17 luglio 2013

Domani al Museo Revoltella illustrazione del piano del traffico

Domani, alle 18, all’Auditorium del Museo Revoltella conosceremo i dettagli nuovo Piano Generale del Traffico Urbano a seguito della sua recente approvazione in Consiglio Comunale. A parlarne il Sindaco Roberto Cosolini, l’assessore alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico Elena Marchigiani e, tra i relatori, l’ex “mobility manager” del Comune ing. Giulio Bernetti. L’incontro sarà anche l’occasione per puntualizzare compiutamente tutti i suoi dettagli, compresi quelli intervenuti con le ultime modifiche apportate in sede consiliare a seguito degli emendamenti presentati con il contributo di tutti i gruppi politici. A illustrare la filosofia di questo piano traffico (da settembre comincerà a essere attuato gradatamente) sarà l’assessore Elena Marchigiani che lo ha curato passo dopo passo.

Tag: .

5 commenti a Domani al Museo Revoltella illustrazione del piano del traffico

  1. effebi

    co sarà el TLT torneremo al piano del traffico del 1954, col treno sulle rive

  2. cristina bongiorno

    Nel dettaglio si sono solo scambiati vicendevoli complimenti. Le strade, che finora servivano da scorrimento, sono destinate a diventare perpetui villaggi vacanze. Ma nel dettaglio detteranno orari per carico-scarico merci con appositi bollini a pagamento. Non si capisce quali strade verranno percorse dalle auto, ma si capisce che le vogliono eliminare (salvo le loro, beninteso, per andare a Palazzo). Si capisce che la gente lo farà. Perché pagare 750 euro all’anno per parcheggiare un’auto che poi non posso muovere?

  3. Alessandro

    la gente farà cosa?

  4. Paolo Geri

    Con questo piano del traffico Cosolini si è già garantita la sconfitta alle prossime elezioni comunali.

  5. cristina bongiorno

    Sarà una reazione a catena. Ci saranno meno auto, quindi meno bolli, meno assicurazioni, quindi licenziamenti alla Genertel, chiuderanno gli autosaloni, i rivenditori di ricambi, le autoscuole, i garages, meno multe, meno introiti alle casse comunali… Però vuoi mettere la soddisfazione di avere l’aria pulita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *