15 giugno 2016

Ballottaggio Cosolini – Dipiazza, istruzioni per l’uso

el sunto “Mi credo che i parla ste robe solo per dis-insempiar la gente…”

–  Ciò, te sarà qua domenica? –

– Eh, speremo de no: volessi esser a Barcola –.

–  Ma sì, bon, qua volevo dir tra el Rosandra e el Timavo. A Trieste, dei. Ara che xe importante –.

– Importante xe che sia bel tempo! Sai me piasi l’estate: se sarà bel, Trieste sarà a Barcola e Barcola sarà Trieste. –

–  Mi me buto per osmize, de domenica Barcola xe tropo piena. Però, volevo dir, ricordite che domenica 19 xe el ballottaggio –.

–  Remengo! Cossa vol dir, che i sera viale Miramare? Trafico limitato? Ma posso andar in bici? –

–  Ma no, el balotagio xe tipo el secondo round dele elezioni aministrative! –

– Come secondo round? Cossa c’entra la boxe? –

–  Lassemo perder la boxe, va. Domenica 5 iera el primo turno, e domenica 19 sarà el secondo. Se anderà a sceglier el sindaco fra i due che ga ciapà più voti –.

–  Ah, ma mi al primo turno no go votà. Iera tropi de lori e no capivo come che se votava –.

– Eh, no te son el solo…  me ga contà mio nipote che iera in segio: sai cine con le schede, un futio de voti anulai. Ma sto giro sarà più semplice –.

– Meio per chi ga votà, ma te go dito che mi no son ’ndà –.

–  Bon, un triestin su due no xe ’nda a votar. Ma no c’entra, te pol votar anca se el primo turno no te son andà –.

– Ah sì? Me par giusto, anca per quei che magari no ga podù votar ma gavessi volesto. Ma comunque: no xe restai in corsa i due Roby? E oramai xe un distaco notevole, me par… –

–  Vara che no c’entra chi ga fato de più o de meno al primo giro: al balotagio se conta de novo tuti i voti da zero –.

– Per bon? Partita aperta alora! No che me cambi sai, ma almeno go capì perché i me taza ancora l’anima in zità e vien certi fenomeni a contar monade… –

– Anca ti ga sentì Sgarbi? Che vergogna. De no creder… –

–  Ma te scherzi? El disi sempre quel de venti ani e ogni volta che lo sento el me fa girar le bale. Ti sì? –

– A dir el vero…  su Yutùb… –

– Ecolo là, el solito masochista! No dei, mi con ste robe no me intrigo: domenica vado a Barcola e te saludo Nina –.

– Nina chi? –

–  Nina la bionda del Bivio, quela cola brandina rosa che no la va mai in acqua per salvar la permanente…  ma dei! Pronto?  “Te saludo Nina” xe un modo de dir! –

– Eh, me pareva, ma te me ga sconfondesto –.

– Come quei che xe ’ndai a votar: iera facile sconfonderse, te ga dito anca ti. Altro motivo per no ’ndar –.

– Bon, però sto giro sarà solo una scheda con do nomi eh. Niente voti disgiunti, dopie preferenze e altri strolighezi –.

– Però de quei do nomi no me piasi gnanca un –.

–  Che sofistico ara. Prima no te va perché xe tropa scelta, dopo  perché no te va ben un tra due… –

– Scolta, ga za fato el sindaco tuti e due. E cossa xe cambià? La feriera inquina uguale, co diluvia i tombini salta uguale, el porto…  no beh. El porto lavora più adesso. Orpo ciò, prima iera la Monassi –.

– Eco là, te se disi anca ti da solo che no xe proprio uguale –.

– Bon, ma mio nipote che ghe piasi Grilo disi che i xe tuti e due espresion del stesso sistema coroto –.

– Eh, tanti pensa cussì. Ma mi te dirò, anca se la scelta xe tra una piada in tel cul e una pei denti, comunque preferisso sceglier mi quale ciapar –.

– In efeti… ti che piada te sceglieria? –.

– Ah, quela in tel cul, sicuro. Za cussì ghe lasso tropi bori al dentista… –

–  Go capì, ma volevo dir che Roby… –

–  Vedi ti, a mi uguali no i me par. Un odia le bici e disi “femo meno racolta diferenziata” –. [Fonte: Telquattro trasmissione “Ring”, in data 10/06/2016 – ancora non disponibile in rete, Ndr]

– Come come? El vol brusar de novo tuto in inceneritor? Dopo che mia moglie me ga fato cior la cusina nova coi bujoi per le scovaze distinte? –

– Eh, magari a quei che no ga cambià cusina ghe va ben –.

–  Sì, ma mi coi incentivi regionali go ciolto anca la bici a pedalata asistita, per andar a Barcola po’, e questo disi “meno bici”? Remengo! –

–  Cos te vol, xe meio dir che te son per i auti se te vol ciapar tanti voti –.

– Ma dei! Desso che te me fa pensar, quel là xe quel fenomeno che ga rivà a dir che “Venezia xe la nostra aleata storica!” –

– Eh bon, forsi el pensava de candidarse de novo per Muja… –

–  Orco tocio, no dei. Mia moglie disi che el xe cocolo. Va ben che quel altro xe muson, ma più che cocolo el Roby botegher el a mi el me sa de onto. Cossa me ocori per votar? –

–  Come sempre, te servi solo un documento valido tipo Carta d’identità e la tessera eletorale, quela che i te timbra –.

–  Sì sì, me par che la go nel casseto dela tola nova in cusina, soto pironi e cortei –.

– Magari controla de gaver un spazio libero per el timbro. Se la scheda eletorale xe piena o se no te la trovi, te pol andar in uficio eletoral, in Comun, e domandar una nova; sarà verto anca domenica 19 –.

– Sì ara, propio pensavo: cussì go de far la fila do volte, rivo tardi e trovo el Bivio za pien. Controlo stasera. Za che te sa tuto, te sa anca da che ora a che ora che sarà verti i segi? –

–  Come no. Segi verti dale 7 ale 23, solo domenica 19 giugno –.

–  Andarò. Me son convinto –.

– Per bon? Per via dela Monassi? –

– No. Perché son triestin e me piasi lamentarme. So za che me lamenterò del prossimo sindaco, comunque. Ma che wiz saria, lamentarse de un sindaco che ghe go lassà decider ai altri? Anzi, sarà el caso che ghe spiego ben sta storia anca a mia moglie…

[Pupolo: Jan Sedmak]

Tag: , , , .

4 commenti a Ballottaggio Cosolini – Dipiazza, istruzioni per l’uso

  1. Fiora

    per mi drento sto cocolo toco xè persuasion o-cul-ta… d’ogni modo, ricordemose: se quel Robi che ghe piasi le bici’ torna a vinzer, el finissi de cavarne tute le discese e el ne lassa solo le salite! ( rif .” libreto rosso”)
    Indiferente! viva Trieste nostra e pò bon!

  2. jure

    gran toco…come sempre bravi e intelligenti…

    …in ogni caso i di-piazzisti no i gongola più sotto palazzo cheba…come mai? 🙂

  3. giorgio (no events)

    Bel xe bel, solo tre domande:
    1. ma se pol scriver sbalotagio o xe “grave errore”?
    2. Quando i fa, i due contendenti, la gara de cacia ai grili in giardin publico?
    3. A Roberto: per la prossima volta, se servirà, no sarìa meio che Sgarbi fazi una lezion in Museo Revoltella, piutosto che parlar monade in piaza che ghe gà dà fastidio a tuti? (Viste le reazioni, qual Roberto lo gà pagà, no se pol dir)

  4. Fiora

    Co’ penso a come che semo messi me vien in amente el mitico ” caro cogoi…” ma un per de linie guida me resta.
    una, ch’el prof col zufo sarà un pozo de sienza nel suo, ma el xè de un indisponenteche no ghe xè un compagno e el finissi per remar involontariamente contro chi che lo ingagia.
    due, che in fin dela fiera (….dele ciacole e dele performarces ala trump dela mutua de quel altro), se Robetone fa de novo canestro me ‘ndassi mejo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *