10 marzo 2017

Trieste, annullato il divieto di fissare le bici ai manufatti

el sunto La nuova versione approvata dai Consiglieri consentirà di fissare le biciclette a vari manufatti.

Nel corso della seduta del Consiglio Comunale di giovedì 9 marzo è stato approvato all’unanimità dai Consiglieri Comunali un emendamento all’art.6 comma 3 del Regolamento di Polizia Urbana che annulla l’iniziale divieto assoluto di fissare le bici a qualsiasi manufatto cittadino.

FIAB Trieste Ulisse ha giocato un ruolo determinante per il raggiungimento di questo risultato che modifica la stesura originale che concedeva esclusivamente la possibilità di fissare le bici agli stalli esistenti (solo 198 in tutta Trieste), ben inferiori al numero di cittadini che usano la bici (circa 3.000), minacciando anche la possibilità nei confronti dei trasgressori di tagliare i lucchetti delle bici e abbandonare la bici sul posto.

La nuova versione approvata dai Consiglieri consentirà di fissare le biciclette a vari manufatti, esclusi i semafori, i monumenti, gli immobili di rilevante valore artistico e in posizioni che costituiscono pericolo o limitano l’accesso alle case e negozi; anche il taglio del lucchetto e l’abbandono della bici non sarà attuato.

E’ stato così scongiurato il pericolo che a Trieste fosse varato un regolamento che ci avrebbe riportato molto indietro sul piano della mobilità sostenibile, dal momento che creava un forte impedimento all’uso delle biciclette in città.

Le azioni di FIAB Trieste Ulisse sono iniziate in dicembre 2016 appena preso visione del testo originale con la stesura e l’invio a tutti i consiglieri comunali, agli assessori interessati, al Sindaco e Vicesindaco di un testo alternativo redatto dai tecnici della nostra associazione, nel quale si proponeva una maggiore tolleranza nella modalità di parcheggio delle biciclette. L’associazione ha poi incontrato i rappresentanti dei principali partiti per spiegare lo spirito e le ragioni del nostro documento, raccogliendo sia da parte della maggioranza che dell’opposizione un dichiarato consenso alla nostra versione del testo.

Ieri un nutrito gruppo di rappresentanti dell’associazione di ciclisti urbani era in aula per seguire i lavori e dare un segnale di presenza e interesse nei confronti dei Consiglieri Comunali.

La conclusione è stata un accordo tra maggioranza e opposizione che sostanzialmente accoglie la proposta di FIAB Trieste Ulisse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *