9 novembre 2017

Con SM(e)Jse lo sloveno si studia in modo interattivo e innovativo

el sunto E’ online da qualche giorno SM(e)Jse, una piattaforma interattiva, dedicata a chi parla lo sloveno e vorrebbe implementarlo.

E’ stata presentata a  Opicina nella sala della BCC la piattaforma online SM(e)Jse-Slovenščina kot manjšinski jezik / lo sloveno come lingua minoritaria, curato dal centro di ricerche sloveno SLORI e dal Dijaški dom S. Kosovela di Trieste. La piattaforma, rivolta a diverse fasce d’età, è online a questo link  e offre agli utenti una serie di contenuti didattici, informazioni pratiche sull’uso della lingua slovena, riferimenti e utili consigli di lettura e/o approfondimento linguistico.
Lo scopo è quello di avvicinare soprattutto gli utenti più giovani e di implementare la loro conoscenza della lingua slovena, atraverso contenuti interattivi, incentivando l’uso dello sloveno non solo nel contesto scolastico, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Sul sito, al momento solo in lingua slovena, segnaliamo gli esercizi utili a  migliorare la conoscenza della grammatica e i link ai dizionari consultabili comodamente online. E poi tante proposte didattiche per affrontare i cosiddetti “falsi amici”. La pagina Facebook è sempre aggiornata con contenuti e spunti di riflessione.

Alla realizzazione del portale, oltre che ai partner citati, hanno contribuito anche alcune scuole con lingua d’insegnamento slovena della regione e il Dijaski dom di Gorizia. Le unità didattiche sono state elaborate e realizzate da: Vesna Jagodic, Marija Kostnapfel, Ana Pulko, Franci Vaupotič, Mara Žerjal in Jana Žigon. Il materiale e’ stato successivamente elaborato da Polona Liberšar in Matejka Grgič.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *