16 novembre 2013

Cronaca dell’assemblea del Movimento Trieste Libera del 15 novembre

di Cren Insider

L’occasione di capire la fase due del Movimento Trieste Libera viene dall’Assemblea Pubblica che si è tenuta, a due mesi dalla manifestazione di settembre, presso la sede di Piazza della Borsa, orfana da qualche giorno delle bandiere per volere della sovrintendenza. Motivo dell’incontro la denuncia contro i magistrati del TAR che hanno rigettato il ricorso presentato da Giurastante insieme ad altri 56 cittadini. In sala una quarantina di persone, altrettante seguono la diretta streaming.

Padroni di casa Roberto Giurastante, portavoce del movimento in camicia bianca con alabarda, l’Avvocato Nicola Sponza, il Presidente del movimento Stefano Ferluga che a dire il vero parlerà ben poco. Interverrà molto invece, anche su richiesta di Giurasatante, Paolo Parovel, direttore della “Voce di Trieste” nonché, sottolineiamo per precisione, non iscritto al Movimento.

Giurastante presenta la assemblea come la prima dopo il silenzio stampa dovuta agli organi che stanno gettando fango ed aggredendo il movimento: Il Piccolo, Il Primorski, Rai3, ed altri.
Poi si passa subito al merito, il ricorso al TAR. Oggetto del ricorso erano le elezioni regionali che il Movimento dichiara illegittime “Come se l’Italia facesse svolgere le elezioni del Canton Ticino”, illegittime perchè il FVG ingloba uno stato indipendente, ovviamente il territorio Libero di Trieste.
Naturalmente, ma lo sa anche Giurastante, un tribunale italiano non può che rigettare il ricorso, ci fosse stato “un tribunale del TLT che non esiste poiché abolito dallo stato occupante”, allora ci sarebbe stata giustizia. Così i magistrati vengono definiti “eversori dell’ordinamento italiano ed internazionale” e che “sembrano provenire da un tribunale speciale fascista” e la cui ricostruzione “è molto fantasiosa”. A questo punto Giurastante annuncia il cambio di strategia, non quella di impugnare la sentenza davanti al Consiglio di Stato (anche se in seguito riaffiorerà l’intenzione), ma denunciare i giudici eversori. Denunciare a chi? Alla procura competente che è quella di Bologna, ma per non farsi mancare niente anche al governo italiano ed all’ONU.
Niente si dice di quello che succederà ai 56 cittadini che hanno fatto ricorso al TAR assieme a Giurastante e che sono stati condannati a pagare in solido 4500 euro,  5000 invece la condanna per il portavoce. Non una parola sul significato di “in solido” ossia che ognuno dei 56 potrebbe essere chiamato a versare la somma totale. Giurastante  afferma che, nella sentenza di 65 pagine, i magistrati vogliono intimidire i cittadini con accuse di istigazione a delinquere, istigazione a disobbedire alle leggi, attentato alla sovranità dello stato. In realtà, credo, i cittadini dovrebbero preoccuparsi del momento in cui gli verrà chiesto quanto dovuto.  A quel punto il movimento se ne farà carico?
Pare chiaro l’intento dei magistrati di dividere chi guida ufficialmente il movimento e coloro che o seguono.
Ciò che non va giù a Giurastante è  il punto 23 della sentenza che vi riporto integralmente perchè centrale:

23. Considerata la natura intrinsecamente e dichiaratamente eversiva del presente ricorso (sostenuta con convinzione e onestà intellettuale dall’instante), questo Collegio è costretto ad esaminare alcune questioni di principio.

Come noto, nelle libere democrazie occidentali, quale è l’Italia, di cui sia il ricorrente sia gli interventori sono liberi cittadini, campeggia – tra le altre libertà – la libertà di opinione e di espressione. Ne consegue che anche tesi giuridicamente infondate e storicamente fantasiose, come quelle esposte nel presente ricorso, possono essere liberamente e pacificamente espresse.

23.1 Peraltro, come ogni libertà, anche quella di parola e di opinione deve sempre coniugarsi con la responsabilità, per cui la libertà di espressione va esercitata nei limiti di legge e non può mai travalicare i confini del rispetto per le opinioni diverse dalla propria, per i cittadini e per le istituzioni, rispetto che il ricorrente e gli interventori hanno giustamente invocato per sé anche nella discussione svoltasi in pubblica udienza. Sarebbe, infatti – a mero titolo di esempio – poco rispettoso affermare pubblicamente ovvero tramite organi di stampa che una sentenza non gradita (e ovviamente sempre criticabile e discutibile in modo civile) sia addirittura un “mostro giuridico”.

Inoltre, in nessun Paese democratico è consentito utilizzare la libertà di parola per incitare alla commissione di reati, anche di natura fiscale, e in genere a comportamenti illeciti (vedi articoli 414 e 415 del codice penale) o per commettere direttamente reati, come, ad esempio, il reato di abuso della credulità popolare (articolo 661 del codice penale).

23.2 In ogni caso, ferme restando le libertà fondamentali, uno Stato democratico e sovrano non è certo un ente imbelle, per cui ha il diritto e il dovere di reagire, nelle forme di legge, ma anche con tutta la forza della legge, ogni qual volta vengano messi in discussione i princìpi basilari su cui si fonda ovvero ove sia in pericolo la stessa salus rei publicae.

Tra i princìpi fondanti di uno Stato si annoverano ovviamente la sua sovranità e integrità territoriale, che vanno riaffermate in ogni sede.

In altri termini, uno Stato democratico sovrano, proprio perché tale, deve utilizzare la legge per ostacolare chi non riconosce la sua legge e si pone fuori dalla legge.

Questo vale, oltre che per l’Italia, anche per i due Paesi democratici alleati e vicini, la Slovenia e la Croazia, la cui sovranità e integrità territoriale verrebbero intaccate dalla riesumazione di uno stato fantasma quale il territorio libero propugnata dal ricorrente.

Il movimento ritiene che le parole dei giudici, definiti eversori, siano a loro volta eversive perché “non è possibile punire chi sta esercitando un proprio diritto”.

Sembra sempre di assistere ad un gatto che si mangia la coda. Il movimento fa un ricorso in quanto “qui non è Italia”, i giudici italiani lo respingono, ma secondo il movimento non sono titolati a farlo perché “qui non è Italia”.
Da questa sentenza però si comincia a mettere in campo la parola eversione, e qui il gioco potrebbe farsi pericoloso. Forse è verp, come affermato Giurastante, che i giudici del TAR si sono allargati nei giudizi, però questo rappresenta un salto di qualità.

Scartato il ricorso a Consiglio di stato, inizia allora la fase due quella dei ricorsi e delle cause internazionali.
Inizia l’intervento dell’avvocato Sponza, molto vago. La sintesi è che gli accademici e avvocati internazionalisti con cui si sono confrontati, “gente con curriculum” come li definisce, sono concordi nel dire che ci sono gli spazi per intervenire, ossia far partire ricorsi e cause internazionali.
Ed è gente, sottolinea, che “se gli arrivi con un pretesto neanche ti ricevono”, per cui le possibilità sono ottime, “ le migliori da 60 anni a questa parte
I nomi non può farli “perché ci sono già state azioni di disturbo”. Questo il motivo?
L’unica “sicurezza” è che i ricorsi partiranno a dicembre e le cause in primavera.
Qui un piccolo intervento di Ferluga che ricorda che “occorre raccogliere soldi per le cause internazionali”.
A questo punto l’avvocato si imbarca in una spiegazione su come gli avvocati debbano fare un lavoro enorme ad esempio studiando gli atti preparatori del trattato di pace perchè dei trattati “è sempre possibile dare una interpretazione”. In sala un intervento  gela l’avvocato chiedendo “Ma no xe el tratato che conta?”. Si passa velocemente ad altro.

Del porto parla a lungo Paolo Parovel, di come  ci siano investitori internazionali che vengono cacciati da Cosolini con l’aiuto del Piccolo, portando ad esempio la Philips Morris che ha riunciato ad un gosso investimento a Trieste a causa di una, voluta, fuga di notizie. Come se un colosso rinunciasse ad un investimento a causa di una notizia del Piccolo, in questo caso molto probabilmente mai la Philips Morris ha neanche pensato di insediarsi qui.

Parovel attacca a tutto campo regione, provincia, comunque di volersi occupare del porto. Dice che la presidenza del porto avrebbe il potere di fare qualsiasi cosa. Ad un certo punto dal pubblico viene chiesto “Ma la Monassi da che parte sta?” Giurastante dice che non lo sa ma prende subito la parola Parovel che si lancia in una strenua difesa perché “è funzionario dello stato” e non può fare altro, “ma del resto per misurare se uno fa bene o male basta vedere se ha contro il Piccolo, se fa bene lo ha”. Così la Monassi è assolta. Ma poco prima non aveva detto che avrebbe pieni poteri?

Cala il sipario, prossimo appuntamento per il movimento l’8 dicembre in porto.

Cren Insider

Tag: , .

131 commenti a Cronaca dell’assemblea del Movimento Trieste Libera del 15 novembre

  1. Date un’occhiata qui, e provate a darvi se ‘sta operazione del “Kren outsider” sia un atto informativo, o una serie di frasette messe a lì per far prendere paura ai triestini:

    http://www.livestream.com/tltwebtv/video?clipId=pla_14e10fa6-1599-48fd-9a97-f359959b3aaf

  2. era “domandarvi”, ovviamente

  3. Cren Insider

    MI spiace che il Movimento la prenda così. Ovviamente all’interno esiste una parte di commento, anche critica, ma mi pare di aver informato, tra l’altro molto di più di quanto dica questa mattina il Piccolo.

  4. Per completezza dell’informazione abbiamo provveduto a aggiungere il link da voi riportato. 🙂

  5. Franco Tremul

    Non sono certo un esperto di diritto ma credo che il punto 23.1 della sentenza rischi di fare giurisprudenza, dal momento che potrebbe allora benissimo, a mio avviso, essere applicato ad esempio alle dichiarazioni pubbliche di vari esponenti politici italiani che spesso appaiono su svariati “organi di stampa”, ovvero su molti media nazionali. Perché quando ho sentito parlare di “mostro giuridico” a me è sembrato di sentire semplicemente ripetere parole già espresse in precedenza da altri. Mi sbaglierò, mi confonderò eh, ci mancherebbe, ma l’impressione è stata proprio questa…

  6. Cren Insider

    Franco, hai ragione, ma teniamo conto sempre che il TAR è organo amministrativo. Forse, e qui avrebbe ragione Giurastante, si è allargato nei giudizi. Ricordo però che è ovvio che le azioni secessioniste dallo stato da cui ci si vuole staccare vengono considerate ovviamente reato. Si ricordi ad esempio l’episodio di venezia del “carroarmato”.Poi che l’MTL affermi che qui non è Italia, ancora non è dimostrato, per cui la secessione resta reato.

  7. El baziloto

    Non ho ancora capito presso quale organo MLT ha intenzione di far partire “i ricorsi e le cause internazionali”.

  8. Cren Insider

    Beh #7, penso che saranno singoli cittadini (o gruppi di cittadini come per il ricorso al TAR). Sicuramente l’MTL non è, per ora, sofferto giuridico.

  9. Trieste libera considera totalmente inadempiente oltrechè illegittima la presenza del Presidente dell’Autorità Portuale del Porto Libero di Trieste, rappresentata dalla Signora Marina Monassi, in quanto l’All. VIII per il Porto di Trieste, all’art. 18, comma 2 recita: “Il Direttore non deve essere cittadino jugoslavo o italiano.”

    I primi 20 articoli dell’All. VIII sono stati confermati in essere anche dalle recenti sentenze del TAR.

  10. Giacomo franzot

    Secessione o occupazione militare illegale?

    I cittadini del TLT esistono oppure no?

    Il Porto Libero di Trieste esiste oppure no?

    La Slovenia ha sbocco al mare oppure no?

    La Croazia ha la sovranità su Buje oppure no?

  11. Cren Insider

    @Movimento Trieste. Mi fa piacere che questo articolo consenta queste precisazioni, chiarimenti ed integrazioni. La cosa detta oggi non è stata detta chiaramente ieri in assemblea (chiunque può verificare al minuto 1:24:15 ), anzi quando qualcuno ha nominato la Monassi chiedendo “La monassi dove sta”, la parola è stata data da parovel che la ha difesa ). Mi fa piacere che ora MTL chiarisca perché nessuno ne ha parlato.

    @Giacomo Franzot. Sino a che qualcuno non vi da ragione la situazione è di richiesta di secessione.

  12. Cren Insider

    Ossia Franzot, potete avere anche ragione, il punto è che sino a che qualcuno non ve la da la ragione non la avete. E’ banale ma è così dal punto di vista legale.

  13. Giacomo franzot

    Condivido col avocà Sponza che conferma lo status giuridico del PLT. Mentre trovo inutile solamente pensare che lo Stato italiano faccia lavorare il PLT e quindi perder tempo e risorse preziose spingendosi in questa direzione.

    È assurdo solamente immaginare che senza l’intervento del Consiglio di Sicurezza e il corretto funzionamento dell’ organizzazione internazionale preposta per garantire il funzionamento del PLT secondo la legge, ICFPT, le cose possono cambiare e che quei miliardi citati nell’assemblea del MTL come entroito del Porto di Trieste rimangono nel TLT.

  14. giacomo franzot

    12Cren Insider
    16 novembre 2013, 11:50
    Ossia Franzot, potete avere anche ragione, il punto è che sino a che qualcuno non ve la da la ragione non la avete. E’ banale ma è così dal punto di vista legale.

    aldilà della ragione, E NOI CE L’ABBIAMO, come pensi di far FUNZIONARE il PLT?

    un’attività commerciale, una azienda, come il PLT, ha bisogno di legalità, di bori (investimenti) e di sicurezza. senza questi tre elementi nessun investitore sano di mente o onesto butterebbe lì il suo capitale di investimento.

    ma secondo te chi è l’autorità del porto di trieste?

  15. Cren insider

    Perdonami ma, ribadisco, sino a che qualcuno non vi da ragione non la avete. Ossia potete in teoria averla ma non conta alcunché.

  16. giacomo franzot

    mentre se discuti del Porto Libero di Trieste. porto con fondali da 20m soto molo, el più a nord nell’adriatico e el più vicino all’Europa centrale e orientale, con uno statuto internazionale di Freihafen….

    i primi porti del mondo sono i cinesi con
    shanghai
    singapore
    hongkong
    shenzhen

    al 47 posto de gioiatauro (nel 2011 58)
    al 66 porto de genoa (nel 2011 72)
    al 97 porto de laspezia (nel 2011 95)
    http://www.lagazzettamarittima.it/img/foto/top-100-2013-intera.jpg

    e trieste????

    qualche anno fa me ricordo jera all’87-esimo posto…..OGGI NIANCA NEI PRIMI 100!!!!

    e allora Cren perchè NO te interesa questa situazione reale della portualità triestina?
    lavor per noi triestini? bori per noi triestini?

    xe come che inveze de voler el nostro benessere te vol el nostro malessere…..

  17. Stefano

    “I nomi non può farli “perché ci sono già state azioni di disturbo”. Questo il motivo?”

    torniamo sempre allo stesso punto..
    anche a voler fare una discussione costruttiva su una faccenda fantasiosa, le risposte sono sempre quelle:

    – le telefonate all’onu? tranquilli che le facciamo e ci ascoltano;
    – le email che ci danno ragione’ esistono ma per la privacy (?) non possiamo pubblicarle;
    – gli esperti internazionali che stanno spremendo le loro meningi sul tlt? esistono ma devono restare segreti per sicurezza…(pensate che i servizi segreti non potrebbero già intercettare le comunicazioni se volessero?)

    mi spiegate come cavolo potete pensare di rappresentare in questo modo ridicolo una città????
    non esistono solo quelli che come caproni si bevono tutto e vi seguono comunque (per i più svariati motivi) ma anche persone a cui piacerebbe, quanto meno, vedere cose più concrete (anche se, come me, totalmente contrari).
    Non vi pare sia ora, se davvero avete tutte queste prove inconfutabili, di togliere questo velo di mistero su tutto ciò che fate? (stile setta segreta)?

    Perchè altrimenti, a sto punto, mi aspetto come prossima uscita la promessa dell’arrivo di superman e dell’uomo ragno a sostegno della libertà…e ovviamente malfidati e corrotti coloro che non vi crederanno 🙂

  18. Cren Insider

    Franzot, ma possibile che chi pensa che non abbiate ragione voglia il male di Trieste. ma siete onnipotenti?
    Comunque supponiamo che abbiate ragione, la cosa diventa possibile se qualcuno dice che avete ragione. Fino a che continuate a raccontarvelo voi non ha alcun valore.

    Faccio un esempio. Penso di aver diritto ad una eredità, ho tutte le carte che lo dimostrano ma qualcun o pensa il contrario. Mi rivolgo ad un giudice. Fino a che un giudice non dice che ne ho diritto non hanno valore le mie sicurezze.

  19. emma peel

    In realtà Parovel ha sempre difeso a spada tratta la Monassi.

    Intervistatore: Leggendo il quotidiano locale, navigando nei siti che fanno informazione su Trieste e soprattutto
    nell’opinione comune di molti commentatori sul web, si dice che a Trieste c’è una pecora nera che
    si chiama Giulio Camber, che sta bloccando da anni lo sviluppo del Porto di Trieste.

    Parovel: Non è così. In realtà lo stato del Porto Vecchio è determinato da quanto stanno combinando i 4
    personaggi che, trasversalmente tra centrodestra e centrosinistra, hanno in mano le sorti del Porto
    Vecchio da quando è stata assegnata la concessione a Maltauro. E sono i 4 che vediamo in testa ai
    cortei (do Portoverto, n.d.r). Pure Giulio Camber ha una sua lobby, con dentro dei personaggi che pure io non amo, però
    la lobby più grossa è quella che fa la campagna sul Piccolo, accusando Camber e Monassi. Me ne
    sono reso conto in modo chiaro quando ad esempio è stata pubblicata la falsa notizia sull’aumento
    di stipendio del Presidente dell’Autorità Portuale, per scatenare una campagna di stampa. Ma in
    realtà, guardando ai fatti, Monassi sta facendo benissimo in Porto.

    http://www.openstarts.units.it/dspace/bitstream/10077/8622/1/rovati_phd.pdf

    a pag. 122

  20. giacomo franzot

    18Cren Insider
    16 novembre 2013, 13:40
    …la cosa diventa possibile se qualcuno dice che avete ragione.

    te se scondi drio un dedo….

    te devi far mejo se te vol seguito e interesar la gente….sempre la stesa solfa dopo un po’ stufa…

  21. emma peel

    n.b. Maltauro ha vinto la gara da cui invece era stata esclusa la Helmproject di Marcus Donato.

  22. Stefano

    @ 18 cren insider

    impossibile farglielo capire…un muro ha più capacità di ragionamento…
    ti giuro che ormai sto quasi pensando di passare dalla loro parte per sfibramento di testicoli (o rottura de….) 🙂

  23. Cren Insider

    Cero che essere accusato di monotonia da chi non fa che ripetere “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, ….

  24. Stefano

    @ 23 cren

    ricordati anche l’allegato 🙂

    domani anderò in edicola a domandarghe un trattato de pase con l’allegato …forsi i me da anche un gratta e vinci in omaggio 🙂

  25. giacomo franzot

    21emma peel
    16 novembre 2013, 14:16
    n.b. Maltauro ha vinto la gara da cui invece era stata esclusa la Helmproject di Marcus Donato.

    ma si tratta di vittoria?

  26. emma peel

    @25 La si chiami come si vuole, cerchiamo di badare al sodo. Maltauro e Rizzani-De Eccher avevano ottenuto le concessioni in Porto Vecchio. Ora le hanno perse.

    Invece mi domando come mai Parovel in quell’intervista aveva attaccato i progetti per Porto Vecchio che non fossero incentrati esclusivamente sull’attività portuale, mentre precedentemente non aveva detto niente sul progetto di Marcus Donato e anzi aveva ceduto alle pressioni di Daniele Pertot e aveva pubblicato le inserzioni del COPLT sul Tuono. Anche il progetto di Donato prevedeva un utilizzo di Portovecchio in chiave turistica, con alberghi e persino un finto villaggio in stile carsico.

  27. giacomo franzot

    26emma peel
    16 novembre 2013, 16:01
    @25 La si chiami come si vuole, cerchiamo di badare al sodo. Maltauro e Rizzani-De Eccher avevano ottenuto le concessioni in Porto Vecchio. Ora le hanno perse.

    no xe vero. no le ga persa la concesion, ma i ga denuncià la cosiciamada “autorità taliana del porto di trieste” …! poi i se gameso dacordo su una milionata o zo de là…

  28. emma peel

    Andiamo al sodo per cortesia? Non sono una fan di Maltauro come non lo sono di Helmproject. Maltauro aveva ottenuto una concessione nel 2008, e all’epoca Helmproject era stata bocciata. Ora Maltauro ha rinunciato alla concessione, vista l’impossibilità di realizzare un progetto che alcuni anni fa invece sembrava realizzabile. E’ evidente che in questi anni è cambiato qualcosa, ed è appunto questo che vorrei capire. E vorrei anche capire da dove si era materializzata la cordata di Donato l’ultimo giorno utile per presentare la domanda di concessione. Ripeto, non sono interessata a prendere parte per nessuno dei partecipanti alla gara del 2008, ma solo a capire cosa è successo.

  29. emma peel

    In questo articolo sul Piccolo si parla anche di voci di investimenti russi sull’intera area di Porto Vecchio:

    http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2013/11/02/news/maltauro-con-un-altra-authority-di-nuovo-in-corsa-per-porto-vecchio-1.8033858

    Qualcuno sa qualcosa di più preciso?

  30. Von Locke

    “Trieste libera considera totalmente inadempiente oltrechè illegittima la presenza del Presidente dell’Autorità Portuale del Porto Libero di Trieste, rappresentata dalla Signora Marina Monassi, in quanto l’All. VIII per il Porto di Trieste, all’art. 18, comma 2 recita: “Il Direttore non deve essere cittadino jugoslavo o italiano.”

    Ma ci vuole un genio per capire che l’allegato (ma anche tutto il trattato) aveva senso solamente IN QUELLA PARTICOLARE SITUAZIONE STORICA? Per quale ragione reale nel 2013 il Presidente non potrebbe essere nè italiano nè IUGOSLAVO (!!!!)?
    MTL la Iugoslavia si è dissolta vent’anni fa, SVEGIA!!1!!1!

  31. El baziloto

    Scusa Cren, ma la mia domanda era molto più terraterra.

    Premesso che questi signori hanno fatto vari ricorsi presso “gli illegittimi tribunali della Repubblica Italiana nel Territorio Libero di Trieste” perdendoli tutti quanti, io vorrei sapere DOVE hanno intenzione di depositare i loro ricorsi.

    Presso QUALE tribunale?

    O stiamo ancora pensando alla ciclopica cazzata per cui ci sarà il governo di uno stato che iscriverà la questione del TLT all’assemblea generale dell’ONU, e questa – in accordo col Consiglio di Sicurezza – stabilirà a maggioranza l’indipendenza e sovranità del TLT?

    Adesso faccio una predizione: alla decima multa da 4000 Euro probabilmente qualcuno dei possibili ricorrenti inizierà a domandarsi se in realtà tutta questa storia non abbia senso.

  32. Stefano

    strano che l’utente Movimento Trieste Libera scrive la sua opinione e poi non risponde a nessuna delle varie domande che vengono fatte nella discussione…
    si chiamerebbe democrazia..ma ovviamente chi sosterrebbe un fantomatico stato governato da una sola persona non ama questa parola 😉

    ps: non sono un ex portavoce dell’esercito italiano..ma solo un cittadino qualsiasi che vorrebbe risposte serie e più complete..che so non arriveranno mai…probabilmente perchè discussioni serie si possono fare solo vicino alle fontane 🙂

  33. giacomo franzot

    23Cren Insider
    16 novembre 2013, 15:01
    Cero che essere accusato di monotonia da chi non fa che ripetere “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, “Il trattato di pace”, ….

    Cren ma te lo ga mai studià??

    http://www.triestfreeport.org/wp-content/uploads/2010/09/Treaty-of-Peace-with-Italy-original.pdf

  34. emma peel

    @giacomo franzot

    Tu ne sai qualcosa di questi investimenti russi in Porto Vecchio a cui accenna il Piccolo?

  35. Cren Insider

    Giacomo Franzot, non so più come spiegarmi, parliamo due lingue diverse. Comunque ti do ragione, siete dalla parte del giusto, avete studiato e tutte “le carte” vi danno ragione. Quindi? Sino, ed è l’ultima volta che lo dico, che qualcuno non lo afferma la situazione r4sta quella che è. telefonate a questo benedetto ONU.

    @El Baziloto. Non so, non sono stati chiari, io resto nella convinzione che il Movimento sia fine a se stesso. Resisterà fino a elezioni.
    Dicono che i ricorsi “saran o costosi”, ma non dicono quanto, e intanto raccolgono soldi.

  36. hobo

    alora, sti investimenti russi in porto vecio? qualchedun sa qualcossa?

  37. giacomo franzot

    35 Cren Insider 16 novembre 2013, 21:54
    Giacomo Franzot, non so più come spiegarmi, parliamo due lingue diverse. Comunque ti do ragione, siete dalla parte del giusto, avete studiato e tutte “le carte” vi danno ragione. Quindi? Sino, ed è l’ultima volta che lo dico, che qualcuno non lo afferma la situazione r4sta quella che è. telefonate a questo benedetto ONU.

    Paolo Cren no xe che se parla dò lingue diverse….xe l’obietivo che no xe comune.

    parlo in prima persona. Mi vojo Trieste INTERNAZIONALE e ti no. Semplice semplice.

    per chi vol TRIESTE INTERNAZIONALE el se devi chieder: come posso otener questo che vojo? Trieste ga storia pasada de qualche sorta de internazionalità? Ghe xe qualche posibilità e interesse internazionale per sto benedeto porto? Ma sti fondali e la geografia rendi sto porto strategico per l’europa? A qualchidun ghe pol interesar sto porto e farlo lavorar nell’international trade?

    a queste semplici domande segui una semplice risposta: Freihafen Triest confermà e internazionalizà dal trattato di pace con l’italia e i continui e sia el blocco del porto da parte italiana e sia i tiepidi avvicinamenti di investitori stranieri confermano che il PLT è ancora un porto importante!

    Cren, ti no te ga leto el tratà de paxe con l’italia, ma nianca l’opinione del COPLT con le analisi giuridiche che te trovi sul sito del COPLT steso, come te pol far articoli per el giornal online bora.la? un giornalista el se informa el parla cola gente intervista fa foto ingruma informazioni…..ma ti? La scelta de bora.la xe una scelta mirata?

    le carte che NO TE CONOSI xe importanti. xe una baxe de partenza. e questa baxe, a diferenza de altre situazioni come Südtirol, padania, regno delle due sicilie, veneto, lombardia, el paese basco, gli irish e i scottish ecc ecc, la xe!
    questa baxe xe stada voluda dal’UNSC, dito papaci.

    ti te me chiedi: “telefonate al’ONU”.
    za fato…no coreva che te se strucasi el zervel Cren…

    papaci ga dito e chiesto: “questa baxe va ben e dove xe “el popolo?”….
    me par che l’MTL con el suceson dela manifestazion del 15 setembre 2013 da lori organizada gabi dimostrà ampiamente che el popolo ghe xe! Inoltre ghe xe migliaia e migliaia de firme de citadini dela zona ocupada da ita che chiedi l’intervento de PAPACI.
    e dopo oltra sesanta ani de “trieste bela indormenzada in kras” xe un otimo risultà. ma no basta.
    sia l’MTL per la zona ocupada dai ita che i Društvo STO/STT per la zona ocupada dai slo e cro(ex-jugo), e sia el COPLT come associazione de citadini del TLT riconosudi nel PLT, staghi tuti lavorando per colmar quel “no basta” e i se sta movendo nella stessa direzione: la richiesta del RIPRISTINO DELLA LEGALITÁ del PLT e TLT.

  38. giacomo franzot

    34emma peel
    16 novembre 2013, 19:30
    @giacomo franzot
    Tu ne sai qualcosa di questi investimenti russi in Porto Vecchio a cui accenna il Piccolo?

    36hobo
    16 novembre 2013, 23:39
    alora, sti investimenti russi in porto vecio? qualchedun sa qualcossa?

    me par che Cren sia el giornalista qua che porta le notizie! chiedè a lui.

  39. Stefano

    @ Franzot

    te vol che femo una roba per risolver definitivamente el problema e veder chi ga ragion di fronte al mondo?
    se presentemo mi con la carta d’identità con scritto Trieste, Italia e ti con quella del tlt alla dogana de qualche stato estero…
    e vedemo chi passa…

    se gavè le carte, la ragion dalla vostra parte, el consenso mondiale e planetario no te gaverà nisun problema a entrar…e mi passerò una o più notti in canon per immigrazion clandestina con documenti falsi 😉

  40. giacomo franzot

    39 Stefano 17 novembre 2013, 12:38

    hahahahahahahahahaha vederemo quando sarà finalizzato el TLT-PLT 🙂

    ancora no te ga capì!?!? hahahahaha

  41. El baziloto

    Rispondo io alle domande di Franzot:

    1. Secessione o occupazione militare illegale?
    R. Secessione, se si ha la forza.

    2. I cittadini del TLT esistono oppure no?
    R. No.

    3. Il Porto Libero di Trieste esiste oppure no?
    R. No.

    4. La Slovenia ha sbocco al mare oppure no?
    R. Sì.

    5. La Croazia ha la sovranità su Buje oppure no?
    R. Sì.

    Ghe voleva tanto?

  42. Stefano

    si vederemo…
    entro max 50 anni (anche troppi)..dopo no penso de rivar 🙂
    ridi pur..ma intanto la risposta se te ga coraggio de presentarte all’estero con la carta tlt no te me la dà…paura?…strano per un che ghe credi cussi tanto 😉

    ps: a proposito..te ga già cominciado anche ti a no pagar tasse e bolli o te speti de veder la fine che farà el mimetico? no xe bel cussi però..servissi più unione tra voi del tlt..certo che quando se parla de pila…;-)

  43. felixts

    Franzot ma quando te và all’Onu a Nova York el documento che te presenti xe el passaporto italian? All’immigrazion nei States cossa te ghe mostri? Te ghe disi che te son italian o triestin libero?

  44. Giacomo Franzot

    Felixts rispondo a questa stupida domanda.
    L’aministrazion taliana ga provvedù a darme el passport e contro la mia volontà ga scrito che son de nazionalutà taliana, ma te sa el toco de carta servi per lavor….

    Mi in tute le frontiere che go pasà e che paso dichiarò de eser citadin del TLT. Tuti no capisi tanti fa finta de niente tanti me chiedi spiegazioni e mi ghe le dago… Risultato? Bù no so…ma comunque l’importante xe no negar cos te son anca se el documento che te servi per viaggiar viola i tui diritti umani!

    No so cosa dirte vanti, se gavemo zà ampiamente spiegà… Staremo a veder…ma no corerà stavolta altri 60 ani, stavolta xe sai de meno!

    Ma ti te vol Trieste italiana o Trieste internazionale?

  45. felixts

    in man a un governator che decidi i altri? in man ai triestini puri che ga diritto de far la costituente invece che tutti ( mi saria “puro”)? in man a chi? al tuo amico donato? ai esperti de legge internazionale de s.giacomo? a quei 4 jeansinari che no ga mai savudo vender niente? la TUA Trieste internazionale basada su speculazioni finanziarie alla Querci no la voio grazie perchè saria pezzo dela memele che xe adesso.

  46. ikom

    Quto Felixts, sono pienamente d’accordo.

  47. Bibliotopa

    quoto#45 Felixts

  48. ikom

    Ma Franzot chi? Quello delle truppe liberatrici naziste?

  49. Cren insider

    Franzot, ho una curiosità.
    Dite che basta la richiesta di uno stato per rimettere in discussione la “pratica Trieste” davanti al Consiglio di Sicurezza, Possibile che non ne troviate neanche uno disponibile?

  50. Alessandro

    che poi, anche se i trova uno… ?

  51. giacomo franzot

    felix, alessandro, ikom, bibliotopa….. meritate un sorriso 🙂

    te vol la legalitá? che porta bori, che porta lavor, che porta svilupo che porta futuro?
    risposte….. ma cos te son fora mi stago tanto ben cusí come che stago, go la mia pensioncina de tot euri, fin che ne la pasa eh, perché xe tuta colpa de berlusconi e quei manigoldi del partito democratico, ah orpo ció iera mejo co jera lú…. e pó son ndá ale tori ala coop jera una ofetrta tropa roba…deso i te dá un stagnaco de capuzi garbi se te ghe compri un telefonin con el novo operatore dele poste che poi xe publico ma con la magioranza privata tipo l’acegas che anca se aumenta ogni ano son contento che no xe navi in porto perché inquina e le xe brute de veder poi a barcola se ciapa bel sol, ma cos te vol la feriera fa spuza e polvere tumori ma dove metemo sti ziquezento lavoratori poveri perché la casa integrazion costa e i nostri bravi politici ga ragion a dir che xe uno stato de polizia ma no de pulizia perché son sicuro che le skovaze sará de brusarle e no cori faer eletricitá dato che gaveremo el nostro bel rigasifigador che ciamerá tanti turisti e veder el parco del mare e tuti al pedocin a clanfar…..

    50Cren insider 19 novembre 2013, 12:46 Franzot, ho una curiosità.
    Dite che basta la richiesta di uno stato per rimettere in discussione la “pratica Trieste” davanti al Consiglio di Sicurezza, Possibile che non ne troviate neanche uno disponibile?

    evidentemente no te xe ciaro cosa se sta chiedendo! evidentemente no te xe ciaro cosa comporta la finalizzazione del TLT-PLT!
    si tratta di equilibrio internazionale o meglio di equilibrio europeo…. no xe chi podesi forsi apogiar la finalizzazione dela Nazione Internazionale de Trieste, la questione xe chi xe contro! E quanto groso el xe…

  52. hobo

    @franzot

    e che xe contro?

  53. hobo

    @franzot

    e chi xe contro?

  54. giacomo franzot

    52hobo
    19 novembre 2013, 15:14
    @franzot
    e che xe contro?

    53hobo
    19 novembre 2013, 15:15
    @franzot
    e chi xe contro?

    HOBO te son fortuná perché gavemo dó giornalisti investigativi coi contro che maneggia rapporti de intelligence come se i legesi el bugiardello e topolino a colazion distrati da una brezza tiepida di settembre: pgp e cren.

  55. hobo

    chi xe pgp?

    comunque boh. per dir, la russia xe a favor o contro?

  56. cren insider

    Franzot, una volta che tu rispondessi 🙂

  57. felixts

    No go ancora visto nissun che sia Onu, Stati o altri che metti in dubbio ufficialmente che TS no xe in Italia se non 4 de lori che fà ricorsi contro la magistratura italiana perdendoli sempre, che disi che qualche toco grosso che no se pol dir ghe dà ragion. Quando farè i nomi, quando che qualchedun all’Onu dirà che gavè ragion allora ne riparleremo.

  58. Alessandro

    franzot come al solito nessuna risposta. chi xe contro?

  59. felixts

    insomma quando vinzerè una causa internazionale…..ma penso che ghe volerà 10 anni e tanti schei e che la perderè perchè la international lew xe accordi trà stati, politica no xe contratti assicurativi immutabili

  60. hobo

    cio’, franzot, no xe una domanda strana. i membri permanenti del cds xe:

    Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito e Francia.

    se pol saver chi xe pro e chi xe contro?

  61. Alessandro

    Dai, dime chi xe contro. Americani, russi o cinesi!? No posso creder che quella repubblica delle banane che xe l’italia blocca l’international law e el unsc e la nazion internazionale de trieste…

    Chi xe contro Franzot che se meti contro alla legge internazionale e ghe impedisi a Trieste la sua giusta indipendenza?

  62. giacomo franzot

    55hobo
    19 novembre 2013, 15:38
    chi xe pgp?

    alora te ga solo el rafano italico!

  63. hobo

    cio’ franzot, lassemo star pgp (chiunque sia) e cren (che xe l’autor de sto articolo). me rivolgo a ti, che te son vicepresidente del coplt, cioe’ de un comitato uficialmente riconossudo dal onu. quindi te son piu’ informado de chiunque altro. nel cds chi xe pro e chi xe contro la finalizazion del tlt?

  64. Alessandro

    a domanda risposta please… anche mi voio saver chi xe contro a livello internazionale. Ovviamente Italia, Slovenia e Croazia immagino… e dopo?

  65. giacomo franzot

    http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2013/11/19/news/delegazione-di-100-persone-al-vertice-con-lo-zar-putin-1.8137237

    la carica dei 101!
    Cren te ga 101 a chi chieder…

    ghe sarà una bella sorpresa!

  66. Alessandro

    insopportabile. se te sa parla se no te sa (cosa che me par altamente probabile) no dir niente… ciò no me par difficile la domanda: chi xe pro e chi xe contro? Te piasi far el criptico ah?

  67. hobo

    ok, me par de capir che la visita de putin ghe entra col tlt. alora su giap i la ga vista giusta?

  68. CREN insider

    Da quanto da Franco Sporco c’è un tavolo prenotato a Nome Putin – Giurastante

  69. Alessandro

    Ma putin xe pro o contro?

  70. ikom

    la legalità che porta bori…………………………………………………ahahaahahahah

  71. giacomo franzot

    70ikom
    19 novembre 2013, 16:57
    la legalità che porta bori…………………………………………………ahahaahahahah

    ma te son sicuro che xe una roba de rider? ….me par inveze che no te gà capì un binbim…..
    ikom dime, ma te son triestin (citadin del TLT) o altro?

  72. hobo

    @franzot

    te podessi spiegarne che legame ghe xe tra la visita de putin e la question del tlt?

  73. Alessandro

    te podessi spiegarne che legame ghe xe tra la visita de putin e la question del tlt?

    per piacer… te pol?

  74. effebi

    intanto se ga quasi capido chi sarà el governator, né italian, né jugoslavo….
    …babbo natale

  75. Prooot

    Ma chi xe nato a Trieste prima del ’43 pol far parte del tutto o lo considerè “talian” o quei che xe nati tra el 43 ed el 45 allora xe tedesco? E sveieve dei che xe passadi 60 anni e i contesti storici xe cambiadi. Come i fasci che disi che l’ Istria xe italiana, ugualmente patetici. Posso dirlo o tonfa me buta in fontana?

  76. GIAMPAOLO LONZAR

    @ 6 CREN INSIDER:

    “per cui la secessione resta reato”

    Qua desidero una spiegazione , se l’Ialia ha aderito a ” Helsinki” che riconosce il diritto l’autodeterminazione dei popoli ( almeno così ho capito ) come mai se riferito a qualsiaasi parte dell’Italia che volesse staccarsi viene considerato un reato ???

  77. felixts

    65 Franzot
    La sorpresa saria che riva anche le pussy riots e i 30 di greenpeace?

  78. felixts

    76 Lonzar perchè Helsinki sancissi anche l’Inviolabilità delle frontiere cussi come che le iera….

  79. felixts

    infatti dopo riva Osimo, inoltre l’atto finale ammetteva la possibilità di cambiamenti pacifici dei confini, ma sempre decisi tra stati.
    Per quanto riguarda l’autodeterminazione dei popoli….no xe miga cussi semplice, prima de tutto dovessi esser la maggioranza e poi ” Nella prassi, si è in ogni caso escluso di assegnare al principio di autodeterminazione effetti retroattivi tali da consentire di rimettere in discussione situazioni territoriali definite a seguito dei più importanti eventi bellici del secolo scorso, poiché metterebbero in discussione la certezza dei confini nazionali, il dovere di sudditanza dei popoli e la stabilità politica degli stati. La Corte Suprema Canadese, valutando delle rivendicazioni di indipendenza del Québec rispetto al Canada ha definito attentamente i limiti di tale principio: di esso sono autorizzati ad avvalersi Ex colonie, popoli soggetti a dominio militare straniero e gruppi sociali cui le autorità nazionali rifiutino un effettivo diritto allo sviluppo politico, economico, sociale e culturale. (Sentenza 385/1996).”

  80. felixts

    e poi no riva a aver l’indipendenza i palestinesi con alle spalle risoluzioni onu e combatti da decenni, no riva a averla i tibetani che se da fogo e riva a averla 4 nagane in base a un toco de carta de 60 anni fà solo tramite avvocati? ndemo dei basta cior pel fiocco la gente

  81. GIAMPAOLO LONZAR

    @ 78 FELIXS :

    Ma inviolabilità presumo voglia dire “azione fatta da terzi ” ma che non si riferisce alla decisione di una popolazione situata all’interno di un area geografica che per questioni storiche,etniche,religiose e quant’altro non si senta di far parte della nazione entro i cui confini si trova inglobata .

  82. GIAMPAOLO LONZAR

    @ 79 FELIKS :

    Mai una gioia ! Lo stato e’ sempre sovrano !

    Xe più facile separarse dala moglie …..

  83. ikom

    Franzot, non tutti quelli che non sono d’accordo con voi vogliono il male della città. Non tutti quelli che non credono alle vostre idee sono taliani.
    In linea con la tua impostazione culturale so bene che il sangue, la razza è importante per Te è il mezzo per dividere bene e male. Ricordo che per te le truppe naziste sono liberatrici e questo ci dice milto sulla tua persona. Comunque ti lascierò nel dubbio. Vedi è facile per una mente semplice e confusa sbrigarsela con il o con noi o contro di noi ma la vita è altra cosa.
    L’economie e le società le fanno le persone con il loro impegno non i trattati nè le razze.

  84. Cren insider

    @Franzot, non giochi a fare l’avvocato internazionale.

    Inannzitutto il trattato di Helsinki sancisce il diritto di un popolo sottoposto a dominazione straniera ad ottenere l’indipendenza, associarsi a un altro stato o comunque a poter scegliere autonomamente il proprio regime politico.

    NOn tiri fuori il trattato di pace, fino a che qualcuno, una corte intrenazionale’ non dice che Trieste è “dominata da uno straniero” le vostre ipotesi sono carta straccia. Non mi pare che nel diritto internazionale valga la regola “chiunque capisi che xe cucì”

    A parte questa cosa, la occupazione, che lei tralascia credo che foste anche 20000, non siete il popolo di Trieste.

    Quindi inviti a non pagare le tasse, a disobbedire le leggi sono reato (copn l’aggiunta della secessione)

  85. Cren insider

    @Giampaolo lonzar.
    Ma finite di dirvi rappresentanti del popolo di Trieste?

  86. Giovanni Bollini

    Non occorre essere avvocati internazionalisti, magari siete Cittadini del Territorio Libero di Trieste senza saperlo, come confermato anche dalla Legge Italiana vigente ad oggi, e se c’è la cittadinanza, cos’altro ne consegue? 🙂

    Digitate su google “interattiva” e negli appositi spazi inserite Legge 1249 – 25 settembre 1947 (vigente.)

  87. Giovanni Bollini

    Per farla semplice:

    LEGGE 4 aprile 1953, n. 238

    Diniego di ratifica del decreto legislativo 25 settembre 1947, n. 1249, concernente riacquisto della cittadinanza italiana da parte degli italiani che divengono cittadini del Territorio Libero di Trieste.

    Vigente al: 20-11-2013

    La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA la seguente legge: Articolo unico. Il decreto legislativo 25 settembre 1947, n. 1249, non e’ ratificato. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserta nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica italiana.

    E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. Data a Roma, addi’ 4 aprile 1953 EINAUDI DE GASPERI – SCELBA Visto, il Guardasigilli: ZOLI

  88. Giovanni Bollini

    Scusate non era “interattiva”, ma http://www.normattiva.it/ricerca/semplice

  89. felixts

    non è stato ratificato in quanto la situazione era cambiata, nessun cittadino italiano a perso la cittadinanza italiana in favore del tlt non essendo quest’ultimo mai giuridicamente attivo. quindi non era necessaria una legge per il riacquisto….oltre a leggere le leggi bisognerebbe leggere anche la relativa discussione alla camera e le relative motivazioni

  90. Accademia della crusca

    nessun cittadino italiano *H*a perso la cittadinanza italiana 🙂

  91. felixts

    ops bocciato GA va ben? 🙂

  92. Accademia della crusca

    Approvato 🙂

  93. felixts

    🙂 e sta ennesima cazzata la Hanno pure messa sulla pagina FB del Mtl….ma dico io….

  94. GIAMPAOLO LONZAR

    @ 85 CREN INSIDER :

    “””Ma finite di dirvi rappresentanti del popolo di Trieste?”””

    Mi dica dove io ho parlato al plurale ???

    Se commento, la mia opinione e’ strettamente personale, sempre !

  95. ikom

    A mio modesto avviso l’interpretazione della norma del signo Bellini non è corretta.

  96. Cren insider

    Scusa ikom, che intendi?

  97. ikom

    mi riferivo al protagonista del video

  98. ANDREA

    @89 felixts la mancata ratifica xe del 1953, non della fine del 1954. OPS. Ciao

  99. felixts

    100 Andrea dove go scrito che xe del ’53?

  100. hobo

    ripeto:

    @franzot, te podessi spiegarne che relazion ghe xe tra la visita de putin e el TLT?

    te ga tira’ fora ti sta roba, no sta’ tirar el sasso e sconder la man.

  101. felixts

    ARTICOLO 6 dello statuto PERMANENTE del TLT

    Cittadinanza

    I cittadini italiani che al 10 giugno 1940 erano domiciliati entro i confini costituenti il Territorio Libero ed i loro figli nati dopo tale data diventeranno cittadini di origine del Territorio Libero e godranno della pienezza dei diritti civili e politici. Divenendo cittadini del Territorio Libero, essi perderanno la loro cittadinanza italiana.

    E’ entrato in vigore lo statuto permanente?

  102. ikom

    @104 E gli altri ? CICCIA

  103. hobo

    bon ma sta roba xe za stada sviscerada. savemo za che un con avi de monfalcon o de dakhar o de rio de janeiro sara’ escluso dal processo costituente. sta roba se sa.

    mi volessi che @franzot ne conti de #putin.

  104. Alessandro

    bon, ma anche de chi xe lo stato che se opponi alla finalizzazione del TLT in unsc

  105. hobo

    anche, si’. ovio.

  106. Stefano

    @ 96 Cren Insider

    Fantastico!!! :-)))
    ormai el decidi tutto lui quel che xe valido e quel che no xe :-))
    chissà se oltre le carte de identità ga stampado anche la nova moneda del tlt (el Boro ovviamente 🙂 ) e se se incazza se i negozi no lo accetta andando contro l’art. 29bis, comma 14 ter del trattato di pace ovviamente 🙂

    pensavo con Checco Zalone de esserme spanzado dal rider..ma go trovado un che lo supera 🙂

  107. giacomo franzot

    Cren per una volta e solo qua te ga dito giusto!

    84 Cren insider 20 novembre 2013, 10:31
    ….. credo che foste anche 20000, non siete il popolo di Trieste.

    infati el striscion dixi “WE THE PEOPLE OF THE FREE TERRITORY OF TRIESTE”.

  108. giacomo franzot

    84 Cren insider20 novembre 2013, 10:31
    …Inannzitutto il trattato di Helsinki sancisce il diritto di un popolo sottoposto a dominazione straniera ad ottenere l’indipendenza, associarsi a un altro stato o comunque a poter scegliere autonomamente il proprio regime politico.

    Inanzittutto non è un trattato, ma è un accordo scaturito da una conferenza che poi si è trasformata in organizzazione internazionale: Conference on Security and Co-operatrion in Europe — Organization for Security and Co-operation in Europe.
    Non si parla di UE (28 stati membri), Unione Economica degli Stati Europei…..
    Non si parla di NATO (28 stati membri), North Atlantic Treaty Organization, alleanza politico militatre.….
    L’Italia e la Yugoslavia hanno partecipato a questa conferenza….. erano anche in rappresentanza del Territorio Libero di Trieste? Secondo me no perché avevano giá violato il Trattato di Pace con l’Italia del ’47 con la firma della lettera d’intenti del ’54, per confermare il tutto con il trattato bilaterale di osimo del ’75 (casualmente proprio in quel periodo) e addirittura violare l’appena sottoscritto accordo di Helsinky (articolo 4)…. Col silenzio del Secretary-General of the United Nations, ma soprattutto dell’UNSC….

    L’Atto Finale, ovvero l’accordo, vale per gli stati che vi hanno partecipato.

    per info:
    The OSCE traces its origins to the détente phase of the early 1970s, when the Conference on Security and Co-operation in Europe (CSCE) was created to serve as a multilateral forum for dialogue and negotiation between East and West. Meeting over two years in Helsinki and Geneva, the CSCE reached agreement on the Helsinki Final Act, which was signed on 1 August 1975. This document contained a number of key commitments on polito-military, economic and environmental and human rights issues that became central to the so-called ‘Helsinki process’. It also established ten fundamental principles (the ‘Decalogue’) governing the behaviour of States towards their citizens, as well as towards each other.
    Until 1990, the CSCE functioned mainly as a series of meetings and conferences that built on and extended the participating States’ commitments, while periodically reviewing their implementation. However, with the end of the Cold War, the Paris Summit of November 1990 set the CSCE on a new course. In the Charter of Paris for a New Europe, the CSCE was called upon to play its part in managing the historic change taking place in Europe and responding to the new challenges of the post-Cold War period, which led to its acquiring permanent institutions and operational capabilities.
    As part of this institutionalization process, the name was changed from the CSCE to the OSCE by a decision of the Budapest Summit of Heads of State or Government in December 1994.

    Budget for 2013, totaling EUR 144,822,600.

    The OSCE has 57 participating States from Europe, Central Asia and North America:
    • Albania
    • Andorra
    • Armenia
    • Austria
    • Azerbaijan
    • Belarus
    • Belgium
    • Bosnia and Herzegovina
    • Bulgaria
    • Canada
    • Croatia
    • Cyprus
    • Czech
    • Denmark
    • Estonia
    • Finland
    • France
    • Georgia
    • Germany
    • Greece
    • Holy See
    • Hungary
    • Iceland
    • Ireland
    • Italy
    • Kazakhstan
    • Kyrgyzstan
    • Latvia
    • Liechtenstein
    • Lithuania
    • Luxembourg
    • Malta
    • Moldova
    • Monaco
    • Mongolia
    • Montenegro
    • Netherlands
    • Norway
    • Poland
    • Portugal
    • Romania
    • Russian Federation
    • San Marino
    • Serbia
    • Slovakia
    • Slovenia
    • Spain
    • Sweden
    • Switzerland
    • Tajikistan
    • the former Yugoslav Republic of Macedonia
    • Turkey
    • Turkmenistan
    • Ukraine
    • United Kingdom
    • United States of America
    • Uzbekistan

  109. Prooot

    Giacomo Franzot ma sulla base de che non consultazione ve arroghé el diritto de rappresentar tutta Trieste? Chi ga dito che tutti ghe va ben le vostre imposizioni? O gavé fatto el calcolo che el numero massimo delle persone che sta in fontana contemporaneamente xe la minoranza? Che fine ga fatto el sig Donato?

  110. Fiora

    @109
    “pensavo con Checco Zalone de esserme spanzado dal rider..ma go trovado un che lo supera :-)”

    Cossa mai!cecchelin, de rosè (teatro armonia via madonina), giurastante , franzot…
    no semo secondi a nissun, noialtri !

  111. Cren Insider

    Frnzot, prima di tutto occorre dimostrare (e non si dimostra dicendo “xe cusì”, ma ci vuole qualcuno che lo certifichi) che c’è una occupazione straniera

  112. felixts

    @88 Bollini perchè sulle carte d’identità dell’allora tlt-gma iera scritto cittadinanza italiana?

    Per Franzot contine de Putin dai su

  113. giacomo franzot

    112Prooot
    21 novembre 2013, 07:53
    Giacomo Franzot ma sulla base de che non consultazione ve arroghé el diritto de rappresentar tutta Trieste? Chi ga dito che tutti ghe va ben le vostre imposizioni? O gavé fatto el calcolo che el numero massimo delle persone che sta in fontana contemporaneamente xe la minoranza?

    vedi risposta N 110.

    per questa domanda “Che fine ga fatto el sig Donato?”: va sul sito del comitato per il poro libero de trieste, la te trovi un numero de telefono, xe el suo. componilo e che te ghe chiedi diretamente.

  114. giacomo franzot

    112Prooot
    21 novembre 2013, 07:53
    Giacomo Franzot ma sulla base de che non consultazione ve arroghé el diritto de rappresentar tutta Trieste? Chi ga dito che tutti ghe va ben le vostre imposizioni? O gavé fatto el calcolo che el numero massimo delle persone che sta in fontana contemporaneamente xe la minoranza?

    vedi risposta N 110.

    per questa domanda “Che fine ga fatto el sig Donato?”: va sul sito del comitato per il poro libero de trieste, la te trovi un numero de telefono, xe el suo. componilo e che te ghe chiedi diretamente.

  115. giacomo franzot

    112Prooot
    21 novembre 2013, 07:53
    Giacomo Franzot ma sulla base de che non consultazione ve arroghé el diritto de rappresentar tutta Trieste? Chi ga dito che tutti ghe va ben le vostre imposizioni? O gavé fatto el calcolo che el numero massimo delle persone che sta in fontana contemporaneamente xe la minoranza?

    vedi risposta N 110.

    per questa domanda “Che fine ga fatto el sig Donato?”: va sul sito del comitato per il poro libero de trieste, la te trovi un numero de telefono, xe el suo. componilo e che te ghe chiedi diretamente.

  116. Alessandro

    Bon, me par che qua semo sconfinai nella patologia…

  117. Alessandro

    El Comitato Porto Libero Trieste su FB scrivi, riferindose all’ONU: a parte a qualche triestin corrotto, xe ca. 7 miliardi le persone che ci credono.

    Booooooooooom

  118. giacomo franzot

    114Cren Insider
    21 novembre 2013, 09:07
    Frnzot, prima di tutto occorre dimostrare (e non si dimostra dicendo “xe cusì”, ma ci vuole qualcuno che lo certifichi) che c’è una occupazione straniera.

    xe questa la strada legale internazionale intrapresa…

    ps: no go capí perché se ga triplicá el mio intervento a risposta del prooooot. ?
    se per favor scancelé, grazie

  119. Alessandro

    te pol spiegar ben la parte in cui te spieghi come podè parlar a nome del popolo de trieste? la risposta “el striscion dixi “WE THE PEOPLE OF THE FREE TERRITORY OF TRIESTE” me par un cicin lacunosa.

    se per piacer te ne spieghi anche chi xe contro el TLT in unsc e che sorpresa porterà putin.

    Regards

  120. El baziloto

    Io capisco tutto quanto, ma c’è ancora una cosa che continuo a chiedere ma – porcaccio il kane – questi muri di gomma non rispondono.

    La scrivo IN MAIUSCOLO!

    – PRESSO QUALE TRIBUNALE INTERNAZIONALE O ISTITUZIONE SOVRANAZIONALE E’ STATA INTRAPRESA ‘STA CAZZO DI AZIONE LEGALE?

    – SE POL VEDER ‘STE CARTE CHE GAVE’ PRESENTA’ O XE L’OTAVO SEGRETO DE FATIMA?

    – CHI XE I AVOCATI CHE RAPPRESENTA MLT IN ‘STI FORI INTERNAZIONALI?

  121. giacomo franzot

    123El baziloto
    21 novembre 2013, 11:20

    le risposte le ga el SISMI. ciamilo e chiedighe. volentieri i te le dará.

  122. Alessandro

    bravo franzot… fa fa el spiritoso. intanto no te dà una risposta che sia una. no me par che te sia de grande aiuto alla causa.

    1) che sorpresa ghe sarà con putin?
    2) che stato in unsc xe contro el tlt?
    3) su che base ve firme “popolo del TLT”?

    regards

  123. ikom

    Alessandro de cossa te se meravigli? Lui sa tutto. E chi non la pensa come lui o xe corrotto o importado. E tenzion che no i te smachi in fontana.
    Ieri go letto adiritura che xe parte de un comitato e contro un’altro comitato perchè lui e lori sa tuto.

  124. Cren insider

    Oggi istruttiva visita al tavolare, a breve nuovo articolo

  125. Stefano

    @ 113 Fiora

    a che ora xe el spettacolo?
    ma i porta el traatato de pase da legger per 5 ore o no? 🙂

    se pol entrar anche con la carta de identità italica o xe reato? 🙂

  126. Prooot

    Giacomo franzot no xe che postando tre volte te rispondi sul “poro” de Trieste, e non credo che un striscione ve dia el diritto de rappresentar l’intera cittadinanza, xe la dimostrazione che se solo chiacchiere pronti a viver sulle disgrazie altrui,

  127. El baziloto

    “Messaggio da Marte per Franzot”

    RIPETO

    “Messaggio da Marte per Franzot”

    TESTO DEL MESSAGGIO

    “Tua missione necessita di ricalibrazione stop Sincronizzare orologio mentale con anno in corso pianeta Terra RIPETO Sincronizzare orologio mentale con anno in corso pianeta Terra stop Non est possibile pretendere fondare nuovo stato et non sapere SISMI non esistente più da anno due-mila-sette stop Non est possibile inanellare continue figure di merda stop”

    FINE DEL MESSAGGIO

  128. GIAMPAOLO LONZAR

    @@@@ ” ONCE UPON A TIME IN TRIEST FTT/BUSZ ”

    http://www.oldsoldiershome.com/tph/id65.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *