11 febbraio 2015

FRICO, al via la ristampa con un nuovo nome e molte novità

el sunto FRICO, il gioco per il dominio del Friuli Venezia Giulia, torna con un nuovo nome e molte altre novità, nella sua seconda edizione

FRICO is back. Bora.La è lieta di annunciare che finalmente, dopo due mesi di attesa, a marzo 2015 uscirà la seconda edizione di FRICO, il gioco per il dominio del Friuli Venezia Giulia.

FRICO coverLa prima novità riguarda addirittura il nome, che resta orfano della K, su gentile richiesta dell’editore di un altro gioco da tavolo. E così, dopo il tocai, anche il FRICO cambia il proprio nome.

A riguardo, è sentitissimo il nostro ringraziamento ad Alberto Bellan, l’avvocato mulon che ci ha permesso di ripartire in tempi brevi con questa grande avventura, nonché a Pietro Faraguna, prontissimo costruttore del ponte Trieste-New York-Milano che ci ha portato ad Alberto.

Ai lavori sulla grafica del logo si sono affiancati miglioramenti anche sull’aspetto delle carte e sui materiali utilizzati, oltre che una revisione delle spiegazioni del regolamento che ha coinvolto molte persone. Sono state infatti oltre 500 le email pervenute agli autori Diego Manna e Erika Ronchin con feedback, domande e suggerimenti: “Grazie alle email e ai vari messaggi che ci sono arrivati e che abbiamo letto con attenzione, abbiamo potuto valutare quali elementi del gioco andavano illustrati al pubblico in maniera più approfondita, per evitare dubbi o possibilità di diverse interpretazioni del regolamento. Così, più che una ristampa, si tratterà di una nuova edizione, più bella, ricca e fruibile. E’ il minimo che potevamo fare, visto il successo e l’appoggio di chi ci ha sostenuto e continua a sostenerci in questa bellissima avventura.

Qua è già possibile scaricare il nuovo manuale.

frico volentieriDove sarà possibile trovare il gioco?

Per ora sicuramente qua (lista in aggiornamento):

A Trieste: da Urbanwear, Fantasylandia e nelle librerie più bobe.

A Opicina: Cartolibreria Giorgio.

Monfalcone: Libreria Ubik Rinascita.

Ronchi: Libreria La linea d’ombra.

Udine: Arcana Comics & Games, Libreria Ubik.

Cividale del Friuli: Osteria alla terrazza, Libreria Ubik.

Tarvisio: LeAgane.

Il primo marzo inoltre gli autori saranno presenti con un banchetto dalle 17 al mercatino del Tetris in via della Rotonda 3, per chi volesse conoscerli o darghe un scapeloto 😉

Nonchè agli eventi MAN vs FRICO, tra i partner del gioco, di cui pubblicheremo il calendario (il primo il 26 marzo a Codroipo).

E poi sarà fatto un tour di presentazioni in Regione.

Chi volesse restare aggiornato sulle date, può iscriversi alla newsletter.

O seguire la pagina facebook del gioco.

O scrivere una mail a questo indirizzo: [email protected]

E per chi non sa ancora cos’è FRICO?

FRICO è un gioco di guerra culturale che tratta con ironia la scherzosa diatriba campanilistica che spesso contrappone le città di Udine e Trieste. Il confronto bellico-umoristico avviene a colpi di tradizioni ed elementi culturali caratteristici delle due città, sullo sfondo dello scenario regionale. I comuni da conquistare sono dunque da una parte quelli friulani, dall’altra i rioni triestini, da Tolmezzo a Servola, separati dalla Bisiacheria, zona cuscinetto neutrale. 

frico tabellone

Le pedine, a forma di piccoli frichi, rappresentano i vari aspetti delle due popolazioni. Troveremo così i triestini divisi in bobe, legere e nagane e i friulani in citadìns, contadìns e cjargnei. Ma la parte del leone nel gioco la fanno sicuramente le carte, ottanta in tutto, ciascuna raffigurante un elemento tipico delle due città. Si va dall’Omo vespa, che buca le ruote dei trattori, al Can de Trieste che, in presenza di una carta rappresentante un bicchiere di vino, tradisce il proprio padrone; dalle Risorgive dove le proprie armate possono resuscitare alla carta No se pol, che rende i propri comuni inattaccabili; dalla maledizione di Miramare al temibile attacco aereo dell’Alieno di Mortegliano, e chi più ne ha più ne metta.

L’obbiettivo è dunque quello della reciproca conoscenza, in modo che i giocatori, divertendosi, possano scoprire diversi aspetti culturali e linguistici (i nomi delle carte sono scritti rispettivamente in friulano e triestino) dei propri vicini. Le carte vengono infatti illustrate ad una ad una nella seconda parte del manuale.

  frico retroLa produzione del gioco da tavola, ideato da Diego Manna ed Erika Ronchin ed edito da Bora.La, è stata resa possibile grazie a un operazione di crowdfunding sul sito KissKissBankBank. Sono bastati pochi giorni per raggiungere la cifra necessaria che ha consentito la stampa del gioco, visto il grande entusiasmo con cui tutta la regione ha risposto. E non solo, visto che il gioco è stato citato anche a livello nazionale sul Sole 24 ore, su Caterpillar e sul Ruggito del coniglio. FRICO, visto il suo notevole valore culturale, può vantare inoltre del sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia.

frico tocaiA Dicembre 2014, la prima edizione, disponibile solo per i crowdfunders e in alcuni eventi culturali, è letteralmente andata a ruba in meno di una settimana. Molti l’hanno già prenotato per il 2015 e finalmente l’attesa è quasi finita. Il ritardo di qualche settimana, dovuto ai diversi cambiamenti e miglioramenti, sarà ripagato da una nuova, bellissima edizione di FRICO. 

 

Maggiori informazioni su Friko si possono trovare:

www.mononbehavior.it

www.mononbehavior.blogspot.it

www.facebook.com/fricogiocodatavolo 

Tag: , .

2 commenti a FRICO, al via la ristampa con un nuovo nome e molte novità

  1. già prenotate due copie a #Ronchi terra cuscinetto(purtroppo)il problema è chi giocherà con e per Udine? Con tutto il rispetto per gli amici e compagni di Udine e ci mancherebbe, ma il cuore batte per Trieste e poco si può fare…

  2. Il Marsian di Mortean

    Ecco la sorpresa allettante… mi hanno inserito nel gioco… Mi sento “famoso” in senso buono… ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *