26 novembre 2012

Muloni! Esce “Milioni”, il nuovo CD di Matteo E. Basta

Il 2 ottobre 2012 è uscito il nuovo EP di Matteo E. Basta, dal titolo “Milioni”. Conterrà ben 6 tracce, di cui 2 nuovi singoli prodotti, arrangiati e mixati dall’ormai amico nonché collaboratore inseparabile Andrea F, e 4 brani live in studio, di cui 2 full band e 2 particolarissimi solo acoustic versions.
Avevamo intervistato il cantautore triestino all’uscita del singolo d’esordio, Lacrime.
Come in “Lacrime”, proseguendo in pieno spirito europeo, il nuovo EP nasce e si registra a cavallo tra Italia e Slovenia (per l’esattezza dal Mushroom Studio di Enrico Berto a Frisanco – PN, al leggendario studio Hendrix di RTV Koper-Capodistria).
E non è solo la musica a far respirare clima e sapore europei: anche i videoclip ufficiali (ben due, che verranno presentati con tempistiche separate), diretti da uno dei piu’ affermati videomaker e regista di corti e film cinematografici sloveno – Dejan Babosek “Babo”, ritraggono nei particolari incantevoli, suggestive e straordinarie cornici mitteleuropee di viaggio, ben oltre la consueta visuale e visione del turista medio.
Dice Matteo: “Il pretesto è sicuramente quello di abbattere a “suon di musica” quei confini che sulla carta non esistono più ma rimangono purtroppo ancora, mentali, e che le persone creano di città in città, di regione in regione e di stato in stato, aumentando così ancor di più le distanze che ci separano e spesso alienando i contatti reali in favore del virtuale”.
Anche il lato personale e quotidiano di Matteo, lontano dal palcoscenico o dallo studio di registrazione, è solidamente radicato nella musica ed avvinghiato alla sua fedele chitarra acustica Martin – studi in chitarra classica e canto lirico al Conservatorio G. Tartini di Trieste, studi di canto moderno con Marco Podda, Ornella Serafini, Carlo Urizzio, stage di tecnica vocale con la leggendaria Tona DeBrett a Londra, UK, stages di chitarra con Tommy Emmanuel e
seminari sulla canzone con Sergio Cossu, diploma di fonico all’ENAIP con Stefano Amerio. Ma persino il famigerato “day job”, il “lavoro serio” lo vede in realtà sempre musicista – insegna da oltre sei anni chitarra classica, moderna e basso elettrico alla scuola primaria “Istituto S. Cuore” di Trieste, è professore presso la scuola Media Statale G. Caprin, ed ha insegnato alla Yamaha music school e presso la scuola elementare E. de Morpurgo.
Le canzoni, invece, nascono dall’esigenza di raccontare e far riscoprire la consapevolezza di ognuno di noi nei confronti di tutti quei milioni di minuscole e grandi ‘cose’ che ci circondano e di cui diamo per scontate l’esistenza e la durata nel tempo, mettendo quindi in discussione tutto, il presente, il passato ed il futuro. Non certo dei trattati scientifici né prese di posizione filosofiche o antropologiche ma semplici constatazioni dell’attenzione o quantomeno curiosità nei confronti di tutto ciò che ci circonda, partendo dalle piccole cose di ogni giorno – constatazioni accompagnate una voce brillante e potente, e da arpeggi West-Coast e diavolerie assortite alle chitarre acustiche, Weissenborn, slide ed elettriche che, a detta di molti, hanno ben pochi termini di paragone tra i giovani cantautori italiani.

I CD sono già acquistabili a questo link.
Giovedì 13 Dicembre presentazione ufficiale del CD in acustico al KNULP alle ore 20.00, con proiezione in anteprima di tutti i video-clip già realizzati.
Sabato 22 Dicembre festa di Natale al Juice con Matteo E. Basta, con qualche piccolo ospite a sorpresa!

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *