27 Luglio 2007

Il Comune mette in funzione l’aspiratore di zanzare

Mosquito_magnet Entra in azione lo sterminatore di zanzare. Si chiama Mosquito magnet ed è una macchina in grado di attirare e uccidere gli insetti in un’area di 4 mila metri quadrati. L’apparecchiatura è stata acquistata dal Comune di Gorizia per una prima sperimentazione nelle piscine comunali per poi essere eventualmente utilizzato in tutta la città la prossima estate.
Il problema delle zanzare, e soprattutto della presenza della zanzara tigre, si fa infatti sempre più fastidioso a Gorizia, dove evidentemente gli insetti trovano habitat adatti alla riproduzione. Tornando al macchinario, il Mosquito magnet attira le zanzare grazie all’emissione di anidride carbonica (che simula quella prodotta dall’uomo), quindi le aspira e le uccide. Un sistema che viene annunciato come particolarmente efficace e che, per un unica apparecchiatura, ha un costo di 1.400 euro circa.

Clicca qui!

3 commenti a Il Comune mette in funzione l’aspiratore di zanzare

  1. Fabio ha detto:

    Caspita… era chiaro che non ci si poteva aspettare che Romoli attuasse politiche di tutela dell’ambiente, ma che si mettesse a emettere CO2 di proposito non avrei mai osato immaginarlo!

  2. Zanira ha detto:

    La emetti anche tu l’anidride carbonica e non hai alcun nessun permesso. Probabilmente sei oltre i limiti di legge. Ma siccome devi respirare, pazienza, pero’ potresti tutti gli animali, che la emettono 24 ore su 24. Le piante poi devi scegliere, o le abbatti perche’ di notte emettono CO2, oppure ne semini perche’ di giorno lo assorbono. Infine eliminare zanzare e’ una politica di tutela della salute. Non te l’aspettavi nemmeno questa, vero?

  3. Fabio Turel ha detto:

    Grazie per la lezioncina, ma ho fatto anch’io le elementari. Scherzavo. A dire il vero, temevo un po’ di far la parte del difensore del sindaco che prende in giro quelli che vedono malefatte ovunque.
    In ogni caso io non sono oltre i limiti di legge, per il semplice fatto che i limiti non sono fatti per sanzionare i singoli ma per segnalare la necessità di attuare misure di contenimento delle emissioni. Al di là di tutto, comunque, il mosquitomagnet mi pare una buona idea. Spero che si riveli un successo, e ne vengano installati in numero tale da incoraggiare l’abbandono di altre misure inefficaci (lampade blu e diffusori di insetticida), attuate a caso da cittadini ed esercenti. Se distribuissero anche le “casette per pipistrelli”, sarebbe il massimo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.