19 Giugno 2007

Sant’Andrea: la Slovenska skupnost chiede le scuse ufficiali di Forza Italia

La Slovenska skupnost chiede le scuse ufficiali di Forza Italia. Il caso è scoppiato all’interno del Consiglio circoscrizionale di Sant’Andrea, dove Andrea Romoli (figlio del sindaco ed eletto nel parlamentino nella lista di Forza Italia) ha duramente criticato l’operato del presidente uscente Mario Brescia. Successivamente tutti i consiglieri di Forza Italia hanno lasciato la seduta impedendo l’elezione del nuovo presidente. Quanto accaduto ha scatenato la polemica: il consigliere regionale Mirko Špacapan ha infatti inviato una lettera a Ettore Romoli in cui richiama "la squallida rappresentazione che il figlio del neosindaco ha tenuto durante la prima riunione del parlamentino del quartiere Štandrež – Sant’ Andrea. Ognuno ha il diritto – scrive Špacapan – di esprimere le proprie posizioni, ma in maniera civile e decorosa. Le parole ed il tono usate dal signor Andrea Romoli erano a detta di tutti offensive e maleducate. Certamente il Signor Brescia non si merita tali affronti, se non altro perché ha sempre dato tutto se stesso per il bene della comunità di Sant’Andrea. L’arroganza e la dimostrazione di potere non sono qualità che portano alla tolleranza e al quieto vivere, tantomeno a forme di collaborazione". Špacapan esprime a nome personale e di tutta la Slovenska skupnost il profondo rammarico per l’accaduto e aspetta delle scuse ufficiali da parte del partito di Forza Italia.

56 commenti a Sant’Andrea: la Slovenska skupnost chiede le scuse ufficiali di Forza Italia

  1. Alessio ha detto:

    Eurialo Eurialo…….

  2. drkhayus ha detto:

    …perchè sei tu Eurialo?
    E quali sarebbero state le dure parole?

  3. Alessio ha detto:

    Tratto dalla cronaca di Gorizia del Piccolo del 17/06/2007
    “Scegliete: possiamo lavorare asseieme per cambiare Sant’Andrea oppure ci penserà la maggioranzadi centrodestra a rivoltare la circoscrizione come un calzino. E questa è una minaccia”.

  4. drkhayus ha detto:

    Io sono il cane sciolto anarchico per eccellenza…si sarà presentato così ai membri del parlamentino?

  5. Alessio ha detto:

    Visto che erano a Sant’Andrea credo più con “pozor na psa”….

  6. drkhayus ha detto:

    Boooona!!XD

  7. Stefano Re ha detto:

    quoto alessandro.
    poi sarei curioso di sapere se le dichiarazioni riportate dai giornali riprendono effettivamente ciò che ha detto andrea romoli a sant’andrea. la carta si lascia scrivere… il concetto sarà stato senz’altro quello, e secondo me ha fatto bene ad esprimerlo. vorrei anche sottolineare che proprio ieri a san rocco è successa la stessa cosa a parti inverse. la sinistra, al momento dell’elezione, ha fatto mancare il numero legale, e fino a quel momento aveva chiesto la vice presidenza cm primo atto di collaborazione. poi, se abbandonare la seduta ed impedire l’elezione di un nuovo presidente (la presidente uscente nn s è ricandidata) vi sembra un atto di collaborazione… un’altra richiesta da parte della sinistra è stata quella di far eleggere prima il vice presidente e poi il presidente. xk nn s potrebbe fare? direte voi.. allora: 1. il regolamento x le circoscrizioni prevede che venga eletto prima un presidente e successivamente un vice presidente, a rigor di logica.. 2. supponiamo che venga accettata la proposta d far eleggere prima il vicepresidente, che andrebbe ipoteticamente alla sinistra, e poi x l’elezione del presidente venga comunque fatto mancare il numero legale.. avremmo un vice presidente di sinistra già eletto secondo accordi e nessun presidente. risultato: il vice presidente farebbe le funzioni di presidente fino all’elezione del presidente, che potrebbe slittare per anni. così la sinistra goriziana ha pensato che, dopo aver perso il comune, nn si potevano perdere tutti i quartieri, e questo sarebbe stato un arguto stratagemma x assumere il potere almeno nei parlamentini… dopo aver visto la scena d persona ieri sera a san rocco nn ho davvero più parole, la sinistra è davvero pronta a tutto pur d avere qualche poltrona, e poi sono i primi ad ostentare voglia d collaborazione, ma va va… aprite gli occhi e rendetevi conto di cos’hanno votato i goriziani.

  8. Stefano Re ha detto:

    quoto alessandro.
    poi sarei curioso di sapere se le dichiarazioni riportate dai giornali riprendono effettivamente ciò che ha detto andrea romoli a sant’andrea. la carta si lascia scrivere… il concetto sarà stato senz’altro quello, e secondo me ha fatto bene ad esprimerlo. vorrei anche sottolineare che proprio ieri a san rocco è successa la stessa cosa a parti inverse. la sinistra, al momento dell’elezione, ha fatto mancare il numero legale, e fino a quel momento aveva chiesto la vice presidenza cm primo atto di collaborazione. poi, se abbandonare la seduta ed impedire l’elezione di un nuovo presidente (la presidente uscente nn s è ricandidata) vi sembra un atto di collaborazione… un’altra richiesta da parte della sinistra è stata quella di far eleggere prima il vice presidente e poi il presidente. xk nn s potrebbe fare? direte voi.. allora: 1. il regolamento x le circoscrizioni prevede che venga eletto prima un presidente e successivamente un vice presidente, a rigor di logica.. 2. supponiamo che venga accettata la proposta d far eleggere prima il vicepresidente, che andrebbe ipoteticamente alla sinistra, e poi x l’elezione del presidente venga comunque fatto mancare il numero legale.. avremmo un vice presidente di sinistra già eletto secondo accordi e nessun presidente. risultato: il vice presidente farebbe le funzioni di presidente fino all’elezione del presidente, che potrebbe slittare per anni. così la sinistra goriziana ha pensato che, dopo aver perso il comune, nn si potevano perdere tutti i quartieri, e questo sarebbe stato un arguto stratagemma x assumere il potere almeno nei parlamentini… dopo aver visto la scena d persona ieri sera a san rocco nn ho davvero più parole, la sinistra è davvero pronta a tutto pur d avere qualche poltrona, e poi sono i primi ad ostentare voglia d collaborazione, ma va va… aprite gli occhi e rendetevi conto di cos’hanno votato i goriziani.

  9. Alessio ha detto:

    X Stefano Re
    Sull’aprire gli occhi contribuiscono proprio le frasi pronunciate dall’esponente della CdL Andrea Romoli a Sant’Andrea. Quanto alla veridicità o meno di quanto riportato dal Piccolo, beh, c’è un direttore responsabile no? Se viene pubblicato sul giornale qualcosa di falso i diretti interessati possono rivolgersi alla magistratura, fino a prova contraria…..

  10. Alessio ha detto:

    X alessandro fedele
    “GORIZIA CITTÀ DI TUTTI. Una città partecipata a tutti i livelli e un Comune impegnato a eliminare qualsiasi sacca di emarginazione, mediante la lotta contro il disagio sociale, ma anche a ritrovare un dialogo con i goriziani, come ha testimoniato il fiorire di decine e decine di Comitati cittadini. Anche i rapporti con le minoranze linguistiche – o identità locali – saranno improntati alla costante ricerca della giusta armonia e delle necessaria collaborazione.”

  11. alessandro fedele ha detto:

    quoto il post di alessio…difatti in questi 5 anni di giunta brancati ostaggio della sinistra slovena, gli emarginati erano proprio coloro i quali non non appartenevano alle varie SKGZ, kulturni dom, lojzke bratuz, sloveska skupnost …etc etc se guardi i bilanci e vedi quanto e come e’ stato speso per tafanari transfrontalieri e della minoranza…
    Ricordati che qui nessuno e’ contrario al rispetto delle identita’ culturali e linguistiche appartenenti alla cultuara slovena, ma non si ritiene opportuno sperperare risorse pubbliche in banchetti,piazze,conferenze etc etc quando la citta’ ha bisogno di altre cose…marciapiedi,strade,servizi,turismo etc tec
    penso di essere stato chiaro….non e’ una questione ne’ di lingua ne’ di razza e’ solo una questione di priorita’

  12. Stefano Re ha detto:

    x alessio
    se hai notato, ho scritto che ” il concetto sarà stato senz’altro quello”, quindi sarebbe inutile far intervenire la magistratura, i giornali quasi interpretano gli interventi all’inerno degli articoli. Come detto, il concetto è quello, ma c sono diversi modi d esprimerlo. se effettivamente andrea romoli si è espresso in certi termini ha sbagliato ad esprimersi così, ma resta il fatto che alla base della sua accusata maleducazione c’è pur sempre un concetto secondo me giusto.

  13. Alessio ha detto:

    x Stefano Re:
    Nell’articolo del Piccolo le parole chew Andrea Romoli avrebbe pronunciato sono state virgolettate.

  14. Alessio ha detto:

    X alessandro Fedele
    Ammesso che tu abbia ragione, qui si sta parlando dell’atteggiamento di Andrea Romoli nei confronti del quartiere di Sant’Andrea, non delle malefatte della precedente giunta. Le dichiarazioni del consigliere CdL mi sembrano abbastanza eloquenti, cos’è una vendetta?

  15. Stefano Re ha detto:

    “x Stefano Re:
    Nell’articolo del Piccolo le parole chew Andrea Romoli avrebbe pronunciato sono state virgolettate.”
    e allora? nn m sembra d aver detto niente che si avvicini al contrario di questa frase… molte volte le parole virgolettate nn sono proprio quelle dette dalla persona, tutto qui. ho detto infatti che se andrea romoli si è realmente espresso in quei termini avrebbe commesso un errore, nn in quanto a concetto, ma in quanto a forma.

  16. Stefano Re ha detto:

    “x Stefano Re:
    Nell’articolo del Piccolo le parole chew Andrea Romoli avrebbe pronunciato sono state virgolettate.”
    e allora? nn m sembra d aver detto niente che si avvicini al contrario di questa frase… molte volte le parole virgolettate nn sono proprio quelle dette dalla persona, tutto qui. ho detto infatti che se andrea romoli si è realmente espresso in quei termini avrebbe commesso un errore, nn in quanto a concetto, ma in quanto a forma.

  17. Alessio ha detto:

    Se un giornalista pone le virgolette intende riportare le parole testuali, se le usa a sproposito farebbe meglio a cambiare mestiere. Al di là di questo non ho ancora capito quale alto concetto si possa celare in questo discorso che ammetti anche tu essere quantomeno azzardato.

  18. Stefano Re ha detto:

    so benissimo che le virgolette vengono utilizzate x riportare le parole testuali, ma nn so quanto i giornalisti dei nostri quotidiani locali sappiano utilizzarle…
    il concetto è semplice: a sant’andrea il centrodx ha avuto un grande incremento d preferenze, sia x quanto riguarda l’elezione del sindaco, sia x quanto riguarda le elezioni circoscrizionali (sono infatti 5 i rappresentanti del centrodx nel parlamentino). questo credo sia dovuto ad una esaperazione nei confronti della sinistra, sia a livello comunale che a livello di quartiere. nn dimentichiamoci inoltre che sant’andrea ha una forte componente della popolazione della minoranza slovena, che al 99% dei casi vota cmq centrosx. quindi la situazione di sant’andrea è particolare dopo queste ultime elezioni. diversa è la situazione a san rocco, dove il centrosx voleva la vicepresidenza, ma dove il centrosx stesso nn è stato premiato dai voti, anzi, lo scarto con cui il centrodx ha battuto il centrosx è stato tra i più elevati in città. credo che l’azione di andrea romoli sia stata giusta, un’azione che rispecchia secondo me la volontà dell’elettorato. altro discorso invece per san rocco, dove sarebbe correttamente interpretata la volontà dell’elettore assegnando sia la presidenza che la vicepresidenza al centrodx.
    nn ho mai detto che il “concetto” del discorso di andrea romoli sia azzardato, ma che forse la forma che ha usato nn è stata appropiata. tutto qua.

  19. cla ha detto:

    Credo che la scelta di assegnare la Presidenza ad una parte politica e la vicepresidenza all’altra sia indice di effettiva volontà di collaborazione. Il consiglio di Sant’Anna San Rocco ha applicato questo metodo sia nell’ultimo mandato che in quelli precedenti. La richiesta del centrosinistra in questo quartiere va a confermare un metodo già adottato: qui è il centrodestra che si è rifiutato di applicarlo (stando a quello che si è letto sul giornale), chiedendo sia la Presidenza che la Vicepresidenza.
    Forse che tutta ‘sta smania per “assumere il potere nei quartieri” ce l’hanno quelli di centrodestra?
    Il centrosinistra, nello scorso mandato, ha appoggiato l’elezione della signora Devetag di Forza Italia, anche grazie alla reciproca promessa di appoggio che la signora Devetag, assieme ad altri consiglieri dello stesso partito, ha garantito per la signora Bratina, della Margherita.
    C’era un impegno dato a voce ed è stato mantenuto nei fatti, come si fa tra persone di parola.
    Quanto a tutti i dubbi sul virgolettato di Romoli jr… ma ve li ricordate i post fatti sotto nome di Eurialo? E state ancora lì a domandarvi se può essere vero che Andrea Romoli si è espresso così? E che, sì, certo, SE si è espresso così, allora ha fatto un errore…ma la sostanza…

  20. Stefano Re ha detto:

    ma la sostanza… ma la sostanza è giusta! allora, credo sia fondamentale chiarire una cosa: a san rocco la situazione prevede 16 consiglieri, 9 centrodx – 6 centrosx – 1 lista civica, ciò significa che, se l’elezione dovesse aver luogo, il centrodestra -SENZA ALCUN AIUTO DA PARTE DI NESSUNO- riuscirebbe a far eleggere sia il presidente che il vice presidente tra le proprie fila. lo scorso mandato la situazione, a causa della spaccatura all’interno della lista civica, era di parità, 8 centrodx – 8 centrosx: è ovvio che con una situazione del genere si convenga all’elezione del presidente di uno schieramento e del vice di quello opposto. non credo poi che assegnare la vice presidenza al centrosinistra sia un segno di collaborazione, ma, come già detto, di non rispeto nei confronti dell’elettore, credo invece che un vero segno di collaborazione possa giungere dal centrosx: per lavorare bene assieme e contribuire in maniera concreta al bene dei cittadini non serve avere un vice presidente ma mettersi a disposizione cercando, per ovvi motivi di numeri e di voti, una collaborazione incondizionata. so che mai avremo una situazione simile, quindi mettiamoci il cuore in pace, ma è giusto che la dove i cittadini hanno votato destra, sia la destra a governarli e a rappresentarli. la sinistra si sta comportando come se a vincere le elezioni fosse stato uno dei loro candidati. la smania di potere della destra credo sia semplice voglia di fare bene, e per fare bene le cose è meglio avere tutto sotto controllo. sotto il nostro controllo.

  21. alessandro fedele ha detto:

    Ma si dai…andrea romoli ha fatto bene, per 5 anni a sant andrea hanno fatto tutto quello che gli pare…poi l’intervento di spacapan mi sembra fuori luogo…come sempre GUAI A CHI TOCCA LA MINORANZA…”Ognuno ha il diritto – scrive Špacapan – di esprimere le proprie posizioni, ma in maniera civile e decorosa” e se a qualcuno sta sulle palle vedere le bandiere rosse nei borghi sloveni…come la mettiamo? Per molti anche questa e’ una “squallida rappresentazione”

  22. Alessio ha detto:

    “Nella terza seduta il presidente verrà eletto a maggioranza semplice”. E’, in sintesi, il parere espresso dal segretario generale del Comune di Gorizia in merito al procedimento per l’elezione dei presidenti di quartiere.”
    Se quanto riportato dall’articolo del 21/06/2007 corrisponde al vero le cose, in un modo o nell’altro, si risolveranno. Resto perplesso sulle dichiarazioni di Andrea Romoli.

  23. fedelealessandro ha detto:

    quoto stefano re

  24. massimiliano ha detto:

    anche se è logico eleggere prima il presidente e poi il vice, il regolamento non lo dice esplicitamente, infatti l’articolo 26 recita:
    Con le modalità di cui al precedente articolo 22 viene eletto in seno al consiglio circoscrizionale, con separata votazione, anche un Vicepresidente con la funzione di sostituire il Presidente nel caso di sua assenza o impedimento.
    […]
    tutto questo per la precisione, resta comunque il fatto che l’elezione invertita mi sembra decisamente una forzatura.

  25. Stefano Re ha detto:

    ti do ragione sulla forzatura, sul fatto che nn sia esplicitamente detto nel regolamento anche, ma leggendo viene da pensare che cmq il presidente, al momento dell’elezione del vice, sia già stato eletto. in secondo luogo, la prima riunione (cito andando a memoria il regolamento) del consiglio circoscrizionale è convocata dal sindaco. vale a dire che è il sindaco a decidere l’ordine del giorno, secondo il quale è prevista al punto 2 l’elezione del presidente e al punto 3 quella del vice. nn essendo stato scelto dal consiglio stesso credo che l’odg nn sia per tanto modificabile. questo è e questo rimane. è per questo che credo che il progetto della sinistra sia stato quello di far eleggere il vice, far mancare il numero legale, ed avere il vice con le funzioni del presidente. altrimenti nn ci sarebbe stato un motivo logico x chiedere una modifica all’ordine del giorno…

  26. Stefano Re ha detto:

    questa è solo l’interpretazione del segretario comunale. il regolamento prevede che la maggioranza semplice si chiami soltanto dopo 2 votazioni, nn considerando però la possibilità che le votazioni non vengano effettuate. pochi giorni fa tra l’altro lo stesso segretario comunale aveva interpretato in maniera diversa il regolamento, ma questa situazione nn sta comntribuendo ad andare avanti, quindi è giusto che si decidano subito i presidenti e i vicepresidenti. e che chi ha perso le elezioni si metta il cuore in pace.

  27. Stefano Re ha detto:

    questa è solo l’interpretazione del segretario comunale. il regolamento prevede che la maggioranza semplice si chiami soltanto dopo 2 votazioni, nn considerando però la possibilità che le votazioni non vengano effettuate. pochi giorni fa tra l’altro lo stesso segretario comunale aveva interpretato in maniera diversa il regolamento, ma questa situazione nn sta comntribuendo ad andare avanti, quindi è giusto che si decidano subito i presidenti e i vicepresidenti. e che chi ha perso le elezioni si metta il cuore in pace.

  28. Cenere ha detto:

    In poche parole, se uno – chiunque – mi si rivolge così:
    “Scegliete: possiamo lavorare asseieme per cambiare Sant’Andrea oppure ci penserà la maggioranzadi centrodestra a rivoltare la circoscrizione come un calzino. E questa è una minaccia”… Non per quanto dice su Sant’Andrea, ma per come chiude. Minaccia?.. beh.. io gli caccio i denti in gola e lo prendo a calci nelle palle fino a quando non ricorda più chi è. Sono allergico ai metodi fascisti.

  29. Cenere ha detto:

    Il ragazzino figlio di sindaco missà si è un po’ esaltato, scommetto che prima o poi andrà in giro dicendo che di mestiere fa addirittura il giornalista. In poche parole, se uno – chiunque – mi si rivolge così:
    “Scegliete: possiamo lavorare asseieme per cambiare Sant’Andrea oppure ci penserà la maggioranzadi centrodestra a rivoltare la circoscrizione come un calzino. E questa è una minaccia”… Non per quanto dice su Sant’Andrea, ma per come chiude. Scegliete? Minaccia??.. beh.. io gli caccio i denti in gola e lo prendo a calci nelle palle fino a quando non ricorda più chi è. Non è antipatia, è solo che sono allergico ai metodi fascisti.

  30. Alessio ha detto:

    X Cenere: Era quaesto punto che volevo sottolineare ma che purtroppo è andato perso nella discussione.

  31. Alessio ha detto:

    Credo che ci sono dei problemi con il server…..

  32. Alessio ha detto:

    Credo che ci sono dei problemi con il server…..

  33. lorenzo ha detto:

    buahhahhah!
    ma dov’è finito eurialo? perchè non commenta più adesso che sarebbe finalmente il momento? ricordo ancora gli spassosi e deliranti interventi su bellavite…dov’è finita adesso l’ironia e il motto “una risata vi seppellirà”?

  34. Alessio Tondo ha detto:

    Perchè tutte le volte che qualcuno usa la forza per far emergere le proprie idee, si deve parlare di “metodo fascista”?
    Mi sembra che la storia sia piena di eguali comportamenti repressivi da parte dei comunisti quindi smettiamola di usare questi termini.
    In questo caso Andrea Romoli si è semplicemente comportato male, in maniera maleducata ed arrogante. Non serve apostrofare il tutto con epiteti storici stupidi e fuori luogo.

  35. Stefano ha detto:

    Per Cenere e tutti coloro che commentano derivando solo le informazioni dai giornali; le frasi riportate dal Piccolo riguardanti le dichiarazioni del Consigliere di Sant’Andrea Romoli sono corrette ma estrapolate dal loro contesto per cui suscettibili di erronea interpretazione,Sant’Andrea è un quartiere complesso, difficile in molte occasioni, vi è una forte presenza della minoranza di lingua Slovena e una “minoranza” di lingua Italiana; per queste ragioni alcuni progetti necessari al quartiere sono paralizzati dalle ideologie prima fra tutte quella reiterata da dei consiglieri che oso definire “relitti della guerra fredda” ovverosia che a Sant’Andrea non devono essere realizzare più abitazioni perchè i nuovi residenti andrebbero ad “inquinare” una certa etnia…..come se chi va ad abitare in un qualsiasi quartiere portasse un marchio con le preferenze elettorali…
    queste affermazioni sono inaccettabili oggi, nel 2007, per cui la considerazione che desumo è che a questi consiglieri non interessa in bene del quartiere ma esclusivamente mantenere le proprie “clientele elettorali”.
    Questo per portarvi esempio del clima “cordiale” che c’è a Standrez….
    per tornare poi alle dichiarazioni del Cons. Romoli riportate dal Messaggero(quelle riportate da Cenere nel suo post per capirci); vi dico solo una cosa, nessun cronista del Messaggero era presente e nessun cronista ha contattato alcun Consiglire di Centrodesta….ergo…
    Poi, nelle settimane che hanno preceduto il primo consiglio il Sottoscritto e le rispettive segreterie di partito hanno cercato di creare convergenza ma Mi sono e si sono trovate contro mura invalicabili di pregudizi e preconcetti, il dialogo è stato cercato al lungo per fare il bene del quartiere(dato che il cons. comunale è di centrodesta ora); per cui durante il primo consiglio a barricate hanno corrisposto altre barricate ovviamente.
    Per cinque anni il centrosinistra non ha dato nulla a Sant’Andrea solo vane promesse e nulla più;
    Nei prossimi cinque anni il centrodestra darà il più possibile al quartiere(strade, marciapiedi, fogne, illuminazione pubblica, ecc)
    Questo il senso delle parole di Andrea Romoli (male espresse non v’è dubbio)
    Questo il senso delle mie parole………..
    STEFANO TAUSELLI
    Consigliere di Sant’Andrea

  36. Alessio ha detto:

    X STEFANO TAUSELLI Consigliere di Sant’Andrea
    Le frasi pronunciate da Romoli non credo possano trovare giustificazione, al di là del contesto nel quale le ha pronunciate. Quanto al discorso di vedere cosa ha fatto il csx in 5 anni per questo quartiere ritengo sia utile mettere sul piatto anche a cosa ha fatto il cdx in 8 anni di giunta Valenti. Un’ultima considerazione, Gorizia nel 1991 aveva 38505 abitanti, oggi ne ha 35667, mi sfugge quale sarebbe per il cdx il giusto equilibrio tra popolazione residente (in calo) e sviluppo edilizio.

  37. cla ha detto:

    Eppure il quartiere ha premiato il Presidente uscente con 81 preferenze, ben lontano dalle 13 che Romoli jr ha accumulato; si desume che i residenti del quartiere non sono stati così delusi dal signor Brescia…
    Quali sono questi progetti così importanti per Sant’Andrea, ideologicamente bocciati dal centrosinistra o dalla minoranza slovena? Così, tanto per sapere, senza nessuna polemica.
    Lo sviluppo edilizio? Ma sai quante case sfitte ci sono a Gorizia? Quanti hanno la seconda e terza casa, chiusa e impacchettata? Quanti recuperi si potrebbero fare, evitando nuove abitazioni che modificano pesantemente l’ambiente…E’ davvero necessario costruire nuove abitazioni? E a quei proprietari che serrano le loro abitazioni, cosa chiederesti? Quale impegno potrebbero assumersi per il bene comune?
    Ti do ragione: se si bocciano i progetti di espansione edilizia per una questione di “etnia”, bhè…siamo davvero al grottesco! Ci mettiamo a salvaguardare gli abitanti di Sant’Andrea quasi fossero i Panda della Cina???… ma sullo sviluppo edilizio, in generale, non sono d’accordo: Gorizia non ha tutto questo bisogno di nuove abitazioni.
    Strade, marciapiedi, illuminazione pubblica, fognature… sono temi che toccano tutti, non penso che a quelli di centrosinistra vada bene vivere nel degrado più totale.
    Oltrettutto, ora che il Comune è in mano al centrodestra, non vedo che differenza possa fare se a guidare il quartiere sia Brescia o uno dei rappresentanti del centrodestra: Romoli ha promesso strade, marciapiedi, cura del decoro urbano? Bene! Che lo faccia. Brescia o non Brescia.
    E si lasci che a guidare il quartiere sia la persona che ha preso, decisamente, più voti di tutti.
    Oltretutto a Sant’Andrea il centrosinistra è in maggioranza, con 7 consiglieri contro i 5 del centrodestra.
    Forse Romoli minaccia perchè spera di intimorire qualcuno?
    Che metodi!

  38. Stefano Re ha detto:

    1) i termini in cui si è espresso andrea romoli forse nn sono stati i più adeguati. ma resta il fatto che ha ragione.
    2) gli stessi termini sono stati usati 5 anni fa dall’alora maggioranza nei confronti della presidente del consiglio circoscrizionale di Campagnuzza, dicendo che “VOI” (centrodx) avete la maggioranza qua e “NOI” in comune, alla fine farem quello che vorremo fare noi.
    e così è stato. lo stesso comportamento è stato ripetuto pochi giorni fa a san rocco dagli esponenti di centrosx.
    saranno anche metodi fascisti, ma si vede che i COMPAGNI non disprezzano…

  39. Stefano Re ha detto:

    e cmq il ragazzino figlio di sindaco credo abbia più cultura politica di te, caro Cenere, e se è iscritto all’albo dei giornalisti professionisti, che ti piaccia o no, è un giornalista.

  40. Stefano ha detto:

    Per Cla, Romoli non minaccia, forse non mi sono spiegato bene, la trasposizione giornalistica di ciò che ha detto lascia intendere atteggiamenti diversi da quelli che nella realtà voleva esprimere, io c’ero posso confermarlo.
    Per quanto concerne il Quartiere di Sant’Andrea, Io non esorto l’edificazione scriteriata, anzi il contrario, il mio era solo un esempio degli atteggiamenti ed ideologie che ci sono, purtoppo, ancora tra alcuni consiglieri di sinistra.
    Brescia ha sì preso 81 voti, ma l’altra volta ne conquisto 117, uno che perde 36 voti in un mandato forse, qualcuno ha deluso anche dei suoi……
    Per tornare ai problemi del quartiere, Sant’Andrea porta tante croci: l’autostrada, la ferrovia, l’autoporto, la zona artigianale e quella industiale; ritengo pertanto che i suoi abitanti debbano essere tenuti in maggiore considerazione, peciò la mancanza di ordinaria e starordinaria manutenzione del quartiere assume un maggiore rilievo per4 quei cittadini che, vedi Via Abetti soffrono disagi anche per la viabilità che è grottesca, assomma questi alla mancanza di parcheggi di starde di marciapiedi, con il rumore della centrale turbogas di Elettrogorizia o gli odori della CoVeMe…..
    Brescia: Cinque anni di mandato… solo chiacchiere e distintivo
    STEFANO TAUSELLI
    persona che parla sapendo cosa dice

  41. cla ha detto:

    Caro Stefano, la mia non è una posizione di difesa del csx nè un’accusa a quelli del cdx. Solo che mi pare pretestuosa la posizione di Romoli jr e, al solito, dichiarata in quei toni che tutti abbiamo “apprezzato” sotto lo pseudonimo di Eurialo.
    Brescia ha perso voti, ovviamente, pagando la disaffezione dei goriziani e il loro comprensibile allontanamento dalla giunta Brancati, che di errori purtroppo ne ha fatti; il suo ruolo è limitato (così come lo è quello di qualsiasi presidente di quartiere) perchè la competenza primaria spetta al Comune e non al consiglio di quartiere. Ecco perchè mi domando cos’abbia voluto dire Romoli jr. dichiarando: “altrimenti ci penserà la maggioranza di centrodestra a ribaltare la circoscrizione come un calzino”: vuole forse far intendere che, se non ci si sottometterà alla volontà del cdx di avere la Presidenza, il Comune saprà come vendicarsi sul territorio?
    Giustamente, tu che c’eri, puoi spiegare il senso di quelle parole, perchè a me sanno tanto di voglia di vendetta e, nel loro esprimersi, non vedo nulla, ma proprio nulla, di dichiarato per il bene comune…mi sa, anzi, che Romoli jr intenda la figura di suo padre, Sindaco di Gorizia (anche di quei cittadini che hanno votato a sinistra), un po’ come il padre-padrone della città e non credo che questo significhi fare il bene di Gorizia.
    Sinceramente se trovo grotteschi i tentativi della minoranza slovena di tutelarsi con metodi “da oasi protetta” trovo altrettanto grottesche le parole di Romoli jr che dichiara che la maggioranza di cdx ribalterà la circoscrizione come un calzino: in concreto, quali sarebbero le azioni che la maggioranza di cdx pensa di riservare ai rivoltosi?
    Gli staccano la luce pubblica? Li lasciano senza rete fognaria? Non faranno parcheggi nè marciapiedi?
    Aggraveranno ancora di più la situazione del traffico?
    Non difendo alcun amministratore in particolare, difendo il diritto a votare degli amministratori che lavorino per il bene pubblico (dx o sx, se avessero questo concetto in testa sarebbe già una bella cosa!) e Romoli jr non mi sembra, stando i suoi interventi, la persona più adatta. Ecco tutto.

  42. Stefano Re ha detto:

    da come la vedo io il vostro (mi riferisco a cla e agli altri antiromoli) è una mera strumentalizzazione delle parole di Andrea Romoli. abbiamo la fortuna che sia intervenuta una persona che era presente quella sera e che ci ha spiegato cm sono andate le cose, nonostante tutto continuate ad aggrapparvi sugli specchi…

  43. Stefano Re ha detto:

    quoto stefano tauselli.
    x cla:
    dici giustamente che a guidare il quartiere sia la persona che ha preso più voti. allora che anche il csx la faccia finita di chiedere cose che nn gli spettano.

  44. Stefano Re ha detto:

    x cenere:
    nn sono daccordo cn te, assolutamente… parlando dei metodi fascisti, ognuno può delineare il significato del termine secondo la propria ideologia e la propria cultura. un po’ difficile cmq che si possa parlare di metodo fascista riferendosi al csx, dato che anche il comunismo nn è nuovo a certi metodi, e che, a differenza del fascismo, non è ancora scomparso (solo in italia…). metodi fascisti o no, i cittadini hanno votato quello che hanno votato, e che ti piaccia o meno, hanno votato destra. metodi fascisti o no. quindi nn vedo il perchè della protesta. non mi sembra che i goriziani abbiano votato con una benda sugli occhi. i goriziani hanno votato sapendo quello che stavano votando. e hanno votato destra.
    -poche settimane prima del voto il Forum aveva distribuito un volantino in cui si ricordava agli elettori l’appartenenza di romoli, gentile e altri al movimento sociale italiano, dicendo che mettere gorizia nelle loro mani sarebbe stato come metterla nelle mani del fascismo, beh, guarda caso oggi il primo è sindaco e l’altro è vicesindaco, che i goriziani l’abbiano preso come un invito e nn come una minaccia?…-
    x cla:
    nn mi sembra proprio che hai iniziato a commentare chiedendo spiegazioni, ma attacando romoli. il tuo ultimo commento mi sembra tanto una scusa come un’altra in tua difesa.

  45. Cenere ha detto:

    @Stefano Re
    “..parlando dei metodi fascisti, ognuno può delineare il significato del termine secondo la propria ideologia e la propria cultura.”
    Ebbene no! L’accezione ha un preciso significato, che tu lo voglia o no, e non dipende da me o te, od ancora, da tentativi più o meno “revisionistici”.
    “..metodi fascisti o no, i cittadini hanno votato quello che hanno votato, e che ti piaccia o meno, hanno votato destra.”
    Qui sei tu che inserisci un parallelo tra “metodi fascisti” e centodestra. Io non ho mai sostenuto, e non ne vedo la ragione, che ci sia equivalenza tra “metodi fascisti” e centrodestra. Non lo penso nemmeno lontanamente. E’ piuttosto questa tua comparazione che mi lascia perplesso.
    Io ho detto “metodo fascista” riferendomi al “modo” ed alla “psicologia” dell’intervento citato nel titolo del post, perciò parlando dell’atteggiamento di una singola persona e del suo modo di intendere. Il centrodestra, in questo caso, non centra una mazza.
    Quello che capisco però adesso dal tuo dire, è che c’è una sorta di “coda di paglia” che ancora persiste nell’area della destra più estrema, e che non fa, lasciamelo dire, un buon servizio all’intero centrodestra.

  46. cla ha detto:

    Non mi pare che abbia cominciato attaccando Romoli, nè che io debba difendere me stessa; semmai i miei interventi erano inizialmente generici e solo successivamente hanno preso in considerazione la figura di Romoli jr, che con il suo intervento a Sant’Andrea (ma anche con quelli precedentemente firmati sotto lo pseudonimo Eurialo) dimostra ancora una volta che si può fare politica con metodo e metodo: arrogante e autoritario oppure deciso e autorevole.
    Penso che Romoli jr sia un valido esponente del primo metodo e trovo abbastanza sconfortante che un politico si esprima così, considerando il quartiere “roba sua” da rivoltare come un calzino, sfoderando minacce, strumentalizzando il consiglio comunale ed il Sindaco, evidentemente considerati uno strumento a proprio uso e consumo.
    Ecco perchè ribadisco che mi farebbe piacere, come cittadina, avere delle spiegazioni sul senso della frase di Romoli jr, perchè il suo significato – che come ha scritto giustamente Tauselli può essere suscettibile di erronee interpretazioni – potrebbe essere quello di un uso personale dell’attività del consiglio comunale, piegato ai desideri di vendetta di un consigliere circoscrizionale, per di più figlio del Sindaco.
    Oltre alla mia personale opinione sulle dichiarazioni del consigliere Romoli, ho parlato di competenza primaria del Comune non a caso: in questi cinque anni il Comune, essendo di cdx ha veramente la possibilità di migliorare la qualità della vita dei residenti del quartiere sui temi citati: illuminazione, traffico, sviluppo edilizio, reti fognarie, ecc….ecc…; è infatti in sede di Consiglio Comunale che si voteranno e approveranno i piani decisivi per lo sviluppo della città. Non sarà certo il Presidente di quartiere, sia esso Romoli o Brescia. Favorevole o contrario alle decisioni del consiglio comunale, il consiglio circoscrizionale non potrà fare altro che prenderne atto, visto che i pareri espressi dal consiglio circoscrizionale sono obbligatori ma non vincolanti. Quindi, la vera cosa importante, è il lavoro che farà il consiglio comunale e spero vivamente che lo farà per il bene della città e non per assecondare i piani personali di chicchessia. Idealista?
    In questo senso, la figura del Presidente circoscrizionale è solo di rappresentanza, tanto più ora che a guidare la città c’è Romoli sr che, della sua volontà di ridare lustro e decoro alla città, ne ha fatto uno dei temi più convincenti della campagna elettorale.
    Qual è il problema allora? Siete maggioranza, non sarà la Presidenza del consiglio circoscrizionale a bloccare i progetti che avete in serbo per il quartiere di Sant’Andrea, no?
    Certo che a “raccogliere i frutti” del bel lavoro del consiglio comunale potrebbe essere il Presidente, cioè la figura più in vista, ma dubito che Brescia sfiderà il candidato di cdx alle prossime elezioni e anche se lo farà non credo possa essere considerato un avversario temibile:)… se il cdx lavorerà bene, non avrà problemi a sfruttare l’effetto traino e a riconfermarsi per altri cinque anni.
    Domando: cosa frenerebbe la corsa verso il bene del quartiere?
    Avete gli strumenti per farlo e non sarà una poltrona in più o in meno a impedirlo.

  47. Stefano ha detto:

    Per Cla e Cenere, rispondo volentieri alle voste domande; una prima cosa fondametale:
    ROMOLI ANDREA NON HA MAI CHIESTO LA PRESIDENZA DEL QUARTIERE NE TANTOMENO NESSUN ALTRO CONSIGLIERE DI CENTRODESTRA,
    il problema sta proprio nel fatto che noi tutti consiglieri di minoranza a Sant’Andrea volevamo una convergenza sul PROGRAMMA, dato che su tanti argomneti le sinistre a Sant’Andrea fanno sempre le barricate.
    …”ALTRIMENTI CI PENSERA’ LA MAGGIORANZA DI CENTRODESTRA A RIBALTARE IL QUARTIERE COME UN CALZINO?”
    Questa frase giustamente forte e di impatto emotivo vuole significare:
    Dato che su tanti argomenti di fondamentale importanza i consiglieri di sinistra del quartiere faranno ostruzionismo cercando di impedire che anche il consiglio comunale le porti avanti, noi consiglieri di centrodestra a prescindere dalle vostre barricate le inoltreremo per il bene della comunità e a prescindere dalle vostre clientele elettorali.
    Perchè abbiamo contestato e contesto Io ogni giorno Brescia, pechè è stato servo di partito, Yes Man in inglese, Uomo Sì, in italiano; ha detto sempre ed incondizionatamente sì a tutte le delibere della precedente Giunta di SX che per cinque anni non ha stanziato nulla per Sant’Andrea, il ruolo del Presidente dei quartieri è di frantumare passate il termine i Coglioni alla Giunta comunale affinche chiedi e richiedi qualcosa arrivi; questo Brescia non ha fatto o non anno considerato le sue richieste.
    Ragazzi, un po di ragionamento, il CALZINO è come ovvio una metafora; sta a intendere che, negli ultimi cinque anni dal nulla più assoluto per il quartiere ci impegneremo affinchè speriamo molto arrivi; il calzino si rovescia al dritto ovvero al buono al giusto al dovuto.
    Saluti
    Stefano Tauselli

  48. Stefano Re ha detto:

    quoto di nuovo stefano tauselli.
    x cenere: forse nn ci siamo capiti, ma a me è sembrato che tu per primo ti riferissi con il termine “metodo fascista” nei confronti di Andrea Romoli che, fino a prova contraria, è consigliere circoscrizionale di forza italia e quindi suo esponente. forse nn intendevi dire che il centrodestra fa uso di metodi fascisti ma ci sei andato davvero molto vicino…
    x cla: credo che tu abbia finalmente avuto la risposta alle tue domande. detto questo ribadisco che con i vostri ultimi interventi avete cercato di ammortizzare le accuse verso andrea romoli, cercando di rendenderle, con la vostra annunciata inutile apoliticità, meno gravi.
    andrea romli è stato accusato ingiustamente x frasi estrapolate dal suo discorso e STRUMENTALIZZATE. questa situazione mi ricorda quella di qualche mese fa a proposito dell’intervento di benedetto xvi a ratisbona… anche in quel caso colui che è stato accusato aveva ragione…

  49. Cenere ha detto:

    @Tauselli
    Con questo avrai risporso a Cla, e sarà lei a dire se le sta bene.
    Ma quello che dicevo io, è altra cosa.
    Che S. Andrea venga rivoltata come un calzino o come una maglietta non era il problema che mi ponevo. Quello se lo porrà chi ci abita e vedremo nel tempo ciò che davvero accadrà. Io, per inciso, ricordo una S. Andrea “patria” delle migliori verdure (ed ortaggi in genere) non solo della città, roba che se si passava ad un vero programma di coltivazione in serra, su quei terreni ci avremmo tutti guadagnato davvero, ed invece ci abbiamo schiaffato pseudo-zone industriali e devastato, nel vero senso della parola, un microcosmo.. ma questo è un’altro discorso.
    Ciò che sottolineavo personalmente è il “modo”, l’arroganza intrinseca con la quale l’individuo si è presentato e con ciò, il “portato ideologico” che si è manifestato dal suo intervento. Ebbene, per la stessa immagine del centrodestra, secondo me, l’intero centrodestra dovrebbe distinguersi. E sono sicuro che lo farà.. accetto scommesse.

  50. Cenere ha detto:

    @Tauselli
    Con questo avrai risporso a Cla, e sarà lei a dire se le sta bene.
    Ma quello che dicevo io, è altra cosa.
    Che S. Andrea venga rivoltata come un calzino o come una maglietta non era il problema che mi ponevo. Quello se lo porrà chi ci abita e vedremo nel tempo ciò che davvero accadrà. Io, per inciso, ricordo una S. Andrea “patria” delle migliori verdure (ed ortaggi in genere) non solo della città, roba che se si passava ad un vero programma di coltivazione in serra, su quei terreni ci avremmo tutti guadagnato davvero, ed invece ci abbiamo schiaffato pseudo-zone industriali e devastato, nel vero senso della parola, un microcosmo.. ma questo è un’altro discorso.
    Ciò che sottolineavo personalmente è il “modo”, l’arroganza intrinseca con la quale l’individuo si è presentato e con ciò, il “portato ideologico” che si è manifestato dal suo intervento. Ebbene, per la stessa immagine del centrodestra, secondo me, l’intero centrodestra dovrebbe distinguersi. E sono sicuro che lo farà.. accetto scommesse.

  51. Cenere ha detto:

    @Stefano Re
    Stavolta hai fatto centro. Si, con “metodo fascista” mi riferivo proprio all’intervento di A.Romoli. Il fatto che sia “anche” consigliere circoscrizionale di Forza Italia non fa alcuna differenza (anche se – su questo posso concordare con te – qualcuno potrebbe dire che non sta li per caso).
    Non solo “non intendevo” dire che il centro destra in generale fa uso di “metodi fascisti”, il punto è che NON l’ho proprio detto. Basta che risali i post e lo vedi.

  52. cla ha detto:

    Riporto quanto scritto da Tauselli che c’era:
    le frasi riportate dal Piccolo riguardanti le dichiarazioni del Consigliere di Sant’Andrea Romoli sono corrette ma estrapolate dal loro contesto per cui suscettibili di erronea interpretazione.
    Allora, dimmi in che modo sarei strumentale se chiedo di spiegarmi il senso di “altrimenti ci penserà la maggioranza di cdx a ribaltare il quartiere come un calzino”
    Saranno anche suscettibili di erronea interpretazione, è proprio per questo che chiedo mi venga spiegato il senso della frase.
    Eviterei di parlare di strumentalizzazione, direi più voglia di approfondimento. Non so perchè ma quando uno tenta, col ragionamento, di studiare meglio la situazione, viene subito tacciato di essere strumentale o di aggrapparsi sugli specchi.
    Ma il senso della democrazia non sta anche nel poter chiedere spiegazione di quanto detto e fatto?
    Io non mi sento strumentale, mi sento una che non ha ancora ricevuto una risposta.
    Torno a rifare la domanda: cosa significa, nei fatti, …”ALTRIMENTI CI PENSERA’ LA MAGGIORANZA DI CENTRODESTRA A RIBALTARE IL QUARTIERE COME UN CALZINO?”
    Solo questo vorrei sapere.
    Da cittadina che non ama l’abuso del potere nè l’arroganza.

  53. Cenere ha detto:

    Quando uno inizia una frase dicendo “scegliete”, la continua dicendo “se non fate come dico io” e la conclude apertamente minacciando, non esprime un invito, esprime un “diktat”.
    Quando uno esprime un “diktat”, o sa quello che dice, oppure è un cretino. Non può comunque aspettarsi che reazione.
    Una psicologia che è “avvezza” a questo tipo di espressioni, è una psicologia che io chiamo “fascista” da qualunque parte provenga. Non è colpa mia se “metodo fascista” è passato alla storia e nel lessico comune (non solo quello italiano) con l’accezione che ricorda “l’olio di ricino”. Son colpe da ricercare altrove.

  54. Cenere ha detto:

    Quando uno inizia una frase dicendo “scegliete”, la continua dicendo “se non fate come dico io” e la conclude apertamente minacciando, non esprime un invito, esprime un “diktat”.
    Quando uno esprime un “diktat”, o sa quello che dice, oppure è un cretino. Non può comunque aspettarsi che reazione.
    Una psicologia che è “avvezza” a questo tipo di espressioni, è una psicologia che io chiamo “fascista” da qualunque parte provenga. Non è colpa mia se “metodo fascista” è passato alla storia e nel lessico comune (non solo quello italiano) con l’accezione che ricorda “l’olio di ricino”. Son colpe da ricercare altrove.

  55. Cenere ha detto:

    @Stefano Re
    Vedi, una persona non è quello che dice di essere da se stesso. Questa è solo una dichiarazione.
    Una persona è quello che “gli altri riconoscono” che sia.
    Puoi dichiararti idraulico, ma se nessuno ti chiama per costruire una tubatura, non basta che tu sia iscritto in Camera di Commercio come idraulico.
    Io potrei essere un musicista solo perchè iscritto alla SIAE?
    Se nessuno ascolta o compra la mia musica, non sono affatto “riconosciuto” come un musicista e non potrò, o meglio non dovrei, andare in giro a dire che sono un collega di Mozart. Tutto qui…

  56. Stefano Re ha detto:

    tu hai detto che andrea romoli ha fatto uso di metodi fascisti. andrea romoli rappresenta a sant’andrea parte del centro destra. fai due più due. forse nn era tua intenzione dirlo, ma l’hai detto. cmq hai chiarito, nessun problema..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.