15 febbraio 2016

“Fare la differenza a scuola”

el sunto Un corso di aggiornamento sulla didattica di genere, rivolto agli insegnanti, contro le discriminazioni e la presunta neutralità dell'insegnamento.

Anna Calligaris, docente del Liceo “Carducci-Dante”, e promotrice del Corso organizzato dal Carducci-Dante e reso possibile grazie al contributo del Comune di Trieste, dichiara «Siamo innanzitutto noi insegnanti che quando entriamo in classe dobbiamo fare i conti con chi siamo, con il “luogo” a partire dal quale parliamo, con il nostro corpo, il nostro essere sessuato e il nostro genere, cioè con i modelli e gli stereotipi con cui siamo cresciute e cresciuti, contro cui abbiamo lottato, “facendo e disfando” appunto il nostro genere».

Libri di testo e programmi spesso non aiutano i professori ad affrontare questi argomenti. Il corso Fare la differenza a scuola è pensato proprio per fornire indicazioni pratiche e spunti critici, per predisporre percorsi didattici che tengano conto delle differenze di genere, evitando la falsa neutralità di cui è di solito intrisa la didattica tradizionale: basti pensare al ruolo marginale e al contempo eccezionale attribuito alle figure femminili nei testi di Storia della letteratura e Storia della filosofia.

Dice Calligaris: «Il Corso è pensato per sensibilizzare gli/le insegnanti alle tematiche di genere e si avvale del grande lavoro che in questi anni è stato portato avanti dalla prof.ssa Sapegno su questi temi, in particolare applicato alla didattica. Saranno presenti inoltre note studiose triestine come la prof.ssa Sbisà, da tempo attiva nel campo dell’analisi dei linguaggi in una prospettiva di genere, la prof.ssa Vezzosi, membro del Comitato direttivo della Società italiana delle storiche; Sergia Adamo, traduttrice di J. Butler; Ornella Urpis, Sociologa, coordinatrice di numerosi progetti sull’educazione alla diversità e all’interculturalità, e molte altre studiose e personalità che si sono lungamente occupate di genere e dintorni».

Nella prima giornata, venerdì 19 febbraio nell’aula magna del Liceo Dante a Trieste, saranno presenti Maria Serena Sapegno, docente di Letteratura italiana e di Studi di genere all’Università La Sapienza di Roma, coordinatrice, assieme a Annalisa Perrotta e Francesca R. Andreotti, di un gruppo di ricerca su questo tema, che ha dato origine tra l’altro al libro La differenza insegna. La didattica delle discipline in una prospettiva di genere (Carocci 2014). In dialogo con Marina Sbisà, presenteranno i vari aspetti della questione, dalle premesse teoriche agli approcci didattici.

Nei successivi incontri pomeridiani, sempre nella medesima sede, lo sguardo si sposterà oltre i manuali e le lezioni, parlando delle peculiarità del disagio femminile, di socializzazione, di comunicazione di temi legati alle donne, di formazione dell’identità nell’adolescenza, di storia della sessualità.

«Bisogna ricordare» continua Anna Calligaris «che queste tematiche secondo molte persone sono ormai trite e ritrite, ma è desolante constatare come anche molte delle più elementari conquiste delle lotte e delle teorie femministe degli anni ’70 non solo non sono state recepite, ma non sono minimamente passate nelle pratiche quotidiane, né di tante persone di quelle generazioni, né tantomeno nelle pratiche delle nuove».

Ma come sta dimostrando il dibattito in parlamento sul DDL Cirinnà o, nel contesto locale, la reazione viscerale al Gioco del rispetto, nel nostro paese le questioni legate al genere sono tutt’altro che metabolizzate: spinte al cambiamento e resistenze si fronteggiano, e la partita appare oggi più che mai aperta.

«È un grosso impegno quello che il “Carducci-Dante” si è preso», continua Anna Calligaris, «organizzando, grazie al contributo del Comune di Trieste, un corso strutturato su sette incontri, con una ricchissima offerta formativa, che speriamo sia accolta e seguita da moltissime e moltissimi insegnanti».

“Fare la differenza a scuola” prevede un incontro plenario nella giornata di venerdì 19 febbraio 2016, dalle 9 alle 17, Aula Magna del Liceo “Dante Alighieri” in via Giustiniano 3; seguiranno altri sei incontri pomeridiani nelle date del: 26 febbraio, 1 marzo, 4 marzo, 9 marzo, 11 marzo, 15 marzo, dalle 15 alle 19 sempre nella stessa sede.

Chi fosse interessato anche a singole lezioni trova a questo link il calendario degli incontri in formato PDF.

Per iscriversi, basta mandare a corsosulladifferenza@gmail.com una mail specificando nome, cognome e scuola di afferenza.

Tag: , , .

Un commento a “Fare la differenza a scuola”

  1. Ditratura del pensiero unico!!,l educazione spetta alla famiglia, non alla scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *