16 aprile 2014

La statua di Massimiliano d’Asburgo ed i simboli della massoneria

el sunto In questi giorni, a Trieste, si ricordano i 150 anni della partenza di Massimiliano d'Asburgo per il Messico.

ff
In questi giorni, a Trieste, si ricordano i 150 anni della partenza di Massimiliano d’Asburgo per il Messico. Nel 1863, nel mese di ottobre, ricevette, nel bellissimo Castello di Miramare, una delegazione di nobili messicani, con a capo Gutiérrez de Estrada, che aveva lo scopo di offrire a Massimiliano la corona del Messico con l’assenso determinante di Napoleone III.
Il 14 aprile del 1864, insieme a Carlotta, partirà per il Messico dove arriverà dopo circa quattordici giorni di viaggio e solo tre anni dopo, il 19 giugno 1867, verrà fucilato per ordine di Benito Juàrez. A quanto pare Juàrez venne severamente rimproverato dalla massoneria per quella fucilazione perchè non venne rispettata l’affiliazione del “fratello” ed imperatore Massimiliano, In Piazza Venezia, a Trieste, esiste una imponente statua dedicata a Massimiliano d’Asburgo, inaugurata alla presenza dell’imperatore Francesco Giuseppe.
E’ interessante notare ed osservare come su uno dei lati della statua  vi sono simboli che ben ricordano l’affiliazione massonica di Massimiliano, ad esempio la tradizionale squadra e compasso, una delle colonne del tempio,quella che sembra essere la testa della dea Minerva, simbolo, all’interno della massoneria, di saggezza e conoscenza. Una statua che vuol rappresentare anche la concordia tra Oriente ed Occidente e forse  un monito per l’errore commesso nei confronti di un “fratello”.

Tag: , , , .

33 commenti a La statua di Massimiliano d’Asburgo ed i simboli della massoneria

  1. ufo

    Ah, el povero bon vecio Boba Max, anca lui el ga subido el tipico destin patoco: costreto emigrar visto che no’l trovava, o no ghe lassava trovar, lavor qua a Trst. Se quela volta ghe fussi stado el TLT el lavor se ghe lo trovava, governator o vice o qualcossa, diretor del Porto o del bugiardel o portier del Unione o bubez de , inveze cussi el gà dovesto partir in zerca del suo pan quotidiano, proprio come tuti i nostri che xe andai Australia o Argentina. Ma, rivado in Mesico, la bruta sorpresa: ga trovado anca là i slavokkomunisti che i lo ga trucidado. Cussì, solo perchè triestin e perchè ga fato fucilar mile e ciapilo prigionieri de guera. Picio el mondo. Te ga visto cos’che sucedi andar in giro per mondo foresto? Se stava casa e massimo del Messico che vedeva iera in via 30 de otobre fazeva meio afar, basta che la Charlie no vien saver. Tegnì de conto, prosimo giro che andè in ferie e i ve proponi i caraibi col sconto – meio Lussin o Pag, più tranquilo.

    Me vien de pensar a un altro fradel più picio, che qua a Trst nol’riva esprimerse al masimo dele sue posibilità per colpa de un fradel più grande che xe ingombrante e no ghe fa un poco de plaz per respirar. Cossa disè se se travestissimo de monarchici messicani, poncho e sombrero e Corona con limon e omlet de pasta e fasoi, e andassimo dirghe che là oltra ghe fussi un intiero paese che ga bisogno de lu. Come sarìa dir, lui chi? Piero Camber, no? Se disi va ben prometo de scriver el nome Novara sul treno merci che se lo porta via (pasegeri no xe più ogni modo).

    E se nol’vol, nissun problema, no xe che proprio ne manca massoni de esportar, ne gavemo una scorta in casa che basta per tute le Indie Ocidentali e cora vanzassi per impignir l’Antartide e un do de lori sula stazion spaziale. E no un che se sentissi la mancanza.

  2. Fiora

    ahi mal tu sali sopra il mare nostro…per mi al fradelin Asburgo lo ga inzinganà la molie.
    Carlota no se tigniva paga de no gaver anche ela la corona imperial come la Sissi e come Eugenia, siben che ela la fussi de familia più titolada de lore. ‘ndemo ‘ndemo, che se femo qualcossa fin che semo ziovini.
    Inveze a sto fradelin qua che te nomini ti Ufo, la “cognada” regnante sul porto podessi provar a convinzerlo.
    Vadi al massimo, vadi in Messico…e sempre viva l’A. natural!

  3. ufo

    Cherchez la fèmme“? Podessi eser, ma magari fasendo un giro più largo. Disemo che, per ipotesi, el povero Boba Max zà el gaveva un poco el complesso de eser nato non primogenito, che in quel contesto dove un solo pol eser imperator xe come sacrificarse trenta ani a alenarse in un sport e brusarse tuto rivando secondo al unica ocasion de partecipar ai mondiali… sto punto meio ultimi che secondi. Pò ghe fussi la pulzella in carriera, al secolo la squinzia Charlie, che se la se sentiva superior al imperal coppia – figurarse come la se sentiva confronto al marì, che el iera ogni modo do scalini più soto de quei altri. Mi propongo l’interpretazion psicanalitica de scuola patocara: la fastidiosa la se ga trovado sposada al perdente, la xe entrada nel talamo coniugale con la spuza soto el naso e l’espresion schifada, el perdente dopo un poco ga deciso che ghe iera più gusto andar in osmizza infastidir leggiadre fanciulle senza la spuza soto el naso che gaver a che far (leggi: doveri coniugali) con la pretenziosa tanghera. Reazion a cadena: più la fastidiosa la se sentiva trascurada e defraudada de quanto ghe competi, più la tendeva a compensar le sue carenze affettive fasendo high society e pretendendo del marì che ribalti el mondo per farghe far bela figura. Visto suceder più de qualche volta, ma finissi sempre stasso modo: el marì che se fà mal zercando de realizar l’irealizabile per contentar l’incontentabile.

    Per dirla molto semplice, fussì bastado che quela volta qualchidun el fussi stado tanto sgaio de presentarghe ala fastidiosa un mauco decente e discreto, e l’imperial cialtrona gavessi podudo magari aprezar la comodità de star comoda a Miramar con l’amante mentre che el marì iera fora dei pìe in giro per osmizze, inveze che corer su e zò per i deserti del Messico de una trincea al altra, e se gavessi evitado de scomodar do continenti e sete eserciti per le sue paturnie. Ma se vedi che no iera destin. Trvar zente sgaia a palazzo, voio dir. Nianca ogi.

    Morale della favola: no stè acetar bomboni de chi che no conosse, anca se i disi che i xe ala fruta; no stè acetar bomboni ala menta nianca de chi che conosse, le persone a posto no ve usa per liberarse dei bomboni che no vol nissun (val anca per i ghiacioli); no stè firmar contrati col gato e la volpe, anca se i ga la cravata, i parla con la maiuscole e i disi de eser “le Istituzioni”; no stè acetar mele dala strega cativa, anca se le xe biologiche, lucidade a man e le ga el marchio come quele dela rèclame in tivù; no stè acetar proposte de matrimonio rivade tramite el ministro dei esteri, anca se xe el vostro ministro dei esteri; no stè acetar imperi de chi che no conosse, anca se la vedova nigeriana che ve ga scrito per email la sembra gaver tanto bisonio.

    E, prosimo giro che vedè pasar un imperatrice, fè in modo de gaver pronto un mauco in caso de bisonio, anca se sembrassi che no servi. No se sa mai, e prevenir xe meio che curar. Chiedeghe a Boba Max.

  4. aldo

    “A quanto pare Juarez venne severamente rimproverato dalla massoneria per questa fucilazione del “fratello” e imperatore Massimiliano”

    A quanto pare a chi? Qual’è la fonte?
    Che tra i messicani famosi Pancho Villa ed Emiliano Zapata fossero “fratelli” lo si trova su siti massoni con una semplice ricerca internet . Quale sito massone dice che Benito Suarez era un “fratello”? E se no, chi altro lo dice?
    E, se anche Benito Suarez fosse stato massone, cosa vuol dire che è stato “severamente rimproverato dalla massoneria”? E’ noto che dire “massoneria” è come dire “protestantesimo”, nel senso che non esiste un’unica e gerarchica organizzazione massonica, ma una miriade di gruppi in rapporti spesso conflittuali tra loro. Che organizzazione massonica avrebbe rimproverato Benito Suarez – ammesso e non concesso che fosse massone – e qual’è la fonte che riferisce di questo rimprovero?
    Massimiliano era un Asburgo in un periodo storico di assoluto appoggio degli Asburgo alla Chiesa Cattolica – e viceversa – contro i moti liberali. E’ stato chiamato in Messico da nobili conservatori per difendere aristocrazia e chiesa cattolica dai nemici liberali e anti-clericali messicani, tra i quali vi erano molti massoni. Di quale organizzazione massonica, stranamente pro-cattoconservatori, avrebbe fatto parte Massimiliano e qual’è la fonte di questa affiliazione?
    Infine la statua: dimostra qualcosa? Sicuramente che chi ha progettato la statua ha inserito quei simboli alla sua base. Ma, com’è noto, molti architetti sono riusciti a piazzare simboli massonici ed esoterici in generale nelle costruzioni da loro progettate, a cominciare da chiese e cattedrali. Questo dimostrerebbe che la chiesa cattolica sia massonica o che è stata beffata da architetti massoni, magari in complicità con qualche cardinale massone?
    In conclusione, con questo “pare che” siamo al gossip complottista, senza nemmeno un accenno alle fonti. C’è qualche elemento concreto in più?

  5. aldo

    per mi el senso de quei simboli xe che dei massoni triestini ga ciolto pel cool el potere asburgico

  6. Fiora

    Max” murador”? gnente de strano, eh?! tute le familie regnanti usava. Romanov, Windsor, Savoia…de Juarez me fa più specie. Su sta afiliazion plebea gavessi dubi…
    del “fratelo” de sangue blu Benitoprimero pol ‘ver pensà ,che nova ciò ,nol xè miga mio fradel e cussì, apunte -fuego e no xè sta più gnente de lù!

  7. Bibliotopa

    per ufo e babezzi: qualchedun disi che povera Carlota iera un tantin frustradina perchè che el matrimonio no ga dado fioi.. anche perchè povero Max no ghe rivava ben e i gaveva de tempo camere separade .. e che però la se ga consolado al momento giusto, al rientro in Europa, e per quel i l a ga tegnuda serada. Babezzi, ovio, no confermai, ma za che semo a sti babezzi.
    Mi un Asburgo cristianissimo e masson me lassa in dubio e vedo che ormai i ciapa per simboli massonici perfin el monograma dela Madonna che xe in tante cese otocentesche, par che un architetto no pol meter un compasso simbolo del suo mestier che no vegni fora el solito complotto massonico, Fè voi..

  8. Fiora

    @7
    jessusmaria,Bibliotopa, alora oso la madre de tuti i babezi sula sventurada cubia.
    te risulta anche a ti ch’el “biondo bello fiore d’Asburgo” no disdegnassi l’altra parochia? gran jattura
    per quel tempo…impensabile un arciducale coming out

  9. Fiora

    …zontighe Ludovico Vittorio, el fradel conclamà e la media imperial xè là e là come ogi 😉

  10. ikom

    Mah va bene che le fonti massoniche sono sempre “riservate” per natura ma pare che e sembra non mi sembrano cose a cui dar credito.

  11. Bibliotopa

    Fiora, mi el babez diseva che nol ghe rivava propio completamente , indiferente. Xe supposizioni sui diari de Carlotta che dela prima notte de nozze ga comentado “che strano” come a dir che la se spetava altro.. leger Michele de Grecia a riguardo. E po zerchè invece el general Weygand che i diseva che el ghe somigliava a ela..

  12. sfsn

    un’equazion per Ufo: Max sta a Piero Camber come Franz Josef a Giulio.
    Ma alora: Sissi = Marina Monassi!!!! Precise!!!!

  13. aldo

    In sto liston de massoni famosi nel mondo compilà da un sito del GOI – Grande Oriente d’Italia – se no i me xe sfugidi a una letura rapida no xe nè Benito nè Massimiliano:
    http://www.goipiemonte-aosta.it/massoni_famosi.html
    Xe in internet qualche sito che anovera l’un o l’altro come massoni?

    L’associazione Legittimista Trono e Altare cussì conta “L’offerta della Corona Imperiale Messicana a Massimiliano”, ovviamente contando la storia dala parte del’Impero del Messico:
    http://associazione-legittimista-italica.blogspot.it/2012/07/ferdinando-massimiliano-dasburgo-lorena_12.html
    Tra i slogan del’associazion a fine pagina:
    – In difesa della sacralità dell’Impero e di ciò che realmente rappresenta – simbolo Mitteleuropa co la galina con do teste
    – Contro la massoneria, i suoi frutti avvelenati
    – Contro il Tricolore, contro l’Unità d’Italia
    – La Repubblica Italiana, come l’Unità d’Italia è la negazione di Dio
    Se sti qua legi l’articolo, i meti Barone sul rogo.

  14. Fiora

    @11
    No go dubio sula autentica frustrazion dela sposina e i rumors no fa altro che completar quel che un diario feminil de quei tempi no gavessi podù gnanca adombrar.
    Su l’altro fradel te cito quasi a memoria cos che gaveva dito el povero nostro Franz, a comento della suposta relazion tra una balerina e el fradel Ludovico Vittorio: ” a dargli come luogotenente una ballerina siamo sicuri che non succederà niente!”
    Dito al netto di qualsiasi giudizio&o moralismo che davvero no xè nel nostro dna!
    la Grande Storia pol benissimo intersecarse con quella minor avicinandone ai ” Grandi” (???!!!) Protagonisti… e sempre beninteso con rispetto parlando ! 😉
    Mi inveze penso che Massimiliano d’Asburgo fussi per bon afilià ala massoneria.
    Senza adesion particolare, ma solo perché noblesse oblige.

  15. Fiora

    pensavo bibliotopa, che in do’ e do’ quatro gavemo distrigà tuta la pacotiglia de maniera de una certa ode barbara….

  16. sfsn

    comunque a proposito de simboli massonici, xe formidabile quel che xe scrito nela picola mostra che xe fata nela scola elementare Manna (che per el resto xe sai cocola).
    Sulle colonne dela scola, infati, ghe xe simboli massonici, come squadra e compasso: ai muleti i ghe ga spiegà che xe i simboli dele materie che se insegna a scola, nel specifico geometria…

  17. GIAMPAOLO LONZAR

    @ MAX VON HABSBURG : Bisogna aggiungere che negli ultimi anni c’è stato un interesse sulla figura di questo sfortunato personaggio e la sua affiliazione alla Massoneria.
    Nel 2002 Johan Georg Lughofer pubblica un libro con una ardita tesi dove descrive che la fucilazione di Max fu una farsa e che Benito Juarez in quanto massone risparmiò la vita.
    il corpo nellabara che fu imbalsamato non era il suo e lui andò in Salvador .
    Il libro ” Des Kaisers neues Leben ” Der fall Maxmilian von Mexico , due passaggi
    degni di nota sono : L’annuncio dell’esecuzione da parte di Juarez :
    El Archiduque Fernando Maximiliano Josè de Austria habia sido pasato JUSTO por las ARMAS.
    Questo era un messaggio che conteneva due parole chiave che significava che l’imperatore era vivo.
    JUSTO ARMAS era una persona che passò il confine messicano il mattino del 23 giugno del 1867
    inoltre il secondo segnale fu che quando morì in ” El Salvador” la cerimonia funebre venne tenuta dal Vescovo e chiuse la cerimonia con la frase ” In verità e’ morto un Principe”
    la morte secondo l’autore avvenne nel 1936 alla notevole età di 104 anni !!!! ????
    Si dice inoltre che dopo la sua finta esecuzione venne due volte a Trieste e sembra che qualcuno
    lo riconobbe ????
    Certo che qui siamo nelle tesi e teorie di questo scrittore che lega il tutto
    alla sua appartenenza alla massoneria che in effetti non fu mai trovata prova.
    Da notare che la famiglia si oppose alla richiesta di esumazione del corpo per estrarne il DNA.

    Un’altra scrittrice Kristine Ibsen nel 2010 si impegnò in un libro ” Maximilian, Mexico and he invention of Empire ” in cui riporta che il ricordo di questo personaggio e’ ancora forte.
    Nel 1898 Porfirio Diaz autorizzò la costruzione di una cappella a Queretaro alla sua memoria
    e nel 1967 un monumento a Juarez fu eretto vicino .
    Interessante il film ” Juarez” con Bette Davis (Carlotta) del 1939.

    Nel 1993 Jasper Ridley scrisse ” Maximilian and Juarez” dove sottolinea i motivi per cui li USA dell’epoca erano contro Massimiliano .
    Anche questo ricordato nel film ” Vera Cruz” con Gary Cooper e Burt Lancaster

    Non ultimo nel 2009 C.M.Mayo scrisse un romanzo storico “The Last Prince of the Mexican Empire ” dove narra la storia di Augusin de Iturbide y Green che descrive gli eventi legati a quello che doveva diventare il Principe Ereditario di Massimiliano visto che Carlotta non poteva avere figli .

    Inoltre il giornalista tedesco nel 2005 Ruediger Bloemeke scrisse un libro sulla canzone ” La Paloma”scritta da Sebasian de Yradier y Salaverri che deposita il testo a Madrid nel 1859 , narra tutt le sue rivistazioni fino a quella di Elvis Presley con il titolo di ” No more” e dedica tre pagine del suo libro al legame di questa canzone dalla partenza da Trieste fino alla sua scomparsa in Messico di Max che si innamoroò di questa canzone quando lui con la moglie la sentirono cantare da una bellissima cantante di nome Concha Mendez.

    Conclusione 5 libri biografici e/o romanzi storici solo negli ultimi 10 anni !!!

  18. Bibliotopa

    se guardè i palazzo neoclassici triestini, troverè spesso le arti rapresentade. E fra le arti ghe xe l’architettura. E per l’architettura xe squadra e compasso, ovio, simbolo del architetto. E anche i massoni doprava i simboli del architettura. Tuti massoni, dunque? ma perfin el Ave Maria dele cese del Carso qualchedun sugerissi che xe massonico.. gombloddo…
    per la storia dela sopravvivenza de Max, la go letta e per mi la fa parte dele tante storie de sopravvissudi, come Giovanni Orth, e per andar indrio i falsi Dimitri contro Boris Godunov e fin al “pseudo Smerdi” ve assicuro che no xe un viz! nela storia dei Persiani in Erodoto

  19. spartacus

    Qualcuno dice che anche il tempio mariano di Monte Grisa sia massonico perchè ha la forma di una piramide tronca, simbolo massonico, e la facciata è composta da successioni di triangoli verso l’alto e verso il basso e questi ultimi non sarebbero un simbolo cristiano

  20. ufo

    El formagin xe un simbolo, ma no xe ne cristian ne masonico. Xe el simbolo de qualcoss’altro, e per capirlo ghe vol meterlo fianco a fianco con un altro simbolo, la ciesetta de Repentabor.

    Un dei due xe là de secoli, l’altro xe stà paracadutado praticamente ieri l’altro. Un xe fato in material locale e natural, l’altro xe un catafalco de artificialità pezo de Melara. Un xe fato per servir anca come rifugio per la zente in tempo de longhi, quando che rivava i turchi, l’altro i lo ga messo là aposta per sbaterlo in tel muso al vizin de casa e zigar la sua brama de slargarse. Un xe stà costruido dala zente del posto, de lori iniziativa e con le man un toco per volta, l’altro xe stà imposto a suon de espropri, rubandoghe ala zente del posto, de salariadi vigniudi de fora. Un xe l’ambientazion natural per trovarse asieme nel antico costume popolare tradizionale, l’altro nianca no sa cos’che xe una tradizion. Un lo sentimo nostro anche quei che no andemo in ciesa, l’altro ga grumà grandi aplausi quando ga tacà a andar in tochi…

    Gran bela roba i simboli. Qualche volta no cori altro per capir quanto basta de un teritorio, e de chi che ghe vivi.

  21. effebi

    L’illuso asburgico fu vittima dei lianta… del fascismo di frontiera messicana… fondato dal Benitez tanto che al duce italico fu dato lo stesso nome dello squadrista d’oltre oceano, squadra, compasso, punteriol, libro e moschetto… tutti simboli massonici…
    le cucarache nere della rivoluzione…

  22. El baziloto

    Forse non tutti sanno che…

    …l’unica città italiana ad avere un monumento dedicato al vecchio Max (oltre a Trst) è… Venezia!

  23. dimaco

    una picia curiosità:
    in cimitero centrale a Gorizia xe la tomba de un massone. piramide tronca con due sfingi de piera davanti l’ingresso. curiosa. el sofito xe disegna el ocio che vedi tuto. la xe tal vialone central al inizio del secondo campo.

  24. Fiora

    @19
    ma sì bibliotopa, el popolo no se rasegna ala fine prematura dei miti…da Max a James Dean a Elvis a Giovanna D’Arco, come che go leto de recente, in realtà bastarda de nobili origini diritura sorela del re e per questo liberada de scondon, brusada per procura e visuda fin a zinquanta ani….
    mah!
    I disi pur che zà prima del 1700,che del milesimo de Salomone za i se missiava….
    Se vedi che nel caso dela Pulzela i massoni no gaverà capelà come con Max, ah! 😉

  25. Fiora

    … poveri liberi muratori! che florilegio de monade che ghe ga creà ‘torno i basabanchi…
    co’ iero picia me ricordo che le monighe parlava de lori come dei comunisti… de sti secondi che i magnava i fioi e de lori che i li copava sacrifical e consimili cazade
    ….ottimo incentivo per mi per aprofondir.

  26. capitano

    http://www.isonzo-soca.it/allegati/4/allegati4127.pdf#tolminotti%20pdf.pdf

    Me ne sono accorto ieri sera passando davanti alla lapide in piazza vittoria. Oggi sono 300 anni esatti in cui il potere si riaffermava con gli strumenti suadenti del patibolo.

  27. maja

    tolminotti?!

  28. ufo

    »La Lega nazionale è farneticante« sarebbe una notizia tale da meritarsi un titolo? In other news, the sky is still blue…

  29. maja

    chissà cosa ne pensano gli amici goriziani di pap.

  30. Giovanni Franzil Casal

    La parte più importante del monumento si trova sul piedistallo superiore a forma cilindrica dove oltre ad altre figure allegoriche si nota con evidenza una donna che tiene in braccio una bambina che ha sulla testa una corona con il castello di Miramar ,la donna è l’Austria Ungheria la bambina è Trieste,nessuno fino ad ora ha capito andate a vedere non faccio foto

  31. Giovanni Franzil Casal

    MAX FERDINAND Imperatore,del Messico ,fucilato nel 1867
    Desidero chiarire diversi errori fatti nei commenti ,Chi ha scritto nel 1895 a riguardo è Vischer Robert, nel libretto” UBER NEUES LEBEN “,quindi Lughofer Johann ,nel 2002″ Des Kaisers neues Leben”,quindi l’architetto Rolando Ernesto Deneke “EL Archiduque Fernando Max Josè
    de Austria e Justo Armas “scrive, entrato in San Salvador nel 1867 e morto nel 1936 ,salvato da
    Benito Juarez (massone) e vissuto presso la famiglia del vice presidente del Salvador Gregorio,
    Arbizu(massone), le prove della stessa persona ,sono il cranio, la grafica ,oggetti e DNA.
    Nell’analisi della statua monumento fatta dall scultore SCHILLING di Dresda e dai fonditori,
    Roelich Poenning di Vienna, si notano oltre che ai quattro continenti alati ,le formelle con i simboli dell’arte pittura, della musica, commercio, e industria ,nella quale si notano simboli
    massonici squadra e compasso,nella parte superiore la bambina Trieste con la corona di Miramar,che seduta sulla ginocchia della madre Austria Ungheria quindi è tutto chiaro, come
    la grotta naturale dove trovò rifugio a 20 anni dopo un naufragio nel golfo di Trieste a Grignano,
    costrui il castelletto collegato con la grotta non censita e trasformata in via di fuga militare essendo Ammiraglio della Flotta e quindi la costruzione del Castello Miramar. Tutto chiaro ?

  32. Lelio Burgini

    Io sono alla ricerca di maggiori informazioni sulla canzone La paloma tanto amata da Massimiliano e Carlotta. Preciso che sono l’autore del lemma La paloma in Wikipedia italiana e per ulteriori ragguagli si puo’ pure comsultare il sito http://www.coroalboni.it. Vengo al dunque. la paloma venne registrata da De Yradier come proprieta’ artistica nel 1859 a Madrid. Pero’ delle fonti dicono che la Marina Austriaca la suonava gia’ prima di questa data sulle navi. inoltre anche Bande triestine eseguivano il motivo che tanto piaceva a Massimiliano. cio’ avvenne anche nel 1864 alla partenza da Miramar per il Messico e ? al ritorno della salma a Trieste. conoscete altro che possa confermare cio’che ho scritto? Grazie l.b.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *