelli offerti da altre regioni. Tuttavia, su diversi aspetti, gli ultimi anni hanno segnato un netto peggioramento delle condizioni di vita agli occhi delle persone.

E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato da Demos per Il Gazzettino, che ha chiesto a un campione di mille persone di indicare le proprie percezioni sulle tendenze in atto nell’area nord-orientale. Le rilevazioni condotte dall’Osservatorio sul Nord Est lo indicano da tempo: nel Veneto e nel Friuli-Venezia Giulia, secondo il giudizio degli stessi residenti, “si vive bene”. Meglio che altrove: è opinione condivisa dalla maggioranza dei cittadini che la qualità della vita sia superiore rispetto alla “media italiana”. Questa componente, ancorché stabilmente superiore al 50%, si è assottigliata nel corso degli ultimi anni. Raggiungeva il 60% nel 2003, mentre oggi si attesta appena sopra la soglia della maggioranza assoluta. E’, infatti, il 52% nel Veneto e il 54% nel Friuli-Venezia Giulia a reputare le condizioni di vita, nella propria ragione, più vantaggiose rispetto a quelle che contraddistinguono le altre aree della penisola.

Dal sondaggio, tuttavia, affiora una evidente preoccupazione attorno ad alcuni aspetti. Su tutti, il tema del traffico: più di sette persone su dieci, infatti, ritengono che le cose siano peggiorate, negli ultimi cinque anni, per quanto riguarda l’intasamento della rete viaria (73%), con i dati più negativi a caratterizzare soprattutto il Veneto.

Ma anche sotto il profilo della qualità ambientale e della criminalità, il trend percepito dai cittadini, nell’ultimo lustro, disegna un andamento negativo.

Il 57% degli intervistati rileva un deterioramento dell’ambiente, della qualità dell’acqua e dell’aria. Il 56% dei cittadini ritiene che le cose siano peggiorate anche per quanto attiene alla sicurezza delle persone. Peraltro, è proprio l’indicatore riferito a quest’ultimo aspetto, dal 2002 ad oggi, a proporre il declino più evidente. Una quota consistente (e maggioritaria) delle persone intervistate pensa che negli ultimi anni la situazione sia peggiorata, nella propria regione di residenza, anche per quanto riguarda le opportunità di lavoro.

Tag: , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.