12 giugno 2015

Paolo Nutini in piazza Unità è una bella notizia

el sunto Il cantante scozzese di origine italiana a Trieste il 23 giugno. Perché è qualcosa che fa bene alla città.

Nutini in piazza Unità d’Italia. Quando? Il 23 giugno alle 21.30. Cantautore scozzese ma di origine italiana ( la sua famiglia proviene da Barga, in Toscana ) Nutini negli ultimi anni ha firmato pezzi di assoluto valore. Quello che tuttavia volevamo esprimere in questo pezzo è l’importanza che concerti di questo genere hanno per una città come Trieste.

Ok, in tanti potranno dire che avrebbero potuto chiamare qualcun altro, fare il grande evento, che in una città come Trieste i concerti in piazza o sono gratuiti oppure non si fanno. Eppure ci sono considerazioni da fare: un evento grande in piazza senza la partecipazione del pubblico ( istituzioni ) non si riesce ad organizzare. E quindi tutto quanto grava sull’organizzazione. Un’organizzazione che si assume un rischio di gestire un evento dal grande impatto e dai grandi costi. Ah sì, e per far divertir la gente, in fondo.

Nutini a Trieste è una bella notizia, perché arriva da un tour lungo ed è una delle sole 5 date in Italia. Gli ultimi undici concerti sold out. Nutini è una bella notizia perché qui non ha mai suonato. Nutini è una bella notizia perché in fondo qualche bel pezzo l’ha scritto. In ultimo, Nutini è una bella notizia, perché è qualcosa di bello che viene messo in scena a Trieste.

Poi non dite che non succede mai niente qui, eh.

 

Tutte le info su www.azalea.it

3 commenti a Paolo Nutini in piazza Unità è una bella notizia

  1. Paola

    Quindi dobbiamo essere contenti perché arriva un giovanotto che “in fondo qualche bel pezzo l’ha scritto”?
    Che dobbiamo fare per poter vedere nella nostra città qualcuno di VERAMENTE entusiasmante?
    Chi si ricorda gli anni Novanta a Trieste? Il meglio delle band italiane di quel decennio, Dead Can Dance, Peter Murphy, Test Department, Nirvana.
    Quest’anno: Nutini, Fedez, Scorpions.
    Vedete voi…………. (anzi, veda la Azalea Promotion, visto che agisce quasi in regime di monopolio).

  2. mauretto

    Ma ‘sto articolo alla Gramellini, versione sfiga’ e pien de ripetizioni, cosa ne rappresenta, Bora.la? Ma bisogna davvero spiegarghe alla gente – e finger de gaver dito una roba intelligente – che i concerti se paga perché gli artisti e el loro staff ga de esser pagadi?! No xe ovvio?! E poi: cinque date italiane de un artista straniero ve sembra poche? “In fondo qualche bel pezzo l’ha scritto”: orpo, che voglia, stra convincente! “Qualcosa di bello”? Ma cosssaaaaaaa te sta dixendo? Specifica, chiarissiiii!
    A Trieste qualcossa succedi ogni tanto e Nutini xe anche un cantante abbastanza ganzo. Ma articoli del genere te fa passar la voia e penso che se Nutini el legessi, ciapassi ‘sto Giraldi e scattassi un bel “motumare”.
    W la musica, senza ‘ste lezioni ala gente per spiegarghe cossa ga de pensar.

  3. Paolo Nutini e’ un talento indiscusso, parlare di gente come nirvana mi fa piangere, zero talento, drogato, canzoni schifose con niente da dire. Dead can dance…? peter murphy? test department? E chi li ha mai sentiti, talenti grandi? Dove? In che parte del mondo? Non solo Poalo NUtini, ma anche Pearl jam, il boss , Bruce Springteen e altri hanno arricchito la nostra citta’ con della musica indimenticabili. Forza Trieste piu’ concerti con gente che di talent ne ha da vendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *