22 aprile 2015

Paolo Maineri in concerto

el sunto Venerdì 24 aprile alle 20.30 nella Chiesa di S. Apollinare, in via T. Grossi 4, concerto del chitarrista Paolo Maineri

Venerdì 24 aprile alle 20.30 nella Chiesa di S. Apollinare, in via T. Grossi 4, dei Frati cappuccini minori di Montuzza, il chitarrista, M° Paolo Maineri, eseguirà brani di autori rinascimenta e barocchi quali Mainerio, Susato, Purcell, Haendel e Mozart e temi tratti dal celebre musical Jesus Christ Super Star di Andrew Lloyd Webber.

L’incontro si articolerà in due episodi. Nel primo verranno interpretate melodie medioevali, rinascimentali e barocche, mentre nella seconda parte verrà eseguito un medley su temi tratti dal celebre musical di Andrew Lloyd Webber e altri temi. Tutte le rielaborazioni per chitarra sono state scritte dallo stesso M° Paolo Maineri.

Paolo Maineri nasce come chitarrista classico ma in seguito si sposta verso un genere che lo ha sempre affascinato molto di più che non l’esecuzione metodica delle partiture: la rielaborazione. Suo merito principale è infatti quello di aver rielaborato più di cento brani tra pezzi classici e moderni nati e strutturati per altri strumenti adattandoli per chitarra. Paolo Maineri non fa uso di partiture interpretando in modo naturale e spontaneo le musiche da eseguire. Si introduce quindi il concetto di “ritratto musicale” dove in ogni brano viene colta l’essenza che deve essere trasmessa nella maniera più spontanea e diretta a chi l’ascolta. Molto ricercato nei circoli letterari come accompagnatore di liriche grazie alla sua capacità ed immediatezza nell’improvvisare melodie che si sposano in modo armonico con i testi recitati si è anche esibito come solista in una serie di concerti tenuti in regione e fuori ottenendo ampio consenso da parte del pubblico.
Ha inciso due CD: METAMORFOSI e GENESI che propongono raccolte di pezzi noti ripensati ed adattati per chitarra. Il primo, METAMORFOSI è stato inciso utilizzando una chitarra in cedro ed il timbro che ne esce è tendenzialmente mistico ed introspettivo. Per l’incisione del secondo CD, GENESI è stata invece utilizzata una chitarra in abete, più adatta ad esprimere un repertorio costituito prevalentemente da brani di tipologia medioevale e rinascimentale dove si respira un’energia molto più briosa ed incalzante rispetto a METAMORFOSI. Ambedue le registrazioni, effettuate in chiesa, hanno ottenuto alti livelli di consenso grazie alla naturalezza interpretativa dei brani ed alla qualità delle incisioni che sono state effettuate rispettando scrupolosamente le caratteristiche del suono originale degli strumenti utilizzati, sfruttando il riverbero naturale della chiesa in cui sono state eseguite.
Il repertorio di Paolo Maineri, in arte Ibis, spazia da rielaborazioni di temi medioevali, rinascimentali a composizioni più moderne di autori viventi.

Parteciperà l’ensemble vocale e strumentale “I Musici Montuzziani”, Diretti dal M° Alessandro Strano con all’organo il M° Guido Davanzo e al flauto traverso il M° Andrea Musizza.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *