12 Maggio 2007

Mosetti si confronta con i medici ospedalieri

"Il ruolo della conferenza dei sindaci sarà determinante per seguire la sperimentazione del processo di ristrutturazione aziendale regionale, per vigilare sull’equo funzionamento degli accordi di area vasta, per valutare la collocazione del nostro ospedale nella rete ospedaliera regionale e per seguire con attenzione la funzionalità del nostro ospedale anche alla luce dell’evidente grado di allarme e scoramento dei dipendenti". Parla di sanità Giulio Mosetti. Il candidato sindaco dell’Ulivo è infatti reduce da un’incontro con i medici e gli operatori sanitari ospedalieri. E’ emerso dal confronto che le prime risultanze dei processi di area vasta sono assolutamente negative, il riferimento esplicito per il servizio di anatomia patologica la cui direzione oggi fa capo al dipartimento triestino ed il servizio stesso si rivela insoddisfacente penalizzando la funzionalità dei reparti chirurgici. "E’ evidente – sottolinea Mosetti – che sono necessarie soluzioni immediate correttive. E’ emersa un’ampia preoccupazione per la situazione del Pronto soccorso, da troppo tempo con medici a gettone, per il futuro di cardiologia e del servizio infermieristico che potrebbero seguire la stessa sorte. Mi è stato riferito anche che risulta compromessa la funzionalità del servizio 118 per carenza di personale. In questo senso il ruolo della conferenza dei sindaci sarà fondamentale per seguire il funzionamento degli accordi di area vasta". E Mosetti si è detto convinto che la conferenza dei sindaci sarà di pieno sostegno a una progettualità ambiziosa per il servizio ospedaliero goriziano e isontino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.