19 maggio 2014

Inondazioni in Serbia: anche Trieste si mobilita

el sunto In Serbia è da giorni emergenza inondazioni. L'associazione Pontes Mostovi lancia un appello ai triestini.

In Serbia è da giorni emergenza inondazioni. In televisione e su internet si susseguono notizie di villaggi che soccombono alla furia dei fiumi in piena, immagini strazianti delle azioni di salvataggio, appelli di solidarietà rivolti alla popolazione.

Nelle zone colpite soccorritori e volontari stanno lavorando senza sosta per mettere in salvo gli abitanti. Altrove, in particolare a Belgrado, ci si organizza per accogliere gli sfollati, che si contano già a migliaia.
Le piogge torrenziali all’origine delle alluvioni sono cominciate all’inizio di settimana scorsa. Le precipitazioni sono state eccezionalmente intense (in tre giorni è caduta tanta acqua quanta ne cade in media in tutto il mese di maggio), eppure l’allerta è scattata soltanto giovedì, quando numerosi fiumi e torrenti nella Serbia occidentale e centrale hanno cominciato a straripare, allagando coltivazioni e centri abitati.
Per saperne di più leggi l’articolo pubblicato sul sito Osservatorio Balcani Caucaso

L’associazione  Pontes – Mostovi  in questi giorni  a Trieste sta contribuendo alla raccolta di aiuti umanitari alla popolazione serba e bosniaca. Per questo ha lanciato un appello sui social a tutti i triestini che con piacere diffondiamo anche su Bora.La: “Per chi volesse contribuire con qualsiasi tipo di aiuto, ogni giorno dalle ore 9 alle 19 si può recare presso la sala della Parrocchia serbo-ortodossa in via Genova 12!”

Inoltre, l’Unione dei Circoli Culturali Sloveni, Zveza Slovenskih Kulturnih društev, in collaborazione con gli scout del Rod modrega vala raccoglie aiuti materiali per le popolazioni colpite dalle alluvioni, in Via San Francesco 20, 2. piano, dalle 9. alle 16.

Tag: .

11 commenti a Inondazioni in Serbia: anche Trieste si mobilita

  1. Bibliotopa

    ci son passata oggi, li ho visti attivissimi con tanti pacchi

  2. capitano

    Alla televisione NON ho visto mezzo servizio su questa tragedia. Continuano a dare resoconti sulle stupidaggini sparate da 3 (pare) illustri figuri. Complimenti al giornalismo televisivo.

  3. Drasko ( uno dei “Pontes” )
    UN GRANDISSIMO GRAZIE AI NOSTRI CONCITTADINI DI TRIESTE E D’INTORNI !!!
    Il primo tir e partito ieri sera e posso dire con cuore in mano che l’abbiamo ” caricato” tutti insieme !!!
    TRIESTE – SERBIA,

  4. Domani sera parte un’altro camion, la solidarietà di tutti e commovente !!!

  5. Sono d’accordo con Capitano. Mi sono stupita molto per questo ‘silenzio’. Anche perchè vorrei contribuire con una donazione ma sinceramente non ho sentito nessun appello.
    Mah!

  6. Fiora

    @ 5
    ciao Drasko, vicina con il cuore e col qualcosina di concreto che posso.
    e il mio 8 x 1000? Qualcuno di voi mi ha dissuasa perché non andrebbe direttamente agli alluvionati.
    Se mi istruisci per tempo , ben volentieri, e tenete duro!
    Fiorenza

  7. Fiora

    Magari chiedi alla alla Redazione se ti autorizzano a pubblicare un n. di conto corrente e/o qualsiasi altro utile riferimento,
    Ciao, Drasko!

    un “coniglio” 😉 mi ha fatto conoscere ed amare la tua gente…

  8. Drasko

    il 8×100 va solo a una fascia di organizzazioni, ma 5×100 va alle ONLUS, le info. più precise ai siti ufficiali della Comunità Religiosa Serba di Trieste, l’Ambasciata o Consolato Generale della Serbia a Roma.
    Approfitto a dirvi che domani o dopodomani parte un’altro tir.
    Grazie !!!

  9. Drasko

    scusate erra 8×1000 e 5×1000

  10. Darija

    Volevo chiedere se si posono portare ancora aiuti? Avrei tanti vestiti da portare che mi hanno donato per i paesi aluviati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *