5 ottobre 2016

Trieste xe per bici: non siamo più così pochi, servono ciclabili

el sunto "Quotidianamente la mia bici si fa San Giovanni - San Giacomo due volte per andare all'asilo della piccoletta e per andare a prenderla."

Continua la rubrica nata sulla scia del progetto In Salita di  Alba Zari e Sharon Ritossa.
Una fotografia istantanea della situazione ciclabile a Trieste, concentrandoci direttamente sull’esperienza di chi la bicicletta la usa quotidianamente, sfidando quel motto duro a morire e che, col tempo, vorremmo invece ribaltare.
L’obbiettivo è dimostrare che sì, Trieste xe anche per bici.

Il nostro progetto, che si appoggia all’idea di Alba e Sharon, vuole proseguire nel loro lavoro. Chi vuole partecipare e dare il proprio contributo può mandare una sua foto in bici e le sue risposte alle quattro domande a [email protected]
Vi ringraziamo in anticipo.

La testimonianza di oggi è di Marzia Piron

 

  1. Descrivi la tua bicicletta.

E’ bellissima! … No scherzo, è una bicicletta a pedalata assistita, ma che esteticamente ricorda quelle degli adolescenti degli anni ’80… Ha le ruote 29 e questo è una dritta, si va tranquillamente in piano anche senza motore, non è particolarmente pesante. E’ nera e rossa. E ce l’ho da solo un mese, la precedente aveva ormai 18 anni!

2. Da quanto tempo utilizzi la bicicletta?

Da quando da piccolo ti tolgono le rotelle dalla biciclettina. Per dire che ho cominciato molto presto. E’ diventata il mio mezzo di trasporto cittadino già da un paio di decenni… A parte tre anni di sospensione attività per due maternità.

3. Dove ti porta la bici?

Direi che porta me e una delle due figlie in giro per Trieste e provincia senza grossi problemi. Quotidianamente si fa San Giovanni – San Giacomo due volte per andare all’asilo della piccoletta e per andare a prenderla. In più svariati altri giri.

4. Trieste xe per bici?

A questa domanda sicuramente vincerò il premio banalità per la mia risposta: Trieste è per bici, ma potrebbe esserlo di più.
Insomma, noi facciamo lo sforzo di non inquinare l’aria agli altri: può essere che ogni giorno ci troviamo a temere di esser spiaccicati da una macchina in doppia fila, da uno che apre distrattamente lo sportello, che ha il muso della macchina troppo lungo e che per vedere deve sporgersi di 3 metri dallo stop o che sta scrivendo messaggi o telefonando?!?!
Desidero delle piste ciclabili. Non siamo più così pochi a cercare di spostarci sostenibilmente.

Tag: .

Un commento a Trieste xe per bici: non siamo più così pochi, servono ciclabili

  1. A.

    Marzia,t’incontro spesso per S.Giacomo,sei forte……però indossa la mascherina,perchè questa terra non è poi così salubre,…..tra ferriera e centrale nucleare di Krsko……..non è un posto ideale dove crescere i propri bimbi…….

    Grazie comunque per il tuo sostegno al Pianeta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *