20 giugno 2018

Venerdì alla Feltrinelli la presentazione di “Allah, la Siria, Bashar e basta?”

el sunto Venerdì 22 giugno alle ore 18.00 presso la libreria Feltrinelli di Trieste verrà presentato “Allah, la Siria, Bashar e basta?”, di Alberto Savioli

Si terrà venerdì 22 giugno alle ore 18.00 presso la libreria Feltrinelli (via Mazzini 39 – Trieste) la presentazione del libro “Allah, la Siria, Bashar e basta?” di Alberto Savioli, pubblicato da biancaevolta edizioni. All’incontro saranno presenti l’autore e Nader Akkad, imam di Trieste e presidente della Comunità arabo-siriana in Italia.

L’esperienza siriana di Alberto Savioli e, conseguentemente, il suo racconto iniziano nel 1997. Questo libro, prima di addentrarsi nell’attuale caos, narra i quattordici anni vissuti in Siria dall’autore.

Il lettore viaggia di tenda in tenda nelle più remote aree del paese, entra a stretto contatto con le storie dei diversi gruppi tribali che rappresentano una chiave di lettura necessaria su cui tesse la storia passata e recente della Siria. I racconti di vita a Damasco, Aleppo, Homs, Deir ez-Zor, Raqqa o Palmira, città nelle quali l’autore ritorna dai suoi viaggi tra le tribù, ampliano l’intento divulgativo e ci consentono di conoscere alcune peculiarità di quelle genti, quali, ad esempio, la caccia al falco di un anziano beduino o un matrimonio tribale.

Le aree abitate dai beduini sono i luoghi che vedranno la nascita dello Stato islamico, così le vicende passate si intrecciano con quelle attuali e il viaggio di Savioli diventa lo sfondo per narrare il presente, gli accadimenti politici ed il dibattito sempre più acceso sui diritti umani che hanno preceduto la tentata rivoluzione del 2011.

L’ultima parte del volume si addentra nell’attualità, nel caos della rivoluzione/guerra-civile/conflitto siriano e sviscera alcune dinamiche e aspetti poco trattati dai media, collegandoli a vicende e racconti della Siria pre-2011. Grazie alla lunga esperienza personale dell’autore in Siria, questo libro si presenta come un utile approfondimento per comprendere gli eventi siriani troppo spesso raccontati in modo superficiale.

Alberto Savioli ha lavorato in Siria come archeologo dal 1997, poi in Libano, Turchia, Iraq, Arabia Saudita. Dal 2012 è impegnato con l’Università di Udine nel Progetto Archeologico Terra di Ninive nel Kurdistan Iracheno. Si è specializzato nello studio delle comunità tribali in Siria, cui ha dedicato 14 anni, ha studiato l’arte del tatuaggio delle donne di diverse tribù e, per conto dell’Unione mondiale per la conservazione dell’ambiente, ha condotto una ricognizione etnografica e socio-economica sulle tribù a nord di Palmira.

Dal 2011, tramite contatti personali, ha partecipato alle vicende della rivolta siriana, è entrato nella redazione del sito web SiriaLibano e ha iniziato a collaborare con la rivista di geopolitica Limes.

Nader Akkad, ingegnere, da dicersi anni risiede a Trieste, dove svolge attività di ricerca presso l’Ictp; è imam di Trieste e presidente della Comunità arabo-siriana in Italia.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *