9 Giugno 2007

L’ Euroregione comincia dall’ infanzia

Questo fine settimana ha luogo a Forni di Sopra un campeggio della pace con scolari della nostra Regione, della Carinzia (Ferlach e Klagenfurt) e della Slovenia.

Secondo le parole del vice-provveditore agli studi della Carinzia, Altersberger, questa iniziativa ha lo scopo di promuovere la convivenza pacifica tra Stati e gruppi etnici già nei primi anni scolastici. Inoltre contatti tra scuole sono particolarmente adatti a rimuovere “i confini nelle teste”.

Non poteva mancare la punta polemica: “Anche i cartelli stradali bilingui possono essere un simbolo di convivenza pacifica”.

Seguendo la stampa regionale e carinziana mi rendo conto di quanto più vicina sia l’Euroregione a Udine e Klagenfurt che a Trieste, Lubiana, Pola, Fiume. Ho quasi l’ impressione che corriamo il pericolo di essere marginalizzati, imbragati solamente in conflitti locali (“chi va a Sesana e a fare cosa?”), eternamente succubi, come si nota dalle “Segnalazioni” dei solchi lasciati da Foibe e Risiera, assurti a simbolo di un passato difficile da rimuovere dalle teste e fonti di polemiche stantie e di infimo livello. Ho pure notato quanto difficile sia organizzare eventi culturali a Trieste tra associazioni slovene e italiane/tedesche, mentre sembra che già a Gorizia si respiri un’aria diversa, almeno la si respirava finchè Brancati era sindaco.

Noi qui ci scaldiamo le dita sulla tastiera e le lingue nelle conversazioni tra amici per tessere le lodi del progetto Euroregione, in cui moltissima gente crede, ma “la Dèbegnac” di cittadelliana memoria sembra ancora credere che a 15 kilometri da Trieste vivano solo le Juzcke, Mirko Drek ed ex partigiani. Da quanto ne so, dall’ altra parte del confine la situazione non è molto diversa, qui siamo “tutti fascisti”.

Sarebbe triste se si formasse un’ asse privilegiata Udine/Udin-Klagenfurt/Celovec per la costruzione dell’ Euroregione “nelle teste”, mentre a Trieste/Trst/Triest e Capodistria/Koper si continua con i pregiudizi e la diffidenza reciproca degli anni 50.

Tag: , , , , , , , .

9 commenti a L’ Euroregione comincia dall’ infanzia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.