18 luglio 2017

Un gioiello per la decima Olimpiade delle Clanfe

el sunto L'olimpiade delle clanfe arriva alla decima edizione. Per l'occasione, tutti i premiati riceveranno un gioiello originale realizzato ad hoc.

L’olimpiade delle clanfe, o meglio, “dele clanfe”, visto che la lingua ufficiale della manifestazione è il triestino, giunge al traguardo della decima edizione. E festeggia in grande stile, preparando delle belle sorprese per chi parteciperà a questa importante edizione.

Tutti i premiati riceveranno infatti l’originale gioiello realizzato per l’occasione dal Laboratorio Orafo Ghirigoro di Trieste, un ciondolo in argento e bronzo raffigurante un ferro di cavallo, appunto la clanfa, nell’ambiente preferito: il mare.

Nel pacco gara, e quindi destinata a tutti gli iscritti, la seconda sorpresa: il libretto commemorativo “Un tuffo lungo dieci anni” edito da Bora.La, che raccoglie tutti i numeri della manifestazione, i vincitori, i tuffi e alcuni aneddoti di questi primi dieci anni.

La terza sorpresa è targata Pallacanestro Trieste. Oltre allo storico giurato Andrea Pecile, quest’anno ci sarà anche Daniele Cavaliero a valutare la qualità dei tuffi. E per il Re e la Regina delle Clanfe uno dei premi sarà proprio un abbonamento per la stagione di pallacanestro 2017-2018.

Già a quota ottanta le iscrizioni, quando mancano poco più di due settimane all’evento, in programma sabato 29 luglio dalle 13 presso lo Stabilimento Balneare Ausonia.
Le iscrizioni terminano giovedì 27 luglio, rigorosamente online sul sito
www.spiz.it.

Invariata la formula ormai consolidata negli anni, che vede i partecipanti dividersi in categorie in base all’età (pici e pice, muleti e mulete, muli e mule, muloni e mulone, mati e babe e vece bobe e vece marantighe), con una categoria extra (ufo) dedicata a chi propone tuffi fuori dal comune.

Si giudica lo stile del tuffo, ma soprattutto lo schizzo. E c’è un terzo voto per il “morbin”, la capacità di coinvolgere il pubblico con un abito o una performance divertente. Lo scorso anno ad aggiudicarsi il prestigioso premio “Morbin” erano stati quattro padovani, vestiti perfettamente da Kiss. E il Re delle Clanfe in carica Giovanni Bembi si era presentato su una minibicicletta, percorrendo l’intero trampolino su due ruote prima di tuffarsi in acqua.

Non resta che attendere il 29 luglio per vedere quali stranezze si saranno inventati questa volta i partecipanti.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *