26 gennaio 2016

Trieste Film Festival, lunedì 25 gennaio

el sunto Fitta di eventi e di proiezioni anche la giornata di lunedì 25 gennaio al Trieste Film Festival.

Fitta di eventi e di proiezioni anche la giornata di lunedì 25 gennaio al Trieste Film Festival. Da segnalare soprattutto la proiezione di due documentari che ci hanno particolarmente colpito.

Il primo, “Muzej revolucija”, è un documentario di Natalija Babinceva che offre un approfondimento sulla rivolta culturale che ha creato l’immagine della rivoluzione ucraina nel 2013 e che ha dato voce al paese in rivolta contro l’oppressione violenta delle autorità, guidate allora da Yanukovich.I conflitti di piazza Maidan di Kiev vengono rappresentati non politicamente, ma come un momento di grande espressione creativa nazionale e di intensa produzione artistica contemporanea.

“V lučach solnca”, documentario in concorso di Vitaliji Mansky, è invece letteralmente un film nel film.

Mansky ha ottenuto dalle autorità nordcoreane il permesso di fare le riprese un anno a Pyongyang. Il risultato del suo lavoro è incredibile. Il documentario è incentrato sulla figura di Zinme, una bambina di otto anni che entra a far parte dei Giovani Pionieri e acquisisce così il primo titolo di responsabilità verso la dura società comunista.

Oggi martedì 26 gennaio si continua con altre interessanti proiezioni.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *