19 settembre 2013

20 settembre 2013: inizia SLOFEST

Il conto alla rovescia è terminato: domani in Piazza della Borsa l’Unione dei circoli culturali sloveni ZSKD darà inizio a un evento della durata di tre intense giornate che è finora l’iniziativa di maggiore eco e visibilità realizzata dalla comunità slovena all’interno di un lungo percorso di dialogo, conoscenza reciproca tra comunità linguistiche diverse e consolidamento di un’appartenenza comune nel cuore multiculturale di Trieste.  Slofest è una festa alla quale prendono parte molte realtà associative e organizzazioni della regione Friuli Venezia Giulia, affinchè con la presentazione della multiforme attività culturale della comunità slovena su questo territorio possa trasmettere un messaggio di costruttiva e fertile convivenza con i linguaggi di musica, teatro, arte figurativa, danza, letteratura e fotografia. Tutti gli eventi, che si svolgeranno durante l’intera giornata e ogni giorno sotto la tensostruttura in piazza della Borsa, sulle strade, nelle piazze e in altri spazi del centro storico, saranno a ingresso gratuito e si svolgeranno in entrambe le lingue, italiano e sloveno. In via Cassa di Risparmio dalle ore 9 alle ore 22 sarà aperto lo Slofest Village con i chioschi delle istituzioni e organizzazioni slovene che forniranno informazioni sulla propria attività e inviteranno alla conoscenza reciproca come occasione di arricchimento culturale.  La giornata di apertura di venerdì avrà inizio alle ore 8.00 sotto la tensostruttura con una serie di conferenze informative per il pubblico scolastico, ma aperte a chiunque fosse interessato a conoscere la struttura, la scuola, i media, la vita economica e culturale della minoranza slovena nella nostra regione, ma anche della comunità friulana e della minoranza italiana in Istria. Le conferenze proseguiranno in vari turni consecutivi fino alle 12.30 circa a cura di Slori, Unione italiana, Societât Filologjiche Furlane, Sklad Mitja Čuk con un mini corso di sloveno e Slov.I.K. con un incontro sulle possibilità di istruzione e perfezionamento in Slovenia. Alle ore 16.00 l’associazione Kons aprirà nella Sala comunale d’arte Arturo Fittke una mostra collettiva dal titolo Dittico-Dicotomia della minoranza e della società. Opere di Vecchiet, Švara, Turk, Žerjal e di molti altri artisti verranno introdotte da Giulia Giorgi, mentre la nota musicale sarà a cura di un affermato concertista triestino, il fisarmonicista Igor Zobin.  Alle ore 17.15 l’associazione culturale Cizerouno e Comunicarte saranno partner dell’organizzazione con un incontro sul tema del romanzo Alamut, con il quale il triestino Vladimir Bartol ha toccato all’inizio del secolo scorso i temi, oggi tristemente attuali, del fanatismo e del terrorismo.  Gli interventi degli ospiti (la psicanalista Vlasta Polojaz, il giornalista Ervin Hladnik-Milharčič, la mediatrice culturale Mouna Fares) verranno moderati dall’editore Massimiliano Schiozzi, Qubik offrirà invece ai partecipanti del “salotto letterario” un caffè. L’USCI Friuli Venezia Giulia e la Comunità degli Italiani di Isola collaboreranno alle ore 18.00 nella realizzazione di una serie di esibizioni corali diffuse che porteranno le note della nostra regione e del Litorale in piazza Hortis, via Dante, piazza Venezia e via Cassa di Risparmio, dove sedici gruppi canteranno per così dire “a staffetta” per evidenziare il ruolo d una delle più diffuse e amate attività amatoriali. La cerimonia inaugurale con la partecipazione di tutti i cori riuniti sarà in programma alle ore 19.30 in piazza della Borsa, dove alle ore 21.00 seguirà l’edizione speciale dello spettacolo del Teatro Stabile Sloveno 110 anni saporiti. Il testo comico e al tempo stesso istruttivo di Sabrina Morena, creato l’anno scorso in occasione dell’anniversario di fondazione della compagnia teatrale professionale slovena, è la storia di una giovane attrice innamorata (Lara Komar) e della zia (Vesna Guštin), conoscitrice di cucina carsica che l’aiuta nella preparazione di una cena romantica, attorno alla quale si intrecciano anche contrappunti sulla storia degli sloveni a Trieste. La prima serata di Slofest si concluderà con la performance di danza della triestina Daša Grgič, vincitrice del IX festival internazionale di danza-internet dance festival SideBySide. Slofest è realizzato in coorganizzazione con Comune di Trieste, Provincia di Trieste, Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e Unione culturale economica slovena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *