30 marzo 2014

Bike to School Day a Trieste: grande successo

el sunto Venerdi mattina al Bike to School Day organizzato da Ulisse FIAB e dal Comitato Genitori della scuola di Banne han partecipato un centinaio di persone

Puntuali al quadrivio di Opicina: tantissimi i bambini, caschetto in testa e piedi pronti a premere sui pedali; qualche insegnate, felice di essere così diligentemente ascoltato e seguito; qualche genitore, munito di seggiolino o barra per far pedalare anche i più piccoli (e qualche nonno, pronto ad aiutare l’organizzazione della partenza). Tutti in bicicletta: addirittura i vigili sono arrivati pedalando!

Il primo Bike to School Day della nostra città è stato un successo: Opicina, un laboratorio perfetto per un esperimento ben riuscito.

Dopo la partenza, alla prima tappa di Piazzale Monte Re, si sono aggiunti altri mini-bikers e l’allegra carovana ha proseguito verso le scuole Muzio de Tommasini prima e Banne poi. Occhi spalancati per guardarsi bene intorno, puntati sulla strada, ma svegli svegli pronti a cogliere qualsiasi novità: perché tutto è nuovo quando lo si guarda da una prospettiva diversa! E grandi sorrisi tra i piccoli scolari: davvero non si era mai vista tanta gioia nell’andare a scuola… Un po’ d’invidia –sana naturalmente- sui volti dei bambini arrivati in macchina: “che figo! La prossima volta voglio andare anch’io!”

Arrivati a scuola, i bambini di Banne han assistito ad una lezione di “Mobilità Nuova”: dalla pratica alla teoria; ed han potuto raccontare le loro emozioni: adrenalina a mille e energia da vendere trapelava dai racconti, altroché occhi assonnati e chiacchiere sottobanco… La bici fa bene all’attenzione, sveglia non solo il corpo ma anche il cervello (e il cuore! Non solo fisicamente inteso!) e crea un animo da squadra: “mi piaceva perché mi hanno aspettato” commentava un bambino, che forse la mattina temeva di non farcela e rimanere indietro.

Ora ci auguriamo che l’esperimento del Bike to School Day si allarghi ad altre zone della nostra città e diventi un appuntamento fisso per Opicina (magari imitando altre località, dove l’ultimo venerdì del mese è dedicato all’andare in bicicletta a scuola). Ma, soprattutto, speriamo che sia servito a richiamare l’attenzione delle autorità e di tutti i cittadini sul problema della mobilità urbana: se pedalare è così bello, divertente, educativo… oltreché sano per chi pedala e per tutto l’ambiente circostante, che cosa aspettano le nostre istituzioni per realizzare delle ciclabili? Ad Opicina ci sarebbero le condizioni favorevoli per rendere la bicicletta una pratica quotidiana.

 E mentre i bambini si allenano a pedalare, li (e vi) aspettiamo tutti a Bimbinbici che Ulisse FIAB e il Comitato Genitori della scuola di Banne organizzaranno a Opicina il 10 maggio!

(Fonte: Ulisse-Fiab)

Tag: , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *