14 luglio 2011

Alla scoperta dei cineasti ebrei in fuga dal nazismo

Era il 1933: poche settimane dopo la presa di potere nazista, Goebbels visitò l’UFA, la più grande casa cinematografica europea. Fece subito notare quanto numerosi fossero gli ebrei che vi lavoravano: registi, scenografi, sceneggiatori, attori, tecnici. In pochi giorni furono tutti licenziati.  Lubitsch, von Sternberg, Dieterle e altri lavoravano già a Hollywood. Per sfuggire a Hitler li seguirono registi come Billy Wilder, Otto Preminger, Fred Zinnemann, Robert Siodmak, Edgar G. Ulmer, Fritz Lang, attori come Peter Lorre e Conrad Veidt, grandi operatori come Karl Freund e Eugen Schüfftan. Con loro migliaia di altri tecnici e artisti che però trovarono in America possibilità di lavoro talmente precarie da stroncarne spesso la carriera.
I cineasti ebrei portarono a Hollywood una vera rivoluzione, di forma e di contenuto, anche nei generi più classici del cinema americano.


La collaborazione tra Università di Trieste (Centracon, Centro servizi di Ateneo per il trasferimento delle conoscenze), Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato “Luigi Galvani” e Bonawentura/Teatro Miela ha reso possibile oggi raccontare alcune di queste storie con un libro (pubblicato dalle Edizioni Università di Trieste EUT)  e con cinque proiezioni serali, all’aperto, a ingresso libero, nel Parco di San Giovanni.  Questa iniziativa di divulgazione scientifica si è potuta realizzare grazie al sostegno della Provincia di Trieste, della Fondazione Casali e di Gabriella Kropf che da anni, attraverso la sua attività, promuove la conoscenza dell’Italia ebraica e della sua cultura.
Ogni film sarà preceduto da un cortometraggio di presentazione realizzato, sotto la guida del docente Francesco Carbone, dagli studenti del Corso per Tecnici delle Industrie Audiovisive dell’IPSIA “L. Galvani” di Trieste.
Al volume e alla rassegna cinematografica retrospettiva corrisponde il n. 15 della rivista online  “il compagno segreto” www.compagnosegreto.it


Ecco il programma completo:

venerdì 15 luglio, ore 20.30Teatrino Franco e Franca Basaglia | Parco di San Giovanni
presentazione del libro di Francesco Carbone Da Hitler a Casablanca via Hollywood. Cineasti ebrei in fuga dal nazismo.
Tutti vanno da Rick cortometraggio di Andrea Rosasco
Casablanca di Michael Curtiz (1942)

martedì 19 luglio, ore 21.00 – Teatrino Franco e Franca Basaglia | Parco di San Giovanni
Qual è il tuo posto? cortometraggio di Anna Loi e Nicole Spessot
Fra le tue braccia di Ernst Lubitsch (1946)

venerdì 22 luglio, ore 21.00 – Teatrino Franco e Franca Basaglia | Parco di San Giovanni
Sul confine cortometraggio di Alanluca Makovec
La porta d’oro di Mitchell Leisen (1941)

martedì 26 luglio, ore 21.00 – Teatrino Franco e Franca Basaglia | Parco di San Giovanni
Macerie e mercato nero cortometraggio di Lawrence Conti
Scandalo internazionale di Billy Wilder (1948)

venerdì 29 luglio, ore 21.00 – Teatrino Franco e Franca Basaglia | Parco di San Giovanni
Essere! Cortometraggio di Anna Loi, Maite Moriones, Nicole Spessot e Giulia Vascotto
Vogliamo vivere di Ernst Lubitsch (1942)

Ingresso libero. In caso di maltempo le proiezioni si svolgeranno all’interno del Teatrino “Franco e Franca Basaglia”.

Per info www.miela.it

Tag: , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *