17 Agosto 2011

Cervesi: “La Provincia di Trieste costa molto più di 700mila euro all’anno”

“E’falso dire che la Provincia di Trieste “costi” al cittadino solo 700.000 euro all’anno”. A intervenire nel dibattito sui costi della politica e sulla possibile soppressione delle Province di Trieste e Gorizia è il consigliere provinciale di Un’altra Trieste, Francesco Cervesi.

“E sbagliato – spiega – perché al costo dei gettoni di consiglieri e indennità degli assessori (appunto i 700.000 mila euro) vanno sommate infatti il costo della gestione e della manutenzione delle sedi, il costo del personale impegnato per il funzionamento del consiglio, il personale addetto al gabinetto del Presidente e dei relativi assessori, il costo della pubblicità istituzionale (leggi pagine sul piccolo, affissioni, pubblicità sugli autobus), i bandi europei sbagliati eccetera”.

“Solo per orientarsi con alcuni numeri, nei prossimi tre anni la giunta in carica intende spendere oltre 1.5 milioni di euro in lavori all’interno dell’edificio di Piazza Vittorio Veneto (impianto di climatizzazione, rinnovo sala del consiglio, realizzazione info-point – vedi piano triennale delle opere). Quanto costa realmente al cittadino la Provincia? E più di tutto quanto sono giustificati questi costi dal momento che i soldi per le scuole superiori e le strade provinciali “non sono mai sufficienti”?
Verifichiamo i costi reali e complessivi dell’Ente al netto dei servizi che eroga (cosa che propongo faccia la commissione trasparenza entro dicembre) e più di tutto iniziamo un confronto circa l’auspicata riforma istituzionale della Provincia (città metropolitana) che coniughi la tutela della specificità del territorio con la razionalizzazione delle spese a carico del cittadino”.

Tag: , .

16 commenti a Cervesi: “La Provincia di Trieste costa molto più di 700mila euro all’anno”

  1. Avatar federer

    il discorso di Cervesi non fa una piega!!!

  2. la mancanza di personale del comune con l’assorbimento di quello della provincia sarebbe una cosa giusta, il nostro territorio è credo il più piccolo d’Italia, ed è giusto che venga eliminata, come dicono i politici il costo per loro è di 700.000 euro è sempre un risparmio, poi sappiamo che non è così, i costi sono triplicati e più, troppi lavori sono fermi per l’inezia o per negligenza vedi la ristrutturazione dell’agglomerato in via Cantù, etc

  3. Avatar Paolo Geri

    Ma non era lui che si era candidato Presidente ?! Di un ente inutile ? Adesso che è solo consigliere cambia idea ? Certo che in òpolitica la coerenza non è di tutti.

  4. Avatar bruno

    @2 sergio il comune ha già personale a sufficienza a non far niente, i provinciali poveri…in cassa integrazione come i operai e se nò a spasso come i privati
    4 ç geri forsi perchè da presidente voleva eliminarla? mah và ti a saver

  5. Avatar Tergestin

    @ Paolo Geri

    Perfettamente d’accordo. Stessa cosa la Lega, per loro le province sono inutili ma sono corsi a candidarsi pure li’.

    O sei contro o sei pro per tua idea, non in base ai voti presi.

  6. Avatar Fiora

    …Evidentemente quando c’è in ballo il proprio portafoglio, si diventa più realisti del re, più provincialisti del provinciale,e VICEVERSA PURE!

  7. e pensar che nel TLT no costasi un klinz sta provincia!

    Trieste: ultima colonia taliana.

    Comitato Odbor PLT – la soluzione c’é, basta non distrarsi colla televione e giornali di propaganda e leggere e studiari i propri diritti di citatdini del Territorio Libero di Trieste.

    Poi un bel respiro profondo e la consapevolezza de eser triestini.

  8. Avatar ufo

    Certo che quantomeno divertente sentire un esponente della destra rimproverare (alla provincia o a chiunque altro su questo pianeta) qualsiasi cosa riguardante i ‘bandi europei’, visto il bilancio fallimentare in materia della giunta DiPiazza ed i pasticci combinati dalla giunta Tondo. Mi sa che più sforzi certa gente fa per non sembrare un politico e più si comporta come tale…

  9. Avatar matteo

    io prendo questo dal discorso

    Quanto costa realmente al cittadino la POLITICA? E più di tutto quanto sono giustificati questi costi dal momento che i soldi “non sono mai sufficienti”?
    Verifichiamo i costi reali e complessivi della politica al netto dei servizi che eroga.

    su questo nessun politico sputa

    ande lavorar, no comizi

  10. Avatar francesco cervesi

    @Paolo Geri
    Che la Provincia di Trieste sia un ente inutile lo hai detto tu. Io dico solo che si possono spendere soldi ed energie in modo più utile.
    Il riassetto dell’Ente era parte del mio programma elettorale.
    @Ufo
    Perdonami ma non capisco cosa c’entri con la giunta Dipiazza o con quella Tondo.

  11. Avatar Mauricets

    11
    costa e lo sanno tutti. i cosiglieri provinciali hanno i buoni pasto?

  12. Avatar francesco cervesi

    @Mauricets
    Niente buoni pasto ma un gettone di 94 euro per ogni seduta di consiglio, commissione o capigruppo.
    Per darti un riferimento, nell’ultimo anno (2010) il totale dei “gettoni” del consiglio è stato pari a circa 200 mila euro.

  13. Avatar Triestin - No se pol

    francesco : val la candela eliminar prefettura, questura, digos, comando dei carabinieri, agenzia del territorio, ater, catasto, motorizzazion civile, inps, inpdap, inail, ispettorato del lavoro, ufficio scolastico senza contar el resto, per poi trasferir tutto a udine… no me risulta che queste funzioni le gestirà un domani l’area metropolitana, e cusì i palazzi che gestisi la provincia a chi finirà ?…..al comun alla region ? la sua manutenzion alla fine la pagherà sempre pantalon…

  14. Avatar Paolo Geri

    #11. Francesco Cervesi

    “Che la Provincia di Trieste sia un ente inutile lo hai detto tu”.

    No lo hai detto tu. Cito testualmente le parole dell’ intervista: “iniziamo un confronto circa l’auspicata riforma istituzionale della Provincia (città metropolitana).
    Se si propone la “città metropolitana” si propone di conseguenza il “superamento” della Provincia e quindi di fatto la sua cancellazione. E’ inutile arrampicarsi sugli specchi.

  15. Avatar ufo

    Interessante raffica di informazioni oggi (domenica 11 settembre) a pagina 4 del Piccolo – per chi si è scomodato a leggerla.

    Nell’articolo che confronta le spese delle varie regioni c’è pure una tabellina che riporta le prime tre voci di spesa della regione Friuli. Al secondo posto troviamo la voce ‘Amministrazione generale’ per un ammontare, nel 2009, di euro UN MILIARDO SETTECENTOQUATTRO MILIONI, pari al 24,3% del bilancio annuo. Come dire che la sola regione Friuli, se abolita, ci farebbe risparmiare più che l’abolire tutte le province d’Italia e dintorni.

    A destra un trafiletto riporta invece una nota del Sindacato autonomo di polizia che fa notare che accorpare i vari corpi armati e/o paramilitari della repubblica farebbe risparmiare la miseria di quattro miliardi di euro per anno.

    A questo punto mi viene spontaneo invitare tutti quelli che su questo blog si sono espressi o hanno esternato a favore dell’abolizione delle province a prendere pubblicamente analoga posizione a favore dell’abolizione della regione e dell’accorpamento delle forze di polizia – oppure a spiegarci perchè non gli va di farlo, sempre pubblicamente.

    Chissà perchè prevedo imbarazzato silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.