23 dicembre 2015

Mario Biondi dal vivo al Teatro Rossetti di Trieste, ed è subito Natale

 

biondi rossettiAria di casa, aria di festa in famiglia al concerto di Mario Biondi al Teatro Rossetti: complice la palpabile atmosfera natalizia ed una location così calda ed accogliente da sembrare un salotto, il concerto si è trasformato in una sorta di party augurale collettivo. In questo ha giocato sicuramente un ruolo la nuova veste del live di Biondi un live molto più animato e vivace rispetto alle precedenti esibizioni dal vivo dell’artista siciliano. Se nel tour precedente i riferimenti erano quelli del Blue Note, del piccolo e fumoso jazz club, con questo tour Biondi guarda ai Casino di Las Vegas, alle esibizioni dei Temptations o degli O’Jays con le loro giacche sgargianti. La scaletta, impreziosita come d’abitudine da alcune cover raffinatissime, si è dipanata fra ritmi più ballabili al punto che molti del pubblico avrebbero preferito potersi alzare e ballare fra i legni antichi e i velluti del teatro. Un Teatro Rossetti sonorizzato in maniera davvero egregia, peraltro, e non è una cosa così banale. Fra i primi botti della serata una splendida cover di Nightshift dei Commodores, qui proposta in una vesta più morbida e “rotonda”: la voce di Biondi, come la zampa di un felino, sa graffiare ma all’occorrenza sa essere morbida, mai un’esitazione, mai un’incertezza, anche sui passaggi più impegnativi. A supportarlo una band davvero notevole fra cui si distingue Federico Malaman al basso elettrico e contrabbasso, una vera motrice diesel per la sezione ritmica.
Un momento davvero emozionante la cover del grande classico di Burt Bacharach, “Close to You”, originariamente scritta per Dionne Warwick ma portata al successo diversi anni dopo dai Carpenters. Sul finale, uno spettacolo di luci con Mario Biondi che invita la folla ad accendere la luce dei telefoni nell’oscurità del teatro fino a formare un bellissimo albero di Natale.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *