29 luglio 2015

Ristorante Furlan a Monrupino. La famiglia, il Carso e la cucina

el sunto Il Ristorante Furlan a Zolla di Monrupino. Cucina tradizionale o di ricerca, ma sempre di qualità. Quando la scelta diventa un piacere

Furlan

Dal sito del ristorante Furlan

Nel XIX secolo, sotto lo stemma imperiale asburgico, proprio nel medesimo punto, si trovava la stazione dei »furmani« (dal tedesco Fuhrmann, carrettiere), i quali trasportavano i prodotti della terra dalla Valle del Vipacco alla florida Trieste.

Allora la via era lunga e impegnativa, per cui era necessario sostare in questo luogo generoso di pozzi per rifocillarsi e riposarsi e per abbeverare i cavalli.

Negli anni 60 il signor Karlo Guštin rileva i locali restaurandoli e gestendoli per diverse decine d’anni con l’aiuto delle figlie e del genero. E così nasce l’azienda a conduzione familiare che viene tramandata da generazione in generazione.

Il ristorante Furlan festeggia quest’anno (2015) il suo 130° anniversario, pertanto, in occasione dell’importantissimo evento, rinnova i suoi locali e vi invita alla degustazione di svariate pietanze.

Furlan tartara

La Tartara di Gaspare

OGGI

In questi giorni fa caldo, quello vero, umido e oppressivo.
Forse sembra strano ritrovarsi qui a parlar di cibo.
Ma strano non è. Esistono posti e situazioni in cui è possibile ritrovare refrigerio e evadere dalla quotidianità.

Uno di questi luoghi che giungono in nostro aiuto è il rinnovato ristorante Furlan di Col (Zolla) di Monrupino.
Il bel giardino ci offre riparo e accoglienza al fresco degli alberi. Un’oasi dove staccare e farsi coccolare dal gentilissimo personale.

Dicevo rinnovato.

Da qualche mese le redini di Furlan sono passate in mano al figlio dei proprietari. Un cambio nel segno della tradizione e della continuità.
Al timone c’è Peter Corbatti, cresciuto fra le mura del ristorante, i fornelli e la storia della cucina del Carso.
In cucina troviamo Gaspare Patrone, chef di esperienza, già al lavoro alla Subida e al Tre Noci.
I saloni hanno attraversato un moderno e rispettoso restyling, il giardino è più accogliente che mai coi tavolini in legno e i freschi alberi. Il ristorante nell’insieme offre spazi decisamente ampi, cosa rara di questi tempi, e ben si presta a eventi e cerimonie con un gran numero di ospiti.
Il servizio è puntuale e cordiale, siamo stati trattati veramente bene ed accontentati con pazienza.

Una gestione giovane e coraggiosa, da premiare anche per la grande sfida che si trova davanti.
E da qui, si riparte.

IL CIBO

Come ogni ristornate degno di nota, il punto centrale è il cibo, il baricentro attorno a cui ruota tutto.
Dicevamo della location rilassante e accogliente, dello staff generoso e preparato e ora parliamo finalmente di cibo.

L’offerta è ampia e variegata. In questo caso si può liberamente parlare di imbarazzo della scelta, ma in questo caso l’imbarazzo è piacevole!
Grande spazio viene dato ai classici Furlan, che coprono la tradizione culinaria del Carso, e quindi le crespelle, le minestre, gli gnocchi, e poi stinchi, ljubljanske e kifel.
Ma poi si va di ricerca e sorprese, con preziose digressioni verso altri lidi, come tartare, selvaggina e tanta griglia.
Ma non solo. Grande cura e attenzione viene dedicata anche al pesce. Ricette da semplici a ricercate, come il crudo di pesce e crostacei, che di questi tempi va molto.
Su tutto un unico denominatore comune, la freschezza e la qualità degli ingredienti.
Le immagini raccontano quello che abbiamo assaggiato, ma devo dire che ho seguito con curiosità tutto ciò che arrivava agli altri tavoli.
E devo dire che il pollo fritto che ho visto passare ha aumentato la mia salivazione non di poco, come il fritto misto di pesce del tavolo vicino. E ancora i primi di pesce, i molluschi e su tutto l’odore della griglia. Eh sì, d’estate sedersi in un bel giardino, coccolarsi e sentire pure il profumo della griglia vera, è cosa veramente confortevole.
Il menù è consultabile qua, ma attenzione, ogni giorno ci sono diverse alternative fuori lista da provare.

LE NOSTRE TERRRE

Tengo molto a quello che la nostra terra dà e alla sua stagionalità. Il menù Furlan tiene conto dell’alternarsi delle stagioni e di come queste vengono vissute a tavola. Inoltre molto spazio viene dato ai nostri vini (per non parlare dei formaggi Zidarič!), con l’aggiunta dell’ottima scelta di portare a tavola l’olio istriano Mate, ormai una presenza fissa di tutti i migliori ristoranti.

Furlan Zidarich

Rosso Zidarich 2011

Furlan

Mezzelune con erbe di campo

Furlan Orzonano

Orzonano con verdure di stagione

Furlan tagliata

La tagliata

Furlan Burger

Hamburger Furlan

Ristorante Furlan

Mi son dimenticato di dire che pure le porzioni son degne di nota…ho visto passare una zavata carsolina!
Non resta che andare a Zolla, per una cena fra amici o per eventi importanti, lo staff Furlan saprà dedicarvi l’attenzione giusta.

Furlan sul web

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *