9 dicembre 2013

Ultimatum o ultimo atto?

di Cren Insider

Il Movimento Trieste Libera annuncia attraverso il proprio sito web per oggi, alle 14 da Campo Marzio, la manifestazione “Il futuro va in Porto”.
Sei righe di breve sul Piccolo, subito sotto nove righe in cui si descrive una iniziativa dell’Altra Trieste. In prima pagina di cronaca il preannuncio di una manifestazione del comune che martedì scenderà in piazza contro il patto di stabilità.
Certo che il fatto che il maggior organo di informazione della città ignori ostentatamente il fenomeno politico più eclatante da anni della città, un po’ stride con il motto del primo numero del giornale “Saremo indipendenti, imparziali, onesti. Ecco tutto.”
Una delle letture della manifestazione è stata la guerra con il giornale locale. Il divieto del questore di transitare davanti alla sede, alcuni slogan, qualche insulto ai giornalisti presenti, e la distribuzione da parte di militanti di foglietti con le istruzioni per scaricare attraverso un sito la copia del Piccolo gratuitamente.

Certo che la manifestazione di oggi è distante dalla manifestazione di settembre, non solo per i numeri, 1500 persone, 750 arrivate poi al magazzino 26 ad ascoltare i discorsi finali, ma soprattutto per le parole d’ordine.
Sembra quasi che l’indipendentismo passo sottotraccia, la parola d’ordine è “Porto”. Strategia politica o di marketing? Certo che il porto, era presente anche una rappresentanza dei lavoratori portuali, è tema centrale a Trieste. Simbolo del declino della città ed anche della incapacità di decenni di classe politica triestina, cresciuta e vissuta sullo scontro etnico quale motore di raccolta voti.

E’ necessario però chiedersi se il Movimento Trieste Libera non sia piuttosto strumento che disinneschi le rivendicazioni sul porto legandole alle istanze indipendentiste. Viene da pensare che per coloro i quali vogliono il mantenimento dello status quo del porto, in un porto depotenziato è facile esercitare potere e distribuire a familiari ed amici, il movimento è comodo poiché circoscrive la protesta e non raccoglierà mai la maggioranza della popolazione. Allo stesso modo fa il gioco di chi vuole le speculazioni immobiliari.
La sensazione è che una iniziativa per il rilancio economico della città, anche attraverso il porto, è frenata dall’esistenza del movimento, un tema condiviso dalla maggioranza della città non è condiviso poiché o si prende tutta l’offerta, porto ed indipendentismo, o niente.

Certo è che la manifestazione di oggi rappresenta una cambio di rotta. Improvvisamente la strategia giudiziaria, le cause internazionali che dovevano già essere incardinate passano in secondo piano. Ora c’è “l’ultimatum” alle autorità, la richiesta di dare risposta a 8 punti, attenderanno sino al 10 febbraio, sul sito è già attivo il conto alla rovescia, anniversario del trattato di pace.
Sul palco, a scandire i vari punti di succedono i vari leader del movimento, si rivede anche Sandro Gombac. Piccola annotazione, nessuna donna tra gli oratori dell’MTL, le donne sono relegate a raccogliere fondi per le cause internazionali, con rilascio di ricevuta, su richiesta, per offerte oltre i dieci euro.
Facile prevedere che risposta non ci sarà, ma due mesi saranno guadagnati.
L’impressione è quella di un movimento oramai teso a sopravvivere, un movimento che ha perso la spinta propulsiva, chiuso su se stesso ed autoreferenziale, che tiene uniti i fedelissimi raccontando che a tutte le manifestazioni sono presenti osservatori di vari paesi, Russia compresa, e che Letta è stato costretto a dire “Trieste Libera” da Putin. Ciò che si vede invece sono due delegazioni, una di monarchici austriaci ed un’altra di indipendentisti della Moravia. Ma forse Putin sta alla finestra.
Non resta che attendere Febbraio e magari la prossima manifestazione, l’impressione è che sarà più ridotta.

Tag: , .

121 commenti a Ultimatum o ultimo atto?

  1. Giacomo Franzot

    Cren stai forse dicendo che:
    di porti il TLT ne ha attualmente due.
    che il TLT va da duino a citanova.
    che le lingue ufficiali sono el talian e el sloven.
    che i cittadini del TLT hanno diritto di preferenza ad esser assunti nel PLT.
    che il PLT sia estendibile entro i confini del TLT con proposta del Direttore del PLT, con decisione del consiglio del governo e approvazione del parlamento triestino.

    ….

  2. Giacomo Franzot

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10153622570285381&set=a.10151414014070381.829192.341809745380&type=1&theater

    Paolo Cren: Sono 4 gatti e avete già dato più spazio che alla manifestazione di Trieste Libera, di cui non condivido niente. E’ vergognoso comunque il comportamento del Piccolo.

    ciò che comenton hahahahahaha comunque… 🙂

  3. Cren Insider

    Franzot, intendo dire cge quaklunque cosa che lega il porto al TLT è utile a chi non vuole fare niente del porto, o magari farci speculazioni.
    Nonostante questo penso che una manifestazione di 1500 persone meriti attenzione da parte del Piccolo.

  4. ANDREA

    @ CREN “Sembra quasi che l’indipendentismo passo sottotraccia, la parola d’ordine è “Porto”. Strategia politica o di marketing?”

    Sottolineo solo l’articolo 2 comma 1 dell’allegato VIII:

    ARTICOLO 2

    Il Porto Libero è istituito ed amministrato come una corporazione di Stato del Territorio Libero, avente tutti gli attributi di persona giuridica e funzionando in accordo con le condizioni di questo Strumento.

    Corporazione di Stato. Di quale stato?

    E l’allegato VIII è stato ribadito valido anche dall’ultima sentenza del TAR.

    Il PLT esiste solo se esiste il TLT o c’è qualcosa d’altro da interpretare?

    Ciao

  5. LEO NARD

    “Certo che il porto, era presente anche una rappresentanza dei lavoratori portuali, è tema centrale a Trieste. Simbolo del declino della città ed anche della incapacità di decenni di classe politica triestina, cresciuta e vissuta sullo scontro etnico quale motore di raccolta voti.”
    Rafano dentro legite un poche de robe sula costituzion del MTL riguardo ala multietnicita e te vedarà che non esisti scontro etnico se non quel voludo per insempiarne per 60 anni.
    “La sensazione è che una iniziativa per il rilancio economico della città, anche attraverso il porto, è frenata dall’esistenza del movimento, un tema condiviso dalla maggioranza della città non è condiviso poiché o si prende tutta l’offerta, porto ed indipendentismo, o niente.”
    Ciò, non so de cosa te se fa per aver le tue sensazioni, comunque te fa un ossimoro disendo che MTL vol l’indipendenza e adeso se ativa per avviar el Porto internazional (con norme internazionali come, peraltro ga dito i gudici taliani del TAR) e contemporaneamente frena l’adesion a questa ultima – a tuo dir – condivisibile scelta.
    Quindi ti te vol el Porto Internazional in man dei taliani? No possible, perchè se te lo fa sulla base delle legi intertnazionali NOL SARA’ MAI nele loro man!!!
    Ti te auspichi de darghe in man ai soliti noti de le varie cricche pagade da Roma, de avviar el Porto internazional de TS?
    Rifletè gente….

  6. “ultimo atto”… ma certo, sperateci pure. Ma chi vive sperando…

    Nel frattempo, ecco il testo dell’ultimatum, particolarmente ragionevole e applicabile in pochissimo tempo.

    http://www.triestelibera.org/2013/12/ultimatum-all-italia-10-2-2014/

    p.s: 1500 partecipanti, certo. Per ogni altra manifestazione, i numeri della questura (secondo cui a settembre eravamo 3000, certo) vengono passati come “ridicoli” e “assurdi”, mentre quando si ha a che fare con noi diventano oro colato… interessante.

  7. Alessandro

    [email protected] maluccio in comprensione del testo

  8. LEO NARD

    [email protected] sarà, ma molto bene in comprensione del contenuto (tipo misia m….)

  9. LEO NARD

    ripeto el post sperando de no eser tropo volgare:
    [email protected] sarà, pero molto bene in comprensione del contenuto e contesto (che xe del tipo misia memele!)
    PS per la redazion: se pol dir memele o xe meio usar el termine che se usa coi fioluzi – cache?

  10. Cren Insider

    MTL: e quanti erano poi al magazzino 26?

  11. Cren Insider

    @Leo Nard: si può anche non concordare su quello che scrivo, ma occorre capirlo.

  12. Alessandro

    “Certo che il porto, era presente anche una rappresentanza dei lavoratori portuali, è tema centrale a Trieste. Simbolo del declino della città ed anche della incapacità di decenni di classe politica triestina, cresciuta e vissuta sullo scontro etnico quale motore di raccolta voti.”

    Xe esattamente quel che te ga dito ti leo nard con

    “non esisti scontro etnico se non quel voludo per insempiarne per 60 anni.”

  13. hobo

    @trieste libera #6

    mi el corteo lo go visto, e secondo mi ghe iera forsi 2000 persone. el corteo rivava de ponterosso fin ala entrata del molo iv, su una sola carregiata. in confronto al corteo del 15 setembre (5/6000 persone a ocio) iera meno dela meta’. comunque le aspetative le iera per un bis del 15 setembre, come xe evidente da questo articolo che gave’ anche condiviso su fb:

    “Che succede a Trieste? Perché migliaia di persone sono scese in piazza il 15 settembre scorso per rivendicare la propria indipendenza da Roma e un numero analogo se non maggiore scenderà domenica 8 dicembre, sempre convocato da quanti auspicano una Trieste indipendente e – come cavallo di battaglia – hanno adottato la questione del porto?”

    http://blog.ilgiornale.it/lottieri/2013/12/07/a-trieste-sta-nascendo-lanti-risorgimento-delle-liberta/

  14. hobo

    comunque un ultimatum in cui no se disi cossa sucedi se no vien rispetade le condizioni xe una barzeleta.

  15. hobo

    e spaciar per cosmopolitismo due striscioni in sloven sgramatica’ xe anche de rider. sopratuto se po’, scondendose drio a quei striscini, se disi robe tipo che i citadini del TLT devi gaver la precedenza nele assunzioni.

  16. LEO NARD

    Grazie a quei che se perdi drio de un pampele come mi che no capisi ben el talian ma tenta de capir anche le robe non scrite.
    Cosa volè son trdo, no rivo capir perchè ve interesa zercar el pel in tel’ovo co parlè del MTL e el resto per voi xe monade standard.
    Cusì ve fazo un due domande?
    1. Perchè l’Italia vol continuar a simular sovranità su Trieste? A chi ghe giova?
    2. Se la n. 1 xe tropo per voi, perchè l’Italia non vol aplicar de subito le norme sul Porto internazional, con evidentissimi benefici per tutti? A chi ghe giova?

    Me trategno da la tentazion de copiar sior/siora Cren quando voleva a tuti i costi saver cosa ga dito Donato a Ferluga nel 2009 Ah ah, del tipo: Sior/siora Cren ga a che far con quei de Wuming? Cosa el/la fa de mestier, el lavora per quanche coop. sociale? Cosa i ghe da per scirver sti post e in quanti altri posti el/la scrivi? Che relazioni el/la ga con i vari Baziloti, hobi, ecc.? Per chi el/la ga votà domenica?
    Saluti.
    1.
    [email protected] stato che gestisi l’ocupazion in maniera un minimo realistica e cosciente (quindi Italia esclusa)pensa a sistemar prima i sui citadini e dopo vien i altri.

  17. Cren Insider

    Prima le risposte riguardo me a Leo Nard (a parte che non ho mai chiesto cosa avesse detto Donato a Ferluga, mi interessa poco, ha importanza secondo me che Ferluga abbia dato credito a Donato!)

    1) Non ho a che fare e con Wu-Ming, se non uno scambio di mail con il responsabile. Loro non sanno chi io sia, io non so chi abbia scritto riguardo MTL.
    2) Non è importante il lavoro che faccio comunque non sono dipendente pubblico e neanche dipendente di un giornale o televisione
    3) Non lavoro per cooperative, sono lavoratore in proprio
    4) Non ho alcuna relazione con chi scrive nei commenti, non so neanche chi siano
    5) Non ho votato domenica, se avessi scelto di votare avrei votato Civati.

    Riguardo alle domande rispetto a Trieste il problema sta nella domanda
    “Simula sovranità” e “Applicare le norme”. Parti dal presupposto di avere ragione, la discussione è sul fatto che abbiate ragione o meno.

  18. hobo

    @leo nard

    te convien lassar perder la storia de wu ming, perche’ gave’ fato una figura de merda storica. gave’ acusa’ i wu ming de gaver organiza’ (da bologna) una agression a un vostro bancheto in acquedoto, per conto dei servizi segreti e del pd. poi gave’ scancela’ tuto, ma i screenshot xe on line.

    http://www.wumingfoundation.com/giap/?p=14479

  19. hobo

    restera’ online per sempre.

  20. LEO NARD

    oh oh! ma cosa go tocà qualche nervo scoverto?!?
    Speto comunquela risposta ia n. 1 e 2.
    [email protected] scusime ma i tui post de solito li salto (come quei de baziloto e company).

  21. hobo

    no no, al contrario, leo nard. se capissi lontan un km che ve brusa ancora el cul per la figura terificante che gave’ tira’ su in otobre.

  22. Cren Insider

    Che nervo scoperto? Hai fatto delle domande ed ho risposto. E l’MTL quello a cui si fanno domande e risponde sempre e comunque “Guarda il trattato di pace”.
    Sulle prima due riformulo la risposta visto che mi pare tu non capisca. E’ la domanda che è sbagliata.

  23. ANDREA

    @17 Cren Insider “Riguardo alle domande rispetto a Trieste il problema sta nella domanda
    “Simula sovranità” e “Applicare le norme”. Parti dal presupposto di avere ragione, la discussione è sul fatto che abbiate ragione o meno.”

    l’allegato VIII è stato ribadito valido anche dall’ultima sentenza del TAR e all’articolo 2 dice che il porto è una corporazione dello Stato del Territorio Libero.

    L’allegato VIII è parte del Trattato di pace, che è legislazione superiore alle leggi della Repubblica italiana.

    Il PLT esiste solo se esiste il TLT o c’è qualcosa d’altro da interpretare?

    Direi che abbiamo ragione, ciao.

  24. Cren Insider

    Andrea, fino a che non trovate qualcuno che ufficialmente dica “avete ragione”, avete torto. La questione è semplice.
    In nessun diritto, nazionale, internazionale la ragione si ha perché si è sicuri di averla.
    Per ora avete torto.

  25. ikom

    @23 Andrea, per me invece Osimo cancella tutto, per me avete torto. Ciao

  26. ANDREA

    @24 Cren Insider Forse non mi sono spiegato bene o ….. vabbè, diciamo che non mi sono spiegato bene. Se il TAR, che noi non riconosciamo, sentenzia che l’allegato VIII è valido e nell’allegato VIII c’è scritto che il PTL è una corporazione del TLT, direi che un’autorità, anche se italiana che in questo momento sta amministrando il mio territorio, sta confermando la validità di un allegato che cita il TLT (esiste quindi). Non mi serve nessun altro che mi dica che ho ragione, è il TAR che mi sta dando ragione. Ovvero, i giudici scrivono la sentenza e poi, si vede, dai su, circa, più o meno, quasi… se applicarla o meno. Spiegami cosa non ti è chiaro nella mia esposizione o se ti è chiaro solo il “poi, si vede, dai su, circa, più o meno, quasi…” Ciao

  27. ANDREA

    @25 ikom e la sentenza del TAR? Ciao.

  28. LEO NARD

    Pulito semo proprio ben mesi!
    Go capì come ragiona sior/siora Cren (anche se,credeme, el sforzo pol eser pericoloso per la propria integrità mentale)
    Secondo Cren semplicemente spostando la question su “In nessun diritto, nazionale, internazionale la ragione si ha perché si è sicuri di averla.” se risolvi tuto e no te me rispondi a 1 e 2).
    Gavemo ragion sula carta de formagio che te scrivi ti Cren o sul tratato pe pase?
    Xe come se mi te disesi che la tua patente no val e quindi xe falsa e che ti me disesi de no che la xe vera, ma ti te ribateria che ti no te ga ragion perchè te son sicuro de aver ragion. ah ah che ridade muli!!!
    PS per la redazion: capiso e aprovo la scelta de aprir el dibatito a tuti ma sto omo/dona non credo che ve iuti sai se xe questo che volè veramente.

  29. Giacomo Franzot

    17Cren Insider
    10 dicembre 2013, 14:17

    Riguardo alle domande rispetto a Trieste il problema sta nella domanda
    “Simula sovranità” e “Applicare le norme”. Parti dal presupposto di avere ragione, la discussione è sul fatto che abbiate ragione o meno.

    Cren, come te se ga zà inacorto sta discusion go mi ragion, no go mi ragion, no ti no ti ga ragion go mi ragion…. ga roto!

    mi go dimostrà in longo e in largo (son conosù qua dentro come Mr Copia e taka.. 🙂 ) le prove le ragioni ecc…
    e voi pure.

    azeremo sta sterile discusion, fintantochè el Security Council of the United Nations Organization se pronuncerà uficialmente.

    partimo de qua se te vol:
    perchè el Porto no funzia e l’economia de Trst fa cagare?
    Cantieri fabriche ditte artigiani…xe una fievole realtà.

    ad oggi la repubblica d’italia e l’unione europea riconoscono i punti franchi del porto di trieste. questi punti franchi l’italia li riconosce come extradoganali (lasa là el tratà depaxe conl’italia extraterritorialità e la mancata applicazione di questi international agreements..). inoltre essendo trieste italiana e tutti riconoscono trieste come parte dell’italia, perchè non hanno fatto diventare trieste l’hub d’italia? perchè non hanno ancora spostato i punti franchi altrove? sia all’interno della provincia di trieste, ma anche nella regione fvg o nello stato italiano?
    perchè le tariffe del porto di trieste non sono pubbliche? perchè l’autorità portuale non ha creato una cooperativa unificata (xe quatroportuaj…) tipo l’azienda dei trasporti di trieste? http://www.triestetrasporti.it
    perchè pensare di fare una piattaforma logistica senza prima inserire il porto italiano di trieste come hub strategico della portualità italiana?
    perchè far diventare trieste italiana polo energetico, polo turistico polo universitario polo culturale polo museale polo congressuale polo dela mona de su mare ma no POLO portuale italiano?

    comunque la questione fondamentale per trieste oggi è che ha vinto renzi e che i due euri di molti italiani triestini sono serviti finalmente per il cambiamento! el coxo sarà contento e con la serrachiani i gaverà el quartier in via Camber in porto vecio !!

  30. Cren Insider

    Il TAR non sentenzia quello che dici.
    La sentenza afferma
    “L’articolo 5 del Memorandum, infatti, fa salve sia pure in linea di massima (in general accordance) alcune parti dell’allegato VIII (articoli da 1 a 20) che riguardano il porto franco di Trieste e che diventano quindi cogenti per lo Stato italiano.”
    Naturalmente il Movimento evita di spiagare a cosa ci si riferisce con “in linea di massima”, ed evita di riferire quanto c’è scritto in altre parti della sentenza.

    Tutto ciò ovviamente viene fatto in malafede poiché “il popolo indipendentista” crede a qualsiasi cosa. Scegli tu se stare dalla parte di quelli in malafede o dei creduloni.

    In ogni caso, anche se avessi ragione, continui a non averla poiché nessun giudice, nazionale o internazionale ha fatto si che ci fosse il governatore.

  31. Cren Insider

    Franzot, concordo che inutile discutere su chi abbia ragione, anzi direi che fino a che qualche giudice ofd organismo intrenazionale dice che esiste il TLT avete (mettendo tutti assieme) torto.
    Sul porto hai ragione, io credo, ed ho scritto questo che l’MTL è in questo momento utile a chi non lo vuole sviluppare.

  32. ANDREA

    @30 Cren Insider

    Allora, secondo te, se sono validi gli articoli dall’ 1 al 20 il 2 va “interpretato” così:

    ARTICOLO 2
    Il Porto Libero è, in linea di massima, istituito ed amministrato come una corporazione di Stato del Territorio Libero o in linea di massima di chi ha voglia di fare qualsivoglia speculazione, avente, sempre in linea di massima tutti gli attributi di persona giuridica e funzionando in accordo con le condizioni di questo Strumento ma anche no, perché in linea di massima possiamo fare quello che vogliamo.

    E’ corretto?

    Solo che in “general accordance” sa più di conformità che di linea di massima, ma non sono di madrelingua britannica.

    Ciao

  33. Alessandro

    L’Italia no simula la sovranità, la esercita. E ve accorzerè quando i disperadi che ga pensà de no pagar le tasse perche qua xe TLT ciaperà una bastonada senza pari. Se saveremo dir. L’Italia xe un paese inefficiente, no xe dubbi, ma vederè (probabilmente) a vostre spese che la sovranità xe reale e non simulada. Magari dopo gaverè ragion voi… solo el tempo pol dir…

  34. Cren Insider

    @andrea, inutile discutere. Hai ragione al cento per cento.
    Peccato che nessuno lo certifichi. A Duino passo senza documenti e se presento una carta di identità del TLT vengo interrogato da un magistrato, ma hai ragione.
    NOn ho difficoltà a darti ragione, tempo perso cercare di convincerti che non l hai.
    Fai una cosa. Prenota un volo ryanair e come documento dai la carta del TLT, poi ne riparliamo.

  35. ANDREA

    @33 Alessandro che la eserciti non v’è dubbio, che sia legittimata a esercitarla secondo il diritto internazionale personalmente ne dubito. Concordo che solo el tempo pol dir. Ciao

  36. Giacomo Franzot

    32ANDREA
    10 dicembre 2013, 16:11
    @30 Cren Insider
    Allora, secondo te, se sono validi gli articoli dall’ 1 al 20 il 2 va “interpretato” così:
    ARTICOLO 2……

    Andrea forsi no te se ga inacorto MA NISUN ARTICOLO DELL’ALLEGATO VIII XE IN USO!!!!

    una volta el Calamita me ga dito: l’italia viola la propria legge e quella internazionale”.

    dito questo dito tuto!

    la battaglia per riportare el Security Council of UNO alle proprie responsabilità, se le riconoscerà ancora, è una battaglia che el Cren speta, ma in fin dei conti no ghe ciava un binbim.

    quindi xe inutile che te ragioni in termini de legge perchè la legge a trieste no existi!
    te me chiederà ma quale lege?
    te lo dixi el signor Calamita!!

    semo in una condizion che podemo mandar in mona chi che xe qua che credi de gaver giurisdizion…ma xe un discorso delicato un discorso che devi far un intiero popolo…el popolo triestin che atualmente no sa ninaca de gaver un porto…figuremose dei diriti civili politici ed umani come untined nations nationals…

    la mia opinion se te vol discuter qua?
    chiedighe perchè l’italia, el governo de Barze e Mezocul no investi in sto cazo de porto? e chiedi perchè el Coxo e anbaradan vol far vilete in PV, un rigasifigador con anesa centrale elettrica a gas, un acquario, cazar la turist tax, svender el selciato e i ferri batui del setecento, e meter lucete trìcolor ovunque?

  37. ANDREA

    @34 Cren Insider perdonami ma ciò che scrivi “Fai una cosa. Prenota un volo ryanair e come documento dai la carta del TLT, poi ne riparliamo” è già stato fatto e con esito positivo. Ti dirò di più, un mio amico mi ha spedito una cartolina da Vancouver indirizzandola al mio indirizzo nel Free Territory of Trieste (senza scrivere Italia, Cap eccetera)… oplà, in linea di massima doveva essere restituita al mittente e invece è arrivata. Comunque non stavamo parlando del TAR e dell’allegato VIII?

  38. Alessandro

    figuremose dei diriti civili politici ed umani come untined nations nationals…

    in ste do righe se capissi la serietà delle tue argomentazioni

  39. hobo

    @franzot scusa tanto, ma le vilete (e l’acquario) in portovecio fazeva parte del progeto helm de marcus donato, transita’ poi preciso preciso al COPLT. cio’, xe mesi che se zerca de chiarir sto punto e no se ghe ne vien fora. e i russi che ‘desso entra in portovecio, col plauso de paoletti e de “trieste libera impresa”, che progeti ga? se pol saver?

    e po’, rigassificator no, ma terminal gpl apena oltre le dighe si’. e xe solo 2km dala costa. te capissi che che apena se se alontana dai fumi dei tratai e se va nel concreto, xe de ciapar un per bater quel altro?

  40. ANDREA

    @36 Giacomo Franzot “el popolo triestin che atualmente no sa ninaca de gaver un porto…figuremose dei diriti civili politici ed umani come untined nations national.” pian, almeno qualche d’un el dubbio se lo poni. ‘dio.

  41. Cren Insider

    @andrea “E’ già stato fatto con esito positivo”
    Mostra una prova e mi ricredo.

  42. ANDREA

    @41 Cren Insider va ben, cerco nel mio archivio e poi cerco la tua mail, che mi ricordo di aver visto in altra discussione, e ti mando le “prove”. Ciao

  43. Alessandro

    passar una frontiera con la carta del TLT no xe possibile. a meno che el patriota no espatri da una frontiera no controllada come poderia esser passar el confin a caresana.

    per la cartolina no ghe vol un genio per capir che le poste xe “intelligenti”. prova a mandar una cartolina con nome e cognome giusto e città e spesso xe sufficiente. te pol sbagliar anche el cap e scriver libera repubblica intergalattica de trieste. probabilmente riva lostesso.

  44. ANDREA

    @43 Alessandro lassa che ghe mando le “prove”. Po’ dopo che ve mostro che un Triestin ga prenota un volo presentando come documento la carta del TLT, me dirè che la prova valeva solo per la prenotazion su Ryanair? 🙂 Vabbè dai, stiamo abbassando la qualità della discussione. Ciao

  45. Cren Insider

    [email protected]

    comunque se fosse valido avrebbe volato…

  46. Giacomo Franzot

    rispondo a hobbo:
    39hobo
    10 dicembre 2013, 16:49
    @franzot scusa tanto, ma le vilete (e l’acquario) in portovecio fazeva parte del progeto helm de marcus donato, transita’ poi preciso preciso al COPLT…..

    non preciso preciso…comunque ghe xe una diferenza fondamentale e questa diferenza se ciama PLT.
    un conto xe la proposta, sotolineo proposta, del COPLT che anuncia una trasformazione dela portualità del TLT con assegnazioni di aree in regime di PLT per usi diversi da quelli che ad oggi sono o dovrebbero essere.
    un’altra cosa invece è l’annullamento del punto franco PV, o meglio del PLT da parte dell’amministratore italiano, trasformando questa area in polo museale e vilete a schiera per vip…
    per il COPLT trasformare il PV in una citadella internazionale extraterritoriale del TLT è più interessante economicamente che ristruturarla per uso portuale “classico”…ma no sta a noi decidere…infati è e rimane una proposta.
    la portualtà nel senso comune del termine è concentrata dal molo IV fin koper in regime extraterritoriale, senza dimenticare l’aeroporto internazionale cargo nella zone di portorose.
    e tanto altro…..

    te vedi che te cori ale conclusionni sbajade…

  47. El baziloto

    La vera notizia è la presenza dei monarchici dell’Austria e degli indipendentisti dalla Moravia.

    Abbiamo in esclusiva un filmato dell’arrivo di un altro gruppo straniero a sostegno di MLT:

    http://www.youtube.com/watch?v=kuTHbawv1SM

  48. Giacomo Franzot

    48Cren Insider
    10 dicembre 2013, 17:48
    Beh, non c’erano solo villette,a nche la famosa fontana con i draghi.

    beh sa che la fontana xe de obligo 🙂

    comunque a prescindere de idee e proposte fate dal COPLT per l’area del PV….ma se pol saver perchè devi eser el Comisario del Governo per il Territorio di Trieste, dito anca prefeto de trieste (La Dr.ssa Francesca Adelaide GARUFI, nata a Catania il 2 gennaio 1951 è dal 5 novembre 2012 è Prefetto di Trieste e Commissario del Governo per il Friuli Venezia Giulia…..se ciama cusì deso 🙂 ) pronunciarse sull’area del porto vecio che a giorni alterni xe e no xe plt?

    ma sto governo Barze-Mezocul no ga un ministro che se ne pol ocupar?

  49. hobo

    te vedi franzot, a mi no me interessa se la sovranita’ xe italiana o del tlt. no go propio pel cul. ma vedo che sempre la’ se va a finir: alberghi, vilete (nel progeto helm-coplt se parlava de un finto vilagio carsico adiritura).

  50. Giacomo Franzot

    47El baziloto
    10 dicembre 2013, 17:46
    …..
    Abbiamo in esclusiva un filmato dell’arrivo di un altro gruppo straniero a sostegno di MLT:
    http://www.youtube.com/watch?v=kuTHbawv1SM

    ma quale grupo straniero? ma chi? i Blues Brothers?!??!

    zà vedo Elwood che se tatua i dedi con TRST JE NAS e con la mitica briefcase full of PLT!! hahahaha 🙂

  51. Giacomo Franzot

    50hobo
    10 dicembre 2013, 18:08…

    no so cosa dirte…o te son tandul o in malafede o te me ciol pel cul… te go pena dito che la differenza tra le proposte xe el fatto LEGALE INTERNAZIONALE che se ciama PLT!!!

    e dir che se xe italia o TLT per ti xe indiferente vol dir che i tui comenti el tuo pensier xe irilevante per questa discusion dela internazionalità de trieste: el cuor dela discusione…anche internazionale…

    ma va ben cusì hobo… donuorribiepi!

  52. hobo

    franzot, femo che se capimo: una merda resta una merda anche se xe una merda legale.

  53. hobo

    el finto vilagio carsico sul terapien de barcola no se pol veder, xe un škifo, no lo vojo, anche se ga tute le carte in regola timbrade dal UNSC.

  54. Stefano

    @ 37 Andrea

    mi go fatto anche de piu..go fatto la carta tlt e la go presentada alla coop..i me ga dado 100 euro de bonus spesa…
    la xe proprio miracolosa!!
    te gavevi ragion 😀

  55. Giacomo Franzot

    53hobo
    10 dicembre 2013, 18:21
    franzot, femo che se capimo: una merda resta una merda anche se xe una merda legale.

    ma hobo speta un atimo… de che merda se trata… de can de gato de muca de cocal de colombo de omo de cinghial de capriolo de pantigana….per no parlar poi de merda divina…

    perchè xe merda e merda!

    poso dirlo deso con certeza: te son un fenomeno numero uno 🙂

  56. Giacomo Franzot

    54hobo
    10 dicembre 2013, 18:29
    el finto vilagio carsico sul terapien de barcola no se pol veder,…

    intanto se devi bonificar l’intera zona…

    poi te lo ripeto per l’ennesima volta, ma me par che te sa scriver ma no leger, xe proposte, xe idee…

  57. ANDREA

    @45 Cren Insider devo cercare nei miei archivi, poi ti mando le prove. ciao

  58. ANDREA

    @55 Stefano bon per ti

  59. hobo

    @franzot

    con quele proposte marcus donato ga partecipa’ a una gara d’apalto nel 2008.

  60. Giacomo Franzot

    60hobo
    10 dicembre 2013, 19:29
    @franzot
    con quele proposte marcus donato ga partecipa’ a una gara d’apalto nel 2008.

    no.

  61. hobo

    e continuemo con questo:

    http://www.cayoeffe.it/forum-trieste/topic.asp?whichpage=-1&TOPIC_ID=4326&REPLY_ID=53908

    nota bene: qua se sta parlando esplicitamente de HELM

  62. hobo

    marcus disi che la helm devi esser aprovada dal ONU 😉

  63. hobo

    bon, desso passemo a questo, che xe un documento uficial del COPLT. vardar a pag. 11, e confrontar cl link che go messo al #63

    http://www.triestfreeport.org/wp-content/uploads/2010/09/manifesto_it.pdf

  64. hobo

    e bon, questo inveze xe donato intervista’ sul nel 2008, che parla del progeto che gaveva presenta’ ala gara d’apalto:

    http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2008/08/02/GO_26_APRE.html

  65. hobo

    importante: ferluga fin al novembre 2011 iera nel coplt, iera presidente dela associazion citadini tlt. quindi *condivideva* sto progeto. e anche parovel, fin l’autunno del 2011 gaveva continua’ a publicar sul tuono le inserzioni del coplt, su richiesta de daniele pertot.

  66. hobo

    ‘desso mtl parla de emporialita’ e de trasformazion de materie prime in porto vecio. pero’ la plaudi l’anuncio d paoletti sui investimenti russi. se pol saver: investimenti de chi? e sopratuto:*per cosa*? ghe entra abramovic, che el xe sempre in giro pel golfo col suo strafanicio galegiante? domando, eh. voi save’ tuto de putin e co., magari save’ anche questo.

  67. Cren insider

    Divertente una cosa.
    IL progetto viene bocciato per documentazione carente.
    Donato dice che non lo era.
    Gli viene chiesto perché non fa ricorso.
    Dice che non lo fa perché il TAR del Lazio non è competente a Trieste (lo decide lui ovviamente)

    Basta questo secondo me per non discuterne ulteriormente se non derubricando Donato ed il suo progetto a poco più che una costruzione con i lego. Ha giocato all’imprenditore.

    Anche il fatto che Ferluga lo abbia appoggiato non mi stupisce, non mi pare abbia grande spessore, relegato a chieder soldi e ricordare gli appuntamenti.
    L’unica volta che ha alzato al testa, sulla zona B, è stato cazziato da parovel.

  68. Mario Parsuto en crosta

    ma pensa Hobo…anche Mussolini iera socialista, dopo el ga cambiá idea.
    O forsi, se xe come te ragioni ti, no la ga mai cambiada e in definitiva iera sai bon.E la dittatura in realtá iera una dittatura del proletariato….

  69. hobo

    e no cren, mi de marcus donato continuero’ a discuter. me interessa saver

    1) se la cordata la esisteva per bon.

    2) se si’, chi che ghe fazeva parte.

    3) se no, perche’ el se ga sogna’ de participar ala gara savendo de andar a perder.

    me dispiasi cren, ma queste xe domande fondamentali, e infati no se riva a gaver risposte.

  70. hobo

    tornando ala question del ultimatum.

    secondo barbacini, giurastante gavessi dito:

    “Se il termine del 10 febbraio trascorrerà senza risultati chiederemo l’intervento dell’Onu e eventualmente che l’intera zona A venga trasferita a un altro Paese. Indichiamo l’Austria ma potrebbe anche essere la Russia, come dimostra l’interesse per Trieste in occasione del vertice bilaterale di novembre”

    http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2013/12/09/news/il-corteo-di-trieste-libera-ultimatum-sul-porto-franco-1.8271653

  71. hobo

    sul sito de MTL pero’ no vien dito cossa sucedera’ in caso de mancato rispeto. e anche qua sora MTL ga dito che i decidera’ al momento.

    alora la domanda xe: barbacini ga sbaia’?

    no so. sul profilo de tonfa i disi che una volta tanto el picolo non ga scrito robe false:

    https://www.facebook.com/agotti1/posts/10202673616470687

  72. ufo

    Me sona ssai cocola sta idea de sbagazar la zona A a qualchidun – podesi eser la volta bona che ‘se pol’, che qualcossa se smovessi in sto mortorio.

    Come se podessi far? Overo, prima question: con quai? Perché ovvio che nissun va a ciorse in carico sta cità de veci fastidiosi e industrie morte se no ga el suo tornaconto (come dir: pagarli che i ne cioghi), e con tuto sto parlar de crisi e de review e pianzerse adoso podesi eser un poco longhi, tirar fora schei veri per convinzer qualche pirla a comprar merce no più in stato ecelente. Ma dopo go pensà che se i timonieri de sta Costa Concordia i riva ogni ano trovar i soldi per mantignir due forze de polizia concorenti vol dir che i schei ghe xe, basta eser amici del timonier, opur girar con el sciopo. Mi digo che pur de no gaverne più in mezo le bale i soldi i li trova, a costo de tasar le ciese. Risolto sto punto, resta el dubio: chi xe el m..a che compra? I albanesi? Sarà dura, i ga pena de veder come che va finir in Kosova. El Senegal? I cinesi? No xe speranze, sia i uni che i altri i ga bastanza zente qua de noi che ghe pol contar come che xe esatamente lo stato dell’urbe. Dovemo trovar qualchidun che el sia talmente cofe de no saver cos’che el va a ciapar, opur che el sia tanto disperado de dirghe de sì a qualsiasi oferta, basta che el suo ghe rivi cash e subito.

    Come vede el castel de san Giusto con sula toreta la bandiera dela Somalia? Visto el casoto che i ga in casa, per el governo de lori Trieste podesi eser l’unico toco de teritorio dove no i ghe spara indoso.

  73. Hobo: MAI, mai e poi mai qualcuno autorizzato a parlare in nome e per conto di Trieste libera ha accolto favorevolmente la sparata di Paoletti … anzi, anche se si tratta probabilmente solo di un petardo, può essere nello stesso tempo un pericoloso segnale.

    Esattamente ciò che avevamo prospettato fin dal primo giorno, e cioè che tutto il nostro sforzo potrebbe finire ad esclusivo beneficio per i soliti noti, i quali semplicemente potrebbero riciclarsi esattamente nelle stesse cariche attuali, “solo” con le leggi per Trieste ed il suo territorio in vigore, stavolta …

  74. Giacomo Franzot

    hobo te go zà spiegà zento volte ma ti te insisti a no acetar le risposte che te se dà. per esempio: “con quele proposte marcus donato ga partecipa’ a una gara d’apalto nel 2008″. no, perchè el COPLT proponi una soluzione per il PLT, mentre el bando jera per el PV only. alcune cose xe anca stade modificade, ma te ripeto per l’ultima volta che se tratta de idee e proposte che devi eser acetade da chi de dovere.
    te ricordo, e ve ricordo, che xe sta Marcus a solevar la questione del PLT e quindi del TLT e cittadinanza già nel 2008/2009, vedi i link del forum triestino cayoeffe. xe ciaro che quando ga fondado el COPLT molto del suo lavoro xe aprodà nel manifesto del comitato per il porto libero di trieste.
    un estratto dal forum:

    Perché sto progetto xe sta bocciado?
    Quanti soldi d’investimento sono stati butadi fora dalla finestra co sta bociadura?
    Quanti posti de lavoro iera previsti?
    Cossa prevedeva de far sto progetto?
    Perché il Piccolo no vol pubblicare i articoli che go mandà?
    Sono un criminale se me son permesso de presentar un progetto che da ricchezza e lavoro in abbondanza a tutti noi triestini e anca non triestini perché se mettemo tutti i disocupadi triestini no coprimo neanca 1 terzo del fabisogno di manodopera?
    Come podemo liberarsi della mafia o meglio dei FESSI che ga preso possesso del porto e ne fà soffrir la carestia dove che per legge dovemo noi esser quei che lo gestisci?

    Vede amici tutte ste domande son ancora aperte e le voglio risolvere con il vostro contributo in forma democratica.

    Per me portare avanti el discorso a livello ONU no xe nessun problema, ma cossa li racconto se la maggioranza dei triestini no sa neanca che i ga un porto che xe de lori.

    Mi spero che questo Forum possa esser el mezzo che ne da la possiblità di capir e di conseguenza agir in maniera civile e legale per partir coi lavori di riqualificazion del porto quanto prima possibile.

    No podemo più aspettar altri anni per approvazioni di piani regolatori che son identici a quello del 1957 (stemo aspettando da 52 anni ma ve rendè conto)!!!!!!!

    El porto non funziona perché semo solamente noi triestini che lo podemo far funzionar (l’allegato VIII parla chiaro)!!!!!!!

    nell’articolo di Maranzana “Porto Vecchio: un triestino sfida tre big” che te ga diligentemente linkado vengono riportate delle dichiarazioni di Marcus: “«Ho alle spalle un gruppo bancario internazionale con capitali europei e statunitensi, un gruppo di imprenditori italiani e un partner di prestigio del settore alberghiero», ha dichiarato ieri Marcus Donato nato in Svizzera da papà di Trieste, città in cui ora abita con la famiglia e svolge l’attività di broker in campo marittimo dopo essere stato project manager di navi soprattutto da crociera a Monfalcone e in Germania. «Sono stato indotto a muovermi appena dieci giorni fa per cui il nostro progetto è ancora da definire nei dettagli – ha aggiunto ieri Donato – l’investimento globale che abbiamo fin d’ora previsto però è ben superiore agli 800 milioni di euro indicati dall’Autorità portuale.”

    ma quello che non scrive Silvio xe che el tutto doveva, e devi, esser fatto secondo la legge vigente del PLT ovvero el tratà de paxe con l’italia che qua tuti denigra, ma che xe el documento nazionale italiano più importante anche prima dela costituzione, de tuti i taliani.
    gli italiani no sa nianca che existi!
    per non parlar dela loro costituzione….

    hobo spiga perchè te ga questo interesse che sfocia quasi in accanimento nei confronti de Marcus e del COPLT? perchè te xe cusì importante da ripeterlo ogni volta saver chi che jera i finanziatori da 860 milioni de euri del 2008?

    gli interesi nel PLT xe enormi e ti no te gnianca la più pallida idea de cosa che xe… e no xe questione de bori, i bori ghe xe e in abondanza, el problema xe internazionale….

  75. Giacomo Franzot

    69Cren insider
    10 dicembre 2013, 20:45
    Divertente una cosa.
    IL progetto viene bocciato per documentazione carente.
    Donato dice che non lo era.
    Gli viene chiesto perché non fa ricorso.
    Dice che non lo fa perché il TAR del Lazio non è competente a Trieste (lo decide lui ovviamente)…

    Cren, xe inveze interesante come per ti xe divertente che Trieste no riva a dar lavor ai Triestini anche se ga tante carte vincenti in man.
    interesante xe, caro Cren, che ti te zoghi a far el giornalista che questo si no porta a niente a parte un poco de ilarità…

    secondo ti el Porto Libero de Trieste NO EXISTI come NO EXISTI el TLT che lo contien e i cittadini del TLT no EXISTI anca lori e quindi no xe nisuna “preferenza nelle assunzioni”.

    bene. gavemo za dito che per ndar vanti in una discusion dovemo lasar perder i nostri punti de vista perchè ti te ga ragion e mi go ragion e no sarà sicuramente el TAR del lazio a darte ragion.
    quindi ndemo oltra!

    perchè i punti franchi di trieste italiana non vengono spostati per via direttissima a gioia tauro venezia genova? con effetto immediato?

    perchè si vuole investire 2.8 MILIARDI DI EURI per el porto de venezia con tanto de puntin franco, mentre se fa dificoltà a cazar fora 30 milioncini per Trieste?

    dato che trieste xe italianissima perchè gavemo ancora el comisario del governo per il territorio di trieste? basta el prefeto no?

    perchè il porto vecchio di trieste italiana non viene dato in gestione all’area scentifica/universitaria di Trieste per utilizzarlo ma si preferisce che el mondo osservi come fa marcire un porto industriale dell’800? Amburgo come esempio no?

    dato che Trieste è italiana perchè devo emigrare per trovare lavoro?

  76. Giacomo Franzot

    Cren, ti te scrivi de stefano “Anche il fatto che Ferluga lo abbia appoggiato non mi stupisce, non mi pare abbia grande spessore, relegato a chieder soldi e ricordare gli appuntamenti.
    L’unica volta che ha alzato al testa, sulla zona B, è stato cazziato da parovel.”

    te dimostri dse eser veramente irispetoso…. el Stefano come tanti e tanti e tanti ancora grazie al COPLT, ACTLT e MTL sta scoprendo de eser triestini prima che italiani o sloveni o greghi o austriaci o serbi ecc… e de gaver un PORTO!!

    tute queste persone sta iniziando a gaver la consapevolezza de cosa che xe “TRIESTEITALIANISSIMA” e cosa che ne ga portà e dove ne sta strasinando….!!

    dane un ninin de tempo…xe pena dal 2009 che la questione de Trieste internazionale xe rispuntada fora in modo cusì aperto e vivace 🙂

    per la storia de MTL e dela zona B ex-VUJA-STT me par che sia stada ciarida più volte: l’MTL vol rapresentar la sola zona A ex-GMA-USA-UK-FTT, ma come anche lo storico movimento indipendentista triestino dela familia Marchesich.

    Le opinioni del Parovel xe opinioni che mi non condivido per niente!!

  77. hobo

    @franzot

    “hobo spiga perchè te ga questo interesse che sfocia quasi in accanimento nei confronti de Marcus e del COPLT? perchè te xe cusì importante da ripeterlo ogni volta saver chi che jera i finanziatori da 860 milioni de euri del 2008?”

    perche’ el capitalismo xe prima de tuto una logica.

  78. hobo

    @gombac

    dal profilo fb di “trieste libera impresa”, sull’annuncio di paoletti:

    “Dopo tante battaglie,arrivano i primi risultati. Siamo sulla strada giusta.”

    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=229453813895869&id=128615053979746

  79. *** Riposto un commento che avevo inserito su altro link del medesimo articolo ***

    Scusa Paolo, premettendo che condivido almeno la metà di quanto hai scritto – magari non nei toni ma nei meriti -, ti chiedo; secondo te cosa intendeva allora Letta con la famosa frase “W Trieste, Trieste Libera”, con tanto di sorriso di Putin(che notoriamente non ride mai) e con la frase labbiale seguita a tale dichiarazione “va bene così?”.
    Te lo chiedo per avere un punto di vista diverso, cosa sempre buona su tutto e tutti, e che sia un pelino più credibile della frase cosoliniana “intendeva che è normale che sia libera” o russiana “intendeva proprio che è libera da pressioni politiche esterne”.

  80. Cren Inìsider

    Franzot, porti sempre il discorso fuori strada. Il punto è che il progetto di Marcus Donato non presentava la documentazione necessaria. Sarebbe interessante sapere aule, se non esisteva dimostrazione dell’esistenza della helmProject o se gli 800 milioni erano solo sulla carta. SE avesse avuto condizioni per farlo avrebbe fatto ricorso, inutile fare tante storie.
    Riguardo Ferluga non sono io irrispettoso. Forse, essendo il presidente, è irrispettoso chi non lo fa parlare o chi non lo difende di fronte agli attacchi di parovel, sebbene è da dire che sia subito rientrato nei ranghi.

  81. El baziloto

    COMUNICATO NUMERO DUE

    Al termine di un giro di telefonate fra amici iniziato questa mattina alle 07:30, posso finalmente annunciare quanto segue:

    PREMESSO CHE

    Tutti noi trepidiamo per il futuro di Triestecaralcuore e dei suoi attualmente disgraziati abitanti.

    CONSIDERATO CHE

    Ho alle spalle un gruppo bancario internazionale con capitali europei, nordamericani e asiatici, un gruppo di imprenditori italiani, un partner di prestigio del settore alberghiero, un altro nel settore della ristorazione e un terzo nel settore dei trasporti.

    AFFERMO CHE

    Sono stato indotto a muovermi appena dieci ore fa per cui il nostro progetto è ancora da definire nei dettagli.

    PURTUTTAVIA

    L’investimento globale che abbiamo fin d’ora previsto per la città di Trieste intera è ben superiore a 8000 miliardi di euro.

    COSI’ SUDDIVISI

    1. 2000 miliardi a fondo perduto e ad esaurimento per gli abitanti. Abbiamo pensato ad una rendita temporanea di 1 milione di Euro all’anno per tutti i maggiorenni, a patto che presentino la seguente documentazione all’apposito ufficio:

    a. Certificato di residenza attuale nel comune di Trieste.
    b. Certificato di triestinità nella misura minima del 60%. I genitori valgono 20%, i nonni 15%. Per essere considerato “triestin patoco” e meritevole di tutela con vitalizio, il richiedente dovrà sommare la triestinità dei propri avi secondo le pecentuali indicate, raggiungendo il minimo richiesto.

    Il triestin patoco che riceverà la rendita temporanea sarà tassativamente tenuto a non svolgere alcuna attività, né scolastica né lavorativa, pena la decadenza dal beneficio. E’ tollerata l’attività sportiva amatoriale, nella misura massima di quattro ore settimanali.

    2. 2000 miliardi per il nuovo porto vecchio e per le nuove navi vecchie. Sarà ricostruito in scala 1:1 il vecchio porto d’epoca austroungarica che andava così bene, abbattendo tutte le strutture attuali e rimettendo al loro posto le precedenti, inopinatamente sostituite. Il porto sarà popolato da figuranti stranieri, vestiti da antichi manovali, impiegati, operai, scaricatori, spedizionieri eccetera eccetera, che si muoveranno di qua e di là a simulare l’antica operosità dei tempi andati. Allo stesso tempo, saranno varate nuovamente tutte le vecchie unità navali – rigorosamente copie conformi degli originali – in uso all’epoca.

    3. 3000 miliardi per ricostruire integralmente la città secondo gli antichi ma sempre validi dettami dell’urbanistica e dell’architettura ottocentesca. Tutte le abitazioni successive al 1918 saranno abbattute e al loro posto sorgeranno delle funzionali magioni in stile impero e/o secessione viennese. Ovviamente la viabilità sarà del tutto riadattata alle carrozze con cavalli, al tram elettrico e alle poche auto la cui circolazione sarà permessa, copie conformi degli antichi manufatti degli anni ’10 del secolo scorso.

    4. 1000 miliardi per pubblicizzare all’estero l’unico parco turistico a tema totalmente dedicato al XIX secolo. Da tutto il mondo maree plurimilionarie di turisti verranno a Trieste per assaporare il vecchio, caro, ritemprante mondo d’una volta, quello dei bisnonni e dei trisavoli, laddove si diceva “buongiorno” e “buonasera” levandosi il cappello, ci si alzava in piedi all’ingresso d’una signora nella stanza, si brindava “prosit” con un goccio di rosolio nei bicchierini Swarovski e minimo minimo si parlavano quattro lingue dell’antica Europa (l’inglese però no: quello è linguaccia commerciale da grezzoni attuali).

    PER QUANTO SOPRA

    Chiedo alla popolazione di levarsi in piedi ed accorrere in piazza della Borsa, dove alle 15:00 di oggi è organizzata la cerimonia del giuramento.

    Seguirà sassaiola.

  82. El baziloto

    COMUNICATO NUMERO TRE

    A seguito di un altro breve giro di telefonate, è stato individuato il primo futuro governatore di Trieste.

    Si eleva nettamente rispetto alla concorrenza, grazie ad un curriculum eccezionale nelle pratiche maggiormente apprezzate nell’estreme terre del Nord Adriatico.

    Si chiama Masanobu Sato ed è giapponese.

    http://www.youtube.com/watch?v=SNH5EUw7gxk

  83. Associare Paoletti a Trieste libera è stata una solenne idiozia, i gestori fb di Trieste Libera impresa lo hanno fatto senza consultarsi con il MTL che naturalmente si dissocia, russi o non russi.

    Di certo la battaglia che stiamo conducendo non si svolge per portare acqua al mulino di chi si è grassamente arricchito per decenni anche solo grazie alla progettazione di improbabili expò, di villette, di piste ciclabili e di orripilanti posteggi e centri commerciali nel più vasto Punto Franco Internazionale d’Europa.

  84. Giacomo Franzot

    82Cren Inìsider
    11 dicembre 2013, 09:00
    Franzot, porti sempre il discorso fuori strada. Il punto è che il progetto di Marcus Donato non presentava la documentazione necessaria. ….

    Cren, no poso portarte fora strada se zà la strada che te ga impostà la xe fora!

    per quel che riguarda la documentazione preparata e presentata da Marcus vedi video qui di seguito che dà una chiara visione di come funziona la gara d’appalto in italia. trieste non è in italia? o mi sbaglio 🙂

    http://youtu.be/kgpxvjw0-Nk

  85. Crem Insider

    Franzot, siete tutti esperti nel deviare dalle domande.
    Donato è stato bocciato per mancanza di documenti e non ha ritenuto di far ricorso.
    La domanda è semplice. Che documenti mancavano?

  86. Giacomo Franzot

    86Crem Insider
    11 dicembre 2013, 13:01
    Franzot, siete tutti esperti nel deviare dalle domande.
    Donato è stato bocciato per mancanza di documenti e non ha ritenuto di far ricorso.
    La domanda è semplice. Che documenti mancavano?

    la risposta è semplice: non mancava nulla, ma c’erano sul tavolo 860 milioni e per averli Boniccioli doveva applicare i 26 articoli dell’Allagato VIII del Trattato di Pace con l’Italia.

    la sua scelta è stata invece dare in speculazione a rizzani deeccher per poi non fare nulla e pagare oltree un milione di euro per non andare in processo.

    el fallimento della amministrazione italiana e un fallimento di noi triestini che non siamo più capaci!
    2008-2013 — sei anni persi! con quali costi, economici e sociali.
    il bugiardello dedica tre righe tre.
    http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2013/10/31/news/trieste-risoluzione-consensuale-della-concessione-del-porto-vecchio-1.8026375

    chiara la situazione?

  87. Giacomo Franzot

    per correttezza di informazione era la cordata portocittà http://www.portocitta.com/en/company/

  88. Cren Insider

    Oh ecco, già si capisce di più. Insomma il progetto Marcus Donato era tuta uffa. Gli imprenditori non c’erano.

  89. Giacomo Franzot

    Rizzani De Eccher
    Maltauro
    Sinloc
    Intesa San Paolo
    Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo
    Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia

    vs

    Marcus Donato («Ho alle spalle un gruppo bancario internazionale con capitali europei e statunitensi, un gruppo di imprenditori italiani e un partner di prestigio del settore alberghiero»)

    circa 450 milioni contro circa 850 miloni di euro…

  90. Giacomo Franzot

    Gentile Redazione di Bora.La attenzione ai reati di diffamazione da parte di vostri giornalisti o articolisti.

  91. Giacomo Franzot

    https://www.moodys.com/research/Moodys-withdraws-Banca-Infrastrutture-Innovazione-e-Sviluppos-Baa2P-2C-ratings–PR_260876

    Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo:
    Moody’s has withdrawn BIIS’s rating as a result of the split of the bank in favour of Intesa Sanpaolo S.p.A. (Baa2, negative; BFSR C-/BCA baa2, negative) and Leasint S.p.A., the latter being a leasing company fully owned by Intesa.

    The transaction was completed on 1 December 2012 and as a result of this transaction, BIIS ceased to exist.

    zà un investidor no xe proprio più….xe sta scisso.

  92. Cren Insider

    Sto attendendo da Andrea i documenti su Ryanair.
    Franzot, il punto è che Donato non ha presentato i documenti necessari. Cosa mancava? Tu dici che non mancava niente allora andava fatta denuncia. Continuo a pensare che si trattasse di uffa, la cosa più seria del progetto era la fontana con i draghi.

  93. Giacomo Franzot

    Intesa Sanpaolo is a banking group resulting from the merger between Banca Intesa and Sanpaolo IMI based in Turin, Italy. It has clear leadership in the Italian market…

    Operating income € 17.881 billion
    Profit € 1.605 billion
    Total assets € 673.472 billion
    Total equity € 49.613 billion
    Employees 96,170
    dati del 2012
    http://www.intesasanpaolo.com

    uno dei gruppi bancari italiani più importanti…molto potente ed influente…

  94. hobo

    @franzot

    la cordata rizzani-de eccher la conossemo za. xe quela dela helm che la xe ancora misteriosa.

  95. Giacomo Franzot

    93Cren Insider
    11 dicembre 2013, 14:39 … Cosa mancava? Tu dici che non mancava niente allora andava fatta denuncia.

    Cren te par fulminà in testa…o no te capisi perchè forsi no te ga esperienza o te lo fa a posta…te vedo come un fanciullo nella foresta oscura sperdù a vagare… 🙂

    xe sta saggio all’epoca Marcus tenere riservati i nomi degli investirori…

    il problema del finanziamento e possibile investimento del PLT si è dimostrato di importanza enorme…..lo stato talian sta ncora pensando de meter ste do flike..una trentina de milioni…per far partir la costruzione del molo viii.
    e ne la vol cazar in ogni modo e no i mola col rigasifigador…un investimento de mezo milion de euri…

    ma oltra 850 milioni iniziali con la clausola de applicar la legge italiana 84/94 sulla portualità, NO!! da parte poi de UN TRIESTIN!!!

    vade retro cittadin del TLT!! qua xe italia!!

  96. hobo

    varda che mi ve credo a ti e a donato:

    “Ho alle spalle un gruppo bancario internazionale con capitali europei e statunitensi, un gruppo di imprenditori italiani e un partner di prestigio del settore alberghiero”

    propio perche’ ve credo, ve domando chi che iera el grupo bancario intarnazional, el partner alberghiero e i imprenditori italiani. me interessa saver che toco de capitalismo italian e internazional, nel 2008, scometeva sula finalizazion del TLT.

    oviamente nissun pol obligarve a risponder, ghe mancassi altro.

  97. Cren Insider

    Franzot, ma dove vivi. Quando partecipi ad una gara non metti clausole, le clausole le mette chi emette il bando.
    Veramente ridicolo.

  98. Giacomo Franzot

    intanto che Cren se fa le pippe su che che iera gli investidori portadi dal TRIESTINO Marcus, con oltre 850 milioni de euri, quasi el doppio rispetto aagli altri concorrenti del bando….

    abbiamo perso sei anni di lavoro!!

    e nel mentre è successo anche questo:
    POTERE D’ACQUISTO GIÙ DEL 9,4% DAL 2008 AL 2012.

    cosa vol dir che se nel 2008 te ciapavi per dir mille euri e te compravi per mille euri, nel 2012 che te ciapiavi sempre mille euri, se spera, te acquistavi per 900 euri.

  99. Cren Insider

    Franzot, inutile discutere, siete, già detto, come i testimoni di Geova che riempiono di parole, senza rispondere mai alle domande, tanto possiedono la Verità.
    Facciamola finita, andate all’onu e tirate su i confini. Fino a quel momento siete nel torto ed il TLT non esiste.

  100. Alessandro

    e UNA prova de sto investimento allucinante ghe xe?

  101. hobo

    @alessandro

    ma questo non e’ rilevante, scusa. alla fine l’investimento non c’e’ stato perche’ la helm ha perso la gara. e non e’ nemmeno tanto rilevante sapere se mancava documentazione e quale. queste valutazioni le avra’ fatte l’ AP a suo tempo, e a torto o a ragione avra’ deciso di escludere la cordata helm dalla gara.

    la cosa rilevante invece e’ capire quali capitali nel 2008 scommettevano sulla finalizzazione del TLT, e perche’ si appoggiavano a una piccola societa’ a gestione individuale come la helm, una societa’ con sede in una casella postale in autoporto, una societa’ che da visura camerale risulta cessata nel 2001.

  102. Giacomo Franzot

    99Cren Insider
    11 dicembre 2013, 15:12
    Franzot, ma dove vivi. Quando partecipi ad una gara non metti clausole, le clausole le mette chi emette il bando.
    Veramente ridicolo.

    leggi clausola come “condizione”. se te ga problemi rivolgite e consulta i legali de Bora.La.

    101Cren Insider
    11 dicembre 2013, 15:16
    ….
    Facciamola finita, andate all’onu e tirate su i confini. Fino a quel momento siete nel torto ed il TLT non esiste.

    veramente xe tirar zo i confini ed esere finalmente internazionali.
    poi per l’esistenza o meno del TLT e del PLT (zonto mi perchè te son gnorante) te me par un fioluzo del’asilo come te tien la tua posizion…gnagnagnagna 🙂

  103. Giacomo Franzot

    98hobo
    11 dicembre 2013, 15:03
    varda che mi ve credo a ti e a donato:…

    hobo te me son simpatico 😉

    i nomi degli investidori se informazion riservada.

    co sarà de novo la legalità nel PLT e nel TLT tuto sarà ala luce del sol, overo nisun gaverà problemi a “esporse” perchè l’investimento/finanziamnento sarà legale.

    mi speravo ch’el cren fusi più giornalista superpartes che de parte….che faxesi analisi tecniche che comentasi seriamente ed in modo neutrale analitico i fatti …. ma cos te vol o no xe o el devi creser, farse i osi…o el xe zà bruxà…

  104. hobo

    @franzot

    alora, xe una roba che no me torna. una volta te gavevi scrito:

    “xe sta proprio nel 2008 quando Marcus in tuta freta xe sta ciamà dala cosidita autorità portuale a partecipar ala gara de apalto per rinovar el PV.

    xe ciaro che Marcus sa mejo i detagli ecc…
    ma xe sta proprio in quel momento che se studiava lo status guiridico del PV che ghe xe sciopada un’arteria nel zervel e ghe xe ga iluminà tuta la facenda…el Porto Vecio no teritorio talian e no pol seguir le legi taliane l’autorità portuale taliana no ga nisuna autorità….

    ga fato anca un discorso privato con bonicioli…Marcus ghe ga chiesto xe de finalizar el PLT-TLT per far funzionar sto porto…. e lù ga risposto” e cosa diranno gli altri…”

    e la proposta di oltre 850 milioni di euro è stata cestinata per il bene di trieste.”

    http://bora.la/2013/08/02/ripristinare-la-legalita-violata-da-un-paese-che-ha-occupato-militarmente-il-tlt/#comment-318332

    quel che no me torna xe: perche’ boniciolli gaveva ciama’ donato? evidentemente perche’ donato gaveva za fato saver de gaver una cordata. a mi boniciolli no me ga mai ciama’, per dir. ti te ga dito che donato ga avu’ l’iluminazion in quei 10 giorni *dopo* che boniciolli lo gaveva ciama’. quindi se go capi’ ben i investitori esisteva za prima dela iluminazion de donato. go capi’ ben?

  105. Giacomo Franzot

    106hobo 11 dicembre 2013, 18:56

    no go capì la domanda..e che ragionamento te se sta faxendo e indove te vol rivar…

    però no so dirte se xe sta proprio boniccioli a ciamarlo… chiedighe a Marcus forsi el te dirà.

  106. hobo

    @franzot la domanda xe se go capi’ ben che i famosi investitori esisteva za prima che donato gavessi visto la luce.

    http://youtu.be/DCrv-qQeKvk

  107. Cren Insider

    Clasusola o condizione sono la stessa cosa.
    Ad una gara si partecipa alle condizioni di chi la fa.
    In goni caso, si tengo la mia posizione, che è poi la posizione del mondo i nero a parte 6000 (ora 1500)

  108. hobo

    @cren

    secondo mi te sbaj prospetiva. la question dela sovranita’ la xe solo un corolario dela ridislocazion del capitale tra europa e russia (e no solo). ghe xe tochi de capitalismo russo (e forse cinese, secondo quel che disi parovel) che i vol una zona tax free a trieste. e su questo ghe xe una convergenza con tochi de capitalismo triestin. la question del tlt la xe strumentale al ragiungimento de questo obietivo. come dir che mtl sta spaciando per lota de liberazion una ridefinizion dei raporti de forza al interno del capitale.

  109. Cren insider

    E allora perché, chiunque li finanziasse ha chiuso i rubinetti?

  110. Bibliotopa

    e alora,# 110, el Trieste come Hong Kong ga un significato più forte che Trieste come Montecarlo?

  111. hobo

    @cren

    non lo so se qualcuno li finanziasse, e in caso affermativo, se quel qualcuno abbia chiuso i rubinetti.

    se le cose sono andate cosi’, puo’ essere che o quel qualcuno ha gia’ ottenuto i risultati che gli interessavano, o ha ritenuto che il movimento non fosse in grado di raggiungerli.

    in ogni caso che trieste tax free faccia gola a qualche pezzo di capitalismo russo e cinese lo dicono parovel e giurastante:

    http://youtu.be/0-gsqdqvoDk

    il dato politico importante e’ che i militanti di mtl fanno lavoro volontario e credono in quel che fanno. credono nell’atto di dedizione del 1382 eccetera. e credono che singapore sia il paradiso in terra. ma da questa “insorgenza” chi ricava dei vantaggi sono grossi gruppi economico-finanziari e piccole lobby locali (come paventa lo stesso gombac qua sopra). le due cose sono strettamente collegate.

  112. El baziloto

    Domandine par i indipendentisti

    1. Ne la Trieste che vegnarà ghe xe posto par un bel casinò, che femo fora in un colpo solo el 10% de l’economia slovena?

    2. I casini (vulgo: puttanai, ma anca par done, anda e rianda), volemo verzerli de novo? Se podaressi far come in Austria, col casin subito fora del confine che de note spara laser nel cielo par tirar dentro i talijanski okupatori (questa me xe sbrissada, ma notoriamente i talijanski non pol che esser sporchi okupatori).

    3. Visto che el TLT sarà free shop dei schei nonché tax free e fora da l’UE, gavè idea de come sarà da considerarse el segreto bancario? E le SA? Cioè: mi che porto i miei miliardi (de Euro) gavarò da esser identificà o me darè un bel conto-fantasy che ciamarò “Lianta” o robe del genere? E podarò costituir ‘na bellissima Società Anonima, visto che me piase tanto no far saver ai altri le me faccende?

    4. Ultima ma not least domanda. Dove xe che passarà le milioni di tonnelate che se movimentarà nel novo porto? Par che strade asfaltade o ferrate?

  113. hobo

    @bibliotopa

    parovel auspica come presidente del porto de trieste l’atual presidente del porto de hong kong.

    a parte questo, el disi esplicitamente che nel capitalismo atual ghe xe richiesta de zone tax free.

    dal mio punto de vista una zona tax free xe un strumento del capitale a livel globale per no redistribuir la richeza prodota dal lavoro.

    per quanto me riguarda mi, xe per questo motivo (oltre che pel sciovinismo de mtl su varie questioni) che sto movimento no me piasi.

  114. ANDREA

    41Cren Insider
    10 dicembre 2013, 16:54
    @andrea “E’ già stato fatto con esito positivo”
    Mostra una prova e mi ricredo.

    Ciao Cren, intanto ti ho inviato via P.E. la cartolina dal Canada, appena riesco a recuperare la ricevuta del biglietto ti mando anche quella. Ciao

  115. El baziloto

    Orko kan hobo, che link che ti me ga segnalà!

    Ghe xe dei GENI nel MLT che considera normale che Allianz andarà a piantarse a Trst apena che ghe sarà el TLT, e ritien che el faturato consolidato de un gruppo come Allianz xe la stessa roba che el faturato de una Srl (‘sta qua no ghe la spiego a sto GENIO: ga da capirla da solo).

    E in più sto GENIO calcola che su 100 miliardi de faturato ‘sta Allianz andarà a pagarghe 25 miliardi a l’ano al TLT, e cioè sto GENIO ghe cala sul gropon a Allianz un’imposta dei reggiti del 25% sul fatturato lordo!!!

    ‘Sto GENIO gavaria da deventar ministro de l’economia de l’Italia, ma che digo de l’Italia: de la Germania; ma che digo de la Germania: DEL MONDO!

    Xe veramente pien de GENI ‘sto movimento!

  116. El baziloto

    @ Cren Insider

    Se mi fai avere il tuo indirizzo di posta elettronica ti spedisco la copia di un pezzo di cartone da pacchi ritagliato e affrancato che io con degli amici abbiamo spedito per scommessa venticinque anni fa dalla Francia a un’amica, con scritto semplicemente il suo cognome e la città di residenza, oltra alla scritta “CORRI POSTINO!” Al posto dell’indirizzo avevamo scritto “tutti lo conoscono”.

    E’ la prova provata che Dio esiste.

    A me Andrea tlt-iano fa ‘na pippa, a confronto.

  117. Giacomo Franzot

    109Cren Insider
    11 dicembre 2013, 22:53
    Clasusola o condizione sono la stessa cosa.
    Ad una gara si partecipa alle condizioni di chi la fa.
    In goni caso, si tengo la mia posizione, che è poi la posizione del mondo i nero a parte 6000 (ora 1500).

    http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2013/07/31/news/riprendiamoci-il-porto-l-authority-e-circondata-1.7503476
    ….Le prime indiscrezioni parlano di due grossi gruppi che, ironia della sorte, pongono condizioni opposte: uno vuole la sdemanializzazione dell’area (con la possibilità dell’edilizia abitativa) e l’altro la conferma integrale del Punto franco…..

    L’altro gruppo, dai contorni meno definiti, è la Jesa Investiment Holding di Hong Kong, con sede a Shanghai. Il progetto intende dare attuazione al regime di Porto Franco esistente con un Duty Free e attività di e-commerce, intrattenimento, un polo logistico, un centro finanziario off shore.
    ….

    Cren el giornalista coi contro!

  118. hobo

    @franzot

    te sa se donato, la helm e la famosa cordata del 2008 i ga intenzion de partecipar de novo ala gara per le concessioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *