22 Aprile 2007

La lista dei Forum a sostegno di Bellavite

Bellavite_2 Susanna Agostini, Miriam Blasich, Edi Bobiz, Silvana Brandolin, Majda Bratina, Claudia Carbone, Luca Cicuttin, Vito Dalò, Paolo Del Ponte, Mariarosaria Di Dato, Anna Di Gianantonio, Stefano Fain, Andrej Fajt, Francesco Foschian Gabriella Gabrielli, Livio Grapulin, Franco Ivone, Sonia Kucler, Dario Ledri, Federico Magris, Edoardo Maligoj, Marko Marincic, Emanuela Masseria, Maurizio Munarin, Maria Teresa Padovan, Carlo Peresson, Lucia Pillin, Martina Pizzamigleio, Alberto Princis, Mauro Punteri, Eleonora Sartori, Lidia Scoglio, Paolo Sergas, Cristina Smet, Dario Stasi, Neva Tommasi, Pier Angelo Venturini, Paola Verona , Alessandro Waltritsch, Paolo Zuliani.

67 commenti a La lista dei Forum a sostegno di Bellavite

  1. Pastor Ignotus ha detto:

    (Don) Pierangelo Venturini… gli spretati si moltiplicano…

  2. Gesù ha detto:

    che vergogna

  3. Gesù ha detto:

    che vergogna

  4. Alessio ha detto:

    Gesù ha scritto:
    “che vergogna”
    Beh, certo, detto da Gesù……

  5. lega ha detto:

    se va su il prete cambio città..voleva candidar anche le cinesi..ma perfavore mi vien solo da ridere

  6. Alessio ha detto:

    Peccato che in giro non vi siano candidati validi come la Marcolini…….

  7. eurialo ha detto:

    Monica Marcolini era giovane e figlia di un momento tumultuoso e arrembante della politica italiana. Ha commesso molti errori ma più per ingenuità che per cattiva coscienza. La coscienza del nostro padre pacifista invece ha più di qualche macchiolina da farsi perdonare non ultima quei 35 mila euro l’anno di soldi pubblici, che si prende dal suo amico Illy come “consulente per la pace”. Un ruolo comprensibilmente importante in una regione come il Friuli Venezia Giulia da sempre notoriamente sull’orlo di una guerra con il Molise o l’Abruzzo.

  8. eurialo ha detto:

    Sono passati oltre dieci anni, possiamo dimenticare e passar oltre. E’ innegabile la presidente Marcolini e la sua giunta sbagliarono molto e, giustamente, ancora oggi pagano. Quello che mi inquieta è che noi tutti OGGI paghiamo, pro quota, i 35 mila euro l’anno del consulente per la pace Andrea Bellavite. Un cifra enorme di cui potremmo rientrare solo dichiarando guerra al piemonte e conquistando le sue leggendarie tartufaie. Ma a questo punto diventerebbe alquanto discutibile il ruolo di Bellavite incapace di impedire una guerra fratricida con i piemontesi. Insomma ètutto sbagliato, è tutto da rifare. L’importante è che adesso Bellavite perda (e male) le elezioni. Visto che si è spretato dovrà anche trovarsi un lavoro per la prima volta in vita sua. Sarà, ne sono certo, un esperienza per lui interessante e nuova

  9. eurialo ha detto:

    Sono passati oltre dieci anni, possiamo dimenticare e passar oltre. E’ innegabile la presidente Marcolini e la sua giunta sbagliarono molto e, giustamente, ancora oggi pagano. Quello che mi inquieta è che noi tutti OGGI paghiamo, pro quota, i 35 mila euro l’anno del consulente per la pace Andrea Bellavite. Un cifra enorme di cui potremmo rientrare solo dichiarando guerra al piemonte e conquistando le sue leggendarie tartufaie. Ma a questo punto diventerebbe alquanto discutibile il ruolo di Bellavite incapace di impedire una guerra fratricida con i piemontesi. Insomma ètutto sbagliato, è tutto da rifare. L’importante è che adesso Bellavite perda (e male) le elezioni. Visto che si è spretato dovrà anche trovarsi un lavoro per la prima volta in vita sua. Sarà, ne sono certo, un esperienza per lui interessante e nuova

  10. Alessio ha detto:

    Col cavolo che possiamo dimenticare, la lega oggi sostiene l’ex missino Romoli.

  11. eurialo ha detto:

    Sempre per il concetto di passato e presente, Romoli e’ stato consigliere comunale del MSI nei per due anni nei primi anni settanta, dopo di che non ha mai piu’ fatto politica, fino a quando nel 1994 e- entrato in forza italia per cui e’ stato senatore onorevole consigliere regionale e assessore regionale.
    Il tempo passa per tutti, le gente fa sciocchezze in gioventu poi cambia. Pensa mio buon amico che abbiamo in parlamento ex assassini condannati per brigatismo e poi riabilitati sull’altare del progressimo democratico. Quando qualcuno fa notare che la presenza di queste persone e’ un insulto alle vittime del terrosimo, la risposta che viene usalmente data e’ che non si puo’ eternamente condannare un uomo per il suo passato. E le vestali del progressimo europeo danno risposte piu’ o meno simili quando si parla del caso Sofri o di quello del pluriomicida Cesare Battisti. Be mi sembrano queste colpe ben piu’ gravi che essere stati per due anni iscritti al MSI, partito per altro pienamente legittimato da un robusto voto popolare.
    Non si puo’ continuare a far la storia con il passato anche perche’ almeno a Gorizia, rivangare il passato non conviene per nulla ai partiti di sinistra. Io continuerei invece a concentrarmi sui 35 mila euro che OGGI il condidato Andrea Bellavite prende dalla regione per scongiurare una possibile guerra con le marche o il molise… perche’, mi domando, ci ostiniamo a non volerne parlare

  12. Alessio ha detto:

    Ricordo bene i tempi della giunta leghista della provincia di Gorizia. Andarono su al grido di Roma ladrona ed i cittadini della provincia apprezzarono talmente tanto il buongoverno della lega che ripagano ancor oggi quel partito con il riscontro elettorale dovuto.

  13. Alessio ha detto:

    Proprio per voler superare il passato OGGI Romoli ha il sostegno anche di Fiamma Tricolore.

  14. cla ha detto:

    Domanda per Eurialo: da quale fonte hai preso la notizia che Bellavite percepisce 35.000 euro l’anno?
    Hai affermato e diffuso UNA MENZOGNA, nel tipico stile di alcuni che, non sapendo attaccare le idee di Andrea Bellavite, ne attaccano la persona.
    Per evitare di essere denunciato, dovresti indicare i documenti dai quali avresti ottenuto tali (FALSE) informazioni.
    Evito di commentare il resto delle banalità che scrivi…

  15. eurialo ha detto:

    Esiste un bilancio regionale, esistono dei documenti ufficiali. Esiste soprattutto il giornale IL FRIULI che ha pubblicato questi dati sul suo ultimi numero. Mi scuso per la cifra che ho contrallato, era inesatta. Non si tratta infatti di 35 mila euro ma di 35.100 euro. Ogni politico è tenuto per un minimo dovere di trasparenza a dare la massima pubblicità alle sue fonti di reddito e finanziamento.
    Attaccare le idee di Bellavite risulta abbastanza complesso visto che a 20 giorni dalle elezioni non ha ancora presentato un programma e tutto quello che di si ricorda negli ultimi anni è un impressionante serie di banalità e luoghi comuni inanellati in dichiarazioni pubbliche e prese di posizione a mezzo stampa. Quindi potrò credo essere perdonato se a banalità rispondo con banalità.

  16. Alessio ha detto:

    Banalità e luoghi comuni sono ampiamente diffusi anche tra gli altri candidati.
    Prendiamo il programma che emerge dalle dichiarazioni di un politico di esperienza quale è Romoli che tutti hanno potuto leggere sul Piccolo:
    1)Togliere le fotocamere dai semafori
    2)Rivedere la raccolta differenziata dei rifiuti (in che modo e chi pagherà il costo di questo nuovo cambiamento ancora non si sa)
    3)Tagliare le tasse ai commercianti (chissà se avrà influito su questo punto la necessità di stipulare un accordo con la Lega Nord di Tomani)
    4)Rifare l’illuminazione pubblica del Corso
    5)Protezione del radicchio goriziano e della gubana goriziana
    Un programmone per niente banale eh….

  17. Alessio ha detto:

    Banalità e luoghi comuni sono ampiamente diffusi anche tra gli altri candidati.
    Prendiamo il programma che emerge dalle dichiarazioni di un politico di esperienza quale è Romoli che tutti hanno potuto leggere sul Piccolo:
    1)Togliere le fotocamere dai semafori
    2)Rivedere la raccolta differenziata dei rifiuti (in che modo e chi pagherà il costo di questo nuovo cambiamento ancora non si sa)
    3)Tagliare le tasse ai commercianti (chissà se avrà influito su questo punto la necessità di stipulare un accordo con la Lega Nord di Tomani)
    4)Rifare l’illuminazione pubblica del Corso
    5)Protezione del radicchio goriziano e della gubana goriziana
    Un programmone per niente banale eh….

  18. cla ha detto:

    Il programma di Andrea è sul sito http://www.andreabellavite.it
    Leggiamolo e commentiamone i contenuti e, soprattutto, confrontiamolo con quello degli altri candidati.
    E, a proposito di confronti, quand’è che il candidato Romoli o anche Mosetti, accetterà un confronto pubblico e in diretta con Bellavite? Come mai finora si è sempre defilato di fronte a questo tipo di proposte? Spero che prima o poi li si possa ascoltare, faccia a faccia, in un serio confronto.
    Per quanto riguarda le presunte cifre percepite da Bellavite, invito a non attaccare personalisticamente la figura di Andrea Bellavite: se il discorso è quello dei soldi, allora si vadano a vedere le delibere con cui, negli anni passati, sono stati indicati, dall’amministrazione di destra, i nomi degli “esperti”, “collaboratori”, “consulenti” … e si faccia il conto di quanto siano costati alla collettività.
    Se poi siano stati utili o meno, questo lo devono decidere i cittadini.
    Chi lavora ha diritto ad essere pagato. La questione è: per quale lavoro e con quali risultati?

  19. Alessio ha detto:

    Tratto dal programma che si può visionare su http://www.andreabellavite.it
    “…………..Si cercherà di ridurre i costi della politica e dell’amministrazione, di valorizzare le risorse umane interne e di ridimensionare le consulenze esterne; gli assessori saranno egualmente ripartiti tra donne e uomini scelti in base a criteri di competenza e di capacità di coinvolgimento della base; la Giunta comunale proporrà un lavoro di 5 anni, al termine del quale dovranno essere comunque tenute elezioni primarie per la scelta del sindaco successore, come occasione di verifica del lavoro svolto e di apprezzamento da parte dei cittadini. Sarà avviata una riflessione che rimetta in discussione il rapporto dell’ente pubblico con le aziende dei servizi, anche arrivando a percorsi di reinternalizzazione.”
    Più che banale mi sembra ambiizioso.
    Tra l’altro anche il resto del programma non mi sembra niente male.

  20. cla ha detto:

    Il programma di Bellavite è davvero ben fatto ed io spero che presto voglia presentarlo alla gente.
    Quanto ai 35.000 euro è bene sapere questo:
    35.000 euro era la cifra che la regione aveva PROPOSTO a Bellavite, che lui ha RIFIUTATO perchè considerata, da Bellavite stesso, eccessiva.
    5.000 euro sono i soldi che ha accettato per sei mesi di lavoro e oltre 200 incontri coordinati e organizzati con le varie associazioni.
    La cifra percepita mi sembra più che ragionevole per un lavoro di sei mesi!
    Eurialo, le informazioni è bene prenderle dai documenti e non dai giornali…

  21. eurialo ha detto:

    Dobbiamo desumere che il singor/a oltre ad essere l’addetto stampa e/o portavoce e/o portoborse di don Bellavite ne è anche il suo commercialista. Ce ne compiaciamo di cuore. Noi che non abbiamo la fortuna di ricoprire alcuno di questi prestigiosi incarichi dobbiamo accontentarci delle notizie che ci giungono via stampa che nessuno ha avuto cura di smentire con documenti ufficiali. Fra l’altro il signor/a cla deve essere persona molto abbiamente se considera somma misera 5000 mila euro chiaramente buttati dalla finestra perchè non si riesce nemmeno con la più fervida fantasia a comprendere cosa serva alla regione FVG un consulente per la pace (visto che, ho controllato, non abbiamo mai avuto l’intenzione di dichiarare guerra all’abruzzo) ne tanto meno cosa ne sappia il signor Bellavite di guerra e di pace visto che non ci risulta mai essere stato al fronte in prima linea ne impegnato in importanti trattative internazionali di pace. L’aver fatto qialche settimana da turista in area sgradevoli del pianete non fa di te un esperto di una cosa seria e drammatica come la guerra ne importante e preziosa come la pace.
    Al massimo ti puoi definire un guardone delle sofferenze altrui.

  22. eurialo ha detto:

    Per quanto riguarda il programma di Don Bellavite noi apprezziamo l’entusiasmo del signor/a Cla e anche noi desidererremmo ardentemente che Bellavite si decidesse a presentarlo al pubblico. Se prima delle elezioni si degnerà di farlo, ricordo che al momento di scrivere mancano meno di 15 giorni, vedremo se sia o meno il caso di condividere l’entusiasmo di Cla. Per ora ci limitiamo a nutrire qualche dubbio e a sghignazzare di gusto.

  23. cla ha detto:

    Eurialo, forse non ti è chiaro che il programma di Bellavite è GIA’ visibile sul sito http://www.andreabellavite.it o forse, sei talmente contro Bellavite, che non vuoi vedere quel che Andrea ha già fatto, e, soprattutto, non vuoi ammettere che Andrea ha presentato dei CONTENUTI.
    Quel che appare ai miei occhi è il tuo astio verso Andrea o verso la sinistra in generale e ciò ti impedisce di essere almeno imparziale. Non mi sembra, infatti, che Romoli o Mosetti abbiano presentato al pubblico il loro programma che, esattamente come Bellavite, al momento è visibile solo sul sito. Tra l’altro, spero che il programma di Romoli, non sia esattamente quella specie di “didascalia” che accompagna… il sogno di Romoli per Gorizia.
    Quanto a sghignazzare… fallo pure! Comprendo che è nel tuo stile. Il mio stile è diverso. Se mi introduco in una discussione lo faccio per portare un contributo ed offrire informazioni. Io non sghignazzo nè offendo chi la pensa diversamente da me.
    Apprezzo chi ha idee, per quanto possano essere diverse dalle mie.
    Invece, da chi sparge denigrazioni, falsità o attacchi personali, mi distacco.
    Questo tipo di informazioni non servono alla campagna elettorale e sono uno schiaffo all’intelligenza degli elettori.
    E, scusami se te lo dico, francamente trovo molto maleducati i tuoi interventi: io non mi permetterei mai di insinuare il ruolo che, il tal o la tal blogger, possa ricoprire (tra l’altro non rientro in nessuno dei casi da te indicati…) perchè un blog è uno spazio libero dove CHIUNQUE, con pari dignità, può dire la sua. Nè mi permetterei insinuazioni sulle condizioni economiche di altri blogger: non devo dire a te quanto guadagno. Io ho raccontato un fatto e cioè quanto ha guadagnato Bellavite per il suo lavoro di consulente per la pace. Se per te sono 5000 euro buttati al vento dillo pure. Se sono o non sono abbiente sono fatti personali. Per quanto riguarda i 5000 euro non ho mai detto che si tratta di una misera somma ma di una somma ragionevole per sei mesi di lavoro.
    Se permetti, tra i miei principi base, c’è quello che il lavoro va pagato, altrimenti si chiama sfruttamento e il lavoro va pagato a chiunque, senza distinzione politica…

  24. cla ha detto:

    Eurialo, forse non ti è chiaro che il programma di Bellavite è GIA’ visibile sul sito http://www.andreabellavite.it o forse, sei talmente contro Bellavite, che non vuoi vedere quel che Andrea ha già fatto, e, soprattutto, non vuoi ammettere che Andrea ha presentato dei CONTENUTI.
    Quel che appare ai miei occhi è il tuo astio verso Andrea o verso la sinistra in generale e ciò ti impedisce di essere almeno imparziale. Non mi sembra, infatti, che Romoli o Mosetti abbiano presentato al pubblico il loro programma che, esattamente come Bellavite, al momento è visibile solo sul sito. Tra l’altro, spero che il programma di Romoli, non sia esattamente quella specie di “didascalia” che accompagna… il sogno di Romoli per Gorizia.
    Quanto a sghignazzare… fallo pure! Comprendo che è nel tuo stile. Il mio stile è diverso. Se mi introduco in una discussione lo faccio per portare un contributo ed offrire informazioni. Io non sghignazzo nè offendo chi la pensa diversamente da me.
    Apprezzo chi ha idee, per quanto possano essere diverse dalle mie.
    Invece, da chi sparge denigrazioni, falsità o attacchi personali, mi distacco.
    Questo tipo di informazioni non servono alla campagna elettorale e sono uno schiaffo all’intelligenza degli elettori.
    E, scusami se te lo dico, francamente trovo molto maleducati i tuoi interventi: io non mi permetterei mai di insinuare il ruolo che, il tal o la tal blogger, possa ricoprire (tra l’altro non rientro in nessuno dei casi da te indicati…) perchè un blog è uno spazio libero dove CHIUNQUE, con pari dignità, può dire la sua. Nè mi permetterei insinuazioni sulle condizioni economiche di altri blogger: non devo dire a te quanto guadagno. Io ho raccontato un fatto e cioè quanto ha guadagnato Bellavite per il suo lavoro di consulente per la pace. Se per te sono 5000 euro buttati al vento dillo pure. Se sono o non sono abbiente sono fatti personali. Per quanto riguarda i 5000 euro non ho mai detto che si tratta di una misera somma ma di una somma ragionevole per sei mesi di lavoro.
    Se permetti, tra i miei principi base, c’è quello che il lavoro va pagato, altrimenti si chiama sfruttamento e il lavoro va pagato a chiunque, senza distinzione politica…

  25. ale ha detto:

    piu’ che sghignazzare c’e’ da piangere…..
    altro che 35.00 euri, programmi banali e no, solidarieta’ e meno ecc. quello che è grave è l’ incoerenza di una figura come bellavite.Per trentanni ha predicato una cosa e adesso dovra’ per forza maggiore predicarne un’altra. Che fiducia puo’ dare un personaggio simile ,al di la’ delle ideologie politiche o religiose , che ha rinnegato completamente la sua vocazione, che dovrebbe essere una cosa viscerale, per allearsi totalmente con chi ha fatto uno scopo vitale il contrastare fermamente tutto cio’ che reggeva la missione terrena di don andrea? Non potrei mai e poi mai votare un voltabandiera di cotanta sfrontatezza. La coerenza rende nobile l’uomo e pur non condividendo le idee di un Pinto piuttosto che di un Cosma, Bellavite dovrebbe solo inchinare il capo dinnanzi a personaggi che della propria coerenza ne hanno fatto una ragione di vita.
    p.s. strano che nessuno di sinistra si sia lamentato di ingerenza della chiesa. Guai al Papa se esprime le proprie idee (che poi sono quelle di intere generazioni da 2000 anni) e poi un pretucolo di provincia puo’ liberamente sparare le proprie considerazioni. Strano che non sia diventato lui presidente della CEI.

  26. cla ha detto:

    “Per trentanni ha predicato una cosa e adesso dovra’ per forza maggiore predicarne un’altra”…mi pare abbia predicato valori universali, come la solidarietà e la lotta ad ogni forma di umiliazione e sfruttamento verso l’uomo. Ha CONCRETIZZATO progetti in nome di questi principi.
    Tu parli di incoerenza, io penso che sia coerente con sè stesso e verso gli altri più di tanti altri preti che, in modo molto meno evidente, siedono nei consigli d’amministrazione di banche, la cui gestione è stata molto più che imbarazzante…
    Per quanto riguarda l’ingerenza della chiesa ti do ragione.
    Il fatto è che essere o essere stato un prete non significa automaticamente essere ingerente. Bellavite ha ben presente la distinzione tra chiesa e stato e condivide la necessità che lo stato sia e rimanga laico.
    Magari tutti i preti, ed anche il Papa, avessero ben presente questa distizione! Magari l’avessero anche certi politici…
    Con rispetto parlando, e da credente, non mi va che i preti dicano come dovrebbe votare un buon politico in Parlamento. Forse sarò un idealista, ma considero il Parlamento il luogo di tutti gli Italiani, siano credenti o atei.

  27. Alessio ha detto:

    In questo blog sento gente a cui piace tirare in ballo i commercialisti, la cosa mi sembra ovvia visto che negli ultimi 13 anni a Gorizia una certa parte politica ha candidato per ben 3 volte proprio dei commercialisti. Quanto alle consulenze per la pace svolte da Andrea Bellavite per conto della Regione, gli eventuali chiarimenti circa l’efficacia del suo lavoro va chiesta a chi l’incarico lo ha affidato, anche se mi sembra quantomeno poco opportuno che a fare proclami morali sulle consulenze sia chi in passato ha appoggiato giunte regionali leghiste che hanno finanziato con dei miliardi delle ricerche, poi rivelatesi inutili, sulle tracce dei Celti in Regione.

  28. anonimo ha detto:

    5000 o 35.000 poco cambia. Prete era e prete doveva continuare a fare. Oppure che colori le particole (non è che ne ha date tante poi…) di rosso! E’ sconcertante, solo questo mi permetto di dire, che un prete appoggi chi fino a ieri urlava “cloro al clero”. E’ sconcertante che un prete appoggi chi dice che Dio non esiste (e se esistesse riceverebbe i giorni dispari!). E’ sconcertante che a un prete, che vive SOLO in un appartamento a Trieste per lui trovato da RC, decida di fare il sindaco! E’ sconcertante che il Papa non decida di mandare alla Curia una bella lettera in cui gli dica che quello che lui ha usato (Dio) non è felice di lui e che rivuole la sua dignità indietro!

  29. Alessio ha detto:

    anonimo ha scritto:
    “5000 o 35.000 poco cambia. Prete era e prete doveva continuare a fare. Oppure che colori le particole (non è che ne ha date tante poi…) di rosso! E’ sconcertante, solo questo mi permetto di dire, che un prete appoggi chi fino a ieri urlava “cloro al clero”. E’ sconcertante che un prete appoggi chi dice che Dio non esiste (e se esistesse riceverebbe i giorni dispari!). E’ sconcertante che a un prete, che vive SOLO in un appartamento a Trieste per lui trovato da RC, decida di fare il sindaco! E’ sconcertante che il Papa non decida di mandare alla Curia una bella lettera in cui gli dica che quello che lui ha usato (Dio) non è felice di lui e che rivuole la sua dignità indietro!”
    Quindi, se questo concetto è valido, che Romoli torni a fare il commercialista od il deputato in pensione. E poi è molto sconcertante che Romoli oggi forzista ed ex missino, sia oggi alleato nella campagna a sindaco con chi ancora oggi proclama “via da Roma” e “padroni a casa nostra”.
    Quanto allo stato d’animo di Dio…..meglio lasciare perdere, non posso sapere se lei ci ha parlato veramente….

  30. Alessio ha detto:

    anonimo ha scritto:
    “5000 o 35.000 poco cambia. Prete era e prete doveva continuare a fare. Oppure che colori le particole (non è che ne ha date tante poi…) di rosso! E’ sconcertante, solo questo mi permetto di dire, che un prete appoggi chi fino a ieri urlava “cloro al clero”. E’ sconcertante che un prete appoggi chi dice che Dio non esiste (e se esistesse riceverebbe i giorni dispari!). E’ sconcertante che a un prete, che vive SOLO in un appartamento a Trieste per lui trovato da RC, decida di fare il sindaco! E’ sconcertante che il Papa non decida di mandare alla Curia una bella lettera in cui gli dica che quello che lui ha usato (Dio) non è felice di lui e che rivuole la sua dignità indietro!”
    Quindi, se questo concetto è valido, che Romoli torni a fare il commercialista od il deputato in pensione. E poi è molto sconcertante che Romoli oggi forzista ed ex missino, sia oggi alleato nella campagna a sindaco con chi ancora oggi proclama “via da Roma” e “padroni a casa nostra”.
    Quanto allo stato d’animo di Dio…..meglio lasciare perdere, non posso sapere se lei ci ha parlato veramente….

  31. Alessio ha detto:

    eurialo ha scritto
    “Non ho disprezzo per la sinistra, fatta di uomini e persone come me che hanno, certo idee diverse dalle mie, ma che rispetto profondamente quando sono vissute con coerenza e dignità.
    Non ho nulla contro Mosetti che pure considero oggi un candidato troppo giovane e inesperto per poter fare il sindaco ma che spero possa continuare a fare politica anche in caso di sconfitta perchè si è dimostrato persona ambiziosa e di talento. Considero la lotta politica il fermento della democrazia e il libero formarsi di opinioni diverse, come il più bel dono che i nostri padri ci hanno lasciato combattendo ogni forma di oppressione e dittatura. Ho invece un disprezzo profondo e umano per tutti i voltagabbana, i preti spretati, i comunisti che si scoprono liberali, i covertiti sulla via di damasco e della poltroncina comoda, chi critica in altri cose che invece tollera fin troppo in se stesso, chi ama le proprie idee tanto da odiare quelle degli altri, i fanatici gli intolleranti, e i presuntuosi. Tutte cose che trovo magnificamente rappresentate in una persona come BEllavite che infatti oggi viene duramente attaccato anche da sacerdoti notoriamente di idee progressiste. Molti miei familiari, persone anziane e semplici certo ma anche religiose e devote, che conoscevano e si fidavano di Don Bellavite, hanno vissuto con enorme sofferenza il suo tradimento, si sono sentite ingannate prese in giro come credo molti altri goriziani assieme a loro. Spero ardemente che per queste sofferenze Andrea Bellavite paghi e paghi fino in fondo perchè, ricordate Dante, nel punto più buio e doloros dell’inferno ci stanno i traditori degli amici e delle persone che avevano amore e fiducia in noi.
    Non è dell’uomo dare giudizi ma solo di Dio, certo umilmente ci chiediamo: ma (don) Andrea Bellavite
    nel profondo della sua coscienza un pochino di rimorso almeno non lo sente? O a furia di far campagne elettorale in osterie e bar tutto si è ormai fatto confuso e annebbiato…
    p.s. 5000 euro per dare consulenze sulla pace sono una somma assolutamente vergognosa visto che il problema della pace e della guerra non è questione che riguarda nessuna regione italiana ma il governo italiano che, mi sembra, abbia risolto felicemente il problema mandano in nostri soldati a combattere in Afghanistan con il voto compatto e tetragono dei compagnucci pacifisti di Don Bellavite. Appunto alla faccia della coerenza”
    E meno male che i partiti dell’odio, secondo il vostro leader nazionale, sono quelli della sinistra. Dia retta a me, non covi tanto astio nei confronti del prossimo che poi si finisce con l’ammalarsi.

  32. anonimo ha detto:

    Cla ha scritto:
    “il problema della pace e della guerra non è questione che riguarda nessuna regione italiana ma il governo italiano che, mi sembra, abbia risolto FELICEMENTE (!!!) il problema mandano in nostri soldati a combattere in Afghanistan ”
    …no comment…
    Beh, dai sollevati Cla…..ieri Bertinotti, in visita in Libano (mica Berlusconi, Fini, Casini o Bossi) ha “sinceramente” ammesso che i militari là impegnati sono LA VETRINA DEL NOSTRO PAESE!!!!!!!!!!!!!!
    Dai, ammetti, sentire queste paroline a qualche comunista avrà fatto piangere o no? Qualche Comunista Italiano, qualche Rifodarolo, qualche Verde, qualche No Global (ce ne sono in Parlamento) avrà pure avuto un attacco di BILE!!!!!??????

  33. eurialo ha detto:

    il problema della pace e della guerra non è questione che riguarda nessuna regione italiana ma il governo italiano che, mi sembra, abbia risolto FELICEMENTE (!!!) il problema mandano in nostri soldati a combattere in Afghanistan ”
    …no comment…
    esimio/a Cla, la parola felicemente aveva, ovviamente, un accezione ironica. Ma come abbiamo già appurato fra voi dell’enturage di Bella”vite” l’ironia non è di casa. Lo “spirito” magari di più ma sicuramente non nell’accezione di Humor. Il fatto è che le forze democratiche, pacifiste di progresso, e antimperialiste che oggi governano felicemente (ancora una volta ironicamente ndr)il nostro paese stanno tenendo i nostri soldati in Afghanistan a combattere i taliban a fianco degli odiati americani che bombardano i villaggi e ammazzano i civili. Perchè noi, forse, i bombardamenti non li facciamo ma sicuramente il supporto logistico lo diamo e anche generosamente. Questo sempre alla faccia della coerenza. Sono sicuro che alle prossime elezioni rifondazione presenterà un bel programma pacifista… poi farà bombardare kabul, sempre però nel nome della socialdemocrazia e delle più avanzate istanze di democrazia e progresso.
    Come direbbe don Bellavite “IN ALTO I CALICI, KAMBUSA ONE E’ SEMPRE L’AMARICANTE, BUONA BEVUTA A TUTTI!!!”

  34. cla ha detto:

    Guarda, anonimo, che sbagli se pensi che io, nel mio intervento, abbia voluto denigrare il lavoro svolto dai militari. Mi lascia semplicemente allibito l’avverbio “felicemente” usato da Eurialo (probabilmente con senso ironico).
    Ma l’ironia è fuori luogo proprio per rispetto al lavoro dei soldati i quali, voglio dirlo, finalmente, dopo anni passati ad obbedire alla consegna del silenzio, incominciano invece a raccontare cosa sta succedendo in quei paesi. E dai loro racconti, dai loro commenti, dalle voci di chi sta subendo sulla propria pelle gli effetti dell’intervento militare, traspare una situazione drammaticamente complessa.
    Il no comment era destinato proprio all’inopportunità di usare questo termine.
    Ci sono degli stereotipi che banalizzano ogni tipo di discussione. Se ci fosse un atteggiamento un po’ meno pre-concettuale, forse si potrebbe avviare un dialogo di rispetto reciproco dei ruoli.

  35. joe33 ha detto:

    In molti campi uomini della nostra terra sono stati profeti e precursori. In molte occasioni la nostra Regione, nella sua storia antica e recente, ha fatto strada alle altre regioni italiane e non solo.
    La legge sulla pace sarà una di queste occasioni.
    Mi rattrista che un figlio di questa terra non ne capisca l’importanza e, proprio per il giorno d’oggi, la necessità, quindi su questo non dirò nient’altro perchè non sono una maestrina di sostegno, che ripete a chi non capisce.
    Credo, invece, che sia più importante sapere quanti di questi signori sono amici di Romoli:
    I 25 CONDANNATI DEFINITIVI IN PARLAMENTO (Aggiornato a Giugno 2006)
    Berruti Massimo Maria (FI)
    Biondi Alfredo reato poi depenalizzato (FI)
    Bonsignore Vito (Udc – Parlamento Europeo)
    Borghezio Mario (Lega Nord – Parlamento Europeo)
    Bossi Umberto (Lega Nord – Parlamento Europeo)
    Cantoni Giampiero (FI)
    Carra Enzo (Margherita)
    Cirino Pomicino Paolo (Democrazia Cristiana – Partito Socialista)
    De Angelis Marcello (An)
    D’Elia Sergio (Rosa nel Pugno)
    Dell’Utri Marcello (FI)
    Del Pennino Antonio (FI)
    De Michelis Gianni (Nuovo Psi)
    Farina Daniele (Prc)
    Jannuzzi Lino (FI)
    La Malfa Giorgio (Pri)
    Maroni Roberto (Lega Nord)
    Mauro Giovanni (FI)
    Nania Domenico (An)
    Patriciello Aldo (Udc)
    Previti Cesare (FI)
    Sterpa Egidio (FI)
    Tomassini Antonio (FI)
    Visco Vincenzo (Ds)
    Vito Alfredo (FI)

  36. eurialo ha detto:

    Non ho disprezzo per la sinistra, fatta di uomini e persone come me che hanno, certo idee diverse dalle mie, ma che rispetto profondamente quando sono vissute con coerenza e dignità.
    Non ho nulla contro Mosetti che pure considero oggi un candidato troppo giovane e inesperto per poter fare il sindaco ma che spero possa continuare a fare politica anche in caso di sconfitta perchè si è dimostrato persona ambiziosa e di talento. Considero la lotta politica il fermento della democrazia e il libero formarsi di opinioni diverse, come il più bel dono che i nostri padri ci hanno lasciato combattendo ogni forma di oppressione e dittatura. Ho invece un disprezzo profondo e umano per tutti i voltagabbana, i preti spretati, i comunisti che si scoprono liberali, i covertiti sulla via di damasco e della poltroncina comoda, chi critica in altri cose che invece tollera fin troppo in se stesso, chi ama le proprie idee tanto da odiare quelle degli altri, i fanatici gli intolleranti, e i presuntuosi. Tutte cose che trovo magnificamente rappresentate in una persona come BEllavite che infatti oggi viene duramente attaccato anche da sacerdoti notoriamente di idee progressiste. Molti miei familiari, persone anziane e semplici certo ma anche religiose e devote, che conoscevano e si fidavano di Don Bellavite, hanno vissuto con enorme sofferenza il suo tradimento, si sono sentite ingannate prese in giro come credo molti altri goriziani assieme a loro. Spero ardemente che per queste sofferenze Andrea Bellavite paghi e paghi fino in fondo perchè, ricordate Dante, nel punto più buio e doloros dell’inferno ci stanno i traditori degli amici e delle persone che avevano amore e fiducia in noi.
    Non è dell’uomo dare giudizi ma solo di Dio, certo umilmente ci chiediamo: ma (don) Andrea Bellavite
    nel profondo della sua coscienza un pochino di rimorso almeno non lo sente? O a furia di far campagne elettorale in osterie e bar tutto si è ormai fatto confuso e annebbiato…
    p.s. 5000 euro per dare consulenze sulla pace sono una somma assolutamente vergognosa visto che il problema della pace e della guerra non è questione che riguarda nessuna regione italiana ma il governo italiano che, mi sembra, abbia risolto felicemente il problema mandano in nostri soldati a combattere in Afghanistan con il voto compatto e tetragono dei compagnucci pacifisti di Don Bellavite. Appunto alla faccia della coerenza

  37. cla ha detto:

    “il problema della pace e della guerra non è questione che riguarda nessuna regione italiana ma il governo italiano che, mi sembra, abbia risolto FELICEMENTE (!!!) il problema mandano in nostri soldati a combattere in Afghanistan ”
    …no comment…

  38. Alessio ha detto:

    Già, gli amici di Romoli…..chissà se Gentile, a proposito del centro sociale, quando parla di legalità conosce fino in fondo il senso di questa parola.

  39. Alessio ha detto:

    Già, gli amici di Romoli…..chissà se Gentile, a proposito del centro sociale, quando parla di legalità conosce fino in fondo il senso di questa parola.

  40. anonimo ha detto:

    lui non so, certo i no global si. Infatti la ignorano!

  41. Alessio ha detto:

    anonimo ha scritto
    “lui non so, certo i no global si. Infatti la ignorano!”
    Chissà se Gentile sapeva che quando Storace è venuto a Gorizia a tirargli la volata per la campagna elettorale era già stato rinviato a giudizia per i fatti delle ultime elezioni regionali del Lazio……

  42. eurialo ha detto:

    Dalle notizie di ieri
    “A questo proposito, l’incontro di oggi è servito anche per affermare ufficialmente che i gruppi stanno terminando il loro lavoro e che nei prossimi giorni verranno illustrati i punti programmatici del candidato sindaco e della coalizione che lo sostiene”
    Mi rivolgo ai vari portavoce, candidati e fiancheggiatori di don Bell”vite” così diffusamente presenti sul sito : ma insomma sto programma l’avete fatto o no?
    Voi sostenete di si, ve ne dichiarate entusiasti ne citate persino ampi stralci, poi il vostro capo ci rivela che a 15 giorni dalle elezioni il programma non c’è ancora. Un bel mistero. Secondo voi il ritardo nella compilazione del programma e dovuto all’elevarsi del tasso di democrazia partecipativa della coalizione (ci dicono riunita in permanenza in una fumosa osmizza del Carso) o ad un parallelo elevarsi del tasso alcolico nelle suddette riunioni.
    Insomma dal “Don Bellavite” al “Don Perignon” il passo e breve ma non indolore, se come ci dicono testimoni attendibili (e sobri) alla recente inziativa caffè con Bella”vite” i presenti erano in tutto quattro di cui tre candidati sono in lista con il luminoso leader.
    Perchè come ha affermato il “Bella” dopo l’ultimo caffè(corretto?) “cosa volete di più dalla vita? Un LUCANO”.

  43. cla ha detto:

    Il nulla nei tuoi interventi.
    Se non le solite calunnie.
    Tutto il resto è NULLA…

  44. joe33 ha detto:

    Forse c’è qualcuno che non ha capito:
    Non è che Andrea Bellavite è passato con i miscredenti, ma è Rifondazione che sostiene il programma del Forum che ha espresso Andrea come candidato sindaco, e sul quale c’è stata una convergenza ampia di uomini e donne che hanno a cuore Gorizia, la sua poliedrica realtà e il suo futuro. Forse c’è qualche punto del programma di Andrea contro quello che scrive il papa nei suoi documenti? No, anzi ne comprende aspetti sconosciuti e per giunta inimmaginati da tutti gli altri candidati sindaci.
    Un’ultima cosa: leggere che chi scrive qui e altrove deve per forza essere in lista per Andrea, mi fa pensare che chi avanza questa ipotesi lo sia veramente per alri e avere questi argomenti in campagna elettorale (e non avere altro) fa perdere voti.

  45. joe33 ha detto:

    Forse c’è qualcuno che non ha capito:
    Non è che Andrea Bellavite è passato con i miscredenti, ma è Rifondazione che sostiene il programma del Forum che ha espresso Andrea come candidato sindaco, e sul quale c’è stata una convergenza ampia di uomini e donne che hanno a cuore Gorizia, la sua poliedrica realtà e il suo futuro. Forse c’è qualche punto del programma di Andrea contro quello che scrive il papa nei suoi documenti? No, anzi ne comprende aspetti sconosciuti e per giunta inimmaginati da tutti gli altri candidati sindaci.
    Un’ultima cosa: leggere che chi scrive qui e altrove deve per forza essere in lista per Andrea, mi fa pensare che chi avanza questa ipotesi lo sia veramente per alri e avere questi argomenti in campagna elettorale (e non avere altro) fa perdere voti.

  46. Pastor Ignotus ha detto:

    Ma, scusate, davvero esiste questa “ampia convergenza” più volte citata da Bellavite e da altri? Se non mi ricordo male, un mesetto fa don Andrea diceva: ci sto pensando, ma solo se ho il sostegno di tutto il centro sinistra. Poi appurato che non ce l’aveva, è venuta fuori quasta cosa dell’ampia convergenza, addirittura “trasversale” (mi pare di aver letto in una sua intervista). Poi vai a farti due conti realistici e pare che il nostro prode prete si fermerà sul 10, forse 15%. Ma allora, diciamo che lui aveva una gran voglia di “scendere in campo” a prescindere, e spalleggiato dal Forum ha deciso di fare il grande passo, sacrificando addirittura la sua vocazione religiosa, che come ha giustamente scritto qualcuno, è qualcosa di viscerale, di esistenziale (la teologia usa il termine “ontologico”).
    Confesso di trovarmi molto a disagio con tutto ciò. Se poi aggiungiamo il fatto non trascurabile e che qualcuno continua a minimizzare, dell’alleanza con la sinistra estrema… Mi spiace, ma si può essere forse cattolici e di centro-sinistra, ma non preti e comunisti. Ok, ex prete che per fare politica alleandosi coi comunisti si è spretato…

  47. anonimo ha detto:

    anonimo ha scritto
    “lui non so, certo i no global si. Infatti la ignorano!”
    Chissà se Gentile sapeva che quando Storace è venuto a Gorizia a tirargli la volata per la campagna elettorale era già stato rinviato a giudizia per i fatti delle ultime elezioni regionali del Lazio……
    Ma davvero gliela ha tirata??? Non mi pare lui ci fosse o forse ho letto male…ho visto solo una foto di quell’altro di An

  48. Alessio ha detto:

    Quell’altro chi? Quello che ha messo la firma sotto quella legge che consente ad un canale televisivo di un noto imprenditore e politico di continuare a trasmettere usando le frequenze che appartengono ad un altro senza averne alcun titolo e come sta facendo oramai da 8 anni?

  49. Alessio ha detto:

    Quell’altro chi? Quello che ha messo la firma sotto quella legge che consente ad un canale televisivo di un noto imprenditore e politico di continuare a trasmettere usando le frequenze che appartengono ad un altro senza averne alcun titolo e come sta facendo oramai da 8 anni?

  50. cla ha detto:

    “Non parlerei di nulla, parlerei di concetti un po sottili, eterei, direi quasi “spiritosi” secondo un accezione che è ben nota al don Perignon della politica goriziana. La citazione della nostra cla ricorda un po’ quella dell’immortale maestro di vita il” califfo” Sergio Califano…”
    Che arguzia…:)!

  51. eurialo ha detto:

    Cla un consiglio
    ARRENDITI.
    Sei una persona completamente priva di arguzia, senso dell’umorismo, autoironia e cultura. Scrivi in un italiano abborracciato e quelle che pure potrebbero pure essere delle buone ragioni vengono annaquate dal livore personale e dalla manifesta incapacità di esprimerle in maniera letterariamente accettabile. Il mio consiglio è semplice: vai dal Don Perignon e rassegna le dimissioni da “redattrice” in questo blog. Gli fai solo del male facendolo sembrare oltre che ridicolo, anche inutilmente spocchioso e presentuoso. Dedicati più profiquamente alla distribuzione di volantini, o all’incollaggio di francobolli sulle buste.
    A perdere le elezioni ci pensa da solo il tuo candidato. Non ha bisogno che tu gli dia una mano.

  52. cla ha detto:

    Grazie Eurialo.
    Dopo quest’ultimo tuo intervento, capisco che ho colpito nel segno!
    Non ricambio le offese che hai destinato a me.
    Non ho bisogno di arrendermi perchè non combatto nessuna guerra.
    Intervengo.
    E questo a te dà TERRIBILMENTE fastidio.

  53. Alessio ha detto:

    X Eurialo,
    Certamente, italiano abborracciato, certo, io direi più ANNAQUATO……………

  54. Joe33 ha detto:

    Ma quando vengono i 2 ladri e mezza a presentare il loro collega Romoli?
    A proposito, io non sapevo tutto quel casino che ha combinato Romoli con la sanità isontina.
    Ma come fanno tutti quei partiti lì a proporre come sindaco del cambiamento goriziano uno che a Gorizia ha solo mangiato e svenduto quello che non gli stava nella trippa? Bella considerazione hanno di noi se pensano che lo voteremo.

  55. eurialo ha detto:

    “nulla nei tuoi interventi.
    Se non le solite calunnie.
    Tutto il resto è NULLA…”
    Non parlerei di nulla, parlerei di concetti un po sottili, eterei, direi quasi “spiritosi” secondo un accezione che è ben nota al don Perignon della politica goriziana. La citazione della nostra cla ricorda un po’ quella dell’immortale maestro di vita il” califfo”
    Sergio Califano che in “tutto il resto e noia” anticipava in qualche modo molti degli interventi del “don Perignon” in alcune parti surreali per il resto, appunto, noiosissimi. Del resto come non cogliere le affinità di “spirito” tra il Califfo e il nostro Andrea?
    “Forse c’è qualche punto del programma di Andrea contro quello che scrive il papa nei suoi documenti? No, anzi ne comprende aspetti sconosciuti e per giunta inimmaginati da tutti gli altri candidati sindaci.”
    E interessante scoprire come papa Ratzinger abbia fra i suoi esegeti più attenti il Don Perignon. Ci dicono anzi che Andrea chiami ogni sera, subito dopo le riunioni politiche da Teo, l’augusto Bavarese per dargli consigli e ammaestramenti sulle ultime encicliche e documenti papali. Infatti, ci rivelano voci giunte da oltretevere, che il vaticano non Abbia sospeso il Don Perignon per la sua decisione di candidarsi con rifondazione, ma perchè si era o rotto i coglioni di essere svegliato nel cuore della notte da uno sconosciuto che biascicava al telefono frasi sconnesse e deliranti.

  56. Stefano ha detto:

    Quale “casino” con la sanità isontina?
    ti riferisci al fatto che abbia voluto un nuovo ospedale per Gorizia, rifletti sulla demagogia della sinistra che sbandiera l’ospedale transfrontaliero e non sono riusciti neppure ad acquistare una risonanza magnetica portatile
    non è importante dove è un ospedale ma di che tecnologia dispone e del calibro del suo personale.
    p.s. Romoli è forse uno dei pochi che non di è cibato di Gorizia……per contro guarda Illy, Sonego e c. che con il progetto città metropolitana stanno razziando Gorizia da quattro anni.

  57. Stefano ha detto:

    Quale “casino” con la sanità isontina?
    ti riferisci al fatto che abbia voluto un nuovo ospedale per Gorizia, rifletti sulla demagogia della sinistra che sbandiera l’ospedale transfrontaliero e non sono riusciti neppure ad acquistare una risonanza magnetica portatile
    non è importante dove è un ospedale ma di che tecnologia dispone e del calibro del suo personale.
    p.s. Romoli è forse uno dei pochi che non di è cibato di Gorizia……per contro guarda Illy, Sonego e c. che con il progetto città metropolitana stanno razziando Gorizia da quattro anni.

  58. Alessio ha detto:

    Stefano ha scritto
    “Quale “casino” con la sanità isontina?
    ti riferisci al fatto che abbia voluto un nuovo ospedale per Gorizia, rifletti sulla demagogia della sinistra che sbandiera l’ospedale transfrontaliero e non sono riusciti neppure ad acquistare una risonanza magnetica portatile
    non è importante dove è un ospedale ma di che tecnologia dispone e del calibro del suo personale.
    p.s. Romoli è forse uno dei pochi che non di è cibato di Gorizia……per contro guarda Illy, Sonego e c. che con il progetto città metropolitana stanno razziando Gorizia da quattro anni.”
    Davvero un grande affare. Si è comprato un ospedale dai frati, dopodichè si è dovuto praticamente raderlo al suolo e rifarlo, ampliandolo, perchè già all’inizio si sapeva che non c’era posto per tutti i servizi presenti oggi a Gorizia, e nonostante tutto, avendo speso più soldi che costruendolo nuovo, il nuovo ospedale “Fasola” di Gorizia avrà meno specialità e meno posti letto del vecchio civile.

  59. anonimo ha detto:

    Alessio ha detto:
    Per quel che riguarda le opere pubbliche della Giunta Brancati, è vero, ha fatto poco e mi fa incazzare. A proposito, sai citarmi cosa è stato fatto in 8 anni di giunta forzista Valenti?
    Ah, già, si è deciso di non adeguare l’inceneritore…..
    Beh, le opere pubbliche programmate e anche già finanziate (penso alla piazza Vittoria p.e.) non le ha nemmeno iniziate Brancati e i suoi baldi compagni. Se pensiamo, almeno ad un poco, posso dirti quelle fatte: 2 parcheggi, di cui uno a norma per camper (gli altri hanno tirato solo righe blu), illuminazione rifatta in corso (che però fa un po’ schifo), rifacimento rete acqua e gas (peccato, ma sotto terra non è che si vede tanto, prima perdeva il 60% d’acqua) e non è che si è comperato un nuovo municipio con i nostri soldi (pagati alla Cassa di Risparmio) in Via Garibaldi perchè i dipendenti stavano stretti….Com’è: il comune ha sempre meno dipendenti, però con Brancati stavano stretti….prima con Scarano ce ne erano 150 di più e nessuno fiatava…..
    Il non fatto da Brancati con progetti Valenti: finanziato con Interreg il rifacimento del quartiere campagnuzza e dell’ex ghiacciaia (lavori mai iniziati); Casa dello Studente di Via Pola…i soldi c’erano e se li sono persi. Finanziato Cittadella dell’Anziano in Via Palladio (acquistato con accordo di destinare agli anziani e le suore ci hanno creduto…ora Brancati vende all’Ater non per gli anziani)…
    Ma ce ne sarebbero altri: il problema è che tutto quello che avevano lasciato nel cassetto lì c’è rimasto o è stato respinto, perchè tutto quello che fa la destra è sbagliato per principio (e questo mi fa anche incazzare….)
    Inceneritore: ti sbagli di grosso..la chiusura voluta dalla Provincia, dove sedevano anche due assessori di brancati è venuta a seguito di un precedente finanziamento approvato da Brancati per rifare l’inceneritore e metterlo a norma. Quei soldi li aveva tirati fuori Brancati per adeguarlo. POi ci si sono messi gli sloveni di Savogna e sapppiamo come è finita. Quindi l’ultima tua affermazione è completamente errata!

  60. Borotalco ha detto:

    Mamma mia quanti bla bla bla… Specialemente Eurialo: da stordimento le sue cantilene!

  61. eurialo ha detto:

    Caro Borotacolo
    Credimi non sei stordito dai miei bla bla ma dalle fiatate del Don Perignon che, simile al Mitico Superciuk di Magnusiana memoria, ne uccide più con l’alito che con la spada. E poi quella dello stordimento deve essere una condizione abbastanza classica tra i supporter di Don Bellavite che fra droga libera, riunioni politiche da TEO e comizi in privata hanno da tempo perso ogni parvenza di lucidità.
    P.S questa non è una calunnia. L’ultima volta che ho incontrato Don Bellavite era davvero inavvicinabile. D’accordo l’alitosi non è una colpa politica ma a tutto c’è un limite…

  62. eurialo ha detto:

    Caro Borotacolo
    Credimi non sei stordito dai miei bla bla ma dalle fiatate del Don Perignon che, simile al Mitico Superciuk di Magnusiana memoria, ne uccide più con l’alito che con la spada. E poi quella dello stordimento deve essere una condizione abbastanza classica tra i supporter di Don Bellavite che fra droga libera, riunioni politiche da TEO e comizi in privata hanno da tempo perso ogni parvenza di lucidità.
    P.S questa non è una calunnia. L’ultima volta che ho incontrato Don Bellavite era davvero inavvicinabile. D’accordo l’alitosi non è una colpa politica ma a tutto c’è un limite…

  63. Joe33 ha detto:

    Fosse vero quello che dici dimostrerebbe che Andrea è un uomo incarnato nella migliore realtà del goriziano (il collio) e che comunque sa stare in mezzo alla gente, quella che ha bisogno di un sindaco che la rappresenti e che la faccia partecipare attivamente alla vita politica.
    Tutte cose che la destra non sa come fare, anzi non sa neanche che si possono fare, preoccupata di far tornare a Gorizia uno che non sa più dove mettere, tanti sono i danni che ha fatto.
    E la trovata della benzina?
    Ma se è proprio il suo duce che ha fatto di tutto perchè ce la togliessero.
    Che gente!!!

  64. anonimo ha detto:

    Mah, sventrato e ricostruito non mi pare, forse qualcuno, vero Alessio, è male informato.
    Però sarebbe bello pensare alle opere pubbliche di Brancati:
    1)Transalpina -progettata, iniziata e finita in 2 mesi
    2)Rotonda sul ponte 8 agosto -rifatto il progetto, ultimatata, risultato un casino…l’unica rotonda in europa che rallenta il traffico. Complimenti!
    Altre non ne ricordo, ma posso sbagliare…
    Ops…l’Ospedale….finanziato dal centro destra, acquistato, rifatto con rivisatazioni al progetto iniziale (che era carente) e pressochè ultimato…..
    Pare quindi che l’unica opera pubblica sia proprio quella e non tutto il merito sia di Brancati…. Piazza Vittoria ti dice qualcosa? Ricordo giornali del 2003 che annunciavano l’inizio dei lavori nel giro di un mese……….
    Quindi opere pubbliche completamente targate Brancati= 0 (transalpina a parte. Che grande utilità!)

  65. Alessio ha detto:

    anonimo ha scritto:
    “Mah, sventrato e ricostruito non mi pare, forse qualcuno, vero Alessio, è male informato.
    Però sarebbe bello pensare alle opere pubbliche di Brancati:
    1)Transalpina -progettata, iniziata e finita in 2 mesi
    2)Rotonda sul ponte 8 agosto -rifatto il progetto, ultimatata, risultato un casino…l’unica rotonda in europa che rallenta il traffico. Complimenti!
    Altre non ne ricordo, ma posso sbagliare…
    Ops…l’Ospedale….finanziato dal centro destra, acquistato, rifatto con rivisatazioni al progetto iniziale (che era carente) e pressochè ultimato…..
    Pare quindi che l’unica opera pubblica sia proprio quella e non tutto il merito sia di Brancati…. Piazza Vittoria ti dice qualcosa? Ricordo giornali del 2003 che annunciavano l’inizio dei lavori nel giro di un mese……….
    Quindi opere pubbliche completamente targate Brancati= 0 (transalpina a parte. Che grande utilità!)”
    Si vede che non ci abiti vicino a quello che sarà il nuovo ospedale, a che cavolo serviva costruire la nuova piastra se fin dall’inizio lo spazio era già sufficiente? Comunque dati alla mano confermo, l’aver scelto di spostare il civile al San Giovanni alla fine costerà più che se si fosse deciso di costruire un ospedale nuovo o ristrutturare quello di Via Vittorio Veneto, ed alla fine si avrà una struttura più piccola e con meno posti letto. chiaro, come dicevi bisogna vedere anche che servizi ci metti dentro, ma non mi sembra lo stesso un buon inizio.
    Per quel che riguarda le opere pubbliche della Giunta Brancati, è vero, ha fatto poco e mi fa incazzare. A proposito, sai citarmi cosa è stato fatto in 8 anni di giunta forzista Valenti?
    Ah, già, si è deciso di non adeguare l’inceneritore…..

  66. lui ha detto:

    eurialo.
    per essere grande non devi abbasssare gli altri , questo lo facceva già Stalin, ma devi crescere. Certo che andando in giro a raccogliere babezzi farai tanta strada, ma non crescerai.

  67. Borotalco ha detto:

    Premesso che non sono un sostenitore di Bellavite, può essere anche che lui abbia perso la propria lucidità. In tal caso avreste almeno qcosa in comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.