24 novembre 2014

Da Udine a Pola in treno

el sunto Dal viaggio in treno da Udine a Pola sono emerse le gravi lacune dei collegamenti ferroviari transfrontalieri tra Italia e Slovenia.

Ndr. Pubblichiamo una parte del diario di viaggio di Marco Chiadoni che ha percorso il tratto da Udine a Pola in treno.I l viaggio compiuto assieme a Christian, fotoreporter di viaggio, gli ha permesso di verificare le gravi lacune dei collegamenti ferroviari transfrontalieri tra Italia e Slovenia.

 

DA UDINE A POLA IN TRENO

La mia generazione (classe 1974) è l’ultima che ha vissuto coscientemente il clima ideologico della guerra fredda e la terra in cui vivo, il Friuli, era fortemente militarizzata a difesa del confine nord orientale.

Al di là la Jugoslavia, terra oscurata dalla propaganda occidentale.

Eppure non troppo tempo fa Slovenia, Austria e Friuli Venezia Giulia erano parte di un unico territorio, l’impero austro-ungarico, il quale, sia per motivi militari che economici, aveva dotato queste terre di una infrastruttura ferroviaria che collegava Vienna e Budapest con Udine, Gorizia, Trieste, Lubiana, Pula, per fare alcuni esempi.

La spartizione del mondo a seguito di Yalta, l’avvento della motorizzazione di massa e le guerre jugoslave degli anni Novanta hanno causato il collasso dei collegamenti ferroviari.

Di recente tuttavia sia la Slovenia che la Croazia stanno ristrutturando e ampliando le proprie dotazioni infrastrutturali ferroviarie, grazie ai fondi dedicati dell’Unione Europea.

Il viaggio compiuto assieme a Christian, fotoreporter di viaggio, ci ha permesso di verificare le gravi lacune dei collegamenti ferroviari transfrontalieri tra Italia e Slovenia.

Il viaggio

Udine, sabato 2 agosto, uno dei pochi giorni assolati di questa piovosa estate. Il primo luogo da raggiungere è la stazione ferroviaria di Nova Gorica: tra la stazione italiana di Gorizia e Nova Gorica il collegamento ferroviario non è più attivo dal 1999: ci si arriva con l’autobus numero 1 oppure a piedi, impiegando circa 25 minuti, partendo dal piazzale antistante la stazione di Gorizia Centrale.

Da Udine esiste un collegamento bus per Trieste via Gorizia alle 4.30, ma preferiamo partire alle 5.00 con la Vespa godendoci l’aria fresca e l’alba: in 45 minuti arriviamo di fronte alla stazione Transalpina.

Nessun reticolato divide ormai il confine di stato italo/sloveno: provo un sentimento di trasgressione ad attraversarlo, forse la guerra fredda ha lasciato in me segni più profondi di quanto immaginassi.

La stazione si trova nella via Kolodvorska che significa appunto via della stazione, è una struttura ben conservata, dove si respira un’atmosfera antica. Essa ha mantenuto in buona parte le “vesti” di oltre un secolo fa, ha dovuto adeguarsi ai tempi e alle nuove tecnologie, ma la combinazione non ha sovrastato il vecchio impianto.

Saliamo sul treno regionale 4287, una corriera su rotaia, il commento di Christian, prodotto negli anni ’80 in Italia dalle officine Fiat Ferroviaria di Savigliano: internamente è stato ammodernato, l’ambiente ha uno sfondo color arancio acceso, l’illuminazione è forte ma non fastidiosa, l’aria è climatizzata e le sedute sono abbastanza comode.

La destinazione è Sežana, l’arrivo è previsto per le 7.31. I biglietti li acquistiamo a bordo, senza sovrapprezzo, utilizzando la tariffa weekend: considerato il giorno prefestivo e l’ora, vi è un discreto numero di passeggeri.

Con l’animo dell’esploratore scruto avidamente il paesaggio. Da Nova Gorica, situata a 90 m. sul livello del mare, lentamente il treno tocca luoghi mai sentiti: Šempeter pri Gorici, Volčja Draga, Okroglica, Prvačina, Dornberk, Steske, Branik, Štanjel (275 slm), Kopriva, Dutovlije, Kreplje e infine Sežana. Sono toponimi che hanno cambiato “identità” 3 volte negli ultimi 115 anni il paesaggio è prevalentemente collinare, verdeggiante, scorgo diversi terrazzamenti e vigneti molto curati. La linea ferroviaria corre quasi parallelamente alla Gorizia-Trieste.

Continua a leggere il post  sul blog Treni, libri e fantasia

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *