30 aprile 2018

Nate dei refoli de bora: la Risiera

el sunto Appuntamento del lunedì con la poesia in dialetto triestino e l’omaggio alla bella Trieste dei tempi andati.

RISIERA

In fondo ‘l cortil de la Risiera
no cantava più i motori:
l’eco de diferenti rumori
rintronava fra i veci muri.

El Grupo Reinhard
vestiva con cura
e ‘l rumor dei sui passi
meteva paura.
In Polonia ghe iera
più Organisation ma:
“ghe la faremo veder noi,
maledizion!”

I grafiti sul muro per domandar:
“Indove ti son finido, Dio mio?”
I grafiti sul muro per dir adio,
per rubarghe un giorno
a la morte,
per i giorni che resta,
per ‘l dirito a la vita,
per quel scrito lassado a metà,
per la morosa che speta,
per ‘na mama che pianzi,
per ‘l fio che nasser
no’l vedarà.
I grafiti sul muro che conta storie,
storie finide in ‘na sola magnera:
in fondo ‘l cortil de la Risiera.
Edda Vidiz

ZOGAR CO LE PAROLE

Cussì, no so percossa
mi zerco le parole.
Le meto insieme
e le distaco,
le buto in t’un canton
e po’ le ingrumo,
ghe ne fazo un mucio
e me ribalto dentro,
le ciapo in man
le lasso cascar
le vardo rimbalzar,
zerco de serarle
nel cassetin del pulto,
le sburto e le fraco
e le me salta intorno.
Zogo più bel de sto qua
no podevo trovar:
scherzar co le parole
xe inventar la libertà.
Graziella Semacchi Gliubich

 

L’ORA INCANTADA

L’ora incantada xe sul far de l’alba,
lusi la luna e drio del monte scuro
se imbianca el ziel che sta nassendo el giorno.
Tuto xe in pase ancora: l’altipiano,
la estrade e i moli; rente la scoiera
ciàcola el mar, ma solo, sotovose.
Po’ una finestra in fondo iluminada
e i rumori del mondo che se sveia.
Tra la passada calma e ‘sto rinasser
xe un’armonia che stimola e che queta
a a no guastarla ghe bastassi un niente:
doveria solo i tazzasentimenti
nati pel dano e cruzio universàl,
duri restàr, sul posto, là ibernadi,
e con l’istà squaiarse e evaporàr.
Laura Borghi Mestroni

Alcune delle poesie raccolte a cura di Edda Vidiz e Graziella Semacchi Gliubich sono tratte dal libro “Nate dei refoli de bora”.

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *