13 luglio 2013

Modena city Ramblers e nuovi appuntamenti Guča

Sono arrivati in 2500 per vedere i Modena City Ramblers e decretare un altro successo per la Guča na Krasu. La serata si è aperta verso le 20.30 con il lombardo Eusebio Martinolly & Gipsy Abart Orchestra, trombettista attivissimo a collaborazioni con musicisti italiani del calibro dei Negramaro ma certamente non impeccabile nell’esibizione un po’ “confusa” di Borgo grotta, seguiti dai Radio Zastava, gruppo oramai fisso in tutte le manifestazioni musicali nostrane degli ultimi anni. E giunge l’ora degli attesissimi Modena City Ramblers, gruppo impegnato e pronto a raccontare le battaglie di ieri e oggi con le canzoni del nuovo cd Niente di nuovo sul fronte occidentale e degli album precedenti. La risposta del pubblico sulle canzoni della nuova opera sono tiepide, nonostante l’impeccabile esibizione, forse anche per la mancanza di mordente dei nuovi pezzi e della loro prevedibilità (es. Fiori d’arancio e chicchi di caffè). Ma è con i grandi successi del passato come Cento passi, Contessa e In un giorno di pioggia che l’atmosfera prende la giusta strada scatenando il pubblico e facendolo cantare ogni singola strofa a squarciagola. Menzione speciale per la scelta di suonare la splendida Transamerika, dedicata al viaggio in moto del giovane Che Guevara (ritratto nel suo stesso diario Notas de viaje)…emozionante.Gran finale con tutti i gruppi sul palco per la trascinante ed arcinota versione MCR di Bella ciao. L’energia e la capacità comunicativa dello storico gruppo italiano ha conquistato il pubblico che alla fine del programma ufficiale ha richiamato sul palco i musicisti che hanno regalato ancora quattro bis. Ma veniamo ai prossimi appuntamenti…oggi e domani a Guča sul Carso si continua con due grandi rassegne di musica autenticamente gipsy . La giuria internazionale ascolterà stasera la banda bergamasca della Caravan Orkester, il mix di tarantella e balkan dei siciliani Fanfara Giufà e l’incontro di balkan ed elettronica dei romani Kaligola Disco Bazar. Domani saliranno sul palco della competizione il complesso friulano di ottoni Zig Zag Orkestar, i toscani dal carattere rom della Babbutzi Orkestar e i siciliani Ottoni Animati che uniranno il mediterraneo nel segno della fanfara. I grandi ospiti delle due serate saranno il leggendario Boban Marković, musicista di riferimento nella scena balcanica e incredibile virtuoso della tromba con la sua orchestra capitanata dall’altrettanto talentuoso figlio Marko (imperdibili) e la macedone Kočani orkestar che domani concluderà la grande rassegna di Guča sul Carso. Entrambe le serate sono a ingresso gratuito. L’arena accoglierà gli spettatori con i ben organizzati chioschi gastronomici (le file della prima giornata sono solo un ricordo) a cura dell’associazione Vuk Karadžić e le esibizioni estemporanee dei gruppi di ottoni serbi di Elvis Bajramović e Peter Miličević dalle ore 18 in poi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *