12 Marzo 2007

Questione di principio

C’è voluto un mese. Ma la protesta è arrivata. E dilaga. Via email, belligeranti triestini si inoltrano comunicati di guerra.

Insomma, la nomea della città-cimitero con la gelateria in mezzo sembra venir rafforzata dagli stessi triestini. Si sopporta senza troppi sussulti una classe politica che, soporifera, si anima solo se c’è da riscrivere qualche pagina di storia. Ma il gelato no.
Ecco il manifesto dei contestatori:

Chi non ha mai provato piacere nell’assaporare il favoloso,
superlativo gelato di Zampolli in Via Ghega a Trieste?Ebbene, è
ora di rinunicarvi almeno per un giorno!!!Il 30 giungo 2007 non
mangiate il gelato da Zampolli!!! Perchè? Perchèindue anni il costo
di una pallina è aumentato del 20%!!! Nel 2005costava 1euro, nel 2006
1 euro e 10 cent e nel 2007 1 euro e 20 cent!!! Bisognaarrestare questa
ingiustificata corsa al rialzo!.Amanti del gelato di Zampolli, uniamoci e
scioperiamo tutti assieme.Non interrompete la catena…….. fate in modo
che questa arrivi ilpiùlontano possibile!!!

La battaglia è appena all’inizio. Alla vicenda, che dipinge bene la triestinità, potrebbero essere dedicati editoriali su editoriali, ma sembra difficile che l’ufficialità si smuova per un gelato. Dicono che Telequattro abbia già trasmesso un servizio.

Benvenuti a Trieste, dove non si crede nemmeno ai privilegi del libero mercato.

(in cross post con coseinfila)

Tag: , , .

19 commenti a Questione di principio

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.