Foto BRUNI 28.02.16 Basket Serie A2 Est : ALMA Trieste- TREVISO-bossi e abbot
28 febbraio 2016

Trieste è un rullo compressore: Treviso basket spazzato via

el sunto 5600 tifosi assistono alla strepitosa vittoria di Trieste su Treviso nel derby del Triveneto

Si sono sprecati articoli dei giornali e commenti sui social network nel presentare Trieste-Treviso come la partita dell’anno. Per i triestini, in effetti, quella di questa sera, è stata la partita più importante. Una partita che potrebbe dare una svolta alla stagione dell’Alma Trieste, fatta di alti e bassi. In un Palatrieste festoso e carico per il match, con il record stagionale di 5600 tifosi, i biancorossi hanno annichilito la formazione trevigiana per 82-66.

Quella di oggi era una partita che ha riportato alla mente tanti ricordi di un recente passato quando ancora la Pallacanestro Trieste giocava in Serie A e sfidava la Treviso del patron Benetton e dei giocatori Riccardo Pittis e Tyus Edney. Ma questi ricordi, per quaranta minuti, sono stati momentaneamente sostituiti da una partita stellare della squadra di coach Dalmasson che ha saputo condurre il match dall’inizio alla fine, portandosi addirittura sul +28 nel terzo quarto.

Ancora una volta, in Jordan Parks Trieste ha trovato il suo principale terminale offensivo, ma oggi soprattutto difensivo, che ha fatto vedere i sorci verdi a Pillastrini e compagnia. Sono sue le stoppate in faccia al trevigiano Rinaldi che hanno fatto urlare di gioia il pubblico triestino. E’ sempre suo il volo spiccato dalla linea del tiro libero che si è concluso con un portentoso schiaccione che ha abbattuto definitivamente il morale e la resistenza della De Longhi oltre ad avvicinarlo, in termini di paragone, a un certo Michael Jordan. Il suo score finale recita 18 punti e 10 rimbalzi.

Ma quella di questa sera è stata anche la partita di Andrea “Sunshine” Pecile, triestino doc, che oggi era portato ergersi a simbolo biancorosso nel derby del triveneto. E’ stato proprio Pecile che, in avvio di partita, ha segnato cinque dei primi dieci punti.  Ed è lui assieme a Stefano Bossi, altro triestino, ad aver confezionato tantissimi assist al bacio per i compagni. Con 17 punti e 6 assist è stato il secondo miglior realizzatore della serata.

Infine, meritano di essere sottolineate le prove di Landi e Baldasso. Assieme a Parks, Landi, ha messo la museruola per tutto il match sia a Powell sia a Rinaldi impendendogli di entrare nella zona pitturata triestina. Per quanto riguarda Baldasso, il giovane piemontese ha impressionato, come già visto in diverse partite di questa stagione, per le sue eccellenti doti al tiro, ma soprattutto per il fatto di trovarsi sempre pronto in campo alle chiamate del coach: un ottimo sesto uomo assieme a Prandin.

Con questa vittoria sulla capolista Treviso ora Trieste si è portata all’ottavo posto in zona playoff assieme ad altre tre squadre. La prossima partita si giocherà domenica 13 marzo a Brescia alle ore 18.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *