31 agosto 2017

Lastaurant, prenotare il ristorante con l’innovativa app made in Bisiacaria

el sunto L'abbiamo provata per voi e la sua semplicità la potete vedere nel video che abbiamo realizzato provando a prenotare un ristorante nelle vicinanze

Come prenotare il ristorante senza attendere l’orario di apertura del locale per poter telefonare?

Come riservare un tavolo senza dover scaricare sul telefono complicate app una diversa dall’altra?

Sono solo due delle domande a cui risponde Lastaurant, un’app che non è una vera e propria app ma un geniale sistema di prenotazione che viaggia attraverso il Messenger di Facebook, quindi una funzione che chiunque ha già installata sul proprio smartphone.

L’abbiamo provata per voi e la sua semplicità la potete vedere nel video che abbiamo realizzato provando a prenotare un ristorante nelle vicinanze.

Ecco il video di come abbiamo provato la app

Lastaurant nasce a Monfalcone, dalle menti che hanno partorito quindici anni fa il portale Bisiacaria.com, il proto-social che prima di Facebook ha fatto incontrare migliaia di persone e creato una comunità che ancora oggi lo ricorda con passione, nasce quasi per gioco sui tavolini di un bar dopo il lavoro ed oggi conta più di 500.000 ristoranti in tutto il mondo che può consigliare a chi si trova nei paraggi, destando l’interesse anche dalle parti della Silicon Valley.

Non si tratta semplicemente di un’app per trovare i ristoranti in zona, il vero motore propulsivo di questo BOT (così si chiamano le applicazioni che viaggiano nel Messenger) è il sistema di prenotazione tavoli, che permette ai ristoratori convenzionati di riceverle anche fuori dall’orario di lavoro e quando non possono rispondere al telefono, comodamente sul proprio smartphone, tablet o computer, offrendo in più il vantaggio di apparire tra i primi risultati di ricerca da chi si trova nelle vicinanze.

Altrettanto semplice è la prenotazione per il cliente, che viene guidato passo passo nella prenotazione semplicemente attraverso la chat automatizzata all’interno del Facebook Messenger.

L’app è stata testata con successo anche alla centenaria sagra de le Raze di Staranzano, dove è possibile saltare le code alle casse tipiche di questi eventi e trovare i tavoli già riservati, già 200 persone l’hanno utilizzata in questa manifestazione.

Tag: , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *