19 ottobre 2017

Barkolana: sabato e domenica in anteprima il gioco dedicato alla Barcolana

el sunto Sabato e domenica, a Fumetti per Gioco, anteprima assoluta del nuovo gioco dedicato alla Barcolana di Diego Manna e Erika Ronchin, già autori di FRICO

Per gli appassionati di vela, ma anche per quelli che pensano che “lascare” voglia dire bersi una birra di marca slovena, arriva BARKOLANA, il nuovo gioco di Diego Manna e Erika Ronchin dedicato alla regata con più partecipanti al mondo, che farà il suo debutto in anteprima assoluta a Fumetti Per Gioco 2017, la fiera di giochi e fumetti in programma a Trieste il 21-22 ottobre.

La presentazione ufficiale si terrà invece venerdì 3 novembre, alle ore 18.00 presso la sede della Società Velica Barcola e Grignano.

La curiosa Kappa nel nome è dovuta a una sorta di compensazione: era infatti stata sottratta al precedente gioco dei due autori, FRICO, battaglia culturale tra Trieste e Udine, a causa della troppa similitudine con il nome di un famoso gioco di guerra. Ecco dunque che con BARKOLANA viene ristabilito l’ordine delle cose.

Pedine rigorosamente a forma di barca a vela, un percorso che mette in risalto tante tipicità del golfo di Trieste su cui sono disseminate dieci prove di abilità marinaresca, e la possibilità di acquistare “strafanici” in “bottega velica” per migliorare le prestazioni della propria barca. Questi gli ingredienti principali di BARKOLANA, che se da un lato premierà l’abilità tattica di fare attenzione al tipo di vela impiegato a seconda delle condizioni del vento, dall’altro non farà mancare il lato comico e scanzonato tipico dei giochi da tavolo: sarà infatti possibile montare sulle proprie barche anche ventilatori, motori e cannoni per sparare agli avversari. L’importante sarà non farsi prendere dalla guardia costiera, altrimenti il direttore di gara non potrà fare altro che penalizzare i colpevoli. Lecito invece l’utilizzo “furbo” del mezzo mariner, che al momento del sorpasso potrà venir adoperato per far arretrare gli avversari. Sempre se non si sarà ostacolati da dei parabordi troppo zelanti. Non poteva mancare anche la “Bozza de vin”, i cui effetti però si potranno subire solo una volta a partita. Questo perché, viene spiegato nel manuale, “dopo che ti sarà passato l’hangover il tuo nuovo credo filosofico sarà ‘no bevo più’. Ma durerà solamente fino alla prossima partita”.

barkolana

E le prove di abilità marinaresca? Si va dall’abilità di stare in apnea e quella di recitare filastrocche anglosassoni, sarà valutata la capacità di parlare in codice o mantenere il silenzio radio, nonché vere e proprie scommesse e addirittura un torneo di lavre, i tipici piattelli di Barcola. Obiettivo delle prove? Farvi guadagnare bori da spendere nella bottega velica. Perché a Trieste, città della bora, la moneta non poteva chiamarsi altrimenti che “boro”.

L’idea di Barkolana è davvero divertente – ha dichiarato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz – e intepreta il lato più popolare e scanzonato del nostro evento. Grazie a Diego Manna e Erika Ronchin per questa iniziativa: siamo curiosi di regatare tutto l’anno in Barkolana, i giochi da tavolo sono un modo semplice e diretto per stare assieme, un modo per tornare tutti bambini.

Il gioco è pubblicato da Bora.La e Monon Behavior in collaborazione con Barcolana, e sarà disponibile in libreria e nei negozi di giochi della regione dalla prossima settimana.
E’ già acquistabile online sulla Botega triestina.
La sua uscita è la prima delle grandi sorprese legate alla cinquantesima edizione della manifestazione, in programma la seconda domenica di ottobre 2018.

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *