5 Novembre 2011

San Martino 2011: a Prosecco otto giorni all’insegna della tradizione, enogastronomia e della musica

Festa grande, con numerose manifestazioni e incontri, da oggi, 5 novembre fino a sabato 12, a Prosecco, nel nome di San Martino. Un vera messe di appuntamenti, tra il fieristico e l’enogastronomico, tra il musicale e la tradizione storico-culturale e religiosa, organizzati dal Comune di Trieste-Assessorato al Commercio e Artigianato e 1° Circoscrizione-Altipiano Ovest assieme all’Associazione Agricoltori-Kmečka Zveza e con la collaborazione di numerose associazioni locali.
Il ricco carnet è stato presentato ieri mattina in Comune dall’Assessore comunale Elena Pellaschiar, dal presidente della 1° Circoscrizione Roberto Cattaruzza e dal segretario della Kmečka Zveza Edi Bukavec.

Si comincerà, come detto, già stasera con un’apertura tutta culturale: alle ore 18, alla Casa della Cultura sarà unaugurata la mostra collettiva RE NUDO. Le artiste Taddea Druscovich, Elena Guliemotti, Emma Malina Marinelli, Sara Munih e Neza Milic e le loro opere saranno presentate dalla prof. Jasna Merku. I flautisti Sara bembi e Carlo Venier regaleranno al pubblico due momenti musicali.

La mostra sarà seguita alle ore 20, nella stessa sede, da una “serata” dedicata al ricordo della pesca a Contovello, a cura del circolo SDD Jaka Štoka.

Quindi, domenica 6, prima “giornata clou” della Festa: dopo una “Passeggiata lungo i sentieri dei nostri pescatori“ (con partenza alle ore 9.30 dalla Trattoria Sociale di Contovello; organizzatori ŠD Kontovel, SDD Jaka Štoka e RMV), ecco infatti, con inizio alle ore 14.30, l’attesa »Martinova Furenga«, il tradizionale e simbolico trasporto del vino novello con carrozze e carri trainati da cavalli per le vie di Prosecco (organizzatori Associazione Agricoltori e Circolo giovanile Prosecco-Contovello), con la partecipazione della neo-eletta Regina del Terrano 2011, della Banda di Prosecco e della Kraska Pihalna Godba di Sesana, del coro maschile Vasilij Mirk e di quello dei bambini della scuola elementare A. Černigoj, nonché di componenti di circoli giovanili e locali in costume tradizionale. E ancora, dopo il corteo, alle ore 16, alla Casa della Cultura, il battesimo del vino nuovo, nuovamente con bande e cori, alla presenza del Ducato dei Vini della Slovenia.

Lunedì 7, alle ore 20, alla Casa della Cultura, l’incontro su “Prodotti tipici tradizionali del Carso, la loro conservazione e uso nell’arte culinaria”, organizzato dalla Kmečka zveza/Associazione agricoltori, con Stanislav Renčelj e Vesna Gustin.

Martedì 8, alle ore 18, ancora alla Casa della Cultura, ulteriore interessante incontro sul tema “Alimentazione sana con i Sapori del Carso”, con gli esercenti e i produttori locali.

Mercoledì 9, alle ore 20, alla Trattoria Sociale di Prosecco, nuovo appuntamento tutto dedicato stavolta ai vini e alla vinificazione, con l’incontro “Pratiche enologiche a confronto. Tra passato e presente” nel corso del quale il dottore agricolo Mario Gregori discuterà con i vignaioli Andrej Praselj, Andrej Bole e Stanislav Radikon (organizzato dalla Kmečka zveza).

Giovedì 10, alle ore 20, alla Casa della Cultura, concerto del Coro “Nonet Bača“ di Podbrdo (Slovenia)

“Gran finale” della Festa ovviamente venerdì 11, giorno dedicato al Santo, con la Fiera di San Martino: per tutta la giornata con un mercatino ambulante e agricolo con decine di bancarelle, di cui 15 dell’Associazione Agricoltori che offriranno i “Sapori di San Martino”, prodotti tipici del nostro territorio (inaugurazione di questa “sezione” alle ore 10, in piazza Krzada). Ci sarà anche, nell’”area sagre”, un mercatino dell’antiquariato e dell’usato. Alle ore 11, nel cortile del Consiglio Circoscrizionale, un brindisi all’Agricoltura e al Vino Nuovo; alle ore 14.30, nello stesso cortile, un assaggio di vini dei produttori di Prosecco e Contovello. Alle ore 16, S. Messa solenne nella chiesa di San Martino. Infine, alle ore 19, alla Casa della Cultura, un concerto con gli “Special plate”.
Completano il programma sabato 12, alle ore 21, alla Casa della Cultura, un “Concerto con dj” a cura del Circolo giovanile Prosecco-Contovello; e ancora il Luna Park (tutti i giorni, fino a domenica 13) e le Osmize aperte presso il Complesso bandistico Prosek alla “Soščeva hiša”, al FC ”Primorje” (sede di Prosecco n. 2) e all’Associazione Sportiva “Kontovel” (sede di Prosecco n. 565).

Nell’illustrare la manifestazione, l’Assessore comunale al Commercio Elena Pellaschiar ha voluto rimarcare il convinto ruolo assunto dal Comune nel supporto a “un evento – ha detto – che unisce la tradizione al futuro”, ringraziando poi gli uffici comunali, la Circoscrizione e la Polizia Municipale per il maggior impegno assicurato nell’occasione.
Il presidente circoscrizionale Cattaruzza e il segretario della Kmečka Zveza Edi Bukavec hanno vivamente ringraziato a loro volta l’Amministrazione “per l’indispensabile appoggio offerto per la piena riuscita della manifestazione”. Bukavec in particolare ha anche ricordato le più che centenarie radici storiche della Festa come “grande appuntamento contadino di chiusura delle attività e di celebrazione quando l’annata agraria terminava ai primi di Novembre”.
In proposito si può osservare infatti come lo stesso Martino, umile e caritatevole, sia un “Santo agricolo”, legato ai campi e agli ultimi “favori” del tempo prima dell’Inverno (l’Estate di San Martino”).
Ancora Bukavec ha auspicato che finalmente si avvii l’atteso riassestamento del costone carsico affacciato al mare, al fine del suo ottimale riutilizzo per una produzione vinicola nostrana di qualità.

In occasione della Festa, e per il suo miglior svolgimento, il Comune ha disposto alcuni provvedimenti di viabilità, con particolare riferimento al centro del borgo carsico e alle giornate di domenica 6 e venerdì 11.

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.