21 marzo 2016

Mulo a Trieste: l’etimologia della parola

el sunto Nereo Zeper, autore della grammatica del dialetto triestino, spiega l'etimologia della parola mulo.

L’etimologia della parola “mulo”, usata a Trieste per indicare i ragazzi, è probabilmente una delle cose che desta maggior curiosità alle persone che arrivano nel capoluogo.
E forse anche agli stessi muli, mule, muleti, mulete, muloni e mulone.
Nereo Zeper, l’autore della grammatica del dialetto triestino pubblicata recentemente da BiancaeVolta, svela il mistero in questo video registrato durante la presentazione del libro della settimana scorsa presso la libreria Lovat.

La prossima presentazione si terrà il 6 aprile 2016 alle 18.30 da Laby, in via Cicerone 4, a Trieste.
Magari potrebbe essere una buona occasione per fare altre domande interessanti al mulo Zeper 😉
A questo link la pagina facebook della grammatica del dialetto triestino, che pubblica quotidianamente curiosità riguardanti il nostro dialetto.

Nereo Zeper collaborerà inoltre con Bora.La con una rubrica settimanale di approfondimento sulla corretta grafia del dialetto triestino.
Stay tuned!

 

Tag: , , , .

Un commento a Mulo a Trieste: l’etimologia della parola

  1. VOLESI SAVER LA ETIMOLOGIA DELA PAROLA scarsela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *